Vai ai COMMENTI...

Ultimi commenti

Grazie a te, grazie a Sandro Veronesi e grazie...
.:Roberto Alajmo | @:.
.:21/11/2018 | 11:39:01:.

Contenta che Milano ti abbia accolto con...
.:Manuela | @:.
.:18/11/2018 | 23:16:42:.

Grazie, Fernando. Ne approfitto per segnalare...
.:Roberto Alajmo | @:.
.:28/10/2018 | 18:35:46:.

Ciao Roberto,
primo di tutto dirti che...

.:Fernando | @:.
.:27/10/2018 | 14:29:59:.

..ci conto. Manuela...
.:Manuela | @:.
.:14/09/2018 | 23:08:28:.

Vai ai COMMENTI...



Menu riservato:

il forum di Roberto Alajmo, scrittore




il forum

INSERISCI COMMENTO
INDICE ARCHIVIO MESSAGGI

@ Sergio.
Non mi pare che qualcuno di questo forum abbia giudicato male il 5 stelle .
Qualcuno lo ha anche votato. IO , personalmente, sono scettica perché sono d'accordo sulla protesta ma non ho trovato una proposta, a mio parere , costruttiva.
Adesso che sedete in parlamento (siciliano) vedrò cosa saprete fare. E se non sarà solo una continua critica distruttiva , un vaffacontinuo, magari la prossima volta vi voto

fara | 31/10/2012 ore 20:42:21

 

@Eliana, grazie della tua risposta [elegante:)],altre vole l'ho detto, anche io col cuore sarei su posizioni diverse,solo che col passar del tempo andavo escludendo e mi sono ritrovata a pensare che le mie idee a quanto pare più che minoritarie sono uniche,vado d'accordo solo con me stessa e qualche volte nemmeno:), allora a questo punto ho deciso di andare sul pratico,mantenendo la direzione e sperando che un ampliamento di consenso cambi qualcosa. Se non sarà così troverò altre collocazioni, non ho pregiudizi verso altri purchè le idee di base siano condivise, per quanto riguarda mov.5 stelle, non so come spiegare, sì molte cose che dicono mi trovano d'accordo ma il come lo dicono,l'atteggiamento, non mi comvince, io dico, passione e ragione, qua ragione poca, e più che passione animosità. Condivido la tua amarezza per il fatto che le minoranze a sinistra non riescano a raggiungere la "gente". Oggi molti meccanismi sono cambiati, è tutto molto difficile, mancano anche i luoghi del confronto e c'è un addormentamento generale dele coscienze, si segue quello che capita senza una reale analisi e comprensione, vedi i movimento dei forconi, una settimana ha bloccato un'isola, chi sa cosa sembrava e poi..C'è da lavorare molto e continuativamente, chi sa quando si vedranno i frutti di una nuova visione della vita ma a volte non si prova nemmeno a proporla!

rosita | 31/10/2012 ore 19:39:53

 

Da parte mia, caro Sergio, nessun pregiudizio. Sono molto curioso.
Anzi, ora scrivo una cosa per spiegarmi meglio.

roberto alajmo | 31/10/2012 ore 18:37:24

 

Sergio, intanto si comincia male:
[LINK]

Dicono che Grillo non è il capo ma un portavoce, ma si comporta quasi da dittatore

antonia | 31/10/2012 ore 18:35:24

 

non capisco perchè il m5s debba essere giudicato male prima ... vediamoli all'opera e poi si faranno i dovuti giudizi ... considerando che i precedenti rappresentanti non è che abbiano mostrato tutte queste grandi capacità (a parte quella di arricchissi ... dove sono dei veri professionisti) ...

sergio | 31/10/2012 ore 18:05:16 | @

 

ps
Se non succede niente dopo aver raggiunto lo stato di necessità , mi metto ad aspettare i Maya e la loro "fine del mondo" . Fine del mondo conosciuto , ovviamente. Non fine del pianeta terra come tale né delle sue popolazioni animali. Anche umanoidi.

fara | 31/10/2012 ore 17:42:36

 

@Giuseppe Bianca
E io questo aspetto: lo stato di necessità

fara | 31/10/2012 ore 17:11:14

 

@fara: ci sono andati e ci andranno sempre, stai certa però che sulle premesse del mercato delle vacche, potranno essere sempre meno. dove non si è alla fine arrivati per virtù, si arriverà per necessità

giuseppe bianca | 31/10/2012 ore 15:50:37 | @

 

Cornuto io se mai comprerò una macchina da quest'uomo.
[LINK]

roberto alajmo | 31/10/2012 ore 15:17:33

 

Io sono convinta invece che i "clientes" siano andati a votare tutti quanti. Non si rischia di perdere il "dominus" prima di averne trovato un'altro. La mafia invece non si è spesa per nessuno: aspetta pazientemente che si ristabilisca un ordine e cercare, tra gli "eletti" le persone adatte. C'è sempre un corruttibile anche nelle migliori famiglie. E' una questione statistica.

fara | 31/10/2012 ore 15:01:13

 

la correlazione tra voto clientelare meno spendibile ed astensionismo è meno paradossale di quanto si immagini. tuttavia alcuni dati ed alcuni risultati confermano che il voto"strutturato", non necessariamente inquinato da promesse, è ancora forte in una radicata area di centro, anche nel giorno nuovo, l'alba dei grillini che verranno

giuseppe bianca | 31/10/2012 ore 11:49:35 | @

 

Rosita, io ho votato a sinistra, ma il mio schieramento è tra quello che tu indichi come "troppo minoritario". Per quanto mi riguarda, non esiste altra sinistra. Al massimo esiste un "grande centro" (e qui mi torna in mente Marcorè).
Il bipolarismo all'americana non mi piace perché non mi rappresenta, e se il mio partito dovesse sciogliersi mi asterrei dal votare altre organizzazioni, consegnando, magari, scheda bianca.
Crocetta non è Lombardo, è vero. Ma la gente di cui è circondato è la stessa, per questo non mi convinceva prima e continua a non convincermi ora che si profila un accordo con Miccichè.
Sulla sconfitta vissuta: è stata brutale e la colpa è nostra. Continuo a credere che le cose che diciamo siano corrette, ma che non siamo in grado di veicolare il messaggio.Non abbiamo l'appeal di grillo, sembriamo vetero e per questo non degni di attenzione.
Più elegante di così non so come dirlo... :)

Eliana | 31/10/2012 ore 11:45:50

 

Il Pd stavolta ha vinto prendendo 250mila voti in meno di quanti ne prese con la candidata Finocchiaro, che aveva perso malamente.
La campana ha suonato per tutti. E chi non l'ha sentita peggio si troverà quando verrà il momento di scappare.

roberto alajmo | 31/10/2012 ore 08:56:17

 

sono contenta! credo che questo fosse il meglio che poteva verificarsi, poi si vedrà. A quelli che temono i compromessi(inciuci?) vorrei dire, ma se tutti quanti che siete orientati a sinistra votaste a sinistra invece di: rummuliare, astenervi, votare schieramenti troppo minoritari, allora ci sarebbe una maggioranza di sinistra forte e non ci sarebbe bisogno di fare pasticci con altre forze politiche. Ho visto l'altra sera la Marano che commentava il voto, non la conoscevo e non mi ha convinto per niente, mi sono rallegrata di non aver votato per lei, mi è sembrata così...come dire, con quell'aria infastidita...:)già devo dire che tutti quelli che hanno perso hanno dimostrato scarsa eleganza nell'affrontare la sconfitta.

rosita | 30/10/2012 ore 19:29:47

 

A sinistra si è terribilmente "choosy", Gippe..però ci si offende se qualcuno ce lo dice

antonia | 30/10/2012 ore 10:11:58

 


[LINK]

Rummuliata nera

Insomma perché tanti si e tanti ma, godiamoci questa piccola vittoria, meglio del 61 a 0 no ?

Antispam : GIOSTRA

Un caso ?

gippe | 30/10/2012 ore 09:17:15

 

Rumuliare e rummuliare. Dipende dalla zona.

fara | 29/10/2012 ore 19:05:57

 

... non credevo che Crocetta ce l'avrebbe fatta...

fiorella | 29/10/2012 ore 18:43:44 | @

 

Guardo i risultati su Repubblica, parziali. Fino ad ora il M5S è il partito più votato, fra PDL e PD differenza non enorme, solo l'1% e ben l'11,10% all'UDC. Questo mi dice che le elezioni siciliane non possano essere prese come test nazionale: quelle percentuali lì l'UDC se le sogna.... e poi non c'è la Lega. Il misero 6,30 di IDV, SEL ecc è tristissimo. La formula secondo me già non funzionava dall'inizio e poi credo che siano stati quelli più penalizzati dall'astensionismo, dal caso Fava e dal M5S.

antonia | 29/10/2012 ore 14:59:19

 

Sembrava anche a me....

antonia | 29/10/2012 ore 14:20:01

 

Capisco che può sembrare irrilevante, ma... Rummuliare non è con due M?

roberto alajmo | 29/10/2012 ore 12:57:38

 

Don Diego, come sai io non ho votato. Ma non mi rumulio. Posso però osservare e commentare, visto che non parteggiavo per nessuno dei pretendenti al trono non essendocene nessuno tra loro che mi convincesse? E non tanto "come persona" ma per il seguito del loro apparato sostenitore.
Qualcuno non poi, non ha perso occasione per ricordarmi che il voto è democrazia. E' vero. Ma nemmeno l'obbligo di voto è democrazia. O sbaglio?

fara | 29/10/2012 ore 12:06:22

 

...queste elezioni stanno diventando una barzelletta... ma la mafia chi avrà appoggiato???

fiorella | 29/10/2012 ore 10:51:47 | @

 

Infatti, Don Diego, fino a che non ci sarà la possibilità di distinguere le "astensioni di protesta" dalle "astensioni da menefreghismo", protesta e menefreghismo finiranno nello stesso calderone, le astensioni potranno essere manipolate da ognuno secondo il proprio rendiconto e a chi vuole mantenere lo stato quo si farà il favore di avere qualche consigliere in meno all'opposizione. Così la vedo io, da sempre.

antonia | 29/10/2012 ore 09:44:09

 

