Vai ai COMMENTI...

Ultimi commenti

Grazie a te, grazie a Sandro Veronesi e grazie...
.:Roberto Alajmo | @:.
.:21/11/2018 | 11:39:01:.

Contenta che Milano ti abbia accolto con...
.:Manuela | @:.
.:18/11/2018 | 23:16:42:.

Grazie, Fernando. Ne approfitto per segnalare...
.:Roberto Alajmo | @:.
.:28/10/2018 | 18:35:46:.

Ciao Roberto,
primo di tutto dirti che...

.:Fernando | @:.
.:27/10/2018 | 14:29:59:.

..ci conto. Manuela...
.:Manuela | @:.
.:14/09/2018 | 23:08:28:.

Vai ai COMMENTI...



Menu riservato:

il forum di Roberto Alajmo, scrittore



CUORE DI MADRE

il forum

INSERISCI COMMENTO
INDICE ARCHIVIO MESSAGGI

Sarei molto felice, Antonia. Io credo di essere qui, più o meno.
PS, per Eliana: bada che l'illustrazione del mio post di oggi è già una modesta proposta per risolvere il problema alla radice.

roberto alajmo | 30/06/2009 ore 23:55:40

 

Attenzione attenzione. Non andate in vacanza a fine luglio, please! 80% di possibilità che riesca a venire dal 25 per qualche giorno. Rifardo chi non c'è. Eleggo maramaus come focal point e trait d'union. Spero davvero di farcela stavolta e di vedervi finalmente

Antonia | 30/06/2009 ore 23:26:16

 

Uhmmmm... Sistemi di bonifca più drastici... Si potrebbe militarizzare la zona. Oppure Si potrebbero assumere (in nero, ovviamente!!!) un numero imprecisato di lavavetri come sentinelle, col compito di vigilare sugli altri per proibire loro di disturbare gli automobilisti...
Si potrebbero dotare tutti i palermitani patentati di pistole ad acqua: appena un lavavetri si avvicina... ZAAAAAAAAAAC!!! Noi gli tiriamo un bello scherzetto...
Vediamo che altro ancora... Si potrebbe evacuare il quartiere e poi farlo saltare in aria: se spariscono incrocio e relativi automobilisti, i lavavetri che stanno a fare lì?
...
Forse è meglio smettere con queste proposte, qualcuno le potrebbe prendere sul serio...

Eliana | 30/06/2009 ore 23:13:26

 

Affidiamo ai lavavetri il servizio d'ordine su loro stessi.
Gli diamo una bella fascia da braccio tipo ausiliari del traffico, un manganello stile SP (la polizia navale imbarcata sulle portaerei americane), un kalashnikov, insomma un attrezzatura da medio evo futuro alla Mad Max e il gioco, grottesco, è fatto.


mingo | 30/06/2009 ore 23:07:06

 

@ Paola
Napolitano dovrebbe pure occuparsi delle cenette tra giudici, guardasigilli, e premier in previsione del riconoscimento della legittimità del lodo Alfano. Il lodo salvapremier che sarà esaminato, guarda caso!, dai giudici ospitanti.
Ma che vogliamo farci? questa è l'Italia e si preferisce invitare a nascondere la spazzatura sotto il tappeto.

Certo devo ammettere che il premier dovrà sfoggiare una bella faccia tosta mentre stringerà la mano dei partecipanti al G8 sapendo che questi mentre lo salutano, sicuramente, penseranno al vecchio maiale truccato e in mudande che insegue fanciulle in fiore lautamente pagate o al furbo affarista, sempre truccato ma in sarcofago Caraceni, che paga le mazzette ai vari Mills.

Hai volglia di nascondere sotto il tappeto, la puzza non si può nascondere!

fara | 30/06/2009 ore 17:32:09

 

va bene Mariaguagliardito ma se ci vai a piedi ci sai dire a cosa servono i lavavetri?

domenico (termini Imerese) | 30/06/2009 ore 17:30:41

 

A proposito di G8 e di Napolitano:
"...una democrazia forte e matura non teme le polemiche. Nemmeno se dilagano nel bel mezzo di importanti consessi internazionali. Uno dei pilastri su cui si basa la democrazia è, infatti, la libertà di criticare il potere. Sempre. Senza tregue chieste per carità di Patria".
http://nonunacosaseria.blogspot.com/2009/06/non-sparate-sul-pianista.html

Paola | 30/06/2009 ore 17:03:39

 

odio quell'incrocio...perché è uno spaccato emblematico della cattiva coscienza e del del peggiore malcostume palermitano...
qualcuno ha mai provato a percorrerlo da pedone? In alcuni tratti mancano i maciapiedi e laddove ve ne sia qualche traccia i motociclisti li usano come percorsi alternatvi...costringendoti con una una mimesi facciale tutta mafiosa a farti da parte per liberare il passaggio...
l'unica cosa da salvare di quel posto sono a mio parere proprio loro: i lavavetri

mariaguagliardito | 30/06/2009 ore 15:50:57 | @

 

Avranno pensato che eri un elicottero

domenico (termini Imerese) | 30/06/2009 ore 14:45:49

 

Posso solo dire che mi hanno lasciato passare.

roberto alajmo | 30/06/2009 ore 13:06:11

 

Non è un dettaglio trascurabile, però, capire se i lavavetri sono ora meno aggressivi di prima...

:-)

A | 30/06/2009 ore 12:16:01

 

Jena, La Stampa

Per evitare che la credibilità dell’Italia nel mondo crollasse definitivamente, Napolitano aveva due strade davanti a sé: o invitare l’informazione a non dare più notizie sul premier oppure invitare il premier a dimettersi. Ha scelto la prima, purtroppo.

fara | 30/06/2009 ore 11:22:44

 

Napolitano invita i giornalisti, in vista del G8 ad "una tregua nelle polemiche". Per il 90% dei media italiani non sarà un problema ma i media stranieri? Quelli sono un po' meno abituati a tacere e a perdonare

fara | 30/06/2009 ore 10:12:18

 

A prescindere, come direbbe Totò, ma io,per venerare un santo, ho bisogno di avere tra le mani un suo osso o un pezzo del suo saio (è noto che quello di Padre Pio aveva una superficie di molti metri quadri...centinaia)?
A Padova scappavo davanti alla cappella dove sarebbe conservata la lingua del santo. Che orrore, per fortuna che noi siamo civili! Ma qual è la differenza tra noi e quelli che facevano sacrifici umani?

Daniela | 30/06/2009 ore 10:12:04

 

ciao Roberto volevo sapere se i tuoi libri sono anche all'estero, in Italiano?

Maria Demma | 30/06/2009 ore 01:00:57 | @

 

Fara se quello non è Paolo che ci fa uno sconosciuto nella tomba di Paolo? Nessuno mai ha infilato il naso nella tomba di Paolo. Una cosa è la tomba, una altra i resti che si trovano in essa. Non so se avete letto bene la notizia ma è una bella differenza.

domenico (termini Imerese) | 29/06/2009 ore 23:48:43

 

Mi sfugge quale potrebbe essere la prova decisiva per provare l'identità di Paolo

fara | 29/06/2009 ore 23:25:47

 

vous êtes un génie

Ps:traduttore on line!

faguni | 29/06/2009 ore 23:15:54 | @

 

@faguni: dimmelo ancora... dimmelo in francese!

roberto alajmo | 29/06/2009 ore 22:41:37

 

Roberto Alajmo: sei geniale!

faguni | 29/06/2009 ore 22:10:44 | @

 

...e abbiamo vissuto tutti questi secoli senza sapere chi ci fosse dentro la tomba di San Paolo?...inaudito!!!!ecco perchè la Chiesa è prudente nel riconoscere le conquiste della Scienza, ......non sanno chi si mettono dentro e dovrebbero sapere di chi sta fuori.....ma ora vedrete che perdoneranno tutti: evoluzionisti,bio-ingegneri, cultori delle bio-tecnologie, fisici teorici, archeologi, filosofi della Scienza ....financo teologi che da tempo vorrebbero far ragionare un pò meglio il Magistero. Oggi è un giorno importante...non per niente è il 29 giugno: SS. Pietro e Paolo!!!!!

armando | 29/06/2009 ore 16:44:24 | @

 

Be', distorcere la realtà, mistificarla, manipolarla e restituirla mondata da ogni sospetto o parvenza di superstizione è tra le cose che al nostro clero riescono meglio...
Mi chiedo cosa comporterebbe scoprire oggi che PROBABILMENTE le reliquie venerate fino ad ora sono veramente quelle di San Paolo.
L'animo del papa è colmo d'emozione per la scoperta... Ma di quale scoperta stiamo parlando? Bu. Misteri della fede.

Eliana | 29/06/2009 ore 16:37:47

 

Io sarei per ciò che più ci compete: Partito Mafioso Socialista.
Li siamo bravi, basta indirizzarli bene e meglio. Chiamparini è meglio della Serracchiani,

domenico (termini Imerese) | 29/06/2009 ore 14:30:13

 

Voto a favore del'abolizone del PD in Sicily!

Paola | 29/06/2009 ore 14:17:17

 

p.s. al precedente post: per quanto riguarda la situazione del pd siciliano, lì non vedo soluzione. Il quadro clinico è senza speranza, propongo l'abolizione del PD made in sicily, votiamo direttamente per altre regioni, perchè qua oramai le simpatie da sinistra possono andare a un Lombardo o Miccichè. E ho detto tutto.

dario | 29/06/2009 ore 13:50:38

 

per me l'età anagrafica non è una soluzione al galleggiamento del PD. Innazitutto si deve partire dall'azzeramento della classe dirigente, TUTTA e in blocco, giovani e no.
I giovani del PD ? Alcuni buoni (la Serracchiani), altri non mi convincono (Matteo Renzi). E comunque se buttati sul ring così presto rischiano di bruciarsi. Io li farei crescere all'ombra di un decente traghettatore, e il Chiampa mi sembra adatto;ma anche un Marino mi garantirebbe.

dario | 29/06/2009 ore 13:44:42

 

finalmente cominciamo ad affrontare discorsi seri. Finalmente comincia a venir fuori che l'unica vera aspirazione del maschio italiano è di giocare in nazionale e l'unica vera aspirazione di una femmina italiana è di sposare un calciatore

fara | 29/06/2009 ore 12:00:11

 

In realtà ogni maschio italiano aspetta la convocazione in nazionale fino ai 35 anni. Poi si rassegna, a poco a poco.
Credo che in questi anni la soglia si sia alzata, però.

roberto alajmo | 29/06/2009 ore 11:31:35

 

Paola, eventualmente Roberto sotto sotto aspirerebbe a qualcosa di meglio di una velina di serie. Aspirerebbe a una Nicole Kidman, ad esempio.
Se uno vuole una macchina di lusso si prende una Escort, secondo te? Sarkozy insegna!

fara | 29/06/2009 ore 10:27:36

 

@Roberto: ma non è che sotto sotto miri anche tu ad una velina per fidanzata?

Paola | 29/06/2009 ore 10:11:25

 

Caro Roberto, sei ancora troppo giovane per ricoprire certi ruoli e poi devono passare almeno 20 italici anni prima di pensare seriamente ad un rinnovamento calcistico o politico che sia.

fara | 29/06/2009 ore 08:38:47

 

colpo di stato in Honduras

vitalba | 28/06/2009 ore 17:24:28 | @

 

Io posso essere senza cuore, Lello, ma quello aveva una pistola. E che fosse finta si è scoperto dopo. Spero di non trovarmi mai in una situazione di quel tipo, perché non so come reagirei se facendomi paralizzare dalla paura o facendomi prendere dall'adrenalina e vedendolo bloccato dal poliziotto menandogli. Non mi piacciono i linciaggi, di nessun tipo. E non ne parlo più.

Gianluca | 28/06/2009 ore 14:04:01

 

Non ti è sembrato un linciaggio?
E come lo definiresti?
La gente è intervenuta dopo che quel disgraziato era per terra, altrimenti se ne sarebbe fregata.
Siamo diventati senza cuore, senza giustizia, senza regole.


Lello | 28/06/2009 ore 13:10:58

 

No, non mi è sembrato un linciaggio.

Gianluca | 28/06/2009 ore 12:59:33

 

@Lello

Certo sarebbe bello togliere dal mondo le malefatte più complesse e carogna. Però guarda cosa succede altre volte, che in certi posti la gente sta a guardare e basta o addirittura avrebbe fatto tutto il contrario e avrebbe cazzottato il poliziotto di turno. Buona domenica.

Gianluca | 28/06/2009 ore 12:58:37

 

@Gianluca
Non so a voi, ma a me le immagini di quel rapiantore di Catania preso a colpi di calci e bottiglie mi hanno molto rattristato.
Bastava arrestarlo, no linciarlo.
In fondo aveva soltanto rubato 200 euro senza fare male a nessuno (con una pericolosissima pistola giocattolo) ad un supermercato.
In Italia c'è chi ha rubato miliardi e va in giro a fare il puttaniere.
Rallegrati quando arresteranno questa gente.

Lello | 28/06/2009 ore 12:40:10

 

@Gianluca
Non so a voi, ma a me le immagini di quel rapiantore di Catania preso a colpi di calci e bottiglie mi hanno molto rattristato.
Bastava arrestarlo, no linciarlo.
In fondo aveva soltanto rubato 200 euro senza fare male a nessuno (con una pericolosissima pistola giocattolo) ad un supermercato.
In Italia c'è chi ha rubato miliardi e va in giro a fare il puttaniere.
Rallegrati quando arresteranno questa gente.

Lello | 28/06/2009 ore 12:40:10

 

@Gianluca
Non so a voi, ma a me le immagini di quel rapiantore di Catania preso a colpi di calci e bottiglie mi hanno molto rattristato.
Bastava arrestarlo, no linciarlo.
In fondo aveva soltanto rubato 200 euro senza fare male a nessuno (con una pericolosissima pistola giocattolo) ad un supermercato.
In Italia c'è chi ha rubato miliardi e va in giro a fare il puttaniere.
Rallegrati quando arresteranno questa gente.

Lello | 28/06/2009 ore 12:38:53

 

siccome è domenica e mi sento ottimista oggi mi viene: la pagherete cara, la pagherete tutti!

federico | 28/06/2009 ore 11:14:45

 

Apprezzo molto il tentativo di offrirci un bicchiere mezzo pieno, però ho appena scoperto che due giudici costituzionali Paolo Napolitano e Luigi Mazzella hanno cenato - in casa di quest'ultimo - con B., Letta, Angelino Alfano Jolie e Vizzini (indagato per corruzione mafiosa).
Non è che quel bicchiere potresti riempirlo con qualcosa di molto forte?

Paola | 28/06/2009 ore 10:38:30

 

giusto Ale, non è così nera come la dipingiamo. Solo 49 volte più nera

fara | 28/06/2009 ore 10:36:27

 

Proprio l'altro giorno si parlava di "Salò" con alcuni colleghi di lavoro, collegandolo ai fatti di questi giorni.

Mi è venuto da pensare anche a Pascal. Siamo cose insignificanti nell'universo, però abbiamo il pensiero. Allora alleniamoci a pensare bene: questa è la morale. Ma qui intorno il livello del pensiero mi sembra bassissimo. Anche tutta una serie di pretesi intellettuali-editorialisti rigorosissimi, quando parlano delle vicende del premier, cominciano a farfugliare, a fare circonlocuzioni, ad aprire nuovi filoni di pensiero "gesuitico".
Ecco perché penso spesso agli scritti di Pascal ultimamente, penso alle "Provinciali", alla polemica di Pascal contro chi cercava di giustificare il peccato inventandosi tutta una serie di casi per cui l'onere del peccato poteva essere declassato.

Vedremo se verrà riconosciuto rilievo penale della vicenda del premier, di certo c'é un aspetto di carattere squisitamente valoriale e morale. Ma allora non stiamo parlando anche di politica? o valori e morale non fanno parte del pensiero politico?

Gianluca | 28/06/2009 ore 10:36:14

 

Aspè, Fara, diciamo le cose giuste...
Le notizie dei giochi e della Pellegrini vengono date...
Ma in rapporto di 1:50... con le notizie che riguardano invece le esigenze fisiologiche di Kakà... e anche di altri.

A | 28/06/2009 ore 09:58:50

 

Che bel quadretto offre la nostra informazione televisiva.

Sappiamo quante volte Kakà ha fatto pipì negli ultimi 3 mesi e non sappiamo che si stanno svolgendo i giochi del mediterraneo e che Federica Pellegrini ha fatto il record mondiale nei 400 st.

Questa si chiama "qualità"!

fara | 28/06/2009 ore 09:25:51

 

aspettando le bistecche, ogni figateddu ri musca è sustanza!!!!!!

armando | 28/06/2009 ore 07:08:41 | @

 

@eliana: siccome è domenica mi sono sforzato di trovare un bicchiere mezzo pieno da mettere in tavola.
@Nicoletta: grazie. Se qualcuno fosse troppo giovane per ricordarsi: è un fotogramma di "Salò - Le 120 giornate di Sodoma".

roberto alajmo | 28/06/2009 ore 06:19:31

 

Per il momento, Roberto.
Mr B. è sopravvissuto (politicamente) a processi e indagini di non poco conto, se resisterà anche all'onda anomala di questo sexi-scandalo, temo che non ce lo leveremo più di torno. E riuscirà ad attuare tutti i piani che così bene ha studiato durante gli anni nella P2.
Finchè morte non ci separi. Considerando che l'erba cattiva non muore mai, (Andreotti docet) la prospettiva mi spaventa non poco...

