Vai ai COMMENTI...

Ultimi commenti

Grazie a te, grazie a Sandro Veronesi e grazie...
.:Roberto Alajmo | @:.
.:21/11/2018 | 11:39:01:.

Contenta che Milano ti abbia accolto con...
.:Manuela | @:.
.:18/11/2018 | 23:16:42:.

Grazie, Fernando. Ne approfitto per segnalare...
.:Roberto Alajmo | @:.
.:28/10/2018 | 18:35:46:.

Ciao Roberto,
primo di tutto dirti che...

.:Fernando | @:.
.:27/10/2018 | 14:29:59:.

..ci conto. Manuela...
.:Manuela | @:.
.:14/09/2018 | 23:08:28:.

Vai ai COMMENTI...



Menu riservato:

il forum di Roberto Alajmo, scrittore




il forum

INSERISCI COMMENTO
INDICE ARCHIVIO MESSAGGI

.....zz...
Grazie LELLO

Complimentissimi Roberto,

A questo punto programma un San Giovanni Decollato e volo alla prima.

Cosa che non farei per Emma Dante.

Bien à vous

gippe | 29/09/2013 ore 22:58:13

 

Gippe si tratta di questo.

[LINK]

Lello | 29/09/2013 ore 14:41:26

 

Mi associo a questi auguri collettivi.
Vedendo da dove vengono non ci sono dubbi che sono meritati.

Ma di cosa si tratta ? Me lo dite voi a devo sbrigarmela da solo ?

Bien à vous

gippe | 29/09/2013 ore 10:52:21

 

Vista la distribuzione delle tue percentuali di felicità e di terrore, dal mio 100% di gioia, per questa tua meritata nomina, ti faccio un augurio jolly che puoi riempire di ciò che desideri. Sono tollerati cambiamenti di percentuale.

Gilda | 28/09/2013 ore 22:15:45

 

Caro Roberto, spero che questa meritatissima nomina abbia favorito l'incontro tra te e la felicità. E' una notizia che ha reso felici tutti i tuoi amici-sostenitori-ammiratori.

Lello | 28/09/2013 ore 11:54:42

 

Penultim'ora.
Ora capisco perché certa gente si ostina nella sregolatezza e la ostenta pure!

fara | 28/09/2013 ore 09:05:59

 

Stamattina mi sono svegliata di buonumore e Palermo mi è sembrata meno brutta, sporca e cattiva...merito di certi direttori e del pensiero di nuove stagioni teatrali...

Daniela | 28/09/2013 ore 08:43:04

 

Roberto, complimenti e auguri per il tuo nuovo grande lavoro.

(Bella accoppiata questi Orlando e Crocetta, gente dal naso fino.)

Antonio Carollo | 27/09/2013 ore 22:32:56 | @

 

Il 51 per cento di me è felice.
il 49 per cento, terrorizzato.
Grazie a tutti voi, dal 100 per cento.

roberto alajmo | 27/09/2013 ore 21:34:56

 

Buon lavoro, Roberto, Auguri!

yorick | 27/09/2013 ore 19:51:12 | @

 

Speriamo e confidiamo in te! Auguri

fara | 27/09/2013 ore 19:48:51

 

Speriamo e confidiamo in te! Auguri

fara | 27/09/2013 ore 19:48:51

 

come disse Lothar Matthaaus a Breheme a Italia'90, a cinque minuti dalla fine della finalissima Germania-Argentina, prima che calciasse il rigore decisivo:" Vai e vinci questo mondiale.

P.S Auguri ed in bocca al lupo

giuseppe bianca | 27/09/2013 ore 19:18:06 | @

 

Roberto evvvvvaaaaiiiii! Siamo con te!

antonia | 27/09/2013 ore 16:12:02

 

Un grandissimo in bocca al lupo a Roberto per la nuova avventura.

maramaus | 27/09/2013 ore 13:32:12

 

Non so se lo hai fatto coscientemente ma con LE VITE CHE HO TRALASCIATO nelle case che avresti potuto vivere e non hai vissuto hai fatto ricorso al concetto di "caos" in fisica che mescola "determinismo" e "probabilità" .

fara | 27/09/2013 ore 10:27:58

 

Nelle pubblicità le donne sono sempre alte, snelle, sorridenti, giovani e soprattutto bionde.
E non ci sono persone di colore
E neanche asiatici
E neanche persone con handicap
Nessuna donna col velo
Le case sono tutte belle e piene di sole
I bellocci (spesso stranieri) parlano con le galline e con le automobili
Le tragedie familiari si risolvono con una mozzarella
Ci sono dei mostrini di plastica che portano in giro bambini su una camionetta ad invitare chiunque a merenda e quando la mamma bella e sorridente vede un'orda di bambini sorride ed inforna merendine in quantità = nessun problema economico, evidentemente
Si fanno doppi sensi sulle donne che si chiamano Molly
E via dicendo.

E se boicottassimo la pubblicità??

Ed un piccolo messaggio a chi ha inventato la campagna Althea. Anche gli omosessuali che si baciano a tavola o sul divano (cosa c'entra poi col pesto?) sono belli e giovani. Quindi anche lì puzza di finto. Politically correct, provocatoria o no, sempre finta è.

antonia | 27/09/2013 ore 08:16:45

 

Succede anche in altri ambiti lavorativi.Contratto a termine significa proprio questo: o obbedisci o termini.
P.S.Era Sallusti, non Sallustri ( sempre di Voldemort si tratta ! ).

Lello | 25/09/2013 ore 15:33:54

 

Mi dispiace deluderti, Lello.
Le nuove leve giornalistiche vengono reclutate a forza di contratti a termine.
In sostanza: li tengono per le palle.
Come può crescere una generazione di giornalisti indipendenti, a queste condizioni?

roberto alajmo | 24/09/2013 ore 16:32:54

 

Attendo con ansia il ricambio generazione dei politici e dei giornalisti. Sarebbe bello che restassero i migliori in entrambe le categorie,ma l' andazzo italiano mi fa pensare invece che rimarranno soltanto i vari Belpietro, Vespa, Sallustri, da un lato e Berlusconi e D'Alema dall' altro...