Nella pubblica amministrazione regionale ci lavoro, e ormai con molta, molta esperienza. Dei risultati elettorali (in generale, quelli di ieri non li so ancora, sono le 8.52) ogni volta mi preoccupa (perchè ne posso quotidianamente constatare le conseguenze) l'assoluto distacco tra i "problemi" (sociali, economici, giuridici) e chi viene indicato (dagli elettori) per risolverli. Quindi: almeno la metà dei siciliani non ha votato, quindi, ancora, possiamo pensare che non gli interessino le "politiche" agricole, sanitarie, infrastruttuali, sociali, economiche ecc. Non gli interesserà, così, in futuro, avere un ospedale dove farsi curare, poter comprare le arance siciliane e non quelle maghrebine, o aiutare i figli a studiare o trovare un lavoro. Oppure, ma sappiamo che così non è, questa oltre metà dei siciliani è così ricca da vivere di rendita, andarsi a curare all'estero, fare la spesa su internet, e mandare i figli a studiare negli States. Di contro, almeno sinora è stato così, gli "eletti" rappresentano, sia in valori assoluti che percentuali, numeri così bassi di "elettori" che giustificano scelte (sui temi citati) di pieno "campanilismo" o di gruppi, fazioni, e (visto che siamo in Sicilia) clan. Nasceranno così leggi e decreti che favoriranno (o tenteranno di farlo) una volta l'energia eolica ed un'altra il fotovoltaico, prima una imprtante strada nelle sicilia sudorientale e poi, per par condicio, una dorsale dal tirreno al mediterraneo, o ancora un po' di scuole parastatali e qualche ateneo privato, senza dimenticare migliaia tra formatori, forestali, pescatori col fermo biologico, trattoristi dell'ente sviluppo agricolo & C. E di queste leggi, voci di spesa, bandi per i fondi UE (destinati a sparire dal prossimo anno, visto l'aumento dei paesi dell'Unione) beneficeranno un po' degli "elettori" a scapito, ovviamente, di tutti i non votanti. Bravi poi a "rumuliarsi".

Don Diego | 29/10/2012 ore 09:31:13

 

Ma cu é stu sventula ?

gippe | 28/10/2012 ore 23:35:21

 

Io faccio benissimo a meno, anche senza esserne costretta, di chi "misura" con tanta sicurezza la capacità di pensiero altrui

fara | 28/10/2012 ore 23:20:29

 

lei, ventola danese, mi ricorda un pò bini smaghi, quello che non se ne andava neanche con le bombe dalla BCE, comunque RA non ha bisogno delle nostre difese. Noi forse non sappiamo leggere e neanche scrivere, quindi ci lasci nella nostra ignoranza. Se costretti, faremo a meno di lei.

giuseppe bianca | 28/10/2012 ore 21:09:20

 

Il mondo è pieno di falliti che pretendono di dare patenti artistiche.

Donatella | 28/10/2012 ore 20:41:40

 

Caro signore, il fatto di poter contare su due cognomi non la autorizza a venire a insultarmi fin dentro casa.
Se non le piace come scrivo, non mi legga. Amen.
Non la cancello solo per non darle la soddisfazione di fare la vittima.

roberto alajmo | 28/10/2012 ore 20:20:42

 

Beh, sig Danese, finora bla-bla. Vogliamo le prove. Altrimenti non vale

antonia | 28/10/2012 ore 19:13:00

 

Lei dice bene, ma non sa leggere. Io amo chi la pensa diversamente da me. Il fatto è che lei non sa pensare. Mi rilegga.

E aggiungo. Non disprezzo nemmeno chi non sa pensare, ma chi, come lei, pretende di saperlo fare autoproclamandosi "intellettuale" e "scrittore". Triste e ridicolo.

Gianni Ventola Danese | 28/10/2012 ore 18:14:00 | @

 

Se ne faccia una ragione amico Ventola Danese: qualcuno può anche pensarla diversamente da lei.

roberto alajmo | 28/10/2012 ore 16:34:50

 

Che tristezza vedere un uomo che non sa pensare. E che rabbia nel vederlo, lui, ergersi a intellettuale. Che pena. Roberto Alajmo.

Gianni Ventola Danese | 28/10/2012 ore 15:55:59 | @

 

In molti mi hanno detto che la diffidenza che dimostro nei confronti dei seguaci del mov5stelle non fa altro che fortificare le convinzioni di coloro con cui parlo. Un po' come accadeva con mrB, quando alcuni comici ed alcuni programmi si facevano beffe di lui e i suoi sostenitori affermavano che tutto quell'astio non faceva altro che convincerli sempre più di aver scelto la persona giusta.
Probabilmente sono tutte teorie corrette. E, anche se se ne parla poco (anch'io ne parlo molto poco), senza dubbio la sinistra ha una responsabilità enorme nello sdoganamento del fenomeno "Grillo". Perché è spesso confusa, perché è poco coesa, perché a volte non è credibile, perché altre manca di progettualità.
Dopo aver ricoperto il capo di cenere, però, non posso non dire quello che penso. Nel mov5stelle ci saranno bravissime persone, per carità, ma non mi basta questo per scegliere di votarli. Nessuna condanna per chi crede in loro, nessuna demonizzazione né alcun tabù, ma vorrei poter far emergere quelle che sono, a mio parere, le criticità di un movimento che sbancherà in Sicilia e prossimamente anche nel resto d'Italia senza per questo essere accusata d'avere una visione miope del quadro politico.
Piccola nota personale, a proposito di coloro che cambiano repentinamente idea quando ti schieri con un candidato diverso dal loro: fino a quando mi collocavo nel quadro del centrosinistra tutte le iniziative che promuovevo erano belle, buone e da sostenere. Quando mi sono spostata a sinistra sono subito diventata brutta, sporca e cattiva. Chi mi reputava intelligente ha cambiato idea (!!!) e chi prima mi cercava con spasmodica frequenza ha iniziato ad ignorarmi dicendo che ormai, facendo quella scelta, mi ero "bruciata".
Chiaramente continuo ad impegnarmi per le cose in cui credo, e pazienza se prima venivano sindaci ed assessori mentre ora mandano a presenziare l'ultimo consigliere. Continuo a credere nell'adagio "meglio pochi ma buoni"
Fa pensare però come siano volubili le persone e quanto basti veramente poco a far cambiare loro idea.

Eliana | 28/10/2012 ore 14:12:12

 

Cara Antonia,sono le previsioni vissute come probabili verità che ci rovinano...scetticismo si chiama al mio paese...lo scettico non rischia e non vuole rischiare ...forse non sono stata chiara...e mi dispiace...ma il vero discorso sta altrove,nella pragmatica analisi politica dello stallo più paralizzante in cui ci troviamo...non nella scialorrea di Grillo: il mio voto non è né di protesta né di simpatia...né personale:io guardo e ascolto da una vita...analizzo da una vita e come me tante persone...razionalmente ho deciso di stare a vedere se ci sarà "salvezza"...se no il vuoto assoluto e allora si taccia,per favore!

adriana | 28/10/2012 ore 13:54:31

 

Non vivo in Sicilia, non andrò a votare, vedo le cose da un osservatorio particolare, distante. Quindi, ripeto, non giudico la scelta di ognuno di voi. In fondo capisco di più chi va a votare facendo uno strappo piuttosto che chi non ci va. E spero, per quelli che hanno votato o voteranno M5S che almeno stavolta non segua una delusione a stretto giro di posta.
L'uomo con la maschera di cera mi ha preoccupato ancora ieri con la sua capacità mediatica e di manipolare le cose a suo profitto. Non pongo molta fiducia nel pragmatismo degli italiani. Il grillo sbraitante e la faccia di cera, in fondo due modi di attirare le pance borbottanti. Anche in Forza Italia, nella Lega c'erano tanti giovani volenterosi ed onesti che credevano di potere fare qualcosa. Forse nel M5S ci sono meno truffaldini ma per contro ci sono posizioni indifendibili, come ricordava Rosita. Adriana, Grillo potrà essere espulso naturalmente come un corpo estraneo oppure potrà anche esserci qualcosa di diverso: i furbi rincorreranno il carro del vincitore e gli espulsi saranno quelli che il carro l'hanno tirato fino lì. Io, per principio, diffido di quelli che parlano così concitatamente che non ingoiano neanche la saliva: anche fisicamente mi fanno star male.
In bocca al lupo, Sicilia

antonia | 28/10/2012 ore 12:09:59

 

Caro Roberto sono assolutamente d'accordo, come spessissimo mi accade, con te.
Ti esprimo anche la mia solidarietà, perchè immagino che la tua scelta "contro" (non contro qualcuno ma contraria al solito
moralismo elettorale), ragionata e sofferta, avra' certamente (s)bigottito un certo establishment che volente o nolente forse ti guarderà storto.Grazie

MINGO | 28/10/2012 ore 11:50:29

 

Per pulire e disinfettare i cessi intasati,non si può usare il bagnoschiuma al profumo di agrumi ma l'idraulico liquido...qui si parla ancora di sistemi politici che non esistono più e ai quali ci si aggrappa per esorcismo consolatorio...ma la mancanza di coraggio e l'incapacità di rischiare ci ha portato qui...a vecchi discorsi e vecchie "logiche"...ma di che abbiamo paura?il M5S in Sicilia non ho dubbi che farà un buon risultato ma certo non andrà a governare ,incoronando Grillo,Re della Sicilia!Sono giovani e sono puliti,mi rifiuto di offenderli pensando che siano "pupi" in mano ad un comico!Sono persone che si stanno impegnando a farci capire che ci stanno provando...a me di Grillo non me ne frega niente... verrà espulso da solo con meccanismi naturali e riparatori.Avranno una minoranza che potrà portare un po' di ossigeno ai nostri polmoni pieni del catrame della malapolitica...ma poi si vedrà...andrò a votare e si vedrà...finalmente seguirò nuovamente con interesse ciò che succederà...Buona Domenica e buon voto!

adriana | 28/10/2012 ore 10:35:04

 

*piccolo, non poco

Eliana | 28/10/2012 ore 10:13:01

 

Mica poco come risultato! :D

Eliana | 28/10/2012 ore 10:08:36

 

Intanto un risultato sono riuscito a ottenerlo: smascherare i falsi amici.
Gli amici non ti attribuiscono le peggiori intenzioni se scoprono che per una volta non voti per il candidato che piace a loro.

roberto alajmo | 28/10/2012 ore 10:06:31

 