Eliana | 28/06/2009 ore 02:43:41

 

.....Mio padre diceva e ridevamo insieme...."Talia a stu figghiu du buttana chi cosa arrinisciu a cumminare..." e i miei figli...perchè nonno?? e lui poi ve lo spiego...è lunga ragazzi... Adesso devo spiegargielo io...... Roberto...un abbraccio.la foto che hai messo come al solito è strepitosa.

nicoletta | 28/06/2009 ore 00:32:08 | @

 

E' la selezione della specie, Gianluca. Mica per niente è l'inviato di punta del principale tg del paese.

roberto alajmo | 27/06/2009 ore 21:27:43

 

Eccezionale servizio di Pino Scaccia sul TG1 riguardante il Barigate. Parla del sistema-Tarantini negli appalti della sanità pugliese con ipotesi di reato che coinvolgerebbero quello e quell'altro, addirittura di induzione alla prostituzione, tutto questo senza mai nominare il premier e le vicende finora emerse a lui collegate.
Però ce ne vuole di bravura, eh?

Gianluca | 27/06/2009 ore 20:33:07

 

Ieri per la seconda volta in quattro mesi una rapina è stata sventata a Catania grazie all'intervento di un poliziotto o carabiniere fuori servizio che aiutato da altri cittadini ha bloccato i rapinatori.
Ecco, il fatto che le persone intorno abbiano dato il loro contributo mi fa sperare. Forse non siamo messi così male, chissà...

Gianluca | 27/06/2009 ore 17:16:36

 

In passato il cristianesimo ha molto influenzato le coscienze, oggi invece è la chiesa (secondo me lontana anni luce dai principi guida del cristianesimo) che tenta di imporsi come portatrice di verità assolute.
Ma non mi pare che l'incursione sistematica nelle nostre vite ci costringa ad una resa TOTALE al loro assedio.
Nel mio piccolo, vivo benissimo anche non credendo e non partecipando alla vita religiosa! E pensare che il male o il dolore si presentino al nostro cospetto solo perchè non abbiamo creduto abbastanza, o perchè abbiamo fatto quelche torto a qualche divinità è un concetto che spero sorpasseremo presto. (Eccolo qui il senso di colpa inculcatoci dalla chiesa...)
Certo, facendo un discorso più vasto, le mie parole cozzano in parte con lo stato reale delle cose: viviamo in un Paese in cui non è permesso morire dignitosamente ed in cui il papa fa campagna elettorale su un referendum, ma questo non è una colpa del clero, bensì della classe politica che non sa mettere i dovuti paletti.
Dovremmo solo emanciparci un po'... E vivere secondo la nostra coscienza, non secondo i dettami (ipocriti) di qualcun altro...

Eliana | 27/06/2009 ore 16:08:37

 

Quando ti trovi a vivere all'interno di una cultura che ha radici giudaico cristiane sarai sempre totalmente partecipe di quella cultura, perché è alla fine l'acqua in cui sei costretto a nuotare, che tu razionalmente lo voglia o no.

federico | 27/06/2009 ore 13:38:37

 

@Alessandra: beata te che almeno tieni i piedi al fresco della protestante Berlino.

roberto alajmo | 27/06/2009 ore 10:57:56

 

Un altro tema introdotto (dalle riflessioni di cui prima...) nella vita di tutti i giorni, potrebbe forse essere quello dell'IMPOSSIBILITA' DI SCELTA...
Di scelta individuale, intendo...
Certo nessuno te lo dice così... oggi come oggi.
Ma sotto sotto... la puzza aleggia...

A | 27/06/2009 ore 10:47:16

 

Un po' in ritardo con gli argomenti trattati, stamattina mi chiedo quanto la "nostra" impostazione cattolica, o meglio l'impostazione cattolica delle nostre famiglie di provenienza - genitori, nonni... - non stia alla base di molte delle dinamiche, assolutamente laiche e tutt'altro che spirituali, di relazione spicciola - quella che fa la vera vita vissuta - tra componenti di una famiglia.
Anche quando la religione, precisamente il cattolicesimo, dice che che era cosa dei nonni appunto...
A volte ho la sensazione che alcuni dei nostri genitori (che si dichiarano non cattolici) ma figli di genitori cattolici, non riescano a liberarsi del senso di colpa di non essere cattolici...
Con ricadute a 360°...
IL SENSO DI COLPA: un tema carissimo al cattolicesimo.
:-)

:-)

A | 27/06/2009 ore 10:38:42

 

maramaus sei grande

vitalba | 27/06/2009 ore 00:25:21

 

non ho capito bene....moderno così...guarda

marco | 26/06/2009 ore 20:08:34

 

ragazzi, leggetevi Eros e priapo di Gadda. Ci troverete un bel ritratto del premier se avrete il coraggio di leggerlo. Leggere Gadda è , per un italiano , come leggere Joice per un irlandese : una sfida.

fara | 26/06/2009 ore 19:28:57

 

Berlusconi: "Chiudere la bocca
a chi continua a parlare di crisi"


Non si capisce se ha scelto male le parole o se le ha scelte con cura. Il senso intimidatorio invece è chiarissimo.

Gianluca | 26/06/2009 ore 19:18:36

 

si Yorick, il signor B. ha ragione, noi rimaniamo sempre e soltanto il 30 % della popolazione.

fara | 26/06/2009 ore 15:35:03

 

In effetti, Yorick: anche a me pare che in questo periodo ci sia qualcuno che svuota bicchieri pieni.

roberto alajmo | 26/06/2009 ore 15:34:16

 

Ieri mattina vedevo bicchieri quasi pieni dovunque. Poi ho incontrato una persona che stimo, grande intelligenza, grande discernimento. E mi dice: "Hai visto che campagna aggressiva e volgare che stanno facendo Repubblica e l'Espresso ai danni di Berlusconi? Fanno politica, non informazione". Ho risposto, ho citato il caso Sanford, il governatore della Carolina del Sud che forse si dimette - e intanto chiede scusa alla famiglia e alla Nazione - perché se n'è andato un fine settimana con l'amante. Confronto garbato, il nostro, nonostante le posizioni troppo distanti. Però il mio bicchiere ha cominciato a evaporare: ho capito che il signor b. può dire quello che gli pare e molti (o tutti? misteri dell'evaporazione) gli credono.

yorick | 26/06/2009 ore 14:59:59 | @

 

il forum prevede una partecipazione attiva, qualcosa che va anche fuori dal tema proposto, il blog prevede una partecipazione passiva, all'interno del tema proposto.
I "troll" sono presenti in entrambi, purtroppo

fara | 26/06/2009 ore 14:29:40

 

@fara: io non credo comunque che la discriminante fra forum e blog sia l'educazione dei commentatori.
Un argine si può mettere comunque. Ci si può sempre provare, almeno.

roberto alajmo | 26/06/2009 ore 12:30:12

 

Ho visto che Zucconi ha chiuso il suo blog. Lo ha chiuso perché, come sempre più spesso succede, in molti credono che si "debba" partecipare ad un blog solo per offendere chi non la pensa come noi. La libertà di espressione e di pensiero viene da molti scambiata per libertà di offesa. E' per questo che io invito sempre il nostro padrone di casa a non trasformare il suo forum in un blog. In un forum si può sempre mettere alla porta l'ospite sgradito, in un blog sei costretto a chiudere le porte

fara | 26/06/2009 ore 10:41:27

 

@Giuseppe
Conosco il blog, è tra i "preferiti" da tempo. Non so come aiutarti,io non sono brava in queste cose ma sono comunque "a disposizione". Non in senso mafioso, ovviamente.

ps
purtroppo certe persone e certe organizzazioni ci hanno limitato l'uso di certe parole e di certe frasi: "Forza Italia, Libertà, a disposizione...ecc."

fara | 26/06/2009 ore 10:01:54

 

quel blog mi era noto, anche se frequentavo più il suo spazio su Flikr (foto meravigliose, andatele a vedere! il link è questo : http://www.flickr.com/photos/lucioforterepubblica/).

Grazie Giuseppe, non sapevo che il blog continuasse ad esistere. Lucio mi piaceva molto, era una persona straordinaria e mi manca, anche se non lo avevo mai incontrato di persona.

lasirenetta | 26/06/2009 ore 09:20:25

 

@Giuseppe: se c'è qualcosa in questo sito che pensi possa stare bene anche in quello, prendilo pure.

roberto alajmo | 26/06/2009 ore 08:59:34

 

Posso rubarvi qualche minuto per chiedervi di dare un'occhiata a questo indirizzo:

http://ilrosaeilnero.blogspot.com/

E se mi volete aiutare a continuare ben venga (era il blog di Lucio Forte, prima di volare alto mi ha lasciato le password per continuare)

Giuseppe | 26/06/2009 ore 08:43:59

 

...

il los angeles times ha appena confermato

...

A | 26/06/2009 ore 00:30:03

 

http://www.tmz.com/
unica fonte finora che conferma la notizia della morte di Michael Jackson

A | 26/06/2009 ore 00:27:24

 

è morto Michael Jackson

vitalba | 26/06/2009 ore 00:23:21

 

mi sa che per padre farinella si prepara un lungo periodo di preghiera e meditazione in un eremo sperduto fra i monti della basilicata...

federico | 25/06/2009 ore 22:49:24

 

Piuttosto che dei (r)innovatori, spesso la sensazione è che i c.i. siano -per necessità, suppongo- dei selezionatori: tengono il buono e dicono di non condividere il cattivo.
Io, da chi mi dice cosa-come-perchè su tutta la mia vita, mi aspetterei, anzi pretenderei, una coerenza a 360°... Io.

giovanna | 25/06/2009 ore 21:54:07

 

La lettera scritta al cardinale bagnasco da padre farinella è bellissima!
Grazie Sirenetta.

Paola | 25/06/2009 ore 21:15:53

 

uno dei credenti intelligenti e scandalizzati, uno di quei preti di provincia, che soffrono della situazione e cercano di cambiarla "dall'interno" ha fatto un'azione che immagino condivisa da molti. Seguendo il link potrete leggere la lettera scritta al cardinale bagnasco da padre farinella.
http://www.repubblica.it/2009/06/sezioni/politica/berlusconi-divorzio-10/lettera-farinella/lettera-farinella.html

lasirenetta | 25/06/2009 ore 13:57:06 | @

 

Cosa devono sentire le mie orecchie. Partita di calcio Padania-Kurdistan, nel torneo dei popoli o qualcosa di simile. Fortemente voluto dallo studente modello Renzo Bossi, figlio di cotanto padre.
E dire che i Curdi mi sembravano seri: ma gliel'hanno spiegato cosa (non) è la Padania?

Daniela | 25/06/2009 ore 13:25:50

 

@ Maramaus ma la sfocatura delle tue vignette è una specie di censura?

fara | 25/06/2009 ore 12:19:28

 

Cattolica per me è troppo, ma credente sì. E comunque cresciuta in un contesto cattolico. Per cui io sono terribilmente offesa non tanto da Berlusconi, ma dai prelati di medio e grosso calibro. I preti di piccolo calibro, quelli cha non contano e cercano di vivere la pietà cristiana tutti i giorni, non possono non indignarsi davanti a certi silenzi. Non serve a niente, questo è vero.
So di cosa parla Giovanna. Abbiamo lavorato nello stesso posto e abbiamo imparato un po' di più a leggere nei cuori, al di là delle appartenenze, seppure da posizioni diverse. Abbiamo visto il trattamento riservato ad una povera ragazza di vent'anni che non ce l'ha fatta, cancellata con un colpo di spugna per un peccato che non si può dire. Ma abbiamo imparato che anche dietro le posizioni più rigide - come quella di un'alunna di CL - batte un cuore che riconosce la pietà.
Io sono per il non buttare il bambino con l'acqua sporca.

Daniela | 25/06/2009 ore 11:55:51

 

@Roberto: ti sbagli, la mia vignetta di oggi non è un granello microscopico: è un millesimo di microscopico granello, accidenti!

maramaus | 25/06/2009 ore 11:45:16

 

Scusatemi. Oggi sono in vena di "perle di saggezza"

fara | 25/06/2009 ore 11:38:40

 

quando si pensa di agire "dal di dentro" la cosa migliore che possa capitare è di essere "digeriti" ed espulsi, la cosa peggiore è essere digeriti e "assimilati".

fara | 25/06/2009 ore 11:34:44

 

Benritrovata, Giovanna. Esistono, i cattolici intelligenti. E soffrono a vedere chi tiene il volante. Pensano tuttavia, contrariamente a me, che certe battaglie si possono condurre dal di dentro.

roberto alajmo | 25/06/2009 ore 11:30:37

 

Magari brucia perchè questa è solo la punta dell'iceberg dell'ipocrisia cattolica. Lo dico perchè -come tanti, immagino- ne ho fatto esperienza diretta, sia umanamente che professionalmente.
Per questo mi chiedo come possano esistere persone intelligenti e cattoliche al tempo stesso.
O forse, semplicemente, non è un problema di intelligenza...

giovanna | 25/06/2009 ore 11:00:51

 

Pensavo a Faguni, e al suo post di qualche giorno fa: proponeva di fare il salto della quaglia e di cominciare a stonare anche dal vivo. Tipo?
Faguni... pronto, pronto...
:-)

Alessandra | 25/06/2009 ore 11:00:17

 

Ah, ecco!

fara | 25/06/2009 ore 10:47:03

 

Magari brucia a quelli che l'obolo non se lo possono permettere, Fara.
:-)

Alessandra | 25/06/2009 ore 10:45:19

 

@Giovanna
Perché brucia il post di Roberto? Non hai mai sentito parlare di "Bolla di componenda"? Pagando un obolo, più o meno pesante in relazione all'entità del peccato, se ne acquisisce preventivamente l'assoluzione.
Bonifacio VIII fu un maestro in questo campo.

fara | 25/06/2009 ore 10:24:14

 

Ho già firmato Paola, ma, visto il disinteresse quasi generale per il lato femminile del sex-gate, non posso fare a meno di osservare come le donne vogliono e riescono a far sentire la loro voce in quei paesi dove la loro repressione è eclatante e invece non parlano proprio nei paesi come il nostro dove si concede loro di mostrare liberamente le chiappe ma non il cervello

fara | 25/06/2009 ore 10:17:14

 

"Va bene anche un bonifico"...quanto brucia il tuo post, e lo dico da osservatrice esterna alla chiesa, ma un cattolico intelligente come deve sentirsi?

giovanna | 25/06/2009 ore 10:16:53 | @

 

Micromega ha lanciato un'iniziativa che trovo molto intelligente: si tratta di un Appello di donne alle first ladies a non partecipare al prossimo G8 all'Aquila
"per affermare con forza che la delegittimazione della donna in un paese offende e colpisce le donne di tutti i paesi"


http://temi.repubblica.it/micromega-appello/?action=vediappello&idappello=391093

Paola | 25/06/2009 ore 10:02:07

 

Yorick, purtroppo i "preti di provincia" non sono tutti quanti teologi e biblisti come don Farinella, in massima parte sono solo dei don Abbondio

fara | 25/06/2009 ore 09:09:49

 

Noi lettori di Repubblica, e per estensione chi vota centro-sinistra, siamo stati chiamati, tanto tempo fa, "coglioni", poi siamo diventati eversivi e adesso, per bocca del fido Liguori, siamo degli imbecilli.
E' una bella progressione!

fara | 25/06/2009 ore 09:03:41

 

Veramente microscopico, Maramaus: la vignetta di oggi non sono riuscito a leggerla manco con gli occhiali. :-)

roberto alajmo | 25/06/2009 ore 08:43:29

 

Avrete notato che per brevità e per sintesi più che estrema, si riduce tutto ad uno scontro, che ora viene definito finale: Repubblica (inteso come giornale e democrazia tout court) versus Berlusconi (inteso nell'accezione ampia e ristretta). Sono molto contento che in questa manichea e favolistica visione della realtà il sottoscritto (o sopra) sia un granello microscopico (attivo) di Repubblica.

maramaus | 25/06/2009 ore 08:32:12

 

A quanto pare, oltre al sacrificio delle vergini, il maschio alfa non rinuncia al sacrificio eucaristico. Il brutto della religione è che se lo può permettere, e Roberto ha espresso chiaramente la rabbia che fa. Però il bello è che è meglio di un film giallo: nessuno sa come andrà a finire sul serio. Solo che oggi mi piace immaginare il bicchiere mezzo pieno: penso che la speranza sia sovversiva davvero, come scriveva Terzani. E prende la forma di un semplice prete di provincia. Copio da Repubblica: "Lettera del prete genovese al suo vescovo: 'Avete fatto il diavolo a quattro
sulle convivenze e sul caso Englaro. Ma assolvete il premier da ogni immoralità. Perché trattate così bene Berlusconi?'
Don Farinella scrive al cardinal Bagnasco".
http://www.repubblica.it/2009/06/sezioni/politica/berlusconi-divorzio-10/lettera-farinella/lettera-farinella.html


yorick | 25/06/2009 ore 08:22:11 | @

 

Ciao a tutti.
Ogni tanto faccio una capatina su questo blog. Prima mi piaceva di più, ora un pò meno.
Ho letto volentieri le ultime considerazioni di Roberto, ma i commenti... lasciamo stare.
Un saluto al padrone di casa.

Lello | 25/06/2009 ore 01:16:50

 

@federico, hai ragione! Mi è venuta in mente questa filastrocca...

Il vecchietto maledetto
fa danno pure a letto
Se gli viene il ghiribizzo
prende la donna con un guizzo
E' brutto e un po' volgare
e la donna si fa pagare
per regalare un'ora di piacere
al nostro caro Cavaliere
Lui se ne infischia del Paese
e prepara una festa al mese
Per non pensare ai tanti danni
accozzati nel corso degli anni
Ha ministri assai saccenti
e FEDEli prepotenti
Al silenzio vogliono portare
chi li affronta con fervore...
Ogni giorno la triste scoperta
è sapere ciò che ci aspetta...
Temendo per la democrazia
speriamo che presto LUI vada via...
Liberiamoci dal maleBerlusconi
e dell'Italia torniamo ad essere grandi attori!

le rime sono scontate e la metrica inesatta, ma è il meglio che sono riuscita a produrre stasera...!