Lello | 24/09/2013 ore 16:28:07

 

In ogni redazione ce n'è più di uno Roberto, temo. Più quelli che scrivono articoli senza neanche conoscere bene l'argomento.

antonia | 24/09/2013 ore 11:11:59

 

<a href=" [LINK] viagra cheap</a> ,<a href="http://onlineviagraviagragenericenb.com/#lqni">discount viagra online</a> ,<a href="http://viagrapricebuycheapviagraer.com/#nexd">buy cheap viagra</a> ,<a href="http://genericviagraonlinenaturalviagrajae.com/#ufqm">generic viagra</a> ,<a href="http://discountviagrapurchaseviagraren.com/#zucl">discount generic viagra</a> ,<a href="http://buygenericcialiscialisprofessionaleafb.com/#hshx">buy cialis generic online</a> ,<a href="http://cheapgenericcialiscialis20mgeaj.com/#qstf">generic cialis online</a> ,<a href="http://cialisdailybuycheapcialisaatn.com/#epcy">buy generic cialis online</a>

EdirweseFesnn | 24/09/2013 ore 10:29:02 | @

 

scusate,Penultim'ora...

adriana | 23/09/2013 ore 21:46:18

 

Ultim'ora: chiaro e ben detto!

adriana | 23/09/2013 ore 21:44:58

 

Bel pezzo. Osservazioni acute, attente, essenziali che scolpiscono il profilo del personaggio tracciandone "l'anima".

Gilda | 20/09/2013 ore 23:55:01

 

Sorrisone...

roberto alajmo | 20/09/2013 ore 17:52:35

 

Roberto, che ti devo dire? Eccellente

antonia | 20/09/2013 ore 13:46:39

 

Diciamo pro-fumo, allora.

roberto alajmo | 20/09/2013 ore 10:25:01

 

Roberto Alajmo,mi sei piaciuto davvero!!! Glenn Gould era un fottutissimo ossessivo con rituali annessi,ma sentirgli suonare il klavier ben temperato è raggiungere il cielo e restarci!L'ironia è come il fumo,dici,sì è vero: solo che il fumo fa male a chi fuma e a chi lo subisce mentre l'ironia tonifica come aria pura.
Ps: ho usato il termine klavier perché in realtà Bach scrisse per clavicembalo ma si si esegue l pianoforte...una slplendida giornata a tutti!

adriana | 20/09/2013 ore 10:09:03

 

Una volta si diceva, per ridere ma non troppo, "o che bel film, quanto ho pianto" Oggi i film, (quelli "firmati" non quelli di città mercato) a mio parere dovrebbero far pensare a questioni sociali. Che poi sono anche d'amore e morte,,,e sopravvivenza. Perché questo è il sociale . O no?

fara | 19/09/2013 ore 23:29:49

 

Roberto, leggo il tuo " Penultim'ra " e la mia mente va Padre Pino Puglisi. Ieri sera ho rivisto il film " Alla luce del sole ", con Zingaretti.
Sono trascorsi anni da quel delitto ma ancora oggi noi siciliano stiamo attaccati ai fragili fili della nostra esistenza, aspettando con un topone ci dia una mano a caro prezzo.

Lello | 18/09/2013 ore 17:39:09

 

A me Via Castellana Bandiera, ha trasmesso il disagio di una continua pulsione di morte. Per il resto è un buon film.
Purtroppo "lo sfogatoio" del web deve per forza dividere o unire, mai confrontare. E' la misura perfetta del nostro provincialismo europeo.

giuseppe bianca | 17/09/2013 ore 08:27:07 | @

 

Anche tu hai colto nel segno, Roberto Alajmo

fara | 16/09/2013 ore 10:33:08

 

Hai colto perfettamente il segno, Antonia.
Mi chiedo se questo moralismo non sia un retaggio del cattolicesimo, a fronte della concezione calvinista.

roberto alajmo | 15/09/2013 ore 21:10:59

 

Roberto, giusto quello che scrivi. La cosa impressionante è che tutti questi indignados poi non dicono una parola sui guadagni di Pirlo o di Allegri, ecc. Loro non sono pagati dallo stato, d'accordo, ma i loro emolumenti (per non parlare di quelli di Ronaldo ecc, ma quelli riguardano altri Paesi) sono comunque vergognosi.

Qui la Volkswagen quando andava male ha cambiato il nuovo amministratore delegato. Questi ha chiesto una cifra enorme. Allora è stato fatto un patto, anche con i sindacati. Gli si è data una scadenza entro la quale avrebbe rilanciato l'azienda non licenziando o facendo macelli. Pare che l'esperimento sia riuscito in pieno. Quei soldi il manager se li è guadagnati e meritati.
Adesso mi pare che in Italia sia venuto fuori un altro caso: un manager dell'Istat che guadagna tanto ma praticamente lavora pochissimo e non per sua colpa ma perché non c'è lavoro da fare.
Lo scandalo non è tanto lo stipendio di alcuni, ce magari se lo meritano pure, ma la disorganizzazione, il lassismo, le cose fatte alla meno peggio, che ormai sono ovunque.

antonia | 15/09/2013 ore 16:20:23

 

Repubblica cotinua a stupirmi negativamente. Ieri leggevo un articolo di Repubblica Viaggi sull'Oktoberfest. Storia della festa liquidata con una pio di parole molto superficiali e poi, trappola delle trappole, il Leberkäse definito (traducendo alla lettera) un formaggio di fegato. A parte che non capisco come si possa fare un formaggio col fegato, il Leberkäse non è altro che un polpettone molto simile al prosciutto cotto al forno .
Ma insomma che ci vuole ad informarsi per bene prima di scrivere, chiedendo ad un tedesco o andando su Wiki o Google? Questa presunzione di ignoranti che credono che siamo tutti cretini non la reggo. Avevo già scritto in passato un paio di mail a Zucconi (direttore dell'edizione online) per fargli presente delle inesattezze madornali in altri articoli ma chiaramente mi hanno lasciato sbattere.
Scrivo anche sul blog di Assante e spessissimo ci sono stati veri e propri scontri fra lui ed altri lettori per delle cantonate micidiali.
Troppi raccomandati in giro? Temo di si. E forse anche poca serietà sul lavoro
Vabbè, dirà qualcuno, in fondo sono articoli di turismo, di musica..... Eh no, l'informazione giusta e corretta deve essere d ogni livello, anche se si parla della festa patronale di san Vattelapesca

antonia | 14/09/2013 ore 10:03:25

 