Tutti dicono di voler votare Grillo (Cancellieri! Non Grillo, Cancellieri!!!) per "protesta". Il punto è che se questa "protesta" dovesse andare a governare, lo farà senza un programma, senza soluzioni. La critica ad una certa politica è corretta, ma poi la proposta dov'è?
I comizi di Grillo non sono comizi politici, sono cabaret in cui tutti si sentono dire, anzi urlare, ciò che vogliono... SONO TUTTI LADRI! NOI MORIAMO DI FAME E LORO SI ARRICCHISCONO ALLE NOSTRE SPALLE!!!
... Basta questo per fare di un uomo un buon politico? Secondo me no. Per vent'anni ho vissuto in un Paese governato da un comico che aveva promesso di riportare ordine dopo il caos di tangentopoli, un Paese in cui gente incompetente è stata messa in posti dirigenziali non avendo idea di quello che dovesse fare, e il risultato è stato devastante.
Il movimento 5stelle non si esprime su tanti temi che mi stanno molto a cuore, e quando lo fa dice cose che non condivido minimamente ("dare la cittadinanza ai figli degli immigrati nati in italia? Ma siamo impazziti?").
Potrebbero sembrare questioni secondarie ma non lo sono.
No, non mi fido di beppe grillo.
E stavolta non andrò neppure a votare "contro".
Il voto "utile" mi ha veramente rotto... Stavolta voto PER.
Sperando che la Sicilia possa farcela davvero.
Buona domenica a tutti ma, soprattutto, speriamo sia un buon lunedì :)
Ps: sul prossimo che mi dice che sono/siete tutti uguali (dato che poi il concetto coinvolge pure i sostenitori dei candidati, oltre i diretti interessati) si abbatterà tutta la furia verbale repressa in queste settimane... ;)

Eliana | 28/10/2012 ore 09:33:07

 

sono d'accordo con Antonia.A questo punto a costo di votare "contro" e non "per",..mi basta scegliere una persona corretta e onesta(quanto meno finora), e che impersona idee il più possibile sgradite a B.Con questo sono a posto:).Per quanto riguarda la scelta del 5 stelle, non posso, il tipo di comunicazione di Grillo non mi piace e credo che il movimento alla fine sia solo lui.Capisco però che in Italia la maggioranza apprezza ancora capopopolo (nonostante l'ottimismo di Monti sulla comunicazione..che pensa che si può discutere senza gridare e senza sedurre),... in fondo dobbiamo ringraziare Grillo per aver raccolto lui la protesta. Perchè la situazione è preoccupante davvero.

rosita | 28/10/2012 ore 00:57:25

 

Non è questione di tabù, sono abbastanza preoccupata

antonia | 27/10/2012 ore 22:49:26

 

Non drammatizzerei più di tanto: è una scelta sofferta, ma non drammatica. Non capisco i tabù.

roberto alajmo | 27/10/2012 ore 22:35:05

 

Certe immagini non dovrebbero andare in onda prima di cena...

Lello | 27/10/2012 ore 22:20:55

 

Roberto, Fara e amici. Non giudico le vostre intenzioni rispetto al voto. Dico solo: pensateci bene. Specie dopo quello che è successo in questi giorni. Voi dite: peggio non può essere. Io dico di sì

antonia | 27/10/2012 ore 22:19:06

 

Lello, però c'era il lifting che rendeva tutto ancora più nordcoreano

antonia | 27/10/2012 ore 22:17:13

 

...Antonia ovviamente!

Lello | 27/10/2012 ore 21:53:46

 

Antonio ho avuto la tua stessa sensazione: sembrava un film visto e rivisto. Stessi attori, stesse battute, stesso finale.
Se in alto sullo schermo non avessero scritto " diretta ", avrei giurato di assistere ad un filmato di repertorio, invece era tutto vero!

Lello | 27/10/2012 ore 21:53:22

 

Io ho resistito un quarto d'ora. Poi tutto mi è sembrato troppo surreale, un déjá vu da incubo e quindi quasi grottesco

antonia | 27/10/2012 ore 21:17:58

 

Dopo aver ascoltato Silvio per 3 ore, io so a chi mettere il petardo!

Lello | 27/10/2012 ore 20:32:21

 

Anche io, come te ( e tutti), ho un solo petardo ma non riesco a scegliere il sedere sotto cui piazzarlo

fara | 27/10/2012 ore 17:19:27

 

Caro Sergio, cari tutti.
Mi pare che da quel che ho scritto traspaia la mia stessa costernazione per il fatto di votare come voterò.
Ma è l'unico petardo che ho a disposizione, e voglio piazzarglielo proprio sotto il sedere.

roberto alajmo | 27/10/2012 ore 16:25:09

 

Roberto hai parlato assai!
Berlusconi non si ritira più, ha dichiarato che " è obbligato e restare in campo ".

Lello | 27/10/2012 ore 15:50:37

 

In una cosa certamente Grillo ha ragione, nel non parlare più di Berlusconi, Fini, e compagnia discorrendo. Appartengono al passato più che al futuro della nostra politica. In ogni caso nell'immaginario collettivo non beneficeranno più della chance che si da con speranza a chi si sceglie per farsi governare. Li ho osservati Grillo ed i Grillini. Con molta attenzione. In Sicilia sbancheranno, è vero,M5S non espone programmi, non millanta risultati, non enuclea sogni nel cassetto. Solo adesso ho capito, ognuno ha i suoi tempi, ma vi assicuro che c'è chi ancora deve arrivarci, che anche questo è un messaggio:"giudicateci dai fatti di domani e non dalle parole di oggi" . Dice che Fiorito era tra quelli che tirava le monetine a Craxi. A lui per sua fortuna la gente non ha avuto modo di averlo a tiro. Se Grillo avrà avuto un merito domani è quello di dare un pò di forza agli italiani. Poi sarà forse solo uno strumento di transizione come Segni che portà al maggioratario. Oppure no ed in quel caso lo giudicheremo.

giuseppe bianca | 27/10/2012 ore 12:42:01 | @

 

Caro Roberto, ho provato intima delusione leggendo la tua nota, perché apprezzo in generale la tua sottile ironia e gli opportuni commenti che finiscono, per tanti lettori, rappresentare una bella abitudine quotidiana, come prendere il caffè o leggere il giornale.
Ritengo però che da questo dipenda per lo scrittore una responsabilità più grande, una consapevolezza maggiore, credo che tu stesso ne sia convinto se hai accompagnato la tua opinione con tanti sottili distinguo.
Una crisi grande e sottovalutata copre come una cappa asfissiante il nostro Paese e il movimento 5 stelle ne rappresenta la testimonianza più vera e autentica.
Una crisi che coinvolge economia e politica ma anche gli uomini e i rapporti che intercorrono tra loro, non possiamo permetterci di giocare al rialzo, penso che neanche tu debba farlo.
Scusa sinceramente la mia intromissione nella tua quotidiana riflessione, domani andrò a votare e spingerò altri a compiere questo gesto elementare per la democrazia ma anch’io vivo con affanno il degrado politico e umano che mortifica passione, impegno e voglia di protagonismo. Da questo deriva, la voglia di non partecipare ad una discussione collettiva che ho sentito distante, pur nel rispetto di opinioni e convinzioni diverse, questa breve intervento pubblico rappresenta infatti il primo di queste elezioni e inevitabilmente l’ultimo, domani appunto si vota.
Non conosco Cancellieri ma conosco bene Grillo, il suo linguaggio, i suoi comportamenti, la sua proposta politica che mi fanno pensare a stagioni dolorose e spiacevoli per la democrazia per questo terrò a debita distanza la mia matita copiativa dal simbolo della sua lista.
Con stima e ammirazione sincera, (non avrei scritto in caso contrario questa breve riflessione), ti auguro un sereno weekend. Sergio

Sergio | 27/10/2012 ore 12:09:16 | @

 

Ho letto della tua dichiarazione di voto dal profilo di Sonia Spallitta (*) su fb e sono venuto a curiosare.
Anche io voterò per lei, come le avevo anticipato riservatamente qualche giorno fa.
Pensavo di non andare questa volta. Poi di andare, ma di non dirlo a nessuno. Adesso di andare dicendolo.
C'è chi spera ancora e non abbiamo il diritto di svilire l'altrui ottimismo, che va sempre incoraggiato.
P.S.: (*) che sia una diretta discendente di Gaio Licinio Verre non c'è dubbio. Mi piace, anche qui.

Luigi | 27/10/2012 ore 11:41:13

 

Bravo Roberto:quoque io,Adriana...all'unisono con te!
Per il Consiglio voterò per una brava persona che conosco...Non farti intrappolare dai sensi di colpa (ricordati che hanno rovinato l'Umanità),per favore, dichiarando che sarà la prima e ultima volta di un gesto coraggioso...bisogna rischiare ...nella vita,bisogna rischiare attivamente.

Adriana | 27/10/2012 ore 10:18:25

 

In teoria ti do ragione, ma dovrebbe esserci un tasto: Tacito Assenso.

Donatella | 27/10/2012 ore 09:49:28

 

Insisto: qui la scienza non c'entra. Lasciamo in pace Galileo che ha già passato i suoi guai. La commissione grandi rischi non doveva prevedere un terremoto ma neanche, come ha fatto, prevedere un NON terremoto. Doveva semplicemente consigliare a chi abitava edifici costruiti non a norma di non soggiornarci perché la terra tremava da tempo e lesione su lesione, in un edificio non stabile, alla fine provocano un crollo. Anche senza una scossa di settimo grado. Diciamola la verità! Non si doveva dire che la casa dello studente era stata costruita con i piedi!

fara | 27/10/2012 ore 00:12:35

 

Una frequentatrice del forum, Donatella, osservava che siamo in pochi a rispondere quando il padrone di casa si gioca la carta del ricordo personale. Sempre bello, sempre intrigante e presentato da scrittore.
E' ovvio,Donatella, non tutti abbiamo ricordi comuni. Io per esempio non ho alcun ricordo del Goethe. Frequentavo Italia URSS ai miei tempi e un Профессор Popov (si chiamava proprio così) o la signora Svetlana Parisi non possono essere paragonati con una Frau Oliveri o con un Herr Buneman. Né meglio né peggio, semplicemente diverso. Non sempre si può entrare o condividere i ricordi altrui.