Eliana | 24/06/2009 ore 22:32:59

 

Robertino alias Francesco Paolantoni.

Daniela dalla memoria irrilevante | 24/06/2009 ore 21:47:06

 

una buona alternativa al Nano Maledetto, al passo con i tempi, è anche il Nano Mal Eretto....

federico | 24/06/2009 ore 19:47:00

 

Si vede che sei giovane, Antonia. Quello è Robertino, un vecchio personaggio di Mai dire gol che chiedeva sempre "Ho vinto quacche cosa?".

roberto alajmo | 24/06/2009 ore 19:27:27

 

Roberto, ma l'amico tuo sarebbe quello nella foto?

antonia | 24/06/2009 ore 19:12:09

 

Diamo atto a Berlusconi che spinge molti alla creatività.

Gianluca | 24/06/2009 ore 18:19:32

 

P.appone
A.nomalo
P.erchè
I.mpotente

(ecco, vediamo se così...)

Eliana | 24/06/2009 ore 18:12:42

 

noooooooo!!! la pubblicazione ha spostato i caratteri!!! vabbbbè, però il concetto mi pare chiaro...

Eliana | 24/06/2009 ore 18:07:37

 

P.A.P.I.
a n e m
p o r p
p m c o
o a h t
n l è e
e o n
t
e

Eliana | 24/06/2009 ore 18:06:17

 

Ora faccio un florilegio e vi pubblico in Chi legge, chi scrive.

Daniela | 24/06/2009 ore 17:47:58

 

Io direi "SILVIO RI-MEMBRI".

maramaus | 24/06/2009 ore 17:36:03

 

Paola aveva ipotizzato che la Carfagna sarebbe in effetti un ottimo ministro delle Papi Opportunità. Purtroppo la battuta non è stata omologata perchè qualcuno ci aveva già pensato.

roberto alajmo | 24/06/2009 ore 16:35:05

 


visto che citata fu la coppia de andrè\villaggio.

visto che si parla di erezioni perse e\o vinte.

visto anche il non visto.

io da oggi lo chiamerò così:


PAPINO il Breve

e non ne parliamo più. Buone cose

davide enia | 24/06/2009 ore 16:06:31 | @

 

Neanche il "Basso Impuro" è male

fara | 24/06/2009 ore 13:52:28

 

...e allora, prima che ci sia tolta per sempre la parola in quest'ultimo luogo di libertà, lanciamo l'ennesimo giochino: il miglior soprannome per il supernominato nazionale... io opto, ora come allora, per Il Nano Maledetto...

federico | 24/06/2009 ore 13:46:54

 

Roberto, penso che "noi ragazze" abbiamo ben chiaro il tipo di erezione del Maschio Alfa ma non siamo scese in particolari per una questione di buon gusto

fara | 24/06/2009 ore 13:44:39

 

sempre per Daniela.
Possiamo, se vuoi, chiamarlo la "lolita" di arcore.
In fondo se ci pensate il suo atteggiamento è tipico di una "lolita".
Come sempre in questi casi si preferisce il ricorso al "femminile".
Come sempre si giudica la puttana non il puttaniere

fara | 24/06/2009 ore 13:40:48

 

Ragazzi, dimostrate di non conoscere le tendenze sessuali del Maschio Alfa nazionale.
Che derivano dall'esatto contrario del priapismo. Se di erezione si tratta, è erezione mentale.

roberto alajmo | 24/06/2009 ore 13:39:43

 

Hai ragione Daniela, si tratta in effetti dell'"homo erectus" di Arcore.


fara | 24/06/2009 ore 13:27:22

 

Peter Pan, salvo smentite, rimase giovane in toto. Mentre il Priapo di Arcore di giovane avrebbe solo l'arnese: lifting? (Ma credo sia una prolungata turbe senile che se non curata con adeguata psicoterapia non avrà mai soluzione).

maramaus | 24/06/2009 ore 13:15:46

 

Anni or sono mi giunse in ufficio una lettera, dal direttore della Biblioteca Comunale di un paesino della Sicilia (taccio quale), per la mia attività di "statistica" sulle biblioteche siciliane, con notizie storiche sulla stessa.

"La biblioteca del nostro comune è intitolata a Mons. Angelo Nicastro per ricordarne l'erezione".

Ancora oggi mi chiedo: fu un'erezione così importante da scioccare il paese e celebrarla con l'istituzione di una biblioteca? Fu l'unica della sua vita, e quindi andava ricordata a futura memoria? Boh

Giuseppe | 24/06/2009 ore 13:03:02 | @

 

Non offendiamo Peter Pan, Fara...(sorrisino, c'è in giro Romp che odia le faccine).

Daniela | 24/06/2009 ore 13:01:46

 

Il Peter Pan di Arcore

fara | 24/06/2009 ore 11:53:26

 

Ma si è capito o no chi ha vinto le erezioni?

maramaus | 24/06/2009 ore 11:35:30

 

grandi Fabrizio De Andrè e Paolo Villaggio!

paola | 24/06/2009 ore 11:08:27

 

Grande Paola!

:-)

Alessandra | 24/06/2009 ore 10:52:29 | @

 

"E' mai possibile o porco di un cane
che le avventure in codesto reame
debban risolversi tutte con grandi puttane,

anche sul prezzo c'è poi da ridire
ben mi ricordo che pria di partire
v'eran tariffe inferiori alle tremila lire"

Paola | 24/06/2009 ore 10:40:26

 

E così, sui lavavetri, siete in due (fugace ritorno dall'Ade, visto che riprendi l'argomento).

Romp | 24/06/2009 ore 10:32:11 | @

 

Mi viene in mente Gadda.

Gianluca | 24/06/2009 ore 10:18:37

 

"Priapopoli", pardon

fara | 24/06/2009 ore 10:09:01

 

La stampa parla di "mignottocrazia, mignottopoli, puttanopoli" ma non mi sembra corretto, io in questo caso parlerei di "Priapocrazia e di "priapololi"

fara | 24/06/2009 ore 10:08:00

 

Famiglia Cristiana for ever!

maramaus | 24/06/2009 ore 08:48:59

 

Vi segnalo che oggi su Repubblica Palermo Francesco Palazzo spara più o meno le stesse cazzate che ho sparato io a proposito dell'uso degli elicotteri contro i lavavetri.

roberto alajmo | 24/06/2009 ore 08:10:56

 

daniela concordo

vitalba | 23/06/2009 ore 20:20:26

 

Io non chiamerei mai il mio cane Berluscane, per non offendere il cane.

Daniela | 23/06/2009 ore 19:02:39

 

ps
E' evidente che l'"evento" è stato studiato a tavolino in onore del premier-ragazzino

fara | 23/06/2009 ore 17:19:04

 

Questa notizia ve la devo proprio riportare!

BATTEZZA IL SUO LUPO BERLUSCANE´ PER SUA VIVACITÀ AMOROSA, MULTATO

(ANSA) - VERONA, 23 GIU - È un vecchio cane lupo ma ancora vigoroso e per questo è stato battezzato `Berluscane´ dal suo proprietario, Imerio Mariotto di Verona, noto in città per la sua eccentricita'.
Una circostanza poco gradita da qualche vicino di casa che ha informato della cosa i vigili urbani, ai quali non è rimasto che fare una contravvenzione a Mariotto, proprietario di altri tre cani, di cui uno battezzato `Noemi´, perché sul cancello manca il cartello `Attenti al cane´. Per la verità il cartello c'è, ma è stato storpiato in `Attenti al Berluscane´.
La vicenda, di cui riferisce oggi L'Arena, non si è fermata alla sola sanzione (55,60 euro) perché Mariotto, assistito dal suo legale, l'avv. Guariente Guarienti, ha deciso di presentare ricorso al giudice di pace, motivando la scelta del cartello e del nome. Nella memoria difensiva, Mariotto sostiene che Berluscane è stato chiamato così per una «vivacità amorosa inversamente proporzionale all'età», ma in realta è un animale tranquillo, che «i cani femmina che si presentassero al cancello, soprattutto se cagnette giovani e ambiziose», potrebbero avvicinare senza timore di avance. Questo perché «a differenza degli esseri umani, sempre teoricamente disponibili, cagne e cagnette, per suscitare interesse, devono essere in calore».(ANSA).

fara | 23/06/2009 ore 17:13:00

 

Sarai per sempre ciuffetto, Maramaus...sei uno spasso!

Daniela | 23/06/2009 ore 16:07:05

 

http://www.youtube.com/watch?v=5KbGNQwO7es

questo è il motivo dell' accusa di diffamazione nei confronti di piero ricca

vitalba | 23/06/2009 ore 15:48:12

 

Ma un bel concerto dal vivo quando?
le ugole sembrano piuttosto pronte!

faguni | 23/06/2009 ore 15:22:08 | @

 

Rileggo i miei post in fila e mi scompiscio!

maramaus | 23/06/2009 ore 15:12:24

 

Mi sono impappinato: mi sono dato del CIUFFETTO anziché firmarmi maramaus: sarà il terrore dell'oscuramento dei blog!

maramaus | 23/06/2009 ore 15:11:26

 

Grazie mille anche a te, Daniela! Che la cartolina ti sia giunta solo con un mesetto abbondante di ritardo mi conforta: non ho sprecato i miei risparmi. Le poste mi hanno fatto un buon servizio (maledette!!!!!! un mese per andare da Palermo a Palermo!). La questione dell'oscuramento dei blog non graditi è assai inquietante: forse è il caso di darsi una mossa: tardiva, ma ncessaria.

CIUFFETTO | 23/06/2009 ore 15:10:17

 

Fra poco oscureranno anche la mia pagina di facebook, allora, o il mio blog.
Maramausetto, mi aggiungo al coro tardivo di complimenti per la tua fantastica vignetta.
A proposito di cose tardive, qualche giorno fa mi è arrivata - in notevole ritardo, direi - la cartolina/invito per la tua mostra...e fa bella mostra di sé nel mio corridoio, addirittura in duplice copia, visto che ne avevo presa una all'inaugurazione.

Daniela | 23/06/2009 ore 15:04:29

 

Datemi un LA... please... stonatissimo.

E poi un RE...

LA-RE... TE.

Fino a quando ci sarà consentito di raccoglierci in rete, e di stonare un po' insieme?
Anche perchè non mi pare che, per ora, ci si raccolga da qualche altra parte, a stonare.





A | 23/06/2009 ore 14:10:43 | @

 

oscurato il blog di piero ricca per aver diffamato emilio fede

vitalba | 23/06/2009 ore 13:32:42

 

@Faguni e @Fara: grazie mille!

(Avrete notato forse che le vesti dei due roditori sono di un lercio inedito: piccola metaforuccia). A proposito di topi e roditori vari, la storia dei comics, delle graphic novels e dei cartoons è costellata di topi di ogni sorta e specie. Dunque non particolarmente originale l'iconografia "topina" delle mie vignette, ma finalmente posso spiegare. Tutto nacque per caso nell'estate del 2003. La città era sporca più del solito (ma mai quanto ora) e i topi facevano festa. Dalla munnizza già imperante emersero i ratti (li immaginai di fogna), che speravo diametralmente opposti ai topi simapatici e teneri di milioni di fumetti e cartoni o di intellettuale e poetica bellezza -penso al Maus di Spiegelman-. Io, i miei, li voevo, proprio schifosi: più che antropomorfi, speravo di rappresentare una metafora trasparente di quella fauna che appesta Palermo e tutte le periferie dell'impero. Ciao, un bacione!

maramaus | 23/06/2009 ore 12:55:46

 

conigli o ratti sempre roditori sono e Maramaus rode e corrode

ps
se raccogliamo tutte le stonature alla fine ne verrà fuori un concerto dissonante che sarà difficile non sentire

fara | 23/06/2009 ore 12:03:40

 

Concordo con Vitalba, vignetta fantastica!
Anche se, invece di topini avresti dovuto disegnarli come conigli!
Maramaus, sei grande!!

faguni | 23/06/2009 ore 11:53:28 | @

 

Per quanto mi riguarda, continuo - se posso, riesco, ne sono in grado - a notarle, le stonature.
Alla fine quello che fa o dice o non fa e non dice 'la maggioranza' mi interessa il giusto, in linea di massima poco nel senso che io non sono la maggioranza, io sono io, ho la mia testa e se posso i neuroni cerco di tenerli in allenamento, li faccio ballare il più possibile (non perchè ciò implichi chissà-che-risultato ma questi ho, almeno non me li perdo nel silenzio).
Condividere per me è un certo antidoto, in generale, insistere nel fare anche - anche - la voce fuori dal coro, non per spirito di negazione, non per dare fastidio a chi o cosa poi, perché è divertente tediare e fare rumore. Ma per costruirci sopra qualcosa, smuovere apatie, silenzi cerebrali, togliere dalla bocca le frasi di altri.

Barbara Gozzi | 23/06/2009 ore 11:38:08 | @

 

@Vitalba: grazie mille!

maramaus | 23/06/2009 ore 11:30:33

 

Giusto, notevole accorgersi delle note stonate (se non scrivo il solito "@Barbara", non pensi Barbara ad una mancanza di considerazione nei suoi confronti. Al contrario. Nell'immagine, che sempre accompagna la lettura di un post, e che mi faccio di queste sue parole, c'è un sacco di gente che ascolta, tutti riuniti per parlare delle cose veramente importanti :-).
E il punto è questo: giusto, ma inutile se ad accorgersi delle note stonate non è la maggioranza, che come è noto "sta"...

Che si fa in questi casi?
Qualcuno ha un'idea?

:-)

Non importa il mio nome, in questi casi... | 23/06/2009 ore 11:19:08

 

@Barbara: per questo dico che contare i secondi che un tg dedica al governo e quanti all'opposizione è un lusso inutile.

roberto alajmo | 23/06/2009 ore 10:40:52

 

Ciao Roberto,
a proposito del tuo post di oggi, di 'infotainment' ect, a breve dovrebbe uscire una mia intervista a Cristiano Governa, autore e giornalista, proprio sul tema delle news, la gestione delle informazioni, ect. Tra le altre cose mi ha detto anche questo:
"...[...] Il problema è che l’informazione (o quella che ci spacciano per tale) ormai, è al 50% gossip. Ma questo serve molto di più che taroccare l’informazione politica. Hanno compreso che è molto più semplice devastare il cervello di un ascoltatore su due a colpi di idiozie, che convincerlo di questa o quest’altra idea politica o etica.
Se tu non hai niente da dire è sufficiente che ti costruisca un ascoltatore su misura: uno che non ha niente da chiedere. Insomma non è più necessario mentire, perché la metà di coloro a cui mentiremmo non sono più in grado di riconoscere vero dal falso, anzi, se ne sbattono. Hanno figa, calcio e gingle per telefonini. Chi sta meglio di loro?"

Ci sarebbe di che discutere, in generale sulla 'produzione' di notizie, su come vengono fornite ma anche sui fruitori. Già accorgersi delle note stonate, però, mi pare notevole dati i tempi che corrono.
Un abbraccio,
B

Barbara Gozzi | 23/06/2009 ore 08:26:34 | @

 

maramaus la vignetta è favolosa

vitalba | 23/06/2009 ore 07:55:39

 

@Antonia: fare un salto a Roma e andar per mostre era un bel prestesto per incontrare te, Pippo e Giapti... E ora? dove mi toccherà organizzare gli alibi artistici? Io non conosco il tedesco (ma ho visto che i crucchi realizzano fiction e serial televisivi davvero notevoli).
@Nicoletta: grazie mille!

maramaus | 23/06/2009 ore 07:51:45

 

..fANTASTICA LA VIGNETTA ...CHE DIRE OLTRE...e,,,e,,,,!!!!Sempre geniale..bè!!!!

nicoletta | 23/06/2009 ore 02:04:45 | @

 

Forse mi sto spingendo troppo oltre, ma ho l'impressione che tutto questo ci stia portando dritti dritti verso il "mondo nuovo"... Prima solo romanzo di fantascienza, adesso triste presagio di ciò che potremmo diventare...

Eliana | 23/06/2009 ore 00:34:45

 

@ Antonia
Sei fortunata ad andar via da questo paese. Come vedi neanche le "tiberiadi" berlusconiane sono riuscite ad intaccare lo zoccolo duro degli elettori delle case delle libertà. Quelle che una volta si chiamavano, più semplicemente, casini.

fara | 22/06/2009 ore 22:17:42

 

Merito dei pomodori di Lampedusa...

roberto alajmo | 22/06/2009 ore 22:01:18

 

l'insalata di Roberto è ancora più buona la sera!

paola | 22/06/2009 ore 21:53:34

 

In effetti ci mancavi un po', Antonia. E ci continuerai a mancare.

roberto alajmo | 22/06/2009 ore 19:12:12

 

Non spetta a me ricordare quanto siano maniaci della pulizia i membri del nostro governo: volevano ripulire le strade dalle prostitute e se le sono portano a casa; volevano ripulire Napoli dai rifiuti, e li hanno spostati in altre regioni; hanno ammonito i parlamentari dell'opposizione come "gente sporca e maleodorante"...
Era ovvio che la prossima uscita all'insegna della "pulizia ad ogni costo" avrebbe riguardato la politica internazionale!
E così Frattini invita a smetterla con lo spargimento di sangue... E dato che la richiesta viene da "un autorevole ministro" di un "auorevole Paese", i manifestanti iraniani non hanno potuto ignorarlo: hanno sì ricominciato a combattere, ma adesso sfilano muniti di garze e fasce... Continueranno a morire sulle strade, è vero, ma almeno lo faranno senza sporcare!!!