Fara: Sodium lauroyl sarcosinate = Gardol

antonia | 14/09/2013 ore 09:55:23

 

Gardol. Cosa sia nessun lo sa , ma poco importa

fara | 13/09/2013 ore 19:03:37

 

Rosita, ora siamo più d'accordo. In effetti il problema (o vantaggio) degli americani è che, dalla guerra di indipendenza in poi, non hanno più avuto cannonate o bombardamenti in casa. La prima e seconda guerra mondiale le hanno vissute in modo diverso. L'attacco alle Torri ha messo fine a questo. E penso che molti abbiano cambiato idea su molte cose, dopo. Comunque io mi stupisco sempre a vedere anche come la loro educazione, nel senso scolastico, sia una cosa a se'. Avevo un'amica americana in Francia, texana, laureata, che dopo l'11 settembre, guardando un programma della CNN mi chiese: ma perché gli arabi ce l'hanno con noi?
Ossignùr....

antonia | 13/09/2013 ore 14:11:17

 

Va bene, carosellari, mettete la parola giusta al posto dei puntini

Colgate con ..... pulisce l'alito mentre pulisce i denti, Colgate con.....

antonia | 13/09/2013 ore 14:06:05

 

Ti hanno innestato una memoria apocrifa, Daniela. Come in un romanzo di Dick.

roberto alajmo | 12/09/2013 ore 22:34:23

 

Roberto, Fara con quella bocca può dire ciò che vuole (di' la verità, te lo aspettavi che l'enigma venisse risolto da me? Potenza dei fratelli più grandi e di un amore sconfinato per Carosello ;)

Daniela | 12/09/2013 ore 22:17:38

 

Hai ragione, Antonia, è brutta quella frase. Anche io conosco tanta gente realmente democratica negli Usa che non condivide nè ha condiviso in passato le posizioni ufficiali. Sia chiaro,i morti innocenti sono sempre una tragedia, dappertutto e a prescindere dalle nazioni a cui appartengono. Ti assicuro che mai mi sono rallegrata di quella tragedia e anzi una volta mi sono indignata con un amico che mi proponeva una vignetta satirica crudele su questo, dicendogli che non era degno di lui non rispettare il dolore degli altri proprio perchè lui lo aveva conosciuto.Io voglio solo dire che gli Stati Uniti intesi come governo ufficiale, non si sono mai messi dalla parte degli altri nè si sono curati dei loro drammi. Tanto loro non hanno mai saputo che significa avere una guerra in casa, uno stato d'assedio, la violazione dei diritti umani, della dignità. Il terrorismo gli ha fatto capire che anche loro non sono intoccabili.

rosita | 12/09/2013 ore 14:35:53

 

Rosita, scusa, ma la tua frase
"Gli Stati Uniti non esitano a provocare lutti e dolore agli altri, salvo poi a voler essere compianti quando altri lo procurano a loro."

mi sembra brutta. Non condivido questa durezza. Forse perché conosco tantissimi americani e sono contro le guerre: un paio di loro sono stati pure toccati da quella tragedia. Quindi, davvero, non condivido.

antonia | 12/09/2013 ore 13:18:47

 

Invece secondo me Allende non fa "audience" ora. Ma vi siete dimenticati "el pueblo unido jamas sera vencido", gli Inti Illimani, i profughi cileni....... ??
E poi, sono due cose completamente diverse. In Cile c'è stata una dittatura militare che ha deposto un presidente democratico e poi ha fatto quello che ha fatto. E nessuno ha visto in diretta cosa succedeva.
A New York c'è stata una cosa che non era mai successa prima, in un luogo che consideriamo più vicino a noi. Una cosa che abbiamo stentato a capire, per tanto tempo, che ha ucciso un sacco di gente che era là per lavoro o per caso. Una cosa che sarebbe potuta capitare a ciascuno di noi. Fra qualche anno anche l'attenzione su quell'episodio scemerà, spero che non ci sarà un altro 11 settembre che sarà più di attualità.
Parlate di media, di ignoranza storica. Beh, alla scuola superiore, che io ricordi, si arriva a malapena al fascismo.

antonia | 12/09/2013 ore 13:14:36

 

Allende non fa audience perchè i meccanismi di controllo sociale,media innanzitutto, svolgono bene il loro ruolo e quindi si è instaurata una preoccupante ignoranza storica e umana. Allende è non solo una figura di uomo giusto ed eroico, ma anche un politico di grande attualità. Basterebbe il discorso fatto all'Onu dove denuncia non solo gli Stati Uniti ma il fatto che le società finanziarie e le banche sono padrone della vita degli individui e delle nazioni. E le sue "40 medidas" con ai primi posti i provvedimenti anticorruzione, anticasta,..Gli Usa fanno sempre audience perchè noi (nel senso degli italiani) siamo colonizzati da loro psicologicamente. Se uccdono uno a New York qui se ne parla per giorni come se lo avessero ucciso a Milano.Negli altri posti, quello che succede succede.Suggerisco per questo argomento di guardare il video di Ken Loach sull' "altro 11 settembre!, è commovente e interessante. Gli Stati Uniti non esitano a provocare lutti e dolore agli altri, salvo poi a voler essere compianti quando altri lo procurano a loro.

rosita | 12/09/2013 ore 01:58:45

 

Non so perchè ma Allende non fa audience . e non è bello

fara | 11/09/2013 ore 18:44:14

 