Su un tema politico - sociale è molto più facile per tutti intervenire

fara | 26/10/2012 ore 23:16:16

 

Serve a qualcosa essere una persona aperta, pronta ad aiutare, magari a volte un po' impicciona per gli standard scandinavo-nordeuropei? YES! Oggi ho preso un caffè con la mia alunna di italiano e accanto anoi si è seduta una coppia di americani. Ho sentito che avevano difficoltà con il sistema dei trasporti e soprattutto con i biglietti e allora, con un sorriso, scusandomi per l'intromissione, ho chiesto se potevo essere d'aiuto. Sono stati molto contenti di sapere che il loro biglietto era valido per tutta la giornata e anche per la destinazione che avevano scelto. Intanto è arrivato un SMS di mio figlio ed ho detto "eh, mio figlio oggi fa il compleanno" Rispondono "il nostro lo ha fatto ieri: 20 anni". "Anche il mio, 20 anni", dico. Stranamente anche il loro figlio studia Hotel management (non la stanno mica scoprendo in troppi questa laurea?) e ci chiediamo se un giorno magari si incontreranno. Quando sto per andarmene mi ringraziano per la mia gentilezza ed il marito mi dà il suo biglietto da visita: "se mai avesse bisogno, mi scriva una mail". Lo ringrazio e solo dopo guardo il biglietto: Senior Attorney ai servizi legali del ministero del lavoro americano, Constitution Ave. - Washington. Caspita!

antonia | 26/10/2012 ore 16:01:24

 

Intanto, zitto zitto, un altro terremoto è andato a far danno nel Pollino. E la Protezione Civile è azzoppata. Se non fosse tragico sembrerebbe una farsa in più puntate

antonia | 26/10/2012 ore 15:44:38

 

... ma anche questo
[LINK]

Paola | 26/10/2012 ore 14:08:32

 

E a questo proposito:
[LINK]

roberto alajmo | 25/10/2012 ore 18:34:51

 

Saranno luminari, questi della Commissione Grandi Rischi. Saranno perseguitati come Galileo Galilei.
Ma a sentire le telefonate, Boschi sembra il cameriere di Bertolaso.

roberto alajmo | 25/10/2012 ore 17:43:49

 

Si, Lello, sicuramente pensavano di fare di più. Ma gli interessi sono tanti e forti. Penso che la Fornero sia molto delusa ed amareggiata. Molto probabilmente non è riuscita a fare come pensava e le hanno dato tutti addosso

antonia | 25/10/2012 ore 17:04:48

 

Antonia io non discuto le qualità della Fornero, né pretendevo che cambiasse l' Italia in sei mesi.
Io parlo del suo mutamento interiore, della sua sensibilità iniziale e di quella attuale.
Ripeto, quando l' ho vista piangere in tv ho pensato: " finalmente una persona del mondo politico che si immedesima nei problemi della gente ". Oggi invece ha un atteggiamento di chiusura e rigidità che trovo indisponente.
Questo Governo ha fallito in tutta la linea. Ha aumentato le tasse colpendo soltanto i lavoratori onesti. Appena aveva iniziato a fare controlli fiscali a Cortina e posti simili, gli avranno intimato di fermarsi e loro si sono fermati, tanto ci sono i " fissa " ( pensionati e impiegati fantozziani ) che pagano per tutti.

Lello | 25/10/2012 ore 11:20:32

 

Scusate, ha, non a e qualche accento sbagliato.

antonia | 25/10/2012 ore 10:06:02

 

Non so perché ma non riesco ad avercela con la Fornero. La vedo prigioniera di una teoria che ha studiato (ed ha fatto sacrifici per farlo), in cui a creduto e che invece vede cozzare contro la realtà umana di un paese. Non è una brava comunicatrice ma non credo sia una cattiva persona nè una disonesta. Eppure dagli italiani ha avuto un trattamento peggiore di quello riservato ai truffatori, ai bugiardi, ai ladri. Certo, lei rappresenta ora delle aspettative mancate. Però mi sembra che gli italiani non siano ancora capaci di vedere la realtà con un certo pragmatismo, che abbiano ancora bisogno di favole in cui credere e di qualcuno che gliele racconti bene. C'è stata la rivolta dopo le ultime parole della Fornero, foto di lei con la mano in un water schifoso e la scritta "vai a pulire tu i gabinetti". Forse lei ha detto ai laureati di andare a pulire le scale? No, ha detto, nel contesto di un discorso più ampio, di non essere "choosy", cioè "pillicusi", troppo attenti al dettaglio. Sciagurati i giornali che per piantar su il solito casino hanno tradotto "schizzinosi": sbagliato e più offensivo. E tutti da lì a delirare. Certo, ci sono laureati (specie in discipline umanistiche" che fanno stages su stages , lavori mal pagati o che un lavoro non riescono a trovarlo. Ma c'è anche chi ha il master e rifiuta post che non siano direttivi, che rifiuta di lavorare in team. Chiedete a Della Valle,a Barilla. La realtà è variegata. Il ministro ha indubbie difficoltá di comunicazione: soprattutto perché non è un politico. La realtà è brutta. Ma non si può cambiare il mondo in 6 mesi. Ed il continuo "armiamoci e partite" per ogni cavolata letta e magari mal interpretata sui giornali non dà molte speranze per un'evoluzione positiva della situazione. Ora vediamo cosa fará Grillo in Sicilia

antonia | 25/10/2012 ore 10:05:16

 

è vero, la Fornero s'è indurita.

roberto alajmo | 25/10/2012 ore 03:12:51

 

Amarcord Goethe Institut - fine anni 60 con l'amico Ninni

Film Italo-franco-austro-tedesco : L'année dernière à Mariembad

Versione : Tedesco

Sottotitoli : Arabo

gippe | 24/10/2012 ore 23:08:58

 

Vorrei proporvi un piccolo sondaggio: secondo voi, la Fornero di oggi sarebbe ancora capace di commuoversi e piangere come ha fatto durante il primo consiglio dei Ministri?
Secondo me no, ma solo perché anche lei ha subito un mutamento genetico: si è trasformata in un politico.

Lello | 24/10/2012 ore 21:38:40

 

arrivo in ritardo,ma anche io vorrei dare la mia briciola di memoria affettiva al Goethe Institut...presso il quale non ho preso in prestito dischi,ma studiato seriamente il tedesco.
Un'esperienza che non solo umanamente mi ha dato tanto (ricordo con amore immutato la mia insegnante)ma che mi ha immersa profondamente nei segreti di regole e pronuncia che ogni lingua ha,svelandomeli con chiarezza...ancora oggi sono in grado di ricordare e di esprimermi.Per non parlare poi dei film e delle conferenze...indubbio luogo di offerta di sapere.
Donatella sono d'accordo con te sul valore eccellente dei ricordi del padrone di casa...ce ne regalasse di più,io personalmente ne sarei felice...Roberto,per Mozart,un giorno ti racconterò come ho immaginati e figurati la vita e il lavoro del Maestro.
Buona serata a tutti

adriana | 24/10/2012 ore 19:25:32

 

Ho letto poi che a far campagna elettorale è venuta pure la Polverini.
E' stato costretto a prendere pubblicamente le distanze anche da lei.

roberto alajmo | 24/10/2012 ore 13:41:41

 

A Paternò (CT), Musumeci ha fatto il grosso errore di sostituire il comizio con un rinfresco in un bar, perchè pioveva. Così, per colpa degli spazi più ristretti, l'amministrazione comunale precedente, platealmente silurata dagli elettori alle ultime comunali, risultava troppo evidente e troppo vicina al suo fianco. Non credo che sia stata una bella scelta fare entrare nel bar l'ex sindaco Pippo Failla (chiamato da Berlusconi "l'amico Pipo" e noto per essersi presentato in piazza, come Albertini, in mutande e fascia tricolore, oltre che con mezzo calzino bianco e mocassino) con tutto il suo gruppo di filo-LaRussiani. Ma del resto, per partecipare alla campagna dell'amico Nello, loro non dovevano prendere l'aereo. Per di più, qualche minuto prima, era finito il comizio di Grillo, comizio tenuto nonostante la pioggia.

Angelo | 24/10/2012 ore 13:17:53 | @

 

@penultim'ora :può essere pure che ci sia un'ulteriore controlettura, B. che non vuole scendere, nè dispiacersi troppo Miccichè ed Alfano che nel frattempo non se le mandano a dire. in ogni caso per quanto riguarda B oggi è già ieri.

giuseppe bianca | 24/10/2012 ore 12:51:54 | @

 

Hermann Bunemann, vero?

Don Diego | 24/10/2012 ore 08:01:00

 

Infatti....

antonia | 23/10/2012 ore 16:22:43

 

La prima che hai detto, Antonia

RA | 23/10/2012 ore 16:18:10

 

Ricordate quel signore straniero altissimo, bello robusto che camminava sempre a piedi in zona Libertà-Lazio negli anni 1974-80? Una specie di Ollio gigantesco. Non ricordo se fosse il direttore del Goethe o il Console americano. Era un personaggio inconfondibile

antonia | 23/10/2012 ore 14:10:58

 

Ah, la cara Frau Oliveri! Sará in pensione adesso. Anch'io, oltre che per i corsi, andavo al Goethe e prendevo in prestito i dischi. Il Goethe secondo me incuteva timore anche per il silenzio che vi regnava. Un posto strano, a Palermo

antonia | 23/10/2012 ore 14:08:33

 

Ogni tanto mi preoccupo se non ci sono commenti. Ho paura che i post più personali o letterari risultino meno graditi di quelli politici.
Per me invece è l'Alajmo migliore.

Donatella | 23/10/2012 ore 12:02:58

 

Io quasiquasi comincerei a fare caroselli a piazza Politeama, guarda.

roberto alajmo | 22/10/2012 ore 06:26:25

 


Allegri (!) ragazzi, siamo a un punto dal Milan.

Chi lo avrebbe mai detto, sarà l'anno buono.

gippe | 21/10/2012 ore 21:09:46

 

Anche gli elettori dovrebbero spiegare perché si lasciano prendere in giro con tanta facilità da chi si lascia prendere in giro con tanta facilità

fara | 21/10/2012 ore 11:57:32

 

l'altro giorno, mi trovavo al jolly, quando è venuto bersani. devo dire che non aveva la faccia sorniona e beata di occhetto quando perse nel'94, e oggi di "gioiose macchine da guerra non se ne vedono", però era un discreto susseguirsi di ..." Pigi, prego, qua Pigi, basta così" e via discorrendo. tra una settimana si vedrà se è stato più utile ed efficace lui o Grillo scendendo in sicilia. per il resto sono d'accordo con penultima ora, l'attitudine ad essere oggetto di presa in giro diventa perversione.

giuseppe bianca | 21/10/2012 ore 10:25:44 | @

 

Poco fa ho appena pubblicato questo comunicato sul mio profilo fb:
"In questi giorni il mio telefonino riceve continuamente messaggi da parte di molti candidati alle prossime elezioni regionali.
Ringrazio tutti i politici che in questo momento mi pensano DISINTERESSATAMENTE.
Grazie per tutte le volte mi avete aiutato, che mi avete fatto aspettare ore e ore dentro le vostre segreterie politiche, ma adesso che siete voi ad avere bisogno di me, vi prometto che vi aiuterò come voi avete aiutato me.
Grazie per tutti gli inviti a cena che mi state facendo, ma io a cena fuori vado con gli amici o con la mia famiglia, e voi non appartenete a nessuno dei due.
Buona campagna elettorale".