Eliana | 22/06/2009 ore 16:53:36

 

Bellissima la penultim'ora, Roberto.
Sono stata assente dal forum per un pò perchè, essendo un forum "intelligente" e non frivolo come FB, richiede un pò più di concentrazione......che non ho in questo periodo dato il trasloco imminente.
Le date sono slittate all'indietro, speravo di potere fare un salto a Palermo prima del trasferimento, ma appena abbiamo saputo che la scuola di mio figlio comincia il 20 Agosto abbiamo dovuto anticipare tutto. Peccato. Non vi resta che organizzare un charter per venire all'Oktoberfest o a sciare sulle Alpi o a rilassarvi sul lago.
Prometto piatti di anelletti e panelle per disintossicarvi dall'eventuale accumulo di Sauerkraut e Weisswurst.
Per una decina di giorni sono ancora online e poi.....auf wiedersehen!

antonia | 22/06/2009 ore 16:47:04

 

Mi pare di ricordare che s'era detto, da queste parti, che il prossimo "obiettivo" del Governo sarebbe stato internet...

È passato l'emendamento D'Alia.

Con l'emendamento del senatore Gianpiero D'Alia (UDC) è stato
introdotto l'articolo 50-bis:
"Repressione di attività di apologia o
istigazione a delinquere compiuta a mezzo internet".



Alessandra | 22/06/2009 ore 01:51:25 | @

 

Premetto che non ho mai condiviso questo referendum. Non sono neanche andata a firmare quando c'era la raccolta firme.
A mio parere, con l'abrogazione di alcuni passi, semplicemente da legge "porcello" sarebbe diventata legge "maiala".
Ero intenzionata, e forse l'ho anche scritto, ad astenermi ma alla fine della giornata non ho resistito. Non ho mai mancato un appuntamento elettorale: sono andata e ho ritirato le schede, tutte e tre, e ho votato NO, NO, SI.
Ora mi auguro ma non ci spero che, qualunque sia il risultato di questo referendum, questa legge elettorale venga abrogata in toto e rifatta

fara | 21/06/2009 ore 23:43:03

 

Interessante storiella, per chi non l'avesse ancora letta:

I cassonetti di Palermo con le misure sbagliate
Inservibili per la differenziata: sprecati 750 mila euro.

altre info qui:
http://www.corriere.it/cronache/09_giugno_21/salvia_cassonetti_sbagliati_3806e3ae-5e46-11de-8c08-00144f02aabc.shtml

[un altro]roberto | 21/06/2009 ore 21:36:13

 

@Gianluca: perfettamente d'accordo con te. E ti dico pure una cosa: mi emoziono ogni volta che mi danno la matita copiativa e la scheda. Come la prima volta. Nonostante le delusioni.
C'è chi dice che sono una romantica criminale. Forse ha ragione.

Daniela | 21/06/2009 ore 19:26:49

 

a me pare indiscutibile che andare a votare al referendum e votare no significa votare sì; quindi non andare a votare è il vero ed efficace modo se uno vuole che vinca il no a questo referendum.

dario | 21/06/2009 ore 18:32:36

 

Gianluca, stiamo a parlare del referendum, che sì è pure importante, ma nessuno di noi si occupa del Sultanato d'Italia? Avete letto l'orazione di Scalfari?
Sul 'Corriere' De Bortoli ha superato se stesso. Chissà che sforzo sovrumano avrà fatto.

Antonio Carollo ('ntoni) | 21/06/2009 ore 14:56:53

 

@Antonio Carollo

La penso comunque come te. Io basta che c'é da votare vado. Sarò malato?

Gianluca | 21/06/2009 ore 14:18:59

 

@Daniela.

Il referendum ha senso su grandi question etiche e politiche, come lo sono state il divorzio, l'aborto, il nucleare. Ma pensare di rifare la legge elettorale attraverso il voto referendario è come dici tu una cosa che non ha molto senso.
Peraltro ormai il referendum diventa uno strumento di lotta politica solamente quando c'é da raccogliere le firme, perché poi quando si va a votare la faccenda magari non ha più senso o si è sgonfiata nella pubblica opinione. Buona domenica a tutti.

Gianluca | 21/06/2009 ore 14:16:40

 

So perfettamente che probabilmente non si raggiungerà il quorum, che i tre quesiti si limitano all'abolizine di tre norme ma non toccano altre parti importanti della "porcata". Però da cittadino, quando mi è data l'occasione, non rinuncio ad dire la mia. Sono contrario al partito unico e qui ho la possibilità di esprimere il mio pensiero (che non conta, s'intende, un fico secco) votando no; non voglio che si prenda in giro l'elettore presentandosi in tutte le circoscrizioni (poi il messere si vanta di aver turlupinato la gente arraffando 3 milioni di voti) e ho votato si.
Semplice,no?

Antonio Carollo ('ntoni) | 21/06/2009 ore 14:16:36

 

Grazie Daniela, hai chiarito un dubbio a molti miei conoscenti!

Eliana | 21/06/2009 ore 12:30:47

 

rifiutare la scheda è semplicissimo: basta scrivere su un foglio la propria dichiarazione con una motivazione (facoltativa), firmarla e consegnarla al presidente del seggio che la metterà agli atti depennando l'elettore dall'elenco degli aventi diritto al voto.

federico | 21/06/2009 ore 12:10:19

 

http://tv.repubblica.it/copertina/polizia-iraniana-uccide-una-ragazza/34140?video

Ragazza in jeans e scarpe da ginnastica | 21/06/2009 ore 11:00:57

 

Ero sicura che si potesse fare, dal momento che ho fatto la segretaria di seggio a un referendum di parecchi anni fa e ricordo che capitò di avere elettori al seggio che rifiutavano le schede. C'è da dire che i componenti del seggio ti odiano perché devono riempire una serie di scartoffie, ma si può fare.
Invitare con troppa veemenza a non votare può essere fastidioso, soprattutto quando viene fatto nei luoghi e nei modi non opportuni.
Insegnavo in una scuola "semi-religiosa" ai tempi del referendum sulla legge 40: passavo il tempo a buttare i volantini con su scritto NON VOTARE che trovavo in sala professori. E' stato un periodo disgustoso, quello.
Ma qui mi sembra diverso e sono d'accordo con Paola,l'astensione è una posizione come un'altra.
Piuttosto,io sono stufa e arcistufa dello strumento referendum. Come si vede in questa occasione, è uno strumento imperfetto,perché l'abrogazione di una parte della legge rischia di causare un abominio anche peggiore di quello che è questa legge. Ad ognuno il suo lavoro: le leggi le dovrebbe fare il Parlamento, non i cittadini con una crocetta.

Daniela | 21/06/2009 ore 10:59:25

 

incredibile ma vero! esiste questo sito
http://www.suca.ca/

fara | 21/06/2009 ore 10:07:44

 

riflessione di mezza sera: ma com'era bello quando il voto era segreto!

federico | 20/06/2009 ore 20:06:34

 

@ Eliana e non @ Daniela!
sorry!

paola | 20/06/2009 ore 19:21:59

 

@ Roberto:
L’astensione al referendum, è una posizione terza rispetto al sì e al no, non è una non-posizione come alle politiche. Tanto è vero che il referendum, a differenza delle elezioni politiche, per essere valido deve superare il quorum del 50% + 1 dei votanti.
Quanto all'astensione in occasione dei passati referendum anch'io l'ho giudicata eticamente meschina, esattamente come giudico ETICAMENTE MESCHINO - in occasione delle elezioni politiche - ad esempio, il voto a favore di partiti politici xenofobi!
@ Daniela:
si può (ed è quello che farò anch'io) rifiutare le prime due schede e votare solo il terzo quesito. In questo modo non si contribuisce al raggiungimento del quorum per i primi due quesiti.

paola | 20/06/2009 ore 19:20:40

 

@Daniela
Credo che rifiutare due schede e prendere la terza sia come votare SI' ai primi due quesiti. Mi pare che basti ritirare anche una sola scheda per essere iscritti nel registro dei votanti, dunque se lo scopo è quello di evitare il raggiungimento del quorum, questa non è la scelta giusta. Mi pare funzioni così... Me ne devo accertare, però.

Eliana | 20/06/2009 ore 13:57:56

 

Esortare no, ma posso dire ai frequentatori del forum che io rifiuterò le schede 1 e 2, e voterò solo per il quesito 3?

Daniela | 20/06/2009 ore 12:47:01

 

@Fara, sono d'accordo. Il mondo è fatto, in prevalenza, di individualismi ed egoismi. Ogni famiglia, specie in America, pensa a se stessa e basta. Se poi riesce a conquistare una certa posizione economica diventa idrofoba verso gli altri. I nostri vecchi emigranti non sono molto diversi (non tutti).

Antonio Carollo ('ntoni) | 20/06/2009 ore 10:40:30

 

@Antonio
Lo so, Antonio. Ma questa propaganda repubblicana fa molta presa su un certo tipo di persone ( i nostri leghisti, ad esempio).
Quello che volevo sottolineare è come le persone cambiano: da emigranti, bisognosi, insultati e sfruttati se appena appena riescono a sollevarsi da una situazione di sfruttamento tendono, invariabilmente a reprimere chi, come loro un tempo, cerca un'opportunità e negano aiuto ai bisognosi per paura di perdere qualche dollaro.

fara | 20/06/2009 ore 10:18:59

 

@Fara, è tutta astiosa propaganda repubblicana, che esagera tutto e ribalta velenosamente in debacle anche i veri successi di Obama. Io ne so qualcosa perché sono in corrispondenza con un mio vecchio amico d'infanzia, iscritto e sovvenzionatore del Partito Repubblicano, che ha fatto i milioni (di dollari) e spara a zero contro Obama allo stesso modo.
L'unica cosa vera è una certa preoccupazione per i debiti del governo. Ma la situazione lasciata da Bush era così disastrosa (spese astronomiche per l'inutile e spaventosa guerra all'Iraq e per la finanza facile, per non dire allegra) che se ci fosse stata una minima esitazione a quest'ora gli USA e l'Europa sarebbero al fallimento.

Antonio Carollo ('ntoni) | 20/06/2009 ore 10:04:51

 

ps

Nota Bene: il virgolettato NON E' il mio pensiero ma il pensiero di un anziano emigrante siciliano che vive in California ed è ormai perfettamente integrato.

fara | 20/06/2009 ore 09:03:35

 


Ale, mentre noi invidiamo l'America e lodiamo Obama senti cosa scrive un emigrante che vive in USA da 45 anni. Un emigrante non di lusso ma uno di quelli che si è dovuto inchinare e spaccarsi la schiena (letteralmente). Riporto in virgolettato alcuni passi delle sue mail

"Obama si e` circondato da gente corrotta che non gli possono dare consigli di merito, lui non ha fatto altro che ripagare quelli che si sono affannati per farlo presidente e una organizzazione molto grande di questi suoi sostenitori sono stati i sindacati che ora sono stati remunerati da lui. Inoltre ha promesso al sindacato della General Motor 550 milioni l’anno. Ora vuole fare la sanita` universale, a cui anche gran parte del Congresso e` opposto. Dove li trova tutti questi trilioni che ha speso e che ancora vuole spendere? Mi sento forzato a fare quello che un governo tirannico vuole fare senza aspettare che i tempi siano maturi.

Obama non ha neache fatto tirocinio di governo e si comporta come se fosse stato presidente per 20 anni.

Quello che sta facendo lui e` economicamente deleterio per la nazione. Quando tu vuoi spendere trilioni che non hai, che intendi fare? Siamo indebbitatissimi con la Cina…e che dobbiamo diventare completamente cinesi? Ora sta forzando la mano con l’assistenza sanitaria nazionale, che il CBO (Congress Budget Office) gli dice viene a costare 1 trilione e mezzo (che non abbiamo). Inoltre dice che la sua intenzione e` di fare avere l’assicurazione di assistenza sanitaria ai 45 milioni che non sono assicurati. Pero` con quello che vuole fare lui ora si e` visto che 39 milioni di persone resterebbero ancora senza assicurazione. Qui i poveri, quelli che non possono pagare assicurazione, vanno lo stesso in clinica, in ospedale, all’emergenza e non pagano niente perche` non possono pagare. Siamo sempre noi che paghiamo. Ma quello che vuole fare lui ridurra` l’assistenza sanitaria come quella che hanno in Inghilterra, ma si assicurera` i voti dei non abbienti.

E poi guarda le figure che va facendo internazionalmente: Ha dato un’apologia all’Europa e non gli hanno dato alcun aiuto nuovo per l'Afganistan, si e` umiliato all’Iran e quello gli ha dato il ditto medio, ha preso con le buone la Corea del Nord e quello lancia missili ed esplode bombe atomiche, si e` umiliato ai musulmani e Al-Qaida lo ha denunziato. E` deja vouz con Carter."

E' veramente triste vedere come le persone cambiano non appena riescono a mettere quattro soldi in banca e comprare una villetta a schiera!

fara | 20/06/2009 ore 09:00:41

 

Obama incarna molti di quei "valori" che specialmente in Italia, in questo preciso momento storico, a me sembra, contino poco o nulla.
Insomma, mi auguro, spero, che guardare Obama, e la sua politica, serva a chiarirci le idee, su noi stessi in particolare.
Una sorta di plus valore, del Presidente Americano, fatto apposta per noi italiani...

(Come sono positiva, oggi :-)

A | 20/06/2009 ore 08:42:00

 

Le mosche sono tantissime..infatti leggo nei suoi occhi e nelle sue azioni una forte e sofferta difesa..speriamo bene vero....Gli permetteranno di compiere il suo lavoro???????

nicoletta | 19/06/2009 ore 23:34:59 | @

 

Per mia antica consuetudine ignoro sempre chi mi offende... per il resto ribadisco: la buona educazione è un'arte che si prende con il latte materno e purtroppo non è fortuna che tocca a tutti.

federico | 19/06/2009 ore 22:01:07

 

@A
No no... Le prendo solo per quelle che sono... "parole". E per di più digitali... Quindi ancora più "volatili"! :)
Per il resto, lo so, dipende tutto dal punto di vista da cui si guardano le cose... Il mio è quello lì, giusto/sbagliato/soggetto a mutamenti... Ovvio che passi molta differenza tra un linguaggio rispettoso e l'aver rispetto, ma se non hai rispetto di qualcuno, perchè continuare a parlargli? E se invece ne hai rispetto, perchè non parlargli rispettosamente?
(Mi sa che che questo è l'ingresso giusto per una strada senza uscita...)!

Eliana | 19/06/2009 ore 21:43:30

 

Si, Eliana.
Se la logica è quella binaria: 0 o 1.
Che per carità... una gran fortuna che "esista".
Ma anche no: un vero peccato.

Non dare troppo peso però a queste mie parole, Eliana...

:-)

A | 19/06/2009 ore 21:25:42

 

@Alessandra
Chi ha rispetto di qualcuno e della sua opinione dovrebbe avere un linguaggio rispettoso, no?

Eliana | 19/06/2009 ore 20:54:15

 

Un linguaggio rispettoso, è solo un linguaggio rispettoso.
Il rispetto è un'altra cosa.

Alessandra | 19/06/2009 ore 19:36:53

 

@romp. Non capisco. Io non ho aperto bocca nè quando Luigi ha preso commiato né quando Federico ha espresso la sua opinione.
Mi sono limitato a invitare tutti alla moderazione nei toni, perchè secondo me la forma e il contenuto sono strettamente collegati e vorrei a casa mia si adoperasse un linguaggio rispettoso.
Il resto è lettura del pensiero.

roberto alajmo | 19/06/2009 ore 19:02:46

 

RA, poco mi importa dell'ammonizione e mi auto-espello da solo. Perché tu sottolinei le formalità e perdi di vista il contenuto. Intanto, se parliamo di correttezza, non è educato che un tizio, per acquisire consensi, spari alle spalle di uno che è andato via, con la scusa della suo prurito morale. Ma siccome ti dava ragione, ti sta bene. Non mi importa niente né dell'uno, né della voglia di facile consenso che quel tizio ha manifestato e che tu approvi, con mio dispiacere. E' proprio un'operazione di scarsa intelligenza quella di Federico. La avalli? Fatti tuoi. Io posso solo testimoniare che Luigi è una persona vera. E che - pure con certi suoi eccessi - difenderò sempre la schiettezza che lo contraddistingue. All'inizio mi sono molto scontrato con lui, poi ho capito che la nostra esigenza era simile. Trovare una forma di comunicazione in cui - accidenti - contassero le persone e non solo le forme rococò da radical chic della patata cruda. Questa strada si è persa, se mai c'è stata. E anche tu preferisci alla dissonanza degli amici sinceri, quali luigi (che si arrabbiano in quanto sinceramente affezionati) la vicinanza dei sepolcri imbiancati.

Romp | 19/06/2009 ore 18:21:16 | @

 

Ecco la gag completa (scattata leggendo Penultim'ora).

La mosca e il moscone

La tecnica di Barack Obama nello schiacciare le mosche, a parere dei migliori esperti mondiali, è perfetta. Avete visto con che rapidità e precisione si è liberato di quella gentile ma fastidiosa mosca wascingtoniana?
Qualche giorno fa però Obama ha visto ronzargli intorno una ben altra mosca, era una mosca canterina, anzi, a giudicare dalla mole dovuta a continue feste tra mosconi e moschine, si trattava di un moscone canterino, di quelli che è difficile liberarsene, tanto la loro musichetta è accattivante. Ma Obama è tutto d'un pezzo, non potendolo schiacciare con un sol colpo del palmo della mano, avrà senz'altro studiato altre strategie. Chi vivrà vedrà.
Intanto il pesante moscone, una volta tornato alla sua dimora, non solo non ha più cantato ma addirittura gliel'hanno cantata.