Beh, Roberto, vedere quell'aereo avvicinarsi, non deviare, vederlo infilarsi in quel palazzo come un coltello in una torta.... non credo che lo dimenticherò mai.
Allende è un ricordo più lontano. Ero più giovane. Ricordo quella voce gracchiante che sembrava infinitamente lontana.
Invece quand ci fu l'attacco all'Iraq riuscii con la parabola a sintonizzarmi sulla TV irachena. C'erano filmati di marce, di feste popolari e poi sempre di più un militare con il basco verde che parlava. Poi, d'improvviso, i puntini. Lo stroboscopio. Poi più nulla

antonia | 11/09/2013 ore 17:19:47

 

Passa il tempo, ma l'11 settembre non perde la sua carica emozionale.
Al massimo possiamo rivendicare: ma l'11 settembre uccisero anche Allende!
Funziona fino a un certo punto, però.

roberto alajmo | 11/09/2013 ore 16:16:14

 

Lione, 11 settembre. un giorno come un altro. Mi rilasso un attimo prima di andare a prendere mio figlio a scuola, accendo la TV e vado su Euronews per vedere le notizie.
Si vede un palazzo in fiamme a New York. Cavolo cos’è successo? Il giornalista francese dice, traducendo le parole dei due giornalisti americani che si sentono in sottofondo, che un aereo è finito su un grattacielo delle Torri Gemelle. Non si capisce come sia successo, stanno chiudendo l’aeroporto di New York. E’ terribile vedere quell’edificio in fiamme.... ma come è possibile che un aereo ci sia finito contro. Mi viene da pensare che l’uomo fa le cose e poi non le sa gestire.... ma insomma, nessuno se n’è accorto, ha fatto qualcosa prima dell’impatto.... Mentre penso queste cose a destra si vede un altro aereo arrivare. Le voci dei giornalisti si fanno più concitate... che diavolo succede, noooo, oh my God, oh my God, sento... oddio un altro aereo contro l’altro grattacielo, no, non è possibile.....si, è così, oddio, che succede? Ricordo di essermi alzata in piedi, di essermi sentita quasi male ad assistere impotente a quell’altro “incidente”. E’ stato un incubo? E’ una realtá pazezsca, inaccettabile. Ricordo di avere guardato fuori dalla finestra, vedevo la città dall’alto... cosa sta succedendo, cosa c’è là che non va? Potrebbe essere anche qui? Rimango come intontita, shoccata, non capisco, non è ancora ora ma voglio uscire, voglio andare a scuola, prendere mio figlio e correre a casa. Sento come una minaccia anche se qui è tutto calmo. Lungo la strada, guidando, guardo il cielo di tanto in tanto. Tutto calmo. Alla radio intanto si comincia a parlare dell’aereo sul Pentagono, oh santo cielo cosa sta succedendo? A scuola piano piano arrivano le mamme, molte americane. Strano, nessuna di loro sa ancora nulla. Esito a parlarne, specialmente perché due di loro hanno il marito che è partito di mattina per gli USA. Filadelfia e Houston, per fortuna. Poi arriva un papà svedese, lavora all’Interpol e dà la notizia. I bambini escono e arrivano sul parking. Ricordo la reazione delle mamme americane: facciamo cenare i bambini, li mettiamo a letto e poi vediamo con calma cosa è successo. Già, chissà nel frattempo cosa è successo.

antonia | 11/09/2013 ore 15:26:35

 

Vidi quel film da piccolo, ancor prima di conoscere Stevenson. Mi colpì moltissimo scoprire che si poteva fare del male senza nessun motivo.

roberto alajmo | 11/09/2013 ore 14:13:40

 

Raffinato nella penultim'ora! Monsier Opale di Renoir piuttosto che Mister Hyde di Stevenson

fara | 11/09/2013 ore 11:02:17

 

Fara, tu per me sei come Virna Lisi nella pubblicità del dentifricio Chlorodont. (Citazione per solutori più che abili e generazionalmente datati).

roberto alajmo | 11/09/2013 ore 04:38:19

 

Scusate il mio commento un tantino acido ma ritorno da un paese civile: la Turchia

fara | 10/09/2013 ore 19:06:00

 

il cane che affoga chi è? Io cittadino, mister Berlusconi o il signor Letta ? MI PIACEREBBE SAPERLO

visto dalla "Terrazza"

fara | 10/09/2013 ore 19:04:10

 

...sport nazionale: bastonare il cane che affoga.

roberto alajmo | 10/09/2013 ore 12:02:40

 

Il declino , contingente o meno di Amelio, è giustamente una questione relativa. Al di là dell'ipocrisia, basterebbe quanto meno un pò di serenità. questa invece è la velocità istantanea dell'omologazione. chi teme di arrivare tardi, la spara più forte. non si sa mai. E poi la nostra è la terra di "albero caduto, accetta accetta"

giuseppe bianca | 10/09/2013 ore 08:11:21 | @

 

penultimora:
anche io rispondo: MAGARI!!!
e se il Pd avesse avuto un minimo di onestà intellettuale, come si suole definire, avrebbe dovuto lui dire al Pdl che se insistevano con le loro assurdità e i loro ricatti avrebbe fatto cadere il governo.

rosita | 09/09/2013 ore 16:16:39

 

Siete dei veri amici. Adesso ho le risate più chiare.

Gilda | 08/09/2013 ore 16:35:47

 

@Roberto: :)
Finora non ho avuto bisogno di cercare altri punti di riferimento, ma....grazie dei suggerimenti!
PS . bella quella di Sgarbi.

rosita | 08/09/2013 ore 12:51:24

 

Parole crociate. 8 verticale. Capezzone senza pe.