Lello | 20/10/2012 ore 14:15:12

 

A proposito dell'aperitivo da Modusvivendi...non te l'ho detto, perché con quella storia che non ti si doveva dire niente dopo la fine della presentazione, mi hai inibito :)...ma mi trovo in sintonia con il tuo anelito verso una vita normale, anche a costo di correre il rischio di annoiarsi un po'. Voglio vivere in un paese pulito, silenzioso, dove ci sono in giro tanti cani che passeggiano al guinzaglio e tanti bambini che giocano nei parchi. Infatti sto meditando di emigrare in Canada.

Daniela | 20/10/2012 ore 08:27:47

 

la cattiveria, nuova risorsa

giuseppe bianca | 19/10/2012 ore 18:04:22 | @

 

Mi dai ragione , Don Diego, chiamarsi in un certo modo ci segna

non casualmente la parola magivca è "camicia"
Il nome è una camicia che indosserai per tutta la vita e ti condizionerà, io penso

fara | 19/10/2012 ore 12:59:48

 

Cara Fara, molto probabilmente (secondo me) no. Il rapporto con il proprio nome può essere banale ma anche non semplicissimo. Negli anni della prima scolarità può essere pesantissimo, le prese in giro si sprecano; e possono influenzarci.

Don Diego | 19/10/2012 ore 12:23:09

 

Sì, meglio una morte rapida anche se dolorosa.
Tornando indietro nel forum: secondo voi se invece di Fara mi avessero chiamato Jessica o Pamela sai stata la stessa persona che sono oggi?

fara | 19/10/2012 ore 11:33:28

 

Antonia, purtroppo hai ragione.
Le urla di Grillo sono solo l'antenna che gli serve a captare i voti.
Si vede che ogni ventennio gli italiani sentono il bisogno di cambiare duce.
Io però non la penso come te. Ormai ho sposato la teoria del tanto peggio, tanto meglio.
Meglio una morte rapida.

roberto alajmo | 19/10/2012 ore 10:28:08

 

Agorà, RAI3, mostra un sondaggio secondo il quale il Movimento 5 stelle ha il 22% dei consensi, subito dopo il PD che ha il 25. Sconcerto fra gli astanti. Sono preoccupata anch'io.
Poi arriva un giornalista de "Il fatto quotidiano" e dice che il Movimento 5 Stelle merita più rispetto. Perché se eletti, magari non sapranno governare ma almeno faranno una giusta opposizione. Magari non sapranno governare?? Ma ci si rende conto ancora in Italia di quello che si dice? Più rispetto per un movimento che lascia molti dubbi sulla sua capacità di governare ma che è il preferito dal 22% di italiani? Ma non è ancora finito il momento di giocare, di scherzare con le cose serie?
Un'altra cosa: guardavo Grillo arringare la folla che applaudiva scandendo il suo nome. Lui urlava, come sempre. Mi sono domandata se, nel caso avesse detto le stesse cose con tono pacato, avrebbe suscitato tanto entusiasmo. Credo di no. Quindi abbiamo sempre bisogno di uno che urla o fa teatro?? Altrimenti, che noia!

antonia | 19/10/2012 ore 10:20:04

 

Mi riferivo alla penultim'ora. In Sicilia hanno buttato alle ortiche la possibilità degli aiuti dell'Unione Europea, la possibilità di diventare un luogo di eccellenza per il turismo, per l'archeologia.
Davvero un peccato

antonia | 18/10/2012 ore 18:04:37

 

Appunto, Antonia!

fara | 18/10/2012 ore 17:37:03

 

Lo statuto speciale in altre regioni ha funzionato bene. Quindi in sé no è sbagliato. È la testa che non va

antonia | 18/10/2012 ore 12:21:10

 

Lo Statuto speciale era un risarcimento per i danni subiti ed era una ottima occasione per costruire una società solida e pulita. Lo abbiamo semplicemente buttato alle ortiche. Lo abbiamo usato come i buoni pasto al supermercato, per comprare l'inutile

fara | 18/10/2012 ore 12:11:00

 

Basta un argomento a piacere.

roberto alajmo | 18/10/2012 ore 11:00:07

 

Mi interrogherai su tutto il programma?

fara | 18/10/2012 ore 08:02:49

 

Io pure, Fara. Cioè, me ne sono accorto.
Prima che finisca il quadrimestre voglio risentirti, però.

roberto alajmo | 18/10/2012 ore 04:43:15

 

Nessuno se ne sarà accorto ma non ho potuto partecipare all'aperitivo di Modus Vivendi. Io sì però, e me ne dispiace

fara | 18/10/2012 ore 00:09:55

 

In tante case ho trovato appesi alle pareti poster di Egon Schiele.
Mai nessuno che conoscesse l'autore però!

fara | 17/10/2012 ore 23:54:24

 

Schiele Egon? Vabbè Roberto, quanti in Italia dicono manàgement?

Ier a Ballarò ho visto Orlando: mamma mia....ma sta bene quell'uomo?

antonia | 17/10/2012 ore 16:26:11

 

Un mio ex capo pronunciava "Schiele" così come è scritto, figuratevi.
E pretendeva di comandare.

roberto alajmo | 17/10/2012 ore 13:32:36

 

Donatella ma che domande fai?? Siamo in Italia, qui non si premia il migliore, ma soltanto il peggiore, il mediocre,il raccomandato di turno.
Succede in tutti i settori lavorativi, soprattutto nel pubblico impiego.
Conosco Assistenti Sociali vincitori di concorso che lavorano nei Comuni e nelle loro relazioni socio - ambientali scrivono " se avrebbe " , " si invia a questo Tribunale ", ecc. ecc. E poi ci sono piccoli Comuni che in passato hanno assunto gli ex pip come spazzini e oggi gli ex spazzini sono impiegati negli uffici!!

Lello | 17/10/2012 ore 12:22:08

 

Donatella, ti ringrazio.
Io mi accontenterei che si accorgesse di me l'azienda per cui lavoro, e che mi paga uno stipendio.

roberto alajmo | 17/10/2012 ore 10:54:03

 

Porto il nome di mio nonno: venne a vedermi appena nato, ancora nessuno sapeva che avesse non molti giorni da passare con me, e disse soddisfatto, nel particolare siciliano del nostro paese natio "Pozzu morire, nasciu chiddu ca caccia'ammia". Del nome sono orgoglioso, che lui se ne sia andato presto non gliel'ho mai perdonato.

(p.s. l'antispam è fotografie, e io non ne ho nessuna con mio nonno, allora avere una macchina fotografica era una rarità)

Don Diego | 17/10/2012 ore 09:43:04

 

Leggo ma non scrivo mai, ma devo dirlo. Non capisco come sia possibile che il padrone di casa qui non scriva sulla prima pagina di Repubblica o del Corriere della Sera.

Donatella | 17/10/2012 ore 08:38:21

 

Se domani qualcuno degli amici palermitani verrà a prendere un aperitivo alla libreria Modusvivendi (ore 18,30) io sarò contento.

roberto alajmo | 16/10/2012 ore 16:21:14

 

Il nome non è oggi solo"il rispetto di una esteriorità formale, controindicazione un pò provinciale dello schema di ieri, ma qualcosa che fa piacere fare. Si sente meno l'obbligo, c'è più consapevolezza nella scelta. E' vero, un ricordo vive in un sopracciglio che s'inarca o in un particolare modo di incrociare le gambe. Il vero è che, a volte, oltre ai nomi, tornano, ignari, anche i destini, che mancano spesso di fantasia.

giuseppe bianca | 16/10/2012 ore 14:37:13 | @

 

Ancora troppo giovane per capire cosa sono i piedi divaricati?? (si, qui ci vuole la faccina sorridente)

Roberto, la nostra appartenenza ad una famiglia la si vede già da tante cose. La somiglianza, lo stesso modo di camminare, di parlare, la mimica facciale. Mio figlio che non è mai vissuto molto a contatto con suo nonno, alza le sopracciglia come lui quando si concentra o pensa.
Il tramandare il nome mi sembra un po' noioso. credo più nelle eredità concrete che in quelle formali

antonia | 16/10/2012 ore 11:46:24

 

Si vede che con l'età si diventa tradizionalisti, Antonia.
E tu sei ancora troppo giovane per capire...

roberto alajmo | 16/10/2012 ore 11:42:21

 

I miei genitori mi volevano mettere il nome di mia nonna (Margherita) ma fu lei che non volle perchè, disse, aveva avuto una vita sfortunata e non voleva che in qualche modo io la ereditassi. Era una donna straordinaria e mi basterebbe avere ereditato un decimo delle sue capacità.

fiorella | 16/10/2012 ore 11:17:09 | @

 

Sig. Grevio, cos'è questo ripensamento sul nome trasmesso per generazioni?
A volte è meglio evitare. Mio cugino è noto a tutti come Marcello ma in effetti all'anagrafe è Ippolito Leopoldo. In questo caso la rottura della tradizione sarebbe stata auspicabile.
E poi, a me piace di avere ereditato da mia nonna il carattere positivo ed allegro, la voce da soprano: questo è quello che conta, più del nome.