'ntoni

Antonio Carollo ('ntoni) | 19/06/2009 ore 15:21:36

 

Qualche giorno fa Obama ha visto ronzargli intorno una ben altra mosca, era una mosca canterina, anzi, a giudicare dalla mole dovuta a continue feste tra mosconi e moschine, si trattava di un moscone canterino, di quelli che è difficile liberarsene, tanto la loro musica è accattivante. Ma Obama è tutto d'un pezzo, non potendolo schiacciare con un sol colpo del palmo della mano, avrà senz'altro studiato altre strategie. Chi vivrà vedrà.
Intanto il pesante vespone, una volta tornato alla sua dimora, non solo non ha più cantato ma addirittura gliel'hanno cantata.

Antonio Carollo ('ntoni) | 19/06/2009 ore 14:17:15

 

Maramaus, mi era sfuggito il tuo commento...si tratta di quelle feste a cui, se ti invitano, tu rispondi: non ci vengo neanche pagato.

Daniela | 19/06/2009 ore 12:38:21

 

@Maramaus, te lo devo dire io che genere di feste erano quelle?
Scherzo, tu lo sai meglio di me, guardami negli occhi!
Spero di conoscerti di persona.

Antonio Carollo ('ntoni) | 19/06/2009 ore 12:33:18

 

@Nicoletta, sono uno che le parole 'rispetto' e 'educazione' le conosce. Qui, in questo forum, qualcuno, non più di uno-due per la verità, le ha sentite nominare appena qualche volta. Che ne dice della recente ripetuta usurpazione del mio nickname da parte di qualche 'bravo' fatta apposta per attaccare il titolare del blog, falsamente a nome mio?
Non Le sembra che io sia giustamente irritato?, e, quindi, magari un tantino esagerato, nel reagire al ripetersi, in un blog di questo livello, di gravi scorrettezze come quelle testé verificatesi?
Accetto la parola 'pesantuccio: se Lei è leale, come sono certo che è, mi darà atto che alla fine della tirata mi sono in qualche modo scusato facendo autoironia. Rimane però la giustezza delle mie osservazioni.
Non Le pare?

P.S.
Lo ammetto: qualche volta reagisco a certe vicende ergendomi (si fa per dire) a giudice, se trascinato per i capelli. Però, credo sia più facile o difficile, non lo so, fare il giudice dei giudici.
Un'ultima osservazione. In questo blog è molto amato (ripeto: da una o due persone) uno sport: quello di colpire l'interlocutore anziché prendersi la briga di confutarne le argomentazioni.

Antonio Carollo ('ntoni) | 19/06/2009 ore 12:21:17

 

Stamattina non lavoro e ho fatto colazione tardi. Mi dovete fare risalire il latte con le inquietanti immagini di Berlusconi utilizzato?
Cambio argomento, torno a quanto detto da Nicoletta. Purtroppo la linea del panettone esiste da anni.
Io ne avevo 11 quando fui aggredita da un gruppo di ragazzini che frequentavano lo stesso campo estivo (dei salesiani, per giunta) con me. Il salumiere e i suoi figli devono averli giudicati innocui, perché hanno guardato l'intera scena senza scomodarsi ad attraversare la strada. Sono stata io ad allontanarli a pugni e calci e che non gradissi molto le loro attenzioni doveva essere evidente, dato che piangevo e gridavo insulti.
Spesso c'è anche un problema di sottovalutazione della situazione che hai davanti: in fondo, nel mio caso, erano soltanto dei ragazzini che toccavano dove non dovevano. In fondo, nela caso del povero rumeno - avranno pensato i passanti - ma che vuoi che sia, chissà che ha fatto e si sente male.
Ma a me hanno insegnato che l'indifferenza è peggiore della violenza stessa: perché non richiede neanche quella sottospecie di coraggio di cui è dotato il violento.

Daniela | 19/06/2009 ore 11:37:14

 

Ma da quand'è che per andare a una festa ci si fa pagare? E non sono gli invitati che in genere portano doni e presenti agli ospiti? Ma la buona creanza di una volta?

maramaus | 19/06/2009 ore 11:32:28

 

Non credo di dover spiegare a persone intelligenti la differenza fra libertà d'espressione e diritto all'insulto.
Romp: dire a qualcuno di farsi i fatti suoi e accusarlo di essere "scodinzolante" è cattiva educazione. Ammonito.
Domenico: dire a qualcuno che è una persona "inutile" o che è un padrino è maleducazione. Seconda ammonizione, espulsione.

roberto alajmo | 19/06/2009 ore 10:02:35

 

@ Maramaus
L'utilizzatore potrebbe essere utilizzato. Ma è meglio non iniziare questo tipo analisi. Potrebbe risultare fallosa

fara | 19/06/2009 ore 09:01:40

 

Alessandra, cosa altro posso fare?
Alle farse si ride sempre per le disgrazie di qualcuno, anche se in questo caso i "disgraziati" siamo noi

fara | 19/06/2009 ore 08:54:59

 

Ma allora Ghedini mente sapendo di mentire (erano anni che volevo scrivere questa frase fatta): parla di utilizzatore finale. Di che? Se non può utilizzare per incapacità di utilizzo il proprio vecchio arnese. Dunque, assolto! Forse è il caso di concentrarsi nuovamente su Mills.

maramaus | 19/06/2009 ore 08:34:49

 

... tu ridi, Fara?

Alessandra | 19/06/2009 ore 08:09:43 | @

 

Sentendo la rassegna stampa di oggi, ho riso. Riso a crepapelle o crepapancia, come preferite: su Libero c'erano due articoli che si fronteggiavano, ovviamente sui presunti festini del premier, uno di Mughini che muoveva qualche critica al comportamento sessuale del cavaliere e, a fronte, uno di Feltri a difesa del cavaliere.
Non può essere colpevole, sostiene Feltri, il soggetto è impotente essendo stato operato alla prostata ben 13 anni fa!.

Siamo alle Atellane!

fara | 19/06/2009 ore 07:43:38

 

Mazza!! anzi Minchia !! ma chi sei o Antonio........conosci parola tu rispetto??? pesantuccio sei..........ah------ah......-------ugh.....

nicoletta | 19/06/2009 ore 01:28:13 | @

 

Spaccare il capello in quattro è un esercizio molto in uso da secoli nel Meridione, specie in Sicilia e nel napoletano. Siamo tutti avvocati e giudici. Mi verrebbe da dire: con che risultato!, visto lo stato di sottosviluppo in cui ci troviamo. Ma non sarebbe giusto perché la questione del Meridione è molto più complessa, come sappiamo.
La cosa diventa surreale e imbarazzante se si aggiunge che in un blog come questo, in cui il titolare, che non è un pinco pallino, mette la faccia e la sua storia, e con lui altri suoi amici per quanto riguarda il forum, qualcuno adopera il nichname come una maschera per scaricare bordate senza rispetto per gli interlocutori.
Non voglio fare prediche (taluno dirà che invece le sto facendo, pazienza), mi si permetta però di dire che tra persone di una certa statura culturale (parlo di voi, non di me) mi sembra naturale pretendere da quel qualcuno, se non altro, un certo savoir faire, o no?
Per quanto mi riguarda cercherò di attenermi a questi propositi:
-mi comporterò da ospite in un blog di un intellettuale che anziché chiudersi in una sua torre d'avorio ha avuto la gradevolezza (e forse anche il coraggio) di aprirsi pubblicamente alla discussione e al confronto con amici, conoscenti ed anche sconosciuti (per favore, non dite che questa è adulazione, per me è la semplice verità).
-le parole dei miei post diranno sempre quel che penso, anche se dovessi dissentire (garbatamente) col titolare del blog.
Augh, l'ho detto.
Adesso ditemi che sono noioso, retorico e pedante.

Antonio Carollo ('ntoni) | 19/06/2009 ore 00:43:56

 

Intanto i miei complimenti ad EVELINA... posso comprendere ciò essendo stata anch io ..molto temèo fa..vittima dell indiffferenza e del..."niente sacciu e niente vitti"...da parte della gente ..codarda. chiedevo aiuto e nessuno si avvicinava, anzi mi guardavano...schifiati pensando sicuramente che fossi che ssò..ubriaca o strafatta...ma nn era cosi..perchè la gente nn ti guarda bene negli occhi per cogliere ...preferisce non essere coinvolti......l'umanita...è un concetto per me irreversibile pieno di significati..e adesso piu che mai mi sento molto..disadattata.............

nicoletta | 19/06/2009 ore 00:41:58 | @

 

Riporto qui un intervento di Evelina Santangelo sull'indifferenza nella quale si è consumato il dramma di un fisarmonicista rumeno:


26 maggio 2009, ore 19,00.
Un uomo con una fisarmonica in spalla, accanto a lui una ragazza. Camminano verso la stazione Cumana di Montesanto.
Un corteo di 4 centauri sfilano contromano davanti alla telecamera della video sorveglianza all’esterno di quella stessa stazione. Non c’è l’audio, ma si capisce che i motori rombano nel traffico cittadino dell’ora di punta.
Nella controluce, s’intravedono l’uomo e la ragazza correre verso le porte d’ingresso.
L’uomo avanza piegato, arranca fino ai tornelli della stazione, cerca di appoggiarsi all’obliteratrice. Non c’è l’audio, ma si capisce, si vede che la ragazza sta chiedendo aiuto alla folla accalcata in uscita e in entrata lì, a un passo da lei e da quell’uomo, che deve essere il suo compagno o suo marito.
L’uomo è piegato su se stesso. Si stringe la mano al ventre o al petto. È ferito. Si capisce anche dal video che è ferito. La ragazza prova a sorreggerlo. L’uomo scivola piano, si accascia vicino ai tornelli.
La gente intanto si è diradata. Quella che è ancora lì o sta arrivando in quel preciso momento non si volta nemmeno. Si vede che sente la morte lì a un passo, e non vuole vedere, vuole obliterare al più presto, andarsene. Solo qualcuno rimane per qualche istante a guardare atterrito o spaesato, poi si allontana, tornando indietro verso i binari o avviandosi in fretta verso l’uscita.
La moglie ragazza grida, si dispera. I pochi rimasti si accalcano sul tornello vicino come animali terrorizzati, spingono, incerti se andare verso i treni o uscire fuori dalla stazione.
La moglie ragazza si guarda intorno. E intorno non c’è più nessuno.
Davanti alla telecamera della video sorveglianza adesso c’è una ragazza che si dispera nella più assoluta solitudine. L’uomo, esanime, accasciato ai suoi piedi.

Queste le immagini che molti di noi, ieri sera, hanno visto nei vari telegiornali o in qualche rubrica di informazione. Queste le immagini che oggi molti vedranno replicate in decine di siti. Una sequenza sconcertante.

Così è morto Petru Birladeandu, cittadino rumeno, musicista di strada, colpito a una gamba e al torace da una pioggia di proiettili di camorra destinati a qualcun altro (il camorrista Salvatore Mariano).
Petru Birladeandu non è stato ucciso né per odio razziale né per un qualche regolamento di conti. Petru Birladeandu è stato ucciso perché si è trovato nel posto sbagliato al momento sbagliato. Una vittima innocente, come si dice, o meglio, un vittima casuale. Come lo potrebbe essere ognuno di noi.
Ed è proprio questo che sconcerta. La consapevolezza che Petru Birladeandu poteva essere ognuno di noi.
E ognuno di noi – dinanzi a un uomo e a una donna che chiedono disperatamente aiuto – vuoi per paura, per orrore, per sospetto nei confronti dell’altro (di chiunque altro che non ci assomigli), per diffidenza dinanzi alla pregiudiziale malvagità umana, per il terrore che può suscitare la violenza camorrista, per spirito di auto conservazione, per tutte le mille ragioni che si possono sviscerare nel tentativo di dare un senso a un evento così inoppugnabile e inquietante, ha lasciato che tutto ciò accadesse senza sentirsi minimamente chiamato in causa, senza nemmeno pensare che quell’uomo lì accasciato a terra poteva benissimo essere ognuno di noi, con tutta l’innocenza e l’umana sollecitudine che ognuno di noi prova per se stesso o per un suo simile.

Dico questo, non per generico spirito umanitario o per quel facile esercizio di pietà umana propria di chi giudica a posteriore gli eventi, senza essersi trovato lì in quel preciso momento, in balia di quella stessa paura, di quello stesso orrore, di quegli stessi gesti inconsulti o intenzionali o semplicemente indotti, ma perché quelle sequenze mi sembra diano la misura di una sconfitta che ci riguarda tutti, indistintamente.

Una sconfitta che di sicuro si annida in diverse radici. E, se le dovessimo sviscerare, dovremmo di certo tenere in considerazione il modo in cui è percepito lo Stato e, di contro, il modo in cui sono vissuti quotidianamente l’arroganza e il potere della camorra (come della n’drangheta o della mafia) in realtà come quelle, il modo in cui si è radicalizzato in questo paese il sospetto nei confronti di alcune etnie e, in genere, nei confronti di tutto ciò che non ci assomiglia, o addirittura, come nota Zygmunt Bauman, nei confronti degli «esseri umani e delle loro intenzioni» tout-court... il modo in cui in questo paese si smantella quotidianamente il senso stesso di solidarietà sociale...

Ma, tener conto di tutto questo, non può in nessun modo nascondere un dato di fatto filmato sequenza dopo sequenza in tutta la sua evidenza: nessuno, quel 26 maggio alle ore 19,00 in quella stazione, ha prestato soccorso a un uomo, Petru Birladeandu, e a sua moglie.

Non prestare soccorso non è solo un reato sanzionato dall’articolo 539 del Codice Penale, è un reato contro la persona, contro la vita e l’incolumità individuale che nessuno di noi, se solo lo considerasse nella sua natura, penserebbe mai di poter commettere, o di potersi perdonare.

Ora, la casualità che ha sancito quella morte, l’innocenza della vittima, la sconcertante evidenza di quel dolore senza soccorso non possono non suscitare sgomento: ognuno di noi non ha soccorso ognuno di noi.
Qualunque ne sia la ragione, non possiamo che costatare una terribile verità: la sconfitta di quella fiducia e solidarietà umana che è il fondamento stesso dell’umana convivenza.
Ognuno di noi ha avuto paura di ognuno di noi.

Evelina Santangelo

Marta Aiello | 18/06/2009 ore 23:50:36 | @

 

@luigi (se mai ripasserà di qua)
entrare in casa di qualcuno e dire al padrone di casa che spara cazzate è ancora oggi, nonostante l'oscurità dei tempi, segno di cattivissima educazione.

federico | 18/06/2009 ore 22:09:22

 

Scusa, maramausetto, ma ammetterai che, dati i tuoi precedenti, potevo ben pensarlo...
Oggi, comunque, io stavo per scrivere sucola su facebook...Ho poco da ridere.
A proposito, Fara: la Gelmini, ecco una che insulterei. Dicendole pacatamente, fermamente, purtroppamente senza alcun risultato che un'ignorante come lei sta distruggendo quanto di più bello e vero ci sia, la scuola. Io ci credo, chi mi conosce lo sa. Mi paice il lavoro che faccio, la luce negli occhi dei ragazzi, il bagliore che viene quando sono riusciti a fare una cosa difficile con le loro forze.
Non riesco a rassegnarmi all'idea che qualcuno voglia rubare il futuro a questi ragazzi, rendendoli una massa informe di consumatori. Non ci sto.

Daniela | 18/06/2009 ore 18:59:17

 

@Daniela: "Romp", inizialmente un timido "Ro(m)p", non fu frutto di un ennesimo mio refuso, ma facile assist fornito dal detentore medesimo del nickname: un rompiscatole (simpaticissimo e indispensabile) come Roberto Puglisi (i pochi che non lo sapessero possono leggerlo tutti i giorni su livesicilia.it) non lo trovi facilmente!

maramaus | 18/06/2009 ore 18:54:15

 

Vi racconto una cosa che mi è capitata recentemente. Ho scritto una mail ad una persona che non conosco - non vi sto spiegare il come e il perché, non è importante -, una mail in punta di piedi, ma che questa persona non ha gradito e ha frainteso. La sua risposta è stata scortese, cattiva, brutale, talmente offensiva, che ho cancellato immediatamente il messaggio, presa da disgusto. Se le stesse parole avesse avuto il coraggio di dirmele di persona, mi avrebbe dato intanto la possibilità di rispondere mper le rime e di confrontarmi e poi non si sarebbero impresse nero su bianco, anche se per quel poco tempo che sono rimaste nella mia casella di posta.
Le parole sono spade, soprattutto quando giudicano una persona.
Cerchiamo di non farlo mai. Quando metto 4 ad un alunno (scusate la deformazione professionale), cerco sempre di metterlo al suo compito, non a lui. Ci provo.