Lello | 08/09/2013 ore 12:38:12

 

capezzone, un uomo, un mito

giuseppe bianca | 07/09/2013 ore 22:51:06 | @

 

E Cicchitto neanche babbìa.

yorick | 07/09/2013 ore 19:32:07 | @

 

Perché rischiare? con calderoli vai sul sicuro

Paola | 07/09/2013 ore 16:21:00

 

Figurati che io avevo come punto di riferimento al contrario Vittorio Sgarbi. Poi un giorno quello se ne esce con un j'accuse contro le pale eoliche.
E mi futtio: ho dovuto trovare un nuovo punto di riferimento al contrario.
Per il momento seguo molto Capezzone.

roberto alajmo | 07/09/2013 ore 15:19:39

 

No, Roberto, Putin è un reazionario oppressore del popolo russo nonostante, non dimentichiamolo, sia stato confermato dalle recenti elezioni. Ma la storia di crimini e di sangue degli Stati Uniti ha marcato in modo indelebile le mie convinzioni per cui so che dalla loro parte non posso stare. Lo so come so che i diritti umani sono inviolabili per tutti e in ogni parte del mondo, non solo per i cittadini delle nazioni "egemoni". Se l'ONU potesse avere una sua forza, credibile e coerente, non c'è dubbio che dovrebbe essere l'ONU a intervenire con caschi blu, forze di dissuasione, ispettori, tutto il repertorio. Ma sono poco fiduciosa avendo ancora in mente la strage di Sebrenica.

rosita | 07/09/2013 ore 14:55:47

 

Lo so, gli americani. Però Rosita, con lo stesso metro: Putin, che è contrario, per te rappresenta un faro di civiltà?

roberto alajmo | 07/09/2013 ore 06:28:03

 

E io, per quanto possa servire, sono d'accordo con Elina.

Ma cosa ne pensa CiccioLina ?

gippe | 06/09/2013 ore 22:09:13

 

RA,
il dubbio è lecito e giusto, ci mancherebbe, ma allora partiamo dal dubbio primigenio: perché dovremmo attaccare la Siria?
Ora una possibile risposta sarebbe che vedere quei bambini stesi lì, per terra, uccisi coi gas, non è sopportabile.
Giusto.
Ma qui intervengono i MIEI dubbi. Quelle immagini saranno reali? E se sono reali, chi ci conferma che il gas sia stato usato dall'esercito di Assad e non dai ribelli?
E perché, in caso, non aspettare la risoluzione ONU? A che serve allora l'ONU?
Non mi piace molto che si definiscano i miei leciti dubbi inerzia o indifferenza. Non è così. Solo, prima di scatenare una guerra che farà del male solo alla popolazione, andrei cauta.
Non per niente, dopo le ultime guerre che hanno mediaticamente devastato il leader laburista Blair a causa di armi di sterminio di massa mai trovate, il parlamento inglese ha votato in seduta notturna CONTRO l'intervento in Siria.
Credo che, per scatenare una guerra, almeno qualche certezza serva. Ed io aspetto ancora di averla

Eliana | 06/09/2013 ore 18:46:15

 

La vendita delle armi ai Paesi canaglia è uno scandalo.
Ma non giustifica l'indifferenza da parte delle Nazioni Unite.

roberto alajmo | 06/09/2013 ore 13:14:11

 

è sempre così, le nazioni vendono armi a tutti ecumenicamente....finchè poi si accorgono che quello è un dittatore, quell'altro un criminale.Tutto si fonda sulla comunicazione mediatica, in due anni i cadaveri dei civili anche bambini siriani sono stati invisibili, allora magari qualcuno a cui conveniva imprimere un certo corso ai fatti ha realizzato che si doveva alzare il tiro per shockare l'opinione pubblica (shock and awe),ed ecco la famosa strage e la famosa foto. Io ho molti dubbi sulla situazioni, moltissimi, però quando sono incerta ho una bussola sicura, sto dalla parte opposta a quella degli Stati Uniti, nazione che ha sempre dimostrato negli anni la sua vocazione autoritaria e arrogante e che ha commesso i peggiori atti di guerra e sostenuto le peggiori dittature.

rosita | 06/09/2013 ore 12:46:21

 

Il dubbio è lecito e salutare. Ed è proprio quello che mi fa dire con convinzione: perché, per almeno una volta, non proviamo a trovare una soluzione che non sia la guerra? io il dubbio ce l'ho. Mi sembra che siano proprio gli altri a non averne.

Paola | 06/09/2013 ore 12:33:04

 

La pace si costruisce. Ci vuole tempo, energie e impegno. Per essere concreti: non si concludono trattati economici con paesi e governi che non rispettano i diritti umani. Non si sta a guardare per anni un dittatore - che si accoglie come un capo di stato e al quale si stringe la mano e si srotolano tappeti rossi - per poi sganciare le bombe quando un popolo gli si rivolta contro. E dire "sì. Ma ora che siamo arrivati a questo punto, che si fa? tanto vale sganciare 4 bombe ed eliminare il tiranno". Il conflitto è un concetto neutro, se non addirittura positivo. E' la soluzione che si propone al conflitto quella che può fare la differenza tra pacifisti e guerrafondai. Cominciare adesso una seria trattativa di composizione degli interessi in conflitto, sicuramente non arresterà ulteriori morti e tragedie. Ma non più di quante ne provocherebbe un intervento armato (se non altro perché, finita la guerra, le rappresaglie continueranno a oltranza) Con una differenza fondamentale. La soluzione che si potrebbe raggiungere senza il ricorso alle armi ha maggiori possibilità di portare a una pace duratura di quanto non farà una guerra. E non lo dico io, lo dice la Storia.
Se poi cominciassimo davvero a controllare il traffico internazionale di armi...(qui i puntini ci stanno)

Paola | 06/09/2013 ore 11:59:16

 

Eliana, io ho pochissime certezze. Ma una sì: in Siria elezioni libere non ce ne sono mai state.

roberto alajmo | 05/09/2013 ore 16:01:25

 

d'accordo con Eliana. La situazione è certo molto complessa ma non dimentichiamo che la Siria è rimasto l'unico stato laico e finora ha permesso la convivenza di varie etnie e religioni.
Chi sono i ribelli non si sa, ci saranno aspiranti a una maggiore democrazia ma anche integralisti pericolosi.
E non credo che Obama possa in nessun modo migliorare la situazione se non per sè e per gli Stati Uniti che vogliono posizionarsi in uno scacchiere importante e anche rassicurare Israele. Obama è una grande delusione. La sua dichiarazione "sono assolutamente convinto che i gas chimici li abbia usati Asad" è solo ridicola.

rosita | 05/09/2013 ore 15:58:34

 