Ma... piedi divaricati vogliono dire a papera? Non l'avevo notato

antonia | 16/10/2012 ore 10:01:38

 

per Antonia:concordo con te Antonia,no ai tailleur..e come diceva Majakovskij:"tintinni a profusione l'argento degli anni/io spero che mai verrà da me/l'ignominioso buonsenso"

rosita | 15/10/2012 ore 20:12:26

 

per Antonia:concordo con te Antonia,no ai tailleur..e come diceva Majakovskij:"tintinni a profusione l'argento degli anni/io spero che mai verrà da me/l'ignominioso buonsenso"

rosita | 15/10/2012 ore 20:12:25

 

Secondo me se invece di fare le solite filosofie inconcludenti su un Paese che si sta accasciando su se stesso facessero due belle tabelle chiare scrivendo e sottoscrivendo cosa vuole fare uno e cosa l'altro godrebbero sicuramente di più attenzione e più rispetto.

antonia | 15/10/2012 ore 11:17:39

 

Non a voi, ma a me questa "lotta " tra il vecchio Bersani ed il giovine Renzi mi mette tristezza.
Oggi Bersani ha parlato dell' importanza delle radici, Renzi gli ha risposto che la radici sono importanti, ma bisogna tagliare i rami secchi...
Ci vorrebbe un botanico insomma.
P.S. Secondo me hanno fumato troppa erba.

Lello | 14/10/2012 ore 23:26:39

 

in compenso il tg3 di oggi con coda di Lucia annunziata è un autentico spot elettorale che non fa bene neanche a bersani.

giuseppe bianca | 14/10/2012 ore 14:31:38 | @

 

Corriere.it titola:
Primarie, Bersani nella sua Bettola

L'osteria è di sua proprietà o ne è un cliente abituale?

Insomma, potrebbero stare un po' più attenti ai titoli

antonia | 14/10/2012 ore 13:50:13

 

No, Roberto! Ho spiegato su FB. Riporto anche qui:

"Chissà perché quando ero piccola pensavo che a trent'anni sarei stata una signora con il tailleurino, i capelli ben sistemati, le scarpe con il tacco. A 60 mi vedevo con i capelli bianchi, magari nonna. Sono arrivata ai 60-4 e di tailleurini non ne ho neanche uno, i jeans non li mollo neanche sparata, continuo a fare progetti per il futuro, vado ai concerti pop, stiro e cucino ballando con l'iPod nelle orecchie e compro le cose da H&M. I capelli bianchi non ci sono ancora. Aspettative mancate :-)"

antonia | 14/10/2012 ore 12:02:27

 

Antonia! Questo sì che è vedere il bicchiere mezzo vuoto.

roberto alajmo | 14/10/2012 ore 07:46:08

 

Grazie Roberto, grazie Gilda. E siamo a 60 - 4.....

antonia | 13/10/2012 ore 23:19:30

 

@ Antonia:aggiungo anche i miei! Buona vita!

Gilda | 13/10/2012 ore 21:35:21

 

Auguri ad Antonia.

roberto alajmo | 13/10/2012 ore 12:50:50

 

Proprio l' altro giorno ho letto un opuscoletto degli evangelisti riguardo il Paradiso. Secondo loro non esiste,e spiegano anche il perché. Dicono che Gesù fece resuscitare Lazzaro ed altre persone e che tutti i " miracolati " non parlarono mai di dove furono quando erano morti.
Io però spero che il Paradiso esista e che rincontrerò tutte le persone care che ho perso da tempo.

Lello | 12/10/2012 ore 23:10:28

 

Penultima: ci sono molte testimonianze del genere, meno una. Quella di una persona che conosco proprio da vicino vicino, ma che al risveglio non ricordava più nulla. Non ricordava nemmeno chi fosse e che cosa ci facesse in quel posto che gli altri denominavano ospedale. Ora sa chi è, ma continua a non ricordare nulla del suo sonno profondo.
Quanto scrivi mi apre una prospettiva: la possibilità di credere ai racconti dei "sopravvissuti". Ci si potrebbe scrivere un romanzo e, dato che le sfumature sembrano essere molto di moda (purchè siano cinquanta), si potrebbe pensare alle "Cinquanta sfumature comatose"

Gilda | 12/10/2012 ore 22:03:03

 

Giuseppe Bianca, io aspetto i risultati delle elezioni in Sicilia e i cambiamenti fondamentali che seguiranno.
Allora ne riparleremo.
Sinceramente spero che la mia sfiducia venga smentita

fara | 12/10/2012 ore 18:12:12

 

concordo con roberto: è troppo facile così per grillo. io però lo vedo crescere non come politico, ma come leva dirompente di sistema. tra lui e la ritangentopoli non ci sarà scampo. sono complementari. e non ci sono montezemoli che terranno.

giuseppe bianca | 12/10/2012 ore 16:08:00 | @

 

Ma vedi, Rosita: secondo me Grillo non è in cerca di motivi per farsi votare. Quelli glieli procurano gratis gli avversari. A lui basta ottenere una certa visibilità, per riuscire a fare antenna e captarli.

roberto alajmo | 12/10/2012 ore 07:20:27

 

la linea della palma...ormai non si sposta più, è arrivata a ricoprire tutto. Non ci resta che sperare nel punteruolo rosso.

rosita | 12/10/2012 ore 01:17:08

 

mi complimento con Beppe Grillo per la sua buona forma fisica, ma perchè questo dovrebbe essere un argomento per votarlo?

rosita | 12/10/2012 ore 01:15:42

 

Penultima: e come potrebbe mai ri-candidarsi? Sai quanta candeggina ci vorrebbe! No, lui questa tappa la salta, salvo poi comparire da dietro una colonna dicendo: "Scherzetto! Credevate eh, credevate! Ma sono qua. Ho fatto una nuova regola: non vale ricandidarsi, ci si presenta e basta"
p.s. A proposito di Giorgio Gaber: quasi quasi mi faccio uno shampoo. Devo, altrimenti non posso postare (antispam)

Gilda | 12/10/2012 ore 00:15:59

 

berlusconi politicamente è già un ex. sarebbe utile per tutti che si concludesse presto anche l'antiberlusconismo che ha riempito di argomenti la mancanza di argomenti di più di uno degli oppositori che ambiscono ad essere alternativa nel paese.

giuseppe bianca | 11/10/2012 ore 18:35:26 | @

 

@RA: e se la recente "litigata" con Marchionne fosse solo per far dimenticare un po' le parole di elogio al tempo del ricatto fatto agli operai FIAT?

marco | 11/10/2012 ore 12:27:28

 

@ra c'è gente che anche con gli assist formidabili sbaglierebbe sempre sotto porta. Renzi invece è una specie di Paolo Rossi, un Inzaghi, un rapace. Gli va riconosciuto. Ma io non lo voterò comunque.

Gianluca | 11/10/2012 ore 12:16:38

 

Della serie gli Italiani Grandi: Giorgio Gaber

[LINK]

antonia | 11/10/2012 ore 11:49:54

 

Della serie "osservazione del genere umano":

Corso di storia dell'arte: insegnante greco-ebreo-svizzera-americana, bravissima, una grande amante entusiasta dell'arte. 15 allievi, io italiana, un'inglese, una messicana, tre americane ed il resto tedeschi/e.
Si parla dell'episodio avvenuto alla Tate Gallery di Londra, il dipinto di Rothko sfregiato da un russo appartenente al movimento dello "Yellowism". Osservo le reazioni ed è incredibile come si possano dividere così:
- gli europei in massa vedono soprattutto l'offesa all'opera d'arte
- l'inglese si vergogna del fatto che questo sia accaduto a Londra e si pone soprattutto degli interrogativi sulla sicurezza nei musei
- le americane pensano soprattutto al fatto che ora il dipinto avrà un valore economico minore
- la messicana si chiede se forse l'artista non sarebbe stato contento di questo gesto che fa "rivivere" la sua opera.

Comunque pare che la scritta apposta dal russo sia facilmente cancellabile

antonia | 11/10/2012 ore 11:38:40

 

Don Diego, credo che qui a Monaco ci sia un amore particolare per l'Italia, forse anche perché è così vicina. Però pare che noi quest'amore lo "lasciamo sbattere"

antonia | 11/10/2012 ore 11:15:19

 

Antonia, allo Sprachenatelier di Berlino il corso di italiano per l'anno 2012 ha avuto un solo iscritto

Don Diego | 11/10/2012 ore 08:11:51

 

Vi comunico che litigando con Marchionne, Renzi ha guadagnato 10 punti ai miei occhi.

roberto alajmo | 11/10/2012 ore 07:40:55

 

@ Roberto, fra poco diventeremo famosi soprattutto per la capacità incredibili di darci la zappa sui piedi.

Sto frequentando un corso di storia dell'arte con un'insegnante americana davvero bravissima: sono l'unica italiana e prima e dopo la lezione tutti mi fanno domande, anche sulla pronuncia corretta di bassorilievo, Leonardo, ecc.
Sulla strada per andare alla lezione c'è la libreria italiana che si sta rimpicciolendo sempre più. Prima aveva due stanze, ora ne ha una sola. I libri si possono ordinare, però.... è praticamente l'unica cosa che puoi fare se non vuoi leggere Dante, Calvino, Camilleri....
Nella libreria più grande di Monaco i libri in italiano sono, li ho contati qualche giorno fa, 15. Quelli in spagnolo e in francese almeno tre volte di più. Su Amazon.de molti titoli recenti esistono solo come e-books.
L'Istituto di Cultura annaspa. Eppure i corsi di italiano, di ogni livello, alla Volkshochschule (una specie di università serale) sono pieni e c'è pure la lista d'attesa.
Non capisco, davvero non capisco

antonia | 10/10/2012 ore 19:43:37

 


[LINK]

Serenata a Margel Lina

gippe | 10/10/2012 ore 00:15:58 | @

 

No. Io andrò a votare come ho sempre fatto. E non vedo perché non dovrei. A me la politica non mi ha deluso, perché non ne ho mai avuto una buona opinione. Però ho sempre pensato che in mezzo c'è qualcuno che merita il mio voto e l'ho trovato anche questa volta. È splendido pensare che il mio voto vale come quello accattato con 50 euro o una labile promessa. Atteggiamento elitario? Ingenuo? Non mi interessa. Non riuscirò a redimere i progressisti se non andrò a votare. Questo lo so per certo. E non voglio neanche convincere voi a votare. Detto questo ho visto Reality stasera e mi è piaciuto. Garrone e' diventato un po' piacione, ma il film in definitiva e' molto efficace. Però che bello 2 film ambientati in un sud mai così universale, girati da due cineasti meridionali,ma non provinciali. Il cinema italiano ha frecce da scoccare. Buona notte!