Daniela | 18/06/2009 ore 18:42:39

 

Romp, io credo che le parole scritte abbiano un valore che quelle dette col fiato spesso non possiedono. Non che che verba volant. Perché se volant talvolta volano alte. Però, tu che scrivi per professione lo sai molto meglio di me, le parole scritte sono in qualche modo incise. Restano anche a futura memoria, e aggiungo purtroppo: perché quante volte abbiamo scritto cose che avremmo voluto scrivere meglio, più ponderate, più pesanti nella loro leggerezza, più significative, più pregnanti? A me capita così. E purtroppo nove volte su dieci resto insoddisfatto non tanto del COSA ma del COME. E' il COME che rende pregnante e autorevole il COSA. Sto studiando per ridurre le volte in cui mi pento o mi rammarico di aver scritto male cose che meritavano maggiore attenzione, maggiore cura. Le parole dette col fiato sono belle perché, se non sono dette al telefono, ti fanno vedere le espressioni: della bocca, del viso, del corpo. E le trovi belle e attraenti e ti piacciono se la comunicazione fisica ha un proprio appeal. Invece le parole dette, anche belle nel loro significato finale, ma pronunciate faticosamente, spesso cadono nel vuoto, nell'indifferenza. Ti faccio un esempio: il grandissimo Sciascia faticava da morire nell'eloquio. Le sue parole erano sacrosante, ma di difficile presa. Invece quando scriveva, che musica!

maramaus | 18/06/2009 ore 18:28:36

 

Romp, ma che dici? Le persone sacrificabili? Ma quando mai...
La maschera ce la mettiamo tutti, pure tu, quella del provocatore, e lo sappiamo tutti, come dici tu. L'ironia del tuo post maiuscolo io l'avevo colta.
Non sempre sono d'accordo su quello che dici e su come lo dici, ma non mi sogno di dare giudizi su te come persona. Anzi, ti dirò che, conoscendoti personalmente, per quanto poco, se pure dici qualcosa che mi piace poco, la ridimensiono sempre. Proprio perché conosco il personaggio...non ti faccio il sorrisetto con i due punti e la parentesi perché so che odi le faccine.
Lo sai comunque qual è la regola: tu ti sei attribuito il nomignolo inventato da Gianni, perché ti ci sei riconosciuto (nato da un refuso, se non ricordo male), ma se non lo avessi fatto, avremmo smesso di usarlo. Credo che se a qualcuno non faccia piacere essere etichettato in un de3terminato modo sia opportuno non continuare, no?
Mi piace il suggerimento di Gianni, che invita ad inviare mail private. A volte è meglio.
Guarda, questa a me sembra una delle poche isole libere da ipocrisia, non so perché tu abbia questa impressione. Se io dico cose positive poniamo di Fara è perché la stimo, all'inizio ci azzuffavamo anche, poi abbiamo imparato a conoscerci e apprezzarci. Questo viene spesso interpretato come "spirito di corpo".
Personalmente, io adotto il sistema "Vincenzo Mollica": di quello che non mi piace troppo, preferisco non parlare...con il rischio - ed è capitato - che il mio silenzio venga frainteso.
Ma è come con gli alunni: i complimenti in pubblico, le critiche - perlomeno quell piò aspre - a parte.
Io la penso così.

Daniela | 18/06/2009 ore 18:28:00

 

Daniela, hai sentito l'ultima proposta della Gelmini?
Aiuti finanziari alle famiglie "bisognose" che iscrivono i figli alle scuole private. Ma non sarebbe più semplice finanziare le scuole pubbliche?

fara | 18/06/2009 ore 18:17:57

 

Io uso sempre essere un po' provocatore. Non a caso ho scelto un nick esplicito, per avvertire gli altri del gioco. Ma veramente gli ultimi post li ho scritti con spirito di sana e gioiosa polemica. Infatti, Eliana sarà nuova ma l'ha capito e ha risposto in modo assolutamente adorabile. Quanto a quello che scrive Gianni: il post maiuscolo era evidentemente uno scherzo amichevole di risposta al suo. Come quando si dice a un amico che ti consiglia una camomilla: NON SONO MICA PAZZO!!! Urlando. Era un modo buffo di sottolineare il discorso sull'aggressività. A questo punto, Caro Gianni, se basta così poco per farti ricredere... Ci siamo incontrati tutti, ci siamo piaciuti. Il risultato? Qui siamo sempre maschere, contenitori da riempire. A me non interessa questa comunicazione falsa e ipocrita. Non mi interessano questi rapporti. E ho letto cose che mi hanno sinceramente amareggiato. Alla fine, sull'altare delle nostre convenzioni e del nostro concetto di perbenismo, siamo tutti pronti a scannare le persone a cui abbiamo sinceramente teso la mano poco prima. Il forum è sacro, le persone sacrificabili. Ecco, questo a me - scusate -sembra infinitamente più grave delle cazzate e delle veline.

Romp | 18/06/2009 ore 18:09:10 | @

 

Maramaus, se fossimo su facebook avrei cliccato sul pulsantino LIKE per far sì che spuntasse un "simpatico" pollice su ad indicare il massimo apprezzamento per il tuo intervento...
Quando sono veramente arrabbiata, mi sfogo insultando gli automobilisti indisciplinati in macchina. A Palermo non mancano mai, per fortuna. Costa meno dello psicologo e come la caramella Dufour non risolve, però aiuta...

Daniela | 18/06/2009 ore 17:58:01

 

@Daniela: da quel che ho capito non è in gioco il COSA si dice ma il COME si dice. Quando un forum, un blog (non solo questo, ci mancherebbe altro) diventa una sottospecie di buttatoio-sfogatoio, io (maramaus, gianni allegra, nessun altro: mi prendo la responsabilità e mi ci inchiodo) mi sento a disagio. Soprattutto se improvvisamente i contendenti incrociano le lame o si misurano l'arnese per vedere chi lo ha più lungo. Paroloni, insulti, dapprima velati e poi manifesti. Perdo la rotta: mi ritrovo in un mare ostile. Ho scelto questo blog (e pochi altri) perchè mi stanno a cuore argomenti (e con essi le persone che li esprimono) da condividere con altri "opinionisti" che reputo a me simili, vicini. Non ho voglia di misurarmi con un contraddittorio petulante e reattivo: in quel caso vado in altri luoghi, deputati alla contesa, allo scambio di improperi. Non voglio dire che l'armonia debba regnare sovrana. Sono alquanto smaliziato e abbastanza vecchio da sapere bene che non esiste. Ma se ho un problema, un attacco di bile, una nevrosi galoppante, una voglia di menar pugni e altra aggressività psicochimica, vado da uno psicologo, da uno specialista, da un amico, da un prete. Oppure scrivo una mail di fuoco a chi mi sta sulle palle per dirglielo papale papale (proteggendo gli altri, che poverini, sono costretti, invece, a beccarsi tutti gli spruzzi dell'adrenalina impazzita). Credi, Daniela, che a me non venga voglia di mandare fare in culo un mare di persone, anche frequentatori di questo forum? Ma penso sia meglio dare un contributo anziché uno sputo in un occhio.

maramaus | 18/06/2009 ore 17:40:26

 

A proposito: qualcuno sa se la missione di guerra in via perpignano ha sortito alcun effetto? Spero che il governo nazionale non si stia preparando per mandare i parà della folgore.

federico | 18/06/2009 ore 17:31:56

 

"E' triste notare come da un normalissimo scambio di opinioni sull'uso esagerato delle forze dell'ordine, si sia scivolati in un "curtigghio da baddarò", in puro stile avv. Ghedini, e siano state tirate in ballo "veline" e conseguenti "utilizzatori finali".
A quanto sembra il ghedinismo e l'intolleranza al dissenso è malattia contagiosa."


Sottoscrivo quello che ha detto Fara, le faccio eco e poi sto zitta, se consentite, che sono stanca e questo modo di discutere mi infastidisce.
Qualcuno cambia tono e discorso?
Grazie

Daniela | 18/06/2009 ore 17:18:05

 

Luigi, non mi starai dicendo che l'intervento sulle interlocutrici era un intervento degno di nota, vero? Non mi starai dicendo che farmi sapere la tua personalissima opinione sulle persone che frequentano questo forum sia più importante di farmi sapere cosa pensi degli argomenti che animano questo forum,vero...!? Perchè di curtigghi io ne sento già tanti al mio paese, qui speravo si parlasse d'altro.
Forse chi non ammette repliche ai propri interventi sei tu, Luigi.

Eliana | 18/06/2009 ore 17:00:12

 

Sullo "spessore" degli interventi citato da Eliana stendo un mio personalissimo velo pietoso.

Sul fatto che ad un certo punto del dibattito scatti la censura non trovo particolari differenze con l'atteggiamento di Mr. B che, accusato di frequentare veline, dice che per certe persone servirebbe la censura.

Per il resto non credo che Alajmo frequenti veline. Credo che cerchi consenso, sempre e comunque. A qualsiasi costo. Anche della censura. E questo parla da se.

Dopodiché mi congedo, saluto molto affettuosamente tutti coloro che hanno fatto con me in questo forum un tratto di strada e vi lascio al seguito.
Non voglio partecipare ad un forum in cui non sono ammesse opinioni diverse da quelle del padrone di casa.

Di "Padroni" noi italiani che lavoriamo ne abbiamo già abbastanza.

Luigi | 18/06/2009 ore 16:48:21

 

E' altresì VOLGARISSIMO non capire Roberto. La volgarità serve a sensibilizzare la natura umana non a brutalizzarla.

domenico (termini Imerese) | 18/06/2009 ore 16:38:16

 

@Luigi
E' vero, frequento da poco il forum e probabilmente molte cose mi sono ignote. Ma i vari interventi e i relativi commenti li ho letti. Ne leggo un tot al giorno, quando posso, quando ho tempo, per capire con chi sto aprlando, per comprendere le dinamiche del gioco, e poi perchè i post di Roberto mi piacciono molto. Altrimenti non starei qui. Il fatto che in tante, ma mi sembra anche tantI condividano l'opinione del padrone di casa, non mi pare poi così grave. Se poi, per esprimere approvazione ai post di Roberto, qualcuno utilizza anche un linguaggio che TU RITIENI esagerato, be' mi sembra che il tuo punto di vista in merito non sia così importante. Mi interessa molto di più sapere cosa pensi sui lavavetri ed il loro arresto spettacolare, o sul dilagare dell'indifferenza egoistica, pittosto che il tuo parere sulle ammiratrici plaudenti ed annuenti! Anzi, la trovo una considerazione così priva di spessore che quasi quasi mi pento di averla commentata.

@Roberto
(a proposito della somiglianza tra l'episodio di Napoli e quello di Palermo): è sempre così... Le cose incomprensibili vengono automaticamente cancellate dalla memoria... Come in psicologia accade con i traumi, anche in questo caso forse rimuovere l'evento spiacevole sarà stato un modo per proteggerci dall'idea di avere perso anche quell'ultima qualità da sempre millantata che ci voleva i paladini dell'altruismo e della generosità.

Eliana | 18/06/2009 ore 16:35:16

 

Chiedo scusa a coloro ai quali questo intervento sembrerà ridondante, ma mi vedo costretto a stabilire alcuni semplici regole. In questo forum dire che una persona spara cazzate è considerato volgare. Fare insinuazioni di carattere personale è considerato molto volgare. Dire di una interlocutrice che è una velina è considerato volgarissimo.
Ogni ulteriore volgarità verrà rimossa.

roberto alajmo | 18/06/2009 ore 16:27:55

 

Mi dispiace che emerga un eccesso di polemica su una questione che, proprio vedendola da un punto di vista più generale, non è affatto di lieve entità, presenta molteplici sfaccettature e non permette a nessuno, a mio modesto giudizio, di potersi permettere di avere la verità in tasca.

Gianluca | 18/06/2009 ore 15:58:20

 

Girare la frittata e delegittimare chi non la pensa come te è una vecchia tecnica che ormai in questo mondo estremamente smaliziato viene smascherata agevolmente da una grossa fetta del pubblico (quello che pensa col proprio cervello) ma non dalla maggioranza di esso. Di ciò gni giorno bbiamo la controprova con quel messere che ci governa e col suo elettorato che l'ascolta a bocca aperta.
Qui però si tratta di una serena discussione tra amici (almeno spero) e quella tecnica dovrebbe essere messa da parte.
Si parlava solamente del teatrale eccesso di zelo della polizia che per colpire tre o quattro lavavetri molesti mobilitava quasi tutta la sua forza repressiva (vi rendete conto che significa quindici volanti e un elicottero? A Londra a quest'ora il responsabile sarebbe sotto accusa per distrazione o spreco di risorse pubbliche). Punto. Perché allargare il discorso al bisogno di sicurezza dei cittadini, al fanatico uomo di sinistra che è sempre a favore degli extracomunitari e mai dei poliziotti, alla stigmatizzazione dei presunti pregiudizi che albergano in una certa sinistra contro tutto ciò che è ordine e repressione contro i beboli. Viene fuori, oggi, addirittura che i lavavetri in quell'incrocio erano trenta, ieri si parlava di venti, prima ancora di tre-quattro, e che due vigili di guardia sarebbero insufficienti (non è vero: il lavavetro ha paura di chi indossa una divisa).
Non contenti di aver annegato il piccolo episodio della frastornante parata poliziesca in materie che sono state e saranno oggetto di ponderosi saggi , si comincia oggi ad affermare con sicurezza che tutti i lavavetro sono al servizio della mafia (scusate, non voglio offendere nessuno, ma mi son fatto una bella risata; che acume e che capacità divinatorie possediamo, che idea abbiamo della mafia? è un'associazione criminosa che organizza gli accattoni?).
Vorrei fare un'altra domanda: siccome si parla di una Palermo infestata di lavavetri nocivi, risulta che ad ogni incrocio ci sia un massiccio intervento come quello effettuato in via Perpignano? Crediamo che basta una sola lezione per eliminare l'inconveniente. Se la pensiamo così non sappiamo cosa significa avere fame e pensare a quella dei propri figli (rimasti in patria).
Infine lo giuro: se qualcuno dice che anch'io faccio l'eco, credendo di delegittimarmi, mi farò un'altra bella risata, pensando che Palermo è interessante perché è varia ed originale.

Antonio Carollo ('ntoni) | 18/06/2009 ore 15:37:49

 

Ma davvero c'è ancora qualcuno convinto che in una città malridotta come Palermo per colpa dei SUOI abitanti il problema dei lavavetri sia degno di una qualche importanza????

federico | 18/06/2009 ore 14:59:11

 

Devo ricredermi sulla tua capacità di intendere e sulla tua sottile acutezza e sulla tua generosa sensibilità? Non è una chat: non dirò oltre e altro. Ciao, buon lavoro.

maramaus | 18/06/2009 ore 14:57:43

 

Gianni, sinceramente non ho capito. Cosa vuoi dire?

Romp | 18/06/2009 ore 14:46:35 | @

 

p.s. Scrivo sulla Fiat chiudenda da anni (la satira ti costringe a guardare l'immediato e al contempo il futuro remoto che improvvisamente diventa presente impellente). Purtroppo cassandreggio spesso e troppo facilmente. Ho centinaia di vignette che testimoniano per me.

maramaus | 18/06/2009 ore 14:44:19

 

Romp, non tergiversare. Tu adoperi le parole in un modo, io in un altro. Rispettabili le tue, rispettabili le mie. Sul gusto e sul senso estetico credo che nessuno sia disposto a derogare se stesso, mai.

maramaus | 18/06/2009 ore 14:40:12

 

Le parole sono importanti, Maramaus (sssst, stanno chiudendo la Fiat)

Romp | 18/06/2009 ore 14:36:41 | @

 

Ma come parli, Romp?

maramaus | 18/06/2009 ore 14:29:04

 

E' triste notare come da un normalissimo scambio di opinioni sull'uso esagerato delle forze dell'ordine, si sia scivolati in un "curtigghio da baddarò", in puro stile avv. Ghedini, e siano state tirate in ballo "veline" e conseguenti "utilizzatori finali".
A quanto sembra il ghedinismo e l'intolleranza al dissenso è malattia contagiosa


fara | 18/06/2009 ore 14:28:51

 

Aggressivo io? MA CHE C... DICIIIII !!!!!????

Romp | 18/06/2009 ore 14:27:55

 

Grazie Domenico. Non sono degno di stare alla tua mensa. Ma di' soltanto una parola e io sarò salvato :-) E mentre noi ci accapigliamo sui lavavetri, un certo stabilimento Fiat dalle parti di Domenico (tutta la cronaca su livesicilia.it, piccolo spazio pubblicità) sta per chiudere. Cioè, Marchionne ha solo detto che non produrrà più auto. E l'ha detto senza volanti, né elicotteri.

Romp | 18/06/2009 ore 14:26:51 | @

 

Non entro nel merito della vicenda (l'ultimo editoriale del padrone di casa) che ha suscitato questo can-can. Ma mi permetto di fare un'osservazione estetica da "estetista" quale spero (o addirittura pretendo) di essere. Perché questa aggressività? Questo forum si è caratterizzato nel tempo per la civiltà degli interventi e degli intervenuti. Per la sarenità dei dialoganti e talvolta per la bellezza di alcuni contributi. Rarissima la spazzatura e per di più non memorabile. Mi chiedo, dunque, come mai questa animosità per una opinione che può essre condivisa o meno? Se non si condivide ci sono migliaia di modi per esprimere il proprio dissenso. Che secondo me deve essere improntato sempre alla moderazione, alla morigeratezza. E se ironico, meglio la leggerezza (ma forse è pretendere troppo). Apostrofare gli interventi e il modus "esprimendi" e "scrivendi" anche di chi è nuovo di questa accogliente agorà, con giudizi trancianti, non rende più appetitosa la pietanza o più acuto l'intervento (sarcastico). Credo che la linea di un blog sia dettata per forza di cose da chi lo detiene. Chi non ama il ritmo o se ne stufa può sempre aprire un proprio giornale elettronico. E dire quello che si crede enl modo che ritine più opportuno. Ah, volevo dire una cosetta anch'io. Non bastano due vigili all'incrocio, e una truppa è troppo dispendiosa. E' la cultura che va modificata o cambiata. La nostra cultura.

gianni maramaus allegra | 18/06/2009 ore 14:24:40

 

Salvo solo ROMP e LUIGI che forse sono gli unici ad avere senso della storia e che hanno capito la natura umana

domenico (termini Imerese) | 18/06/2009 ore 14:13:14

 

Tamara ha la coda di paglia, crede di essere una velina? Roberto era un modo ironico di appoggiare la tesi Luigi, tutto qui. Fate una cosa, mio consiglio, leggetevi Dexter Filkins, La guerra per Sempre. Vi consente di capire cose al di fuori delle lamentele tipiche di voi italiani.

domenico (termini Imerese) | 18/06/2009 ore 14:11:38

 

Domenico, scusa se te lo chiedo: mi potresti spiegare meglio questo tuo ultimo intervento?

roberto alajmo | 18/06/2009 ore 13:38:10

 

Povero Domenico, come sei caduto in basso...

tamara bianchi | 18/06/2009 ore 13:37:15

 

Ognuno ha le Veline che merita.

domenico (termini Imerese) | 18/06/2009 ore 13:29:42

 

Io gongolo? Ti invito a smettere di insinuare e a essere più rispettoso delle opinioni altrui. Grazie.

roberto alajmo | 18/06/2009 ore 13:26:54

 

Roberto non confondere le cose.
Plaudire ad ogni tua affermazione, qualsiasi cosa dici, come certe tue ammiratrici hanno fatto in passato, (e fanno ancora) non c'entra nulla con me.