Quoto Paola.
E' vero, in Siria non c'è il petrolio, ma la Siria è una pedina importante nella situazione geopolitica globale, e questo non è poco.
Per quanto riguardo l'utilizzo dei gas, vorrei qualche certezza in più: già una volta è stata scatenata una guerra alla ricerca di armi chimiche poi mai trovate, ed è stato un disastro.
In tv, poi, fanno più confusione che altro: "i gas usati dai ribelli di Assad...!". O sono ribelli, o stanno con Assad che, vorrei ricordare, è stato eletto in libere elezioni ed è forse l'unico leader laico rimasto in quella zona lì.
Oggi abbiamo i ribelli fondamentalisti islamici che vorrebbero rovesciare Assad sostenuti da, incredibile ma vero, USA e Israele... In altre guerre nemici giurati (o no?)degli stessi che oggi sostengono.
Insomma, forse la questione è molto più complicata di quanto la tv mostri e, forse, dovremmo andarci in maniera un po' più cauta con le dichiarazioni di guerra...

Eliana | 05/09/2013 ore 14:55:37

 

Oa scrivo una cosa, perché secondo me non mi sono spiegato bene, e mi dispiace.

roberto alajmo | 05/09/2013 ore 14:05:56

 

La pace è una cosa seria, serissima. Il vero difetto del pacifismo (utilitario o meno) è che ha troppo pochi sostenitori. Scriverlo su fb non è stupido. Stupida e tremenda è la guerra. A scuola ti fanno studiare le guerre. Ma nessuno ti racconta delle rivoluzioni pacifiste che hanno cambiato il mondo. Studiamo Napoleone, non Ghandi, Hitler, non Mandela. Nessuno ci parla del movimento antisegregazionista in America. Parlare di pace non fa male. A nessuno. In qualsiasi luogo, in qualsiasi modo, La guerra fa male.
(Reputandomi una pacifista in buona fede, aggiungo che per ben tre volte nella mia vita ho assistito a delle risse per strade. Per ben due volte sono intervenuta e mi sono beccata un pugno in un occhio ed una gomitata in faccia. In ogni caso ho sempre urlato, gridato a squarciagola. Non mi sono mai girata dall'altra parte. Se solo fossimo molti di più, forse la Storia cambierebbe)

Paola | 05/09/2013 ore 08:56:04

 

@ Antonia, in questi paesi il conflitto religioso é provocato.

Csilla | 05/09/2013 ore 00:42:07

 

Si, Roberto, hai ragione. Credo che questa volta per tutti (governanti e cittadini) sia difficile decidersi, prendere posizione.
I gas nervini sono e sono stati (non dimentichiamoci che chi si indigna ora li ha usati eccome in passato) una cosa terribile: vedere persone uccise in quel modo è raccapricciante, viene istintiva una reazione violenta contro chi si è macchiato di quel crimine. Ma quello che è successo in Iraq, in Afghanistan, in altri paesi nordafricani ci porta a riflettere sul fatto che ragionare con la nostra mentalità, sulla base della nostra esperienza su realtà molto diverse fa compiere errori madornali. Io non ho capito bene cosa abbia scatenato la rivolta contro Assad. E se poi tutto è stato preso in mano da fondamentalisti (ai ribelli chi dà le armi?) allora non so se ribelle=giusto sia così automatico da applicare.
E' una situazione difficilissima. Mio figlio mi dice che anche a Dubai stanno arrivando moltissimi siriani che scappano. E già l'anno scorso ne aveva incontrati tanti a Cipro.
Pare che si sia di nuovo al problema sciiti contro sunniti. Un po' come in Iraq. Il dittatore tiene a bada i conflitti religiosi, poi intervengono gli occidentali con la loro lavagnetta qui-i-buoni e qui-i-cattivi e non risolvono niente, anzi: depongono con la forza il dittatore con motivazioni spesso infondate, tolgono il tappo alla bottiglia dei conflitti ed odii ancestrali e voilà il disastro è fatto. Gli americani, in special modo, che di tutto ciò che è lontano dal loro ombelico non capiscono nulla, non riescono a risolvere niente, ad intervenire in modo positivo: si limitano a barricarsi, difendersi, magari fare qualche attacco che peggiora le cose.
Io penso che solo altri stati dell'area, con la stessa religione e cultura simile possano cercare di risolvere diplomaticamente, per quanto possibile, la cosa. E non dovremmo imparare e studiare di più chi sono gli altri lontani, più o meno, da noi

antonia | 04/09/2013 ore 11:01:14

 

" sfogatoio sterile" mi piace, in quanto fb e simili.
Purtroppo è cosi,a noi rimane solo questo. Sfogarsi e intraprendere ruoli pacifisti su queste pagine. In fondo, Roberto, anche tu fai questo. Lanci argomenti tosti, li analizzi alla perfezione ma hai le mani legate. Chi eventualmente potrebbe far sentire la propria voce contro ogni forma di ingiustizia, non lo fa. E' cosi semplice. Si mantiene sempre un equilibrio che accontenta uno e non da molto fastidio all'altro. Cosi si va avanti. Rachel Corrie era una sola. Decisa nel fare. Purtroppo ha pagato un caro prezzo per questa sua tenacia in una terra più che ostile.
La Siria non ha il petrolio. Ma ha l'acqua ed è la strada verso l'Iran. Non si può giustificare l'attacco con questi 'dettagli' che legano poi al paese sionista. La Siria è distrutta. Il suo popolo è sfinito. I profughi sono ovunque, vivono sparsi in condizioni disumane.
La Svezia, "paese felice", da notizia che accoglie le domande dei richiedenti asilo siriani.
L'unico grande gesto di cui sento parlare.