Gianluca | 09/10/2012 ore 23:24:16

 

tempo addietro ho detto come la penso sull'astensione, l'ho detto in modo più naif rispetto ad Armando ma comunque là siamo. Sono delusa certo e incavolata, l'ho già detto, la decisione di pancia sarebbe non votare ma il non voto non porterebbe niente di diverso,anzi peggio, e io questa soddisfazione agli avversari di lasciarli tranquilli rinunciando, non voglio dargliela, anche se in fondo tutti ormai sono miei avversari, però c'è il peggio e il meno peggio e voterò il meno peggio. Aspettando che si costruiscano situazioni migliori con l'impegno di tutti. No tengo fuerza para rendirme!

rosita | 09/10/2012 ore 15:18:28

 

Concordo con Roberto. Votare alle prossime regionali è come chiedere ad un condannato a morte se vuole morire impiccato o sulla sedia elettrica. Sempre le stesse facce, sempre i soliti mediocri: ma come si fa a votare in queste condizioni?

Lello | 09/10/2012 ore 15:08:30

 

Il paradosso è, caro Armando, che sono assolutamente d'accordo con te.
Ma la depressione in cui mi hanno fatto politicamente sprofondare è tale da prescindere ogni discorso razionale.
L'entusiasmo, o anche solo l'istinto di Sisifo, somiglia al coraggio di Don Abbondio: se uno non ce l'ha, non se lo può dare.

roberto alajmo | 09/10/2012 ore 14:03:51

 

Caro Roberto,
qualche giorno fa scrivevo quanto ti riporto di seguito e non ho cambiato idea.....vorrei replicassi, ciao
A PROPOSITO DI ASTENSIONISMO ALLE PROSSIME ELEZIONI REGIONALI DEL 28 OTTOBRE 2012.
La tentazione di non andare a votare è forte in chi è stato deluso dai comportamenti e dalle scelte che la politica siciliana - intesa a 360° - ha avuto e ha preso nell’ultima legislatura. Ma analizziamola insieme: l’astensionismo è una forma di protesta ammessa legalmente ma non civicamente, l’astensionismo è una delega al buio, è una de-responsabilizzazione, è espressione di indifferenza per le conseguenze che il risultato del voto attivo esprimerà, è una rinuncia al diritto-dovere di valutare e giudicare l’operato di chi sarà legittimamente chiamato a governare. Non sempre il sistema democratico della rappresentanza soddisfa il cittadino, non sempre il cittadino chiamato a votare vede nei candidati e nei loro programmi la proiezione delle proprie idee e delle proprie aspettative ma questo non lo autorizza a dire che le opzioni sono tutte uguali o equivalenti. C’è sempre una differenza e c’è sempre uno scarto variabile tra la nostra aspettativa e ciò che una delle parti prospetta. A noi il compito di individuare lo scarto minore. Poi qualcuno dirà che anche l’opzione che consideravamo la più vicina o la meno lontana dalle nostre opinioni potrà deluderci ma questo, consentitemi, fa parte della vita e alla vita non possiamo sfuggire. Se ci comportassimo nella vita come siamo tentati di comportarci alle prossime elezioni - cioè astenendoci - non affronteremmo le incognite che la vita ci prospetta, non cercheremmo di superare gli ostacoli che la stessa si diverte a mettere sul nostro cammino, praticamente rinunceremmo a vivere. Non sempre il panorama che ci offre l’esistenza ci piace ma dobbiamo scegliere e la scelta, in quanto tale, ci garantisce la dignità di esseri umani.

armando | 09/10/2012 ore 11:58:16 | @

 


Fermi tutti , altolà , Lina é di ritorno ... ma da quanto tempo non parlava ?

Non vengo ? Allora vieni tu a Parigi ?

Per Miccoli, qualche anno fa l'ho visto in uno stabile di Via Marchese di Villabianca, accompagnava i suoi figli da un vicino ... effettivamente un tipo molto semplice e alla mano anzi al piede.

gippe | 09/10/2012 ore 00:25:14 | @

 

@gippe non ti muovere, rimani pure dove sei.

lina | 08/10/2012 ore 22:00:45

 

Fara, mi leggi nel pensiero.
Domani entro in argomento.

roberto alajmo | 08/10/2012 ore 18:55:12

 

Piccola segnalazione:
[LINK]

roberto alajmo | 08/10/2012 ore 17:13:32

 

Miccoli non si era trasferito in campagna dopo il furto subito e lo spavento dei familiari?

antonia | 08/10/2012 ore 14:03:36

 

Su FB qualcuno ha fatto un APPELLO AGLI ASTENSIONISTI: RICORDO QUINDI VOTO, SCELGO, INCIDO, DECIDO, VIGILO.

Scelgo, incido, decido, vigilo?
Non più. E forse mai è successo.
Io, comunque, mi fermo un giro

fara | 08/10/2012 ore 13:51:34

 

Lo trovi a Piazza Croci , Miccoli. Abita da quelle parti (almeno fino a quando giocherà per il Palermo) e scende spesso con i suoi bambini

fara | 08/10/2012 ore 13:45:34

 

Beh, Fara, fra poco sarà ancora più cosmopolita, dato che ci ha già detto che il prossimo stage lo farà o a Dubai o a Singapore. Sta già studiando il cinese.

E' un fan di Miccoli perché ama la sua semplicità ed il suo talento. Tifa per il Palermo perché è il suo modo di sentirsi palermitano

antonia | 08/10/2012 ore 12:31:01

 

Strana passione quella di tuo figlio, Antonia. Un ragazzo così cosmopolita! Magari solo in ambito occidentale ma sempre multiculturale.

fara | 08/10/2012 ore 11:33:30

 

Se vedete uno in giro in Svizzera con la maglietta di Miccoli andate sul sicuro: è mio figlio e la indosserà sempre.

antonia | 07/10/2012 ore 17:02:44

 


.... e io almeno una volta all'anno mi venivo a vedere la partita .... ne ricordo una favolosa col Bari quando dopo una lunga vita si sali in Serie A. Città dipinta di rosanero e grande entusiasmo.

A volte é meglio rimettersi in salute e in entusiasmo giocando in serie B.

E poi neanche i calendari del campionato appattano con le elezioni.

Statti bene Lello, bien à toi.

gippe | 07/10/2012 ore 14:07:16 | @

 

Tanti indizi fanno una prova: stadio semivuoto, maglia rosanero conservata nell'armadio, indifferenza nei confronti della squadra.
Tu lo hai scritto in tanti tuoi libri: noi palermitani pensiamo ( immeritatamente ) di essere migliori degli altri, quindi non possiamo accettare l'idea di tifare per una squadra perdente.
Io ho 40 anni e ero abbonato allo stadio quando il Palermo era in serie C: mi divertivo tantissimo.

Lello | 07/10/2012 ore 09:51:26

 

Ora che me lo fai notare, Lello: hai ragione.

roberto alajmo | 06/10/2012 ore 20:14:14

 

Roberto, considerato che ho 36 anni e che penso da almeno 20 anni che le buone maniere contano, posso affermare che a 16 anni ho raggiunto la mezza età. Grazie di aver riassunto così bene (anche senza saperlo) il mio punto di vista. Se vuoi, ci possiamo iscrivere allo stesso circolo per anziani rancorosi

Angelo | 06/10/2012 ore 20:03:15 | @

 

In questi giorni a Palermo ho visto tanti bambini e tanti ragazzini con le maglie della Juve, del Milan e dell' Inter.
Non succedeva da anni, cioè da quando il Palermo galleggiava tra la serie b e la c.
Questo è un tipico atteggiamento palermitano: meglio abbandonare la nave scricchiolante in cui si è viaggiato per anni e salire su una lontana, anonima scialuppa di salvataggio.

Lello | 06/10/2012 ore 19:02:02

 

Non lo voterò ma so che di fronte a un faccia faccia tv tra Renzi e Berlusconi, quest'ultimo scapperebbe a gambe levate. Renzi e' andato ad Arcore non per intelligenza col nemico ma per arroganza. Berlusconi lo sa, lo teme e lo blandisce

Gianluca | 06/10/2012 ore 18:42:51

 

@ penult'ima ora : è l'Italia che ragiona per scissioni e schemi di fratture, guelfi e ghibellini, juventini e anti, destra e sinistra. è la consolazione di chi non conosce sintesi nè confronto, ma solo mediazione, nella sua forma peggiore.

giuseppe bianca | 06/10/2012 ore 10:13:45 | @

 

Non lo so, Fara.
Se fosse come dici tu, si precluderebbe il voto alle elezioni "secondarie", quelle che contano, a tutta una fascia di elettori che sono incerti.
Bloccare a priori l'elettorato classificato "di sinistra" vorrebbe dire autocondannarsi a rimanere minoranza.
Lo dice uno che non voterà alle primarie, e forse stavolta manco alle secondarie.

roberto alajmo | 05/10/2012 ore 18:58:44

 

Sarà in ritardo, sarà fuori tempo, sarà poco elegante ma, voglio dire, per fortuna e finalmente il PD si è deciso a controllare le primarie e a circoscriverle . Non capisco perché uno del PdL o dell'UdC o del Gruppo misto o quant'altro, debba poter votare e decidere del leader del PD
E' solo una mia opinione, ovviamente, e mi dispiace per Renzi che cerca voti dove non dovrebbe cercarli, a destra. Se veramente fosse di sinistra, avrebbe piacere a coagulare le sinistre non ad essere eletto con i voti della destra e del centro

fara | 05/10/2012 ore 14:09:44

 

C'è ben altro! Pare che Piazza sia pure siciliano!

zelig | 05/10/2012 ore 12:12:33 | @

 

Buon Beatles day a tutti!!
[LINK]

antonia | 05/10/2012 ore 10:41:26

 

Scusate, sono rimasto a ieri. Ma è chiaro che il mio omonimo dell'Aler si sta autoaccusando: ha ragione lui, c'è di peggio, c'è ben altro. E' capace di fare ben altro. Una piccola indagine sull'Aler e sulla gestione Piazza, per sì e per no, io la farei.

yorick | 05/10/2012 ore 06:08:58 | @

 

Scusa RA, ma se i furbi, come è noto, sono i "diversamente intelligenti", i "diversamente furbi" cosa sono??

fara | 05/10/2012 ore 00:23:15

 

NOn si dice "disabile mentale". Si dice "
"diversamente furbo".

roberto alajmo | 04/10/2012 ore 19:41:29

 

piazza ha avuto il suo quarto d'ora di gloria e di... "iastime"
magari d'ora in poi chi lo incontro,"lo evita"

giuseppe bianca | 04/10/2012 ore 13:15:58 | @

 

Sono tre anni che conduco una lotta contro chi posteggia nei posti riservati ai disabili.
Ho scritto tante volte al Giornale di Sicilia ma non mi hanno mai richiamato.
Il paradosso si raggiunge nei centri commerciali: Conca d'Oro ha predisposto una decina di posto riservati ma mi hanno spiegato che, siccome è suolo privato, i vigili urbani di Palermo non possono elevare multe ai trasgressori ( e già questa è una barzelletta ); il posteggio di Poseidon invece appartiene al Comune di Carini e li i vigili il coltrollo lo fanno due volte al giorno: uno alle 11 e l'altro alle 18, quindi il resto della giornata è a disposizione di gente come Piazza.
Udite udite: al porto di Palermo non sono previsti posti per disabili:c'è solo un posteggio privato ( 80 € per una settimana ).