E' abbastanza normale che questo accada. E non significa che tutte le donne siano così.
Tu forse gongoli per questo e, per quello che mi riguarda, non me ne può fregar di meno.

Però l'obiettività è un'altra cosa, come la demagogia.

Io non ho bisogno del consenso del popolo, sai di cosa vivo, per cui è superfluo che mi accusi in tal senso.

E continuerò a comprare i tuoi libri se continueranno a piacermi.
E perseguiterò a dire che scrivi cazzate se continuerai a scriverle.

Luigi | 18/06/2009 ore 13:13:52

 

@Luigi: mi è capitato di essere d'accordo anche con altri in questo forum, oltre che con Roberto. E l'ho scitto. L’ho detto a Fara, a Federico, a Gianni, ad esempio. Non capisco perché insisti sul tasto delle “ammiratrici plaudenti ed annuenti”. Oh, scusate, ho rifatto l’eco :-D
Riportare una frase, a mio parere, può essere utile in una comunicazione scritta come punto di partenza per un personale approfondimento sulla discussione. E che diamine! È per caso anche vietato riportare le frasi di altri, adesso, in Italia?

tamara bianchi | 18/06/2009 ore 13:10:46

 

Luigi, darti torto significa di per se essere plaudente e annuente nei confronti del sottoscritto?

roberto alajmo | 18/06/2009 ore 13:00:39

 

Romp, caro, vedi che su una cosa concordiamo? ;-)

tamara bianchi | 18/06/2009 ore 12:44:37

 

@Eliana
L'eco questa volta lo faccio io:
"dove sono le ammiratrici plaudenti ed annuenti?". Ma hai appena letto gli altri echi?

Sei nuova del forum e mi hai frainteso, ma Roberto e molti altri mi hanno capito benissimo. Puoi farlo anche tu. Basta un po' di pazienza. La storia del forum è in basso, basta cliccarci su.

@Giuseppe: come ti capisco

@Rop: se avessi saputo che saremmo andati così d'accordo...

@Roberto: avere un'opinione diversa dalla tua non vuol dire avercela con te. Non sono sicuro di aver scritto una cosa così scontata.

Luigi Bronson | 18/06/2009 ore 12:41:14

 

Vanno vengono ogni tanto si fermano e quando si fermano sono nere come il corvo sembra che ti guardano con malocchio...

E' l'incipit de Le Nuvole di Fabrizio De Andrè. Però va bene anche per i "gabinettisti". Sapete chi sono? Penso non sia un termine molto diffuso, vi spiego.
Sono i componenti degli uffici di gabinetto degli assessori regionali. Dovrebbero essere un numero finito, come si dice in matematica, ma così non è. Dovrebbero essere tutti, o quasi, dipendenti regionali, ma anche questo così non è.
Essere "gabinettisti" è, come si usa dire, una categoria di pensiero, un'etica. Bisogna essere proni e pronti alle volontà dell'assessore califfo, bisogna saper essere servili sino al sacrificio di ogni altro affetto. In cambio si ha il potere, o quanto meno la sua parvenza, sul biglietto da visita: "segreteria tecnica", "segreteria politica", segreteria particolare", "ufficio per il controllo strategico".
E girano per le stanze chiedendo notizie della pratica A o dell'appalto B, non per saperne qualcosa, ma "dal punto di vista politico", intrecciando notizie e ricatti ("ci sono problemi, dovremmo parlarne").
Poi il califfo, puff, non c'è più, e allora, come le nuvole, ogni tanto si fermano, spesso
"neri come il corvo" e sembra davvero che "ti guardino con malocchio". Loro sono un'altra
cosa, non torneranno, se mai l'hanno fatto, dietro una piccola scrivania o a far un
qualunque "lavoro". "Aspettano una risposta", sanno che qualche altro califfo arriverà e loro saranno lì, pronti a offrire i loro servigi, non importa in che campo,
dall'agricoltura al bilancio, dai beni culturali alla sanità: tanto la competenza non serve a nulla (bastano una giacca, una cravatta e un paio di cellulari in mano).
Molti di loro si vantano di "non aver mai lavorato negli uffici", ma sempre nei
"gabinetti": guadagnando così anche il doppio rispetto allo stipendio di pertinenza.
Non basta chiamarli "portaborse": è un'altra filosofia. L'aureola del califfo illumina
anche loro, possono telefonare dicendo "qui ufficio di gabinetto dell'assessore pincopalla, ho bisogno di sapere...", e si aspettano deferenti ossequi.

Mi conoscete a sufficienza, più o meno, per sapere che tra i motivi di questa riflessione
non c'è l'invidia, del gudagno o del potere. C'è, ormai, la certezza che questo sia uno
degli aspetti dell'inturciuniarsi (=aggrovigliarsi) dei problemi di gestione della Regione:
non è da poco che, anzichè normare la composizione degli uffici di gabinetto (x dipendenti, x categorie e uffici di provenienza, ecc.), si lasci campo libero alla estensione delle segreterie politiche, ampliando così le difficoltà gestionali di ogni ufficio (ad ogni cambio di assessore si muove tutta la baracca, e si ricomincia con il fornire scrivanie,
computer, cellulari, e poi a spiegare di nuovo che cosa fa l'assessorato, dove sono i
musei, quanto costa un restauro ecc.)
Penso, ormai, che il "gabinettista" incarni ed emblimizzi [va bene questo neologismo?] alla
perfezione la Sicilia (sicuramente anche tante altre regioni, lo so).
Grazie della lettura

Giuseppe (scusate la lunghezza) | 18/06/2009 ore 12:15:45 | @

 

Sì, ma all'inizio c'è l'eco. E questo è un problema mio.

Romp | 18/06/2009 ore 12:11:31 | @

 

Romp, si legge tutto, fino in fondo, il mio messaggio. Se non lo fai, non è un problema mio ;-)

tamara bianchi | 18/06/2009 ore 12:04:19

 

Ma poi, cara Tamara, mica c'è bisogno di fare l'eco ogni volta... Sappiamo leggere tutti qui.

Romp | 18/06/2009 ore 12:00:15 | @

 

Senti Tamara, a mio parere, quando spegnerai la macchinetta degli slogan forse sarà perfino possibile discutere con te e trovare le cose che dici non condivisibili ma sensate (per me non lo sono affatto). Al momento mi pare un'impresa impossibile. Non si può chiedere a nessuno di provare a scavalcare il rovo intricato delle tue frasi fatte.

Romp | 18/06/2009 ore 11:59:24 | @

 

Io non ho parlato di istinti. Ma di comprensibile bisogno di sicurezza delle persone normali. Vedi che sei tu che fraintendi? E siccome per la sinistra ogni parola sulla sicurezza fa capo a un istinto "ventrale", ecco che non si è in grado di discuterne. Antichi retaggi mai sepolti...

Romp | 18/06/2009 ore 11:56:32 | @

 

"Se per vincere le elezioni bisogna assecondare gli istinti più ventrali della società io mi accontento personalmente di restare minoranza a vita."
Ben detto, Roby :-)
Lasciare esasperare la gente, per poi intervenire con una parata militare ad effetto, è un piano studiato. Mi meraviglio che ci sia gente (anche di sinistra) che non l'abbia ancora capito. 'Sti vigili li hanno messi adesso all'incrocio o dobbiamo aspettare la prossima di parata militare? Un'altra volta, però, minimo minimo i carramati ci voglio vedere sfilare :-D

tamara bianchi | 18/06/2009 ore 11:50:14

 

Roberto credo che l'istinto ventrale ti impedisca di vincere. Arrocarsi il diritto di non capire è forse il tuo problema. Dire che rimani minoranza non significa che HAI RAGIONE, significa essere perdente come la solida perdete sinistra mondiale. Scusa ma usare gli istinti più biechi e non rispettarli una volta conquistato il potere non è forse la forza di un politico innovatore? Comunque è un dialogo tra ciechi e non da sordi. Avere torno non è cosi grave a volte, altrimenti sembri un bambino che batte i piedi per terra e vuole quello che non gli spetta.

domenico (termini Imerese) | 18/06/2009 ore 11:50:11

 

Se per vincere le elezioni bisogna assecondare gli istinti più ventrali della società io mi accontento personalmente di restare minoranza a vita. Ma mi pare un dialogo fra sordi: qualcuno mi accusa di non volere che i reati minori vengano perseguiti. Lo scrivo maiuscolo così forse mi capite: NON E' VERO.
Facciamo così. Vediamo se due spettacolari arresti per resistenza a pubblico ufficiale risolvono per sempre il problema. Altrimenti mettiamo i due vigili e vediamo che succede.

roberto alajmo | 18/06/2009 ore 11:33:49

 

Osservazione di metodo: molti post che ho letto qui rappresentano la spiegazione lamapante della destra che vince le elezioni. Non parlo di Berlusconi, ma della destra delle persone moderate che a sinistra non troveranno mai una sensata parola di conforto sul tema della sicurezza. Perchè ogni volta si faranno le bucce al numero di auto delle "antipatiche" forze dell'ordine. Per me, sindacare sulla quantità delle auto è capzioso. E le tue osservazioni, Tamara, le considero del tutto prive di fondamento e di logica. Misconosci come Roberto un fatto centrale: i lavavetri sono i tentacoli visibili della criminalità organizzata, per brevità chiamata mafia. In realtà - confermo - le vostre riflessioni nascondono male il meccanismo condizionato e profondo da cui partono. Extracomunitario = buono, poliziotto = cattivo. Come dicevo, razzismo in buonafede e al contrario.

Romp | 18/06/2009 ore 11:03:12 | @

 

Tamara, parlare di prevenzione quando la metastasi ha colpito il 100& del corpo mi sembra un tantinello sciocco. Non ci vuole neanche la forza, quello di cui abbisogniamo è una strategia scioccante. A me personalmente 15 auto e un elicottero sono pochissimi, anche per un solo uomo. Perchè se devi vincere devi essere sicuro di vincere.

domenico (termini Imerese) | 18/06/2009 ore 11:02:16

 

Egoismo, menefreghismo e contatorno personale sono virtù proprie del SUD, scusate ma basta un piccolo ripasso che risale al 1127 fino ad oggi. Il nord ha impiantato il senso della solidarietà anche attraverso i movimenti politici, vedi la nascita dei partiti socialisti e comunisti e nazionalisti etc...cioè movimenti che nascono là dove le condizioni sociali lo permettano. La migrazione al nord era difatti la ricerca di trovare lavoro nelle fabbriche, e i Migranti bravi sono sempre stati bene accolti dalla classe dirigente. Se oggi il Nord è così come lo si conosce azzardo l'ipotesi che siamo stati noi del sud ad esportare al nord le tre virtù sopra elencate.

domenico (termini Imerese) | 18/06/2009 ore 10:51:37

 

"Il mio post di ieri non entrava nel merito della colpevolezza dei lavavetri, o sulla RAZZA dei lavavetri nel loro complesso. Metteva in dubbio che fosse calibrata una azione di guerra di quel tipo. Non è con azioni da parata militare che si tutela l'ordine pubblico sul territorio. Basta il deterrente di due vigili. Il resto è demagogia e desiderio di vendetta personale."

Sono pienamente d'accordo con te, Roberto. Sarebbe più sensato fare 'una buona e corretta prevenzione', per non trovarsi costretti ad intervenire con la 'cura'. E in ogni caso, mi sembra più che logico che per un malanno del genere sarebbero bastate delle aspirine, anziché l'impiego di una dose massiccia di antibiotici ;-)

tamara bianchi | 18/06/2009 ore 10:46:08

 

Lo scempio che hanno fatto della città le mezze calze che amministrano Palermo è causa di un costante, insopportabile stress quotidiano.
I lavavetri sono una componente di tutto questo.

Chi attraversa Palermo non può essere "avvicinato" (più o meno amichevolmente) ad ogni semaforo. Ormai non esiste incrocio che non sia presidiato da tre o quattro "diseredati" (?).
E che dietro ci sia il racket (o zio Totò come dite voi), lo sanno tutti.

A Palermo si è consentito a lavavetri, posteggiatori abusivi ed ambulanti di impadronirsi degli spazi che sono di tutti. Di infrangere le regole fondamentali del vivere civile minacciando chiunque non si assoggetti all'ennesimo pizzo, alle identiche soverchierie che gli stessi amministratori trasmettono come regola comune di vita.

La demagogia è dire che richiedere il rispetto delle regole "anche" ai diseredati sia demagogia.

Alajmo hai presente il lungomare della "tua" Mondello com'è ridotto?
Hai presente tra giostre ed ambulanti cos'è diventato?
Hai presente come gli ambulanti riducono ogni area destinata a mercato?
Hai presente che la pulizia di quelle aree viene effettuata con i "nostri" soldi?
Certo, non serve gettare una bomba H al tra le tette della Sirenetta (per i non palermitani è la statua della piazza di Mondello) per risolvere il problema. Sarebbe spropositato. Ma le azioni dimostrative servono, eccome se servono.

In Italia molti evasori avevano ripreso a pagare le tasse dopo alcune "azioni dimostrative", (per le quali dobbiamo ringraziare l'ex ministro Visco e la Guardia di Finanza), messe a letargo da chi è venuto successivamente (eletto "anche" per questo motivo).

Secondo me la posizione di chi fa apparire la polizia come "forte con i deboli" e "debole con i potenti" non rende un buon servizio alla città.
E neppure alla sinistra, rappresentando questa "idea di democrazia", ancora una volta, quella parte dell'Italia che ha fatto della tolleranza la propria bandiera, a costo di consentire qualsiasi illecito, a costo di "tendere la mano al male", come recita il tatuaggio che quel pirla di Veltroni ha inciso da qualche anno nel cervello.

P.S.: Anche io passo molto tempo chiuso nella mia confortevole casa, come ha dichiarato giorni fa Sellerio, ma non per questo sono cieco. O invito gli altri ad esserlo.

Luigi Bronson | 18/06/2009 ore 10:11:44

 

Ghedini il magnifico dichiara: «Ancorché fos­sero vere le indicazioni di questa ra­gazza, e vere non sono, il premier sarebbe, secondo la ricostruzione, l’utilizzatore finale e quindi mai pe­nalmente punibile...».
Meraviglioso!

fara | 18/06/2009 ore 10:00:19

 

volare alto!......si deve tornare a volare alto!.....
non è per difendere qualcuno e meno che mai Roberto che non ne ha bisogno, ma ogni pretesto di cronaca dovrebbe servire per andare oltre il fatto e poterci confrontare su temi più generali legati al costume e alla cultura della ns. società (quella di cui facciamo parte tutti noi, nessuno escluso!).

armando | 18/06/2009 ore 09:57:16 | @

 

Sul tema "i sollazzi dell'alto governo" vi consiglio di rivedere almeno due vecchi film:

Indagine su un cittadino al di sopra di ogni sospetto (Elio Petri, 1970) e Il commissario Pepe (Ettore Scola,1969)

fara | 18/06/2009 ore 08:24:16

 

Romp, mi sono chiesta anch'io, ieri, nel corso del dibattito se la parata, tipo Ella ed Ursula (rispettivamente cane e gatto), non fosse un messaggio tipo quelli di fumo, per un eventuale Zio Totò, Grande Capo, Augh.

Alessandra | 18/06/2009 ore 08:19:31 | @

 

...

L'intervento della polizia poteva essere calibrato meglio, anzi doveva.
Ma come dice Fara "disprezzo genera disprezzo":
Tra automobilisti e lavavetri, tra lavavetri e polizia, tra polizia e giornalisti...



SpirAle | 18/06/2009 ore 08:11:17

 

RA, insisto sul fatto che due vigili non bastano. Se io faccio un'operazione sul territorio mi adopero perchè riesca. A me - scusa - sembra demagogica l'immagine dei due vigili che nel placido cantone svizzero di via Perpignano tengono a bada trenta lavavetri, intimando il rispetto della Costituzione e delle leggi. L'effetto cavalcata della valchirie fa parte di quella deterrenza che, giustamente, auspichi tu. Il questore ha ritenuto di dare un segnale, oltretutto, non solo agli scecchi da pigliare a boffe. Ma pure ai padroni degli scecchi. Perchè lavavetri, come posteggiatori abusivi, vogliono dire sempre Zio Totò.

Romp | 18/06/2009 ore 07:57:31 | @

 

Hai ragione, Eliana. Avevo dimenticato quell'episodio. Forse, incosciamente, speravo di concedermi un margine di qualche mese.

roberto alajmo | 18/06/2009 ore 07:05:10

 

Daniela, non preoccuparti sei giustificata. Per la verità il mio post di ieri non entrava nel merito della colpevolezza dei lavavetri, o sulla RAZZA dei lavavetri nel loro complesso. Metteva in dubbio che fosse calibrata una azione di guerra di quel tipo. Mi dispiace per ogni tergicristallo rotto e per ogni vaffanculo in rumeno che "le nostre donne" hanno dovuto subire, ma a questo punto quando mi ruberanno la vespa chiederò che venga buttata una bomba all'idrogeno sul centro di Palermo. Ripeto: non è con azioni da parata militare che si tutela l'ordine pubblico sul territorio. Basta il deterrente di due vigili. Il resto è demagogia e desiderio di vendetta personale.

roberto alajmo | 18/06/2009 ore 07:03:45

 

Lò, mi mandi l'opera premiata via mail?
Sui lavavetri non posso esprimermi inmaniera definitiva...non passo spesso da via Perpignano, quando ci sono passata non mi è mai successo niente. Però se spezzano il tergicristallo a Giuseppe indomito eppur mite Scuderi evidentemente c'è qualcosa che non va. Dico pure che è ugualmente violento il comportamento di chi, quando il lavavetri si avvicina, fa partire i tergicristalli, rischiando di "cionnargli" una mano.
A me una volta, un ragazzino alla stazione, vsto che non gli avevo dato soldi, mi mandò maledizioni. Gli insulti li posso sopportare: le maledizioni, così come i giudizi di tipo religioso - per capirci, quelli che citano la Bibbia et similia per giudicarti - non li reggo. Reagii malissimo, dicendo al ragazzino che le maledizioni (credo a sfondo medico, ovvero riguardanti malanni che dovevano colpire me e i miei cari)dovevano ritorcersi su di lui (non detto in questi termini aulici). Ho provato anche un forte istinto di prenderlo a schiaffi, ma non l'ho fatto. Credo che sarebbe stato eccesso di legittima difesa.
PS Ho parlato sufficientemente a matula? Sono le 3.27.