@Antonia, volevo dire l'ACI della mia zona, non quello centrale. Saranno raccomandati :)

Csilla | 04/09/2013 ore 09:52:20

 

il libano ha già accolto quattro milioni di profughi.
quattro milioni, come quasi tutta la popolazione siciliana.
per il libano, adesso, una persona su quattro è un profugo.
da assistere, curare, sfamare.
c'è da vergognarsi di stare a lamentarsi.
la guerra è una merda, non c'è dubbio.
ma restare a guardare è proprio insopportabile.
adesso lo dico io: NON IN MIO NOME.

lillo | 04/09/2013 ore 08:14:07 | @

 

mi sembra soprattutto un articolo ... sereno

giuseppe bianca | 03/09/2013 ore 21:54:24 | @

 

Senza parole

[LINK]

antonia | 03/09/2013 ore 12:11:36

 

@ Csilla: Io il rinnovo l'ho fatto all'ACI.

antonia | 03/09/2013 ore 10:14:10

 

@ Antonia, dei sistemi on-line stavo parlando in generale. Per il bollino sono semplicemente andata in un ufficio ACI.

@Lillo e Gippe, bei racconti. I tavoli in vista mi portavano in mente alcune parti dell'Italia dove la visione decisamente provoca altre sensazioni.

@ Roberto, con un penultim' ora cosi provochi le anime, sensibilizzi verso 'il bello'. Come sarebbe bello se le tue potenti scritture provocassero nella stessa misura al punto di arrivare ai gesti significativi. Di cosa sto parlando? Di noi tutti che ancora sopportiamo ogni assurdita' dei vertici. Ho qualche caso al cuore, persone che vivono ingiustizie da suicidio e nessuna associazione conosciuta, dico nessuna (!) alza la voce per loro. Queste associazioni conoscono le situazioni, le persone che le vivono ma non fanno nulla. Anzi, si, qualcosa fanno, sono sparite, evitano il contatto.
Scusate per l' OT

Csilla | 03/09/2013 ore 09:41:52

 

@Antonia.
Non c'è bisogno, Antonia.
L'abbraccio l'ho ricevuto lo stesso.
Non a caso siamo siciliani.

lillo | 03/09/2013 ore 09:29:35 | @

 

Se me lo dicevate prima venivo a rinnovare la patente a Palermo, così vi davo di persona l'abbraccio che vi ho mandato via post!

antonia | 03/09/2013 ore 09:24:48

 

Lillo e Gippe, che belli anche i vostri ricordi. Non so in Svezia, ma qui in Germania nessuno guarda nelle case degli altri. Per cui ci sono finestre al piano terra delle case senza tende né tapparelle e la gente vive dietro di esse come se nessuno passasse al di là

antonia | 03/09/2013 ore 09:23:05

 

estate 2013: amici francesi ospiti miei per un fine settimana (centro storico venerdì e sabato notte: è dura!)
Risultato: venerdì notte (anzi sabato mattina) il vocio per strada è finito alle 4, sabato (anzi domenica mattina) alle 5, alle 6 sono passati i netturbini (vivo in un posto dove puliscono anche la domenica mattina... e che siamo in Svizzera?) che chiaccherano... la signora (francese) si affaccia per chiedere di abbassare la voce e per tutta risposta " chi ni voli vietari macari i parrari?)...
Però dopo 2 settimane in Sicilia(da me era la tappa finale) se ne sono andati piangendo ... ma saranno due pazzi?????
p.s. per tutto il tempo si sono lamentati delle tasse che pagano in francia e dei loro politici (e se vivessero qui?)
p.p.s.grazie Gippe dei tuoi racconti
p.p.p.s. grazie antonia del tuo affetto!
p.p.p.p.s: il bollino della patente mi è arrivato in dieci giorni

fiorella | 03/09/2013 ore 09:20:53 | @

 

Vorrei gettarne anche io un paio a proposito della Svezia, ma cosi a caso e come viene viene.

Tre anni fa in estate : in treno Parigi - Copenaghen (via Colonia eccellentissimo treno di notte, si ancora esistono) et poi dopo una piacevolissima giornata a Copenaghen ... un giro in macchina di quasi due settimane in Svezia : Malmoe, Goteborg , et poi su Fjallbacka e poi di traverso Uppsala, Stoccolma, e poi giu' verso un'isoletta oasi naturale e uccellifera di cui non ricordo il nome.

Meta del viaggio un paio di giorni a Fjallbacka ospiti di amici svedesi che vivono da 40anni a Parigi.

Ero molto scettico prima di partire : il grande nord .. il freddo e la freddezza ambiente.

Senza aggiungere altro a quello che é stato detto vorrei soltanto, nel ricordo piacevolissio di questo viaggio, aggiungere uno o due ricordini succulenti e poco meridionali.

Prima di arrivare dai nostri amici abbiamo passato la notte in un 'Hotel de charme' tipo cottage inglese con bandiera svedese.

Sorpresa mattutina, avevo dimenticato di spegnere le luci della macchina e, ovviamente, la mattina seguente batteria scarica come dio comanda : eccitatissimo mi reco alla reception e con molta difficoltà spiego i miei guai.

Risposta dell'addetta al sorriso : no problem.

Effettivamente 5 minuti dopo tutto era risolto, e non so come dato che eravamo lontanissimi dal primo centro abitato.

Ovviamente niente di eccezionale, ma vorrei vedere se ti succede la stessa cosa a Roccapalumba.

Partenza per Fjallbacka e ovviamente altro inghippo ; a 200 metri della meta faccio una retromarcia fantozziona e la macchina si trova a mettà in un fosso.

Ovviamente mi agito comincio a invocare i nostri santi (sconosciuti in Svezia) mentre il nostro ospite, svedese e ovviamente calmissimo, comincia a scrutare l'orizzonte per almeno 7 minuti, poi guarda il cielo, le stelle e con una semplicissima corda e una potente volvo mi esce dal fosso in una sola e semplicissima manovra mentre io continuavo a discutere con San Gennaro.

Non vorrei dimenticare dato che ci sono : a Uppsala ho mangiato delle ciliegie nere e succolente produzione locale ; a Stoccolma ho visitato un quartiere, ci sono andato di proposito, dove c'é una piazza consacrata alla Bergman e questo ci puo' stare, ma per quelli che si ricordano (Roberto ? Lello ?) c'é anche una piazza dedicata a Nacka Skoglund. Ma questo ricordino lo consacro agli amici rosanero che in questo momento soffrono come me.