Lello | 04/10/2012 ore 10:11:49

 

Lello, hai ragione. Questo Piazza è un grave disabile.

fara | 04/10/2012 ore 09:35:58

 

@Penultim'ora
Antonio Piazza ha tutto il diritto di posteggiare nei posti riservati ai disabili: è evidente che lui è un grave disabile mentale.

Lello | 04/10/2012 ore 08:52:28

 

il "benaltrismo" , la nuova frontiera della superficialità, della rimozione e della distrazione di massa.

giuseppe bianca | 04/10/2012 ore 08:23:41 | @

 

E' questo il modo di descrivere una notizia e/o una storia.
La satira serve solo a nascondere la polvere sotto il tappeto, facendo finta che in fondo è tutto lecito e pulito.
[LINK]

Lello | 03/10/2012 ore 23:01:57

 

Sul tema dell'indignazione, sollevato da Lello e Antonia, pubblico un pezzullo domani.
Non è che non ci si indigni, anzi ci si indigna in continuazione. Ma...

roberto alajmo | 03/10/2012 ore 20:37:20

 

sono assolutamente d'accordo con Lello che ha dato voce al mio pensiero. Da un po' penso che l'ironia e lo scherzo più che esprimere satira-che comunque nasce dalla critica e dalla disapprovazione- stanno diventando un'occasione per stemperare la rabbia e l'indignazione. Non c'è niente da ridere e c'è molto invece per arrabbiarsi!

rosita | 03/10/2012 ore 19:40:22

 

Antonia il vero problema è che non ci si indigna più per niente.
La classe politica degli ultimi 20 anni ha depredato l' Italia da nord a sud e stampa e tv non fanno che riderci sopra.
Trasmissioni come Striscia fanno apparire simpatici i vari Bossi, Lusi, Penati, Batman e poi magari si indignano per il cane maltrattato dal vicino.
Lunedì avete visto Saviano ?
Ho mostrato un grafico eloquente sui costi della politica e sui tagli alla spesa sociale. E' questo che la gente deve sapere.

Lello | 03/10/2012 ore 14:47:49

 

Quando si finisce così in profondità nella melma poi quando se ne esce ci vuole un po' prima che il fango se ne vada tutto.
Il governo precedente è stato come un incidente nucleare: continuerà a manifestare il suo effetto nocivo ancora per un po'

antonia | 03/10/2012 ore 13:13:03

 

Penultim'ora: non c'è altro da aggiungere

fara | 03/10/2012 ore 07:09:01

 

@Penultim'ora
Come sempre colpisci nel segno.
Il gioco è una cosa serissima. Lo è persino tra un adulto ed un bambino: mai farlo vincere apposta, si offenderà a morte.
Tra l'altro c'è un bellissimo film di Ridley Scott, " Un'ottima annata ", dove un nonno spiega al nipote l' importanza e l' essenza del gioco stesso.

[LINK]

Lello | 02/10/2012 ore 18:58:40

 

A proposito di "Sicilia feudale". Qualche mese fa mi è stato regalato un libriccino: il termine però è improprio, poche pagine rilegate, e il contenuto non è nè un romanzo nè un saggio. E' la ristampa dell'intervista (1982) di Eugenio Scalfari ad Enrico Berlinguer sulla "questione morale"; nel descrivere l'invasione della politica corrotta/corruttrice in ogni settore della vita pubblica, ad un certo punto il Segretario scrive: "Prenda la Sicilia, lì c'è stato un trasferimento di clientele". [ed è l'unica regione che cita espressamente] Trent'anni fa. Figuratevi oggi (come dico spesso la realtà è molto, mooolto peggiore di quel che è dato diffondere e conoscere)

Don Diego | 02/10/2012 ore 09:16:35

 

penso che il "particolarismo feudale" di cui la sicilia è interprete consolidata, si noti maggiormente dalle nostre parti anche per una discreto pregiudizio verso la sicilia. le cronache ci riferiscono di autorevoli esempi anche di altre regioni. il problema della rappresentanza e di "meritarsi" un governo ha a che fare con la qualità media delle nostre aspettative, che purtroppo, spesso, concide con questo di tipo di esecutori. il giorno in cui perseguiremo un fine individuale attraverso una logica di società costituita, le cose andranno forse meglio.

giuseppe bianca | 01/10/2012 ore 21:17:24 | @

 

Il libro di Farinetti inizia così:

[LINK]

E questo avveniva del 461 a.C

antonia | 01/10/2012 ore 20:55:04

 

Rettifico: ci vado domani.

Gianluca | 01/10/2012 ore 20:51:18

 

Non so voi, ma io sto per andare a vedere Reality.

Gianluca | 01/10/2012 ore 19:42:43

 

Anche da prima, Giuseppe Bianca, da quando gli uomini hanno creduto di aver bisogno di qualcuno che li guidi. Cominciarono con un dio, poi con un uomo dio, poi con un dio uomo, e non mi riferisco a Gesù Cristo.
A meno di un colpo di Stato violento nessun popolo ha un governo che non merita.

fara | 01/10/2012 ore 19:12:35

 

non vorrei ripetermi, ma è dai tempi di aristotele che "ogni popolo ha il governo che si merita"

giuseppe bianca | 01/10/2012 ore 18:15:34 | @

 

Rubata su internet, secondo il principio che se una cosa va a finire nel Grande Paiolo, significa che appartiene a chiunque.

roberto alajmo | 01/10/2012 ore 16:09:40

 

Penultim'ora: che foto, Roberto! Dove l'hai presa?

antonia | 01/10/2012 ore 15:42:37

 

la new age trasportata in politica... come dice una canzone di Ornella Vanoni ... "proviamo anche con Dio, non si sa mai..."

fiorella | 01/10/2012 ore 13:49:49 | @

 

Farinetti:
[LINK]

antonia | 01/10/2012 ore 11:59:52

 

Danke. Cercherò di suggerire a Farinetti il tuo libro...

antonia | 01/10/2012 ore 11:08:22

 

Scaricato, Antonia. Mi fido di te.

roberto alajmo | 01/10/2012 ore 10:56:16

 

Non posso fare a meno di congratularmi con il responsabile degli avvisi ai cittadini che ha tapezzato alcune vie di Palermo con cartelli che invitano cortesemente i cittadini a non parcheggiare in prossimità delle caditoie. Mi congratulo per la chiarezza e forbitezza del linguaggio

fara | 01/10/2012 ore 10:52:33

 

Continuo a leggere Farinetti. Ha le idee molto chiare, da imprenditore illuminato. Però mi sembra che sottovaluti molto l'impatto delle mafie sul territorio e sulla politica. E questo rende la sua analisi forse troppo teorica.

Il libro è scaricabile qui:
[LINK]

antonia | 01/10/2012 ore 10:32:43

 

visualizza commenti: 15 | 50 | 100 | 200


Archivio Messaggi 

:: Anno 2018 ::
Dicembre  Novembre  Ottobre  Settembre  Agosto  Luglio  Giugno  Maggio  Aprile  Marzo  Febbraio  Gennaio 
:: Anno 2017 ::
Dicembre  Novembre  Ottobre  Settembre  Agosto  Luglio  Giugno  Maggio  Aprile  Marzo  Febbraio  Gennaio 
:: Anno 2016 ::
Dicembre  Novembre  Ottobre  Settembre  Agosto  Luglio  Giugno  Maggio  Aprile  Marzo  Febbraio  Gennaio 
:: Anno 2015 ::
Dicembre  Novembre  Ottobre  Settembre  Agosto  Luglio  Giugno  Maggio  Aprile  Marzo  Febbraio  Gennaio 
:: Anno 2014 ::
Dicembre  Novembre  Ottobre  Settembre  Agosto  Luglio  Giugno  Maggio  Aprile  Marzo  Febbraio  Gennaio 
:: Anno 2013 ::
Dicembre  Novembre  Ottobre  Settembre  Agosto  Luglio  Giugno  Maggio  Aprile  Marzo  Febbraio  Gennaio 
:: Anno 2012 ::
Dicembre  Novembre  Ottobre  Settembre  Agosto  Luglio  Giugno  Maggio  Aprile  Marzo  Febbraio  Gennaio 
:: Anno 2011 ::
Dicembre  Novembre  Ottobre  Settembre  Agosto  Luglio  Giugno  Maggio  Aprile  Marzo  Febbraio  Gennaio 
:: Anno 2010 ::
Dicembre  Novembre  Ottobre  Settembre  Agosto  Luglio  Giugno  Maggio  Aprile  Marzo  Febbraio  Gennaio 
:: Anno 2009 ::
Dicembre  Novembre  Ottobre  Settembre  Agosto  Luglio  Giugno  Maggio  Aprile  Marzo  Febbraio  Gennaio 
:: Anno 2008 ::
Dicembre  Novembre  Ottobre  Settembre  Agosto  Luglio  Giugno  Maggio  Aprile  Marzo  Febbraio  Gennaio 
:: Anno 2007 ::
Dicembre  Novembre  Ottobre  Settembre  Agosto  Luglio  Giugno  Maggio  Aprile  Marzo  Febbraio  Gennaio 
:: Anno 2006 ::
Dicembre  Novembre  Ottobre  Settembre  Agosto  Luglio  Giugno  Maggio  Aprile  Marzo  Febbraio  Gennaio 
:: Anno 2005 ::
Dicembre  Novembre  Ottobre  Settembre  Agosto  Luglio  Giugno  Maggio  Aprile  Marzo  Febbraio  Gennaio 

^ TORNA SU | TORNA INDIETRO | TORNA ALL'HOME


Inserisci messaggio


nome 
email 
messaggio 
antispam 
  digitare la seguente parola



^ TORNA SU | TORNA INDIETRO | TORNA ALL'HOME