Ancora una cosa : tutti gli svedesi di qualunque età ricordano a memoria la formazione della nazionale di calcio che nel 58 fu seconda solo al Brasile di Pele.

Scusate se sono stato lungo ma non ho avuto tempo per fare di meno.

Bien à vous

gippe | 02/09/2013 ore 22:31:35

 

@RA lo avevo notato.
e anche un'altra cosa, mi aveva stupito: tanto in svezia quanto in finlandia, davanti alle finestre ci sono i tavoli.
la gente pranza, cena e guarda fuori e il passante può vedere tante persone mangiare, tutte più o meno alla stessa ora, tutte più o meno serenamente, con lo stesso garbo e la stessa dignità.
forse anche con la stessa insolenza.
credo cerchino l'ultimo raggio di quel sole avaro, o il primo luccichio delle stelle.
si, viene voglia di buttare la carta nel cestino, e anche di smettere di fumare.

lillo | 02/09/2013 ore 19:59:14 | @

 

La luce al di là....

[LINK]

antonia | 02/09/2013 ore 14:33:10

 

Csilla, beata te. Oramai sono passati quasi due mesi dalla visita a Genova e del bollino ancora nessuna notizia. Parli di sistemi online. Hai un indirizzo utile? Io ho solo un numero verde che da qui è perfettamente inutile.

antonia | 02/09/2013 ore 11:49:28

 

Che bella questa penultim'ora-remix! Sono un po' gli stessi pensieri che ho fatto anch'io quando sono venuta in Germania per la prima volta, tanti anni fa. Qui però le finestre le aprono appena può entrare un po' di sole invece che pioggia e neve.
Anche queste lampade alle finestre, insieme alla neve, al crac-crac delle foglie secche sotto i piedi quando gli alberi diventano d'oro, alle finestre bianche a quadroni sulle facciate austere che nascondono pavimenti di legno che scricchiolano ed odore di legno e pane tostato (tipico odore che si sente dentro i palazzi d'antan) mi fanno dire che io qui sto bene, che questa natura, questa architettura, questo clima vanno benissimo per me. In un certo senso, mi ispirano

Antonia | 02/09/2013 ore 11:46:49

 

Mi accodo a Yorick. E a Fara in tema d'iinferiorità. @Antonia, il bollino per la patente mi è arrivato in meno di una settimana. Qualcosa in Italia sta cambiando, molto lentamente ma sta cambiando.Giusto perché esistono i sistemi on-line. Altrimenti si va avanti con la 'simpatia' umana e con le affinità momentanee. Da straniera non so cos'è meglio, la perfezione/rigidità 'tedesca' o le aperte possibilita' italiche.Molte volte basta un minimo di simpatia, qualche giro di parola per confondere e ottieni tutto.

Csilla | 02/09/2013 ore 08:30:30

 

Siamo in estate,magari il sosia di Violante desiderava una barca come quella di D'Alema e qualcuno lo ha accontentato....

Lello | 01/09/2013 ore 23:54:10

 

su Violante, voce del verbo violare, mi hai letto nel pensiero, ma non era difficile...

giuseppe bianca | 01/09/2013 ore 17:35:20 | @

 

visualizza commenti: 15 | 50 | 100 | 200


Archivio Messaggi 

:: Anno 2018 ::
Dicembre  Novembre  Ottobre  Settembre  Agosto  Luglio  Giugno  Maggio  Aprile  Marzo  Febbraio  Gennaio 
:: Anno 2017 ::
Dicembre  Novembre  Ottobre  Settembre  Agosto  Luglio  Giugno  Maggio  Aprile  Marzo  Febbraio  Gennaio 
:: Anno 2016 ::
Dicembre  Novembre  Ottobre  Settembre  Agosto  Luglio  Giugno  Maggio  Aprile  Marzo  Febbraio  Gennaio 
:: Anno 2015 ::
Dicembre  Novembre  Ottobre  Settembre  Agosto  Luglio  Giugno  Maggio  Aprile  Marzo  Febbraio  Gennaio 
:: Anno 2014 ::
Dicembre  Novembre  Ottobre  Settembre  Agosto  Luglio  Giugno  Maggio  Aprile  Marzo  Febbraio  Gennaio 
:: Anno 2013 ::
Dicembre  Novembre  Ottobre  Settembre  Agosto  Luglio  Giugno  Maggio  Aprile  Marzo  Febbraio  Gennaio 
:: Anno 2012 ::
Dicembre  Novembre  Ottobre  Settembre  Agosto  Luglio  Giugno  Maggio  Aprile  Marzo  Febbraio  Gennaio 
:: Anno 2011 ::
Dicembre  Novembre  Ottobre  Settembre  Agosto  Luglio  Giugno  Maggio  Aprile  Marzo  Febbraio  Gennaio 
:: Anno 2010 ::
Dicembre  Novembre  Ottobre  Settembre  Agosto  Luglio  Giugno  Maggio  Aprile  Marzo  Febbraio  Gennaio 
:: Anno 2009 ::
Dicembre  Novembre  Ottobre  Settembre  Agosto  Luglio  Giugno  Maggio  Aprile  Marzo  Febbraio  Gennaio 
:: Anno 2008 ::
Dicembre  Novembre  Ottobre  Settembre  Agosto  Luglio  Giugno  Maggio  Aprile  Marzo  Febbraio  Gennaio 
:: Anno 2007 ::
Dicembre  Novembre  Ottobre  Settembre  Agosto  Luglio  Giugno  Maggio  Aprile  Marzo  Febbraio  Gennaio 
:: Anno 2006 ::
Dicembre  Novembre  Ottobre  Settembre  Agosto  Luglio  Giugno  Maggio  Aprile  Marzo  Febbraio  Gennaio 
:: Anno 2005 ::
Dicembre  Novembre  Ottobre  Settembre  Agosto  Luglio  Giugno  Maggio  Aprile  Marzo  Febbraio  Gennaio 

^ TORNA SU | TORNA INDIETRO | TORNA ALL'HOME


Inserisci messaggio


nome 
email 
messaggio 
antispam 
  digitare la seguente parola



^ TORNA SU | TORNA INDIETRO | TORNA ALL'HOME