Daniela | 18/06/2009 ore 03:27:34

 

La linea del menefreghismo non si è fermata a Napoli. E' arrivata a Palermo il giorno in cui(ma forse era latente già da molto prima...) due vecchietti aggredditi da un folle sono stati soccorsi UNICAMENTE da due signori nigeriani. Il video della stazione e quello della metro di Napoli mi sembrano molto simili purtroppo. Entrambi pervasi da un senso di egoismo profondo... Entrambi pieni di persone che stanno a guardare la morte altrui come se stessero davanti ad un reality... Che tristezza.

Eliana | 18/06/2009 ore 01:08:43

 

Radicalmente, non di certo radicamente...

Gianluca | 17/06/2009 ore 23:05:24

 

Ma cambiando radicamente:"Borriello si consola con la sosia di Belen" dal Corriere.it

Esticazzi....

Gianluca | 17/06/2009 ore 23:04:26

 

Sui lavavetri. Alcune considerazioni:

a Firenze dopo una serie di preoccupate segnalazioni di cittadini che si erano sentiti intimiditi da alcuni lavavetri la giunta emana un'ordinanza (assessore l'ormai conosciuto anche a livello nazionale "sceriffo" Cioni) che vieta, pena pesanti sanzioni amministrative, l'attività del lavavetri ai semafori.
Risultato: spariti da un anno. Mai viste cariche di polizia, blitz della swat e quant'altro. Il fiorentino medio di sinistra un po' snob non lo ammetterà mai, ma è contento.

Palermo però non è Firenze, me ne rendo conto. Quando penso ai lavavetri in Sicilia penso a quando torno a casa e mi immagino a Catania al semaforo con la presenza di alcuni lavavetri autoctoni. Ecco: lì veramente mi sentirei assolutamente inquieto. Immaginiamo per un attimo qualche faccia (e modi da mariuolo) che s'avvicina e poggia la spugna sul parabrezza...
Quando però a farlo è una faccia straniera ecco che molti di noi più che inquieti si sentono scocciati. Cosa rende, infatti, il lavavetri un problema per la convivenza civile? l'attività in sé stessa o la faccia del lavavetri o l'atteggiamento del lavavetri?

Detto questo due altre cose: all'incrocio tra Viale Libertà e Corso Italia a Catania ogni volta che mi ci trovo la sera con cadenza mensile c'é un gruppo di lavavetri stranieri molto determinati. Troppo determinati. Ragazzi, la cosa non mi fa piacere. Ve lo dico col cuore in mano. Ma non sentono ragioni. Se fosse un autoctono griderei all'intimidazione...

Detto questo, forse quel blitz è stato sovradimensionato. Non so. Però leggo ogni giorno del problema dell'immondizia e penso che si dovrebbero fare anche altri blitz (anche, lo sottolineo) per portarsi in Questura altri soggetti. Ma questo non dipende solamente dalla volontà o meno dei poliziotti, né dalla mancanza di benzina, auto e mezzi.

Gianluca | 17/06/2009 ore 20:00:21

 

@Lò: Me lo ricordo bene "Estrattori di allume-Luna"...
Era quello che avrei voluto comprare...
:-)
Brava, ragazza!
Complimenti!

A | 17/06/2009 ore 19:36:08

 

oh grazie..
soprattutto da te,maestro. Lò

| 17/06/2009 ore 19:33:47 | @

 

@Lò, sei grande!
Con grande ammirazione e un bacione
gianni

maramaus | 17/06/2009 ore 19:25:35

 

udite udite:
Al salone degli specchi .provincia regionale di messina. oggi 17 giugno c'è stata la premiazione della prima edizione del "concorso Arte contemporana 2009" indetto da provincia regionale di Messina.assessorato alla cultura.
Tra i numerosi partecipanti i primi 10 selezionati sono stati invitati a presentare l'opera al salone degli specchi durante il corso della premiazione.
le opere dei primi 10 classificati, come previsto,saranno esposte per 10- 15 giorni(da oggi) presso la Galleria d'arte moderna e contemporanea di Messina ,praticamente accanto alle opere dei più grandi dell'arte contemporanea (tra cui Lucio Fontana e Giò Pomodoro)
I primi due classificati ,inoltre, come premio parteciperanno alla Biennale Internazionale di Arte contemporanea di Firenze prevista per dicembre 2009- Fortezza da Basso.
Io sono stata seconda classificata con il quadro intitolato "Estrattori di allume-luna".
A tutti i partecipanti al concorso è stata conferita una targa di partecipazione.

contenta!
ma per oggi ho solo questo.
bacio Lò

| 17/06/2009 ore 19:18:23 | @

 

Non mi sembra verosimile che in un solo incrocio ci siano stati venti lavavetri. Anzi non ci credo affatto. Se arrivano venti segnalazioni in questura, o quaranta, non significa che ad ogni telefonata i lavavetri aumentano. Sono sempre gli stessi.
Forse voi palermitani residenti siete abituati alle sirene laceranti, ai clacson e alle trombe della polizia e dei carabinieri quando sfrecciano con sprezzante sicurezza per le strade, magari per portare a casa un magistrato, ma anche per interventi urgenti e di rilievo, per cui una sfuriata strombazzante di auto in più o in meno non la notate neanche. Rimane il fatto che nel caso dei lavavetri molesti la sproporzione delle forze impiegate è evidentemente ingiustificata. Una lezione, con relativi fermi, potevano darla a quei poveracci tre volanti e senza il comico eccesso della presenza dell'elicottero.
Quelli lì alla vista della polizia se la fanno sotto.
Non si tratta di pericolosi rapinatori o di una banda armata.
Per me in casi come questo ogni ironia mi sembra quasi dovuta.

Antonio Carollo ('ntoni) | 17/06/2009 ore 19:12:29

 

Sapete che immagine continua a tornarmi in mente? Giuseppe Scuderi che fa destra-sinistra con l'indice e il suo tergicristallo che si spezza di conseguenza.
Non so chi di voi conosce personalmente Giuseppe Scuderi ma per quelli che lo sì, lo conoscono è sicuramente più facile provare ad immaginare con quanta grazia e compartecipazione sia capace di dondolare un indice.

Sull'aggressività dunque, personalmente, non nutro dubbi di sorta.
E manco sul fatto che intervenire sia stata cosa buona e giusta.

Sui modi dell'intervento ci sono margini di discussione, invece.
Appunto.


A | 17/06/2009 ore 19:12:27

 

Effettivamente l'uso di 15 volanti e un elicottero è un tantino esagerato.

Anche io conosco bene quell'incrocio e, come Eliana, non ho mai avuto particolari problemi. Piuttosto avete mai sentito cosa dicono e in che tono si rivolgono i bravi automobilisti ai lavavetri? Il disprezzo genera disprezzo e temo che presto anche Palermo si adeguerà a Parma vietando l'uso delle panchine alle badanti nei giardini pubblici

fara | 17/06/2009 ore 19:12:19

 

Due vigili all'incrocio bastano? Siamo sicuri? Anche questo è un problema di controllo sul territorio e se quei lavavetri sono lì, ci stanno col permesso e il favore del boss di turno. Quindici, dieci volanti? Mi sento di condividere quello che ha detto Luigi. Non erano partiti per arrestare solo due persone, ma per fronteggiare un esercito che minaccia, perché io sono stato minacciato come tanti e il fatto che altri non lo siano stati, con confuta niente. Il punto è che si parla di lavavetri extracomunitari. Fossero stati lavavetri di Oslo non avrebbero trovato lo stesso spazio. A me questo pare, francamente, razzismo dalla parte posteriore. Senza offesa.

Romp | 17/06/2009 ore 18:59:15 | @

 

Insomma, la polizia si era fatta l'idea, sulla base di una serie di segnalazioni (e denucie no?), che a quell'incrocio potesse lavorare una gang di malviventi.
Eppure nell'articolo si accenna a una preventiva attività di indagine. Nè i reati contestati sembrano essere relativi a lesioni a persone o cose: inadempienza all'obbligo di lasciare il territorio nazionale e il famoso reato di "resistenza", che vuol dire "qualsiasi cosa ritiene di sostenere il poliziotto".
E tutto questo teatrino non dovrebbe farmi pensare a una polizia che si fa forte coi deboli e debole coi forti?

roberto alajmo | 17/06/2009 ore 18:47:54

 

Appartengo al genere delle donne che guidano che passano e che si fermano in quell'incrocio. Mai sono stata minacciata e mai nè io nè la mia macchina abbiamo subito aggressioni. Un vaff in rumeno forse... Ma nulla di più. Sono stata solo fortunata? Certo, ognuno racconta la propria esperienza e sicuramente altre donne hanno ricevuto trattamenti meno lusinghieri... Ma, adesso, siamo seri...
Come fa notare l'articolo quindici volanti ed un elicottero, sono mezzi spiegati per i blitz antimafia! Era necessario tanta abbondanza?? Va da sè che chi commette un reato debba essere punito (in un paese normale...), ma tante volanti per 20 lavavetri, magari anche violenti, mi sembrano francamente eccessive! Il risultato? Due soli arresti... E adesso "nell'incrocio più intasato della città sono arrivati altri disperati". Non sarebbe meglio far lavorare le forze dell'ordine mettendo qualcuno all'incrocio proprio per ripristinare quell'ordine che a volte si perde???

@Luigi
dove sono le ammiratrici plaudenti ed annuenti?
Ti ricordo che in giro non ci sono solamente donne compiacenti e accondiscendenti di cui per adesso, evidentemente, hai tanto letto... Credo ti sia fatto condizionare un po' troppo dalle notizie dell'ultimo mese

Eliana | 17/06/2009 ore 18:25:20

 

cambio di argomento: avete saputo che nell'ultimo numero della rivista Ulisse (quella dell'Alitalia) nella cartina con le rotte è sparita la Sicilia ?
Bellissimo spunto per varie elucubrazioni, non vi pare ?
Se permettete comincio io: dopo il disperante pessimismo del Gattopardo, la razionale irredimibilità sciasciana, adesso la scomparsa dalle cartine geografiche; la Sicilia non c'è più, una specie di Atlantide al contrario. E tutto ciò mentre a Sagunto si discute sul che fare...

dario | 17/06/2009 ore 18:14:02

 

Roberto insisti pure, sei a casa tua.

Scrivi: "l'arresto di due persone disarmate giustifica uno spiegamento di forze del genere?"

E' proprio questo il punto (che poi mi ha condotto inevitabilmente a scrivere del tuo modo di "interpretare" la notizia e, al riguardo, ti invito a rileggerti nella penultimora confrontando le tue parole con le agenzie, uniche fonti, visto che nessuno di noi è stato testimone oculare).
Nessuno sapeva che sarebbero state arrestate "solo" due persone.

Possiamo provare ad interpretare la sommatoria di segnalazioni arrivate al 113, se vuoi, ovvero che venti uomini in salute (e non venti vecchietti col bastone e la dentiera) stavano creando scompiglio all'incrocio tra viale della Regione Siciliana e via Perpignano, minacciando gli automobilisti in transito e danneggiando le auto.
La Questura avrà quindi messo in movimento forze proporzionate alle segnalazioni ricevute. Poi se queste forze erano spropositate, quelle in eccesso saranno tornate ad altri compiti.

Tu non puoi affermare - come hai scritto - che il Questore ha mandato "Quindici volanti e un elicottero per arrestare due lavavetri".
E' falso. E sai bene che è falso.

Non puoi dire che solo in questa occasione si sono trovati i soldi per la benzina. Dando le notizie con questo taglio induci a credere chi legge che la Questura in "altre situzioni" non interviene millantando mancanza di mezzi mentre invece, nel caso dei lavavetri, le risorse si sono trovate in abbondanza.

Nei miei interventi precedenti ho usato il termine cazzata per dire che hai preso un abbaglio.

Personalmente ho scritto cavolate tantissime volte. Lo ammetto e lo continuerò ad ammettere.
Quello che mi fa impazzire è l'idea che tu non sopporti di essere contraddetto e che pretendi che chiunque debba dirti sempre si, che hai ragione.

Ok Roberto Alajmo. Hai ragione.

Luigi | 17/06/2009 ore 18:08:57

 

Ma vedi, Alessandra, fra l'uomo e il cane l'evoluzione, se non propriamente dio, ha voluto fare delle differenze. L'uomo dovrebbe sapersi far rispettare misurando le proprie reazioni a ogni azione che reputa una minaccia per sè.

roberto alajmo | 17/06/2009 ore 17:55:44

 

Il mio cane, quando la mia gatta tenta di mangiargli nel piatto, ringhia com'avesse davanti una pantera nera dell'Africa centrale piuttosto che una gattina tigrata palermitana, vecchia di 20 anni (una centenaria praticamente, fatta la solita equivalenza uomo-gatto) e pure un po' malaticcia (purtroppo).
E' una parata anche quella...
Un avvertimento, che giusto per capirci bene, supera volutamente le righe.
Di solito funziona.

P.s. Solo una riflessione ad alta voce la mia. Niente di più.

Alessandra | 17/06/2009 ore 17:48:55 | @

 

Vedi Luigi, io sono ben felice dello scambio di opinioni diverse. Nè sono stato io a dire che tu spari cazzate.
Vorrei semmai che confutassi la mia opinione, e non altre, anzichè divagare. Per cui scusa se insisto: l'arresto di due persone disarmate giustifica uno spiegamento di forze del genere?

roberto alajmo | 17/06/2009 ore 17:05:27

 

Pensavo al film "C'era una volta il west", parafrasando si potrebbe dire "C'era una volta Palermo"

gigliola | 17/06/2009 ore 16:37:05

 

Guarda che dare indiscriminatamente del "Charles Bronson" ai tuoi lettori non mi sembra appropriato per questo forum.

A parte gli scherzi Roberto.

Non cerco la polemica sterile, però tu non te la devi prendere se ogni tanto qualcuno ti tira per la giacca e ti riporta sulla terra, perché tu sarai pure un giornalista di mamma Rai (per quel che ne resta), scriverai pure sull'Unità (per quel che ne resta), avrai scritto tutti i libri che vuoi, ma ogni tanto scrivi qualche cazzata come tutti noi comuni mortali.

A meno che tu non abbia deciso di fare di questo forum una vetrina autoreferenziale di ammiratrici annuenti e plaudenti di fronte al Vate.

Se è così dillo.

Per quello che mi riguarda quando è stato il momento ti ho scritto parole di lode. Accetta le mie critiche con la stessa serenità.

P.S.: Comunque Charles Bronson non era poi così male. A me piaceva.

Luigi | 17/06/2009 ore 16:06:59

 

http://www.youtube.com/watch?v=w7U7J9sNRnM

omicidio di camorra tra l' indifferenza della gente

vitalba | 17/06/2009 ore 15:53:23

 

Non dico che l'operazione non andasse fatta, dopo che a quanto pare destinare due vigili a quell'incrocio a qualcuno era sembrato uno spreco. Semmai ne contesto la congruità, perchè così ha il sapore della parata, e domani i venti delinquenti saranno di nuovo lì. L'ho detto e l'ho ripetuto. Parliamo di questo, per piacere, ed evitiamo atteggiamenti alla Charles Bronson.

roberto alajmo | 17/06/2009 ore 15:32:07

 

Vedi che siamo d'accordo? Bastano due vigili all'incrocio. Ok

Però non è corretto dire che il Questore ha scatenato un putiferio per due lavavetri. Questo tipo di informazione lasciamola fare al Giornale e a Libero.

In quell'incrocio molti palermitani sono stati minacciati seriamente.
E vengono regolarmente intimiditi coloro che sono ritenuti più deboli: donne e persone anziane.

Alcune macchine sono state graffiate. Chi pagherà i danni a queste persone? E' meglio quando le signore palermitane mandano i propri mariti a risolvere questi problemi all'arma bianca? Non credo.

Serviva un'azione che non potevano garantire i vigili. E c'è stata. E non è stata un'azione fascista. Si è solo fatta rispettare la legge. Per una volta.

P.S.: guarda Roberto che a tutti capita di dire SCIOCCHEZUOLE. Mica ci rimetti soldi o fama, credo.

Luigi | 17/06/2009 ore 15:22:01

 

Io ho più volte sperimentato l'aggressività dei lavavetri di quella zona. Più volte hanno minacciato di spaccarmi il vetro. Trovo l'operazione corretta. Anzi, appropriata. Sarebbe stato lo stesso anche in caso di lavavetri ariani.

Romp | 17/06/2009 ore 15:08:48 | @

 

Luigi, insinuare che il proprio interlocutore dica cazzate non è nello stile di questo forum.

roberto alajmo | 17/06/2009 ore 14:57:29

 

Quindici volanti e un elicottero per quattro o cinque lavavetri aggressivi (ma anche malcapitati)? Bell'idea per un regista come Mario Monicelli o Dino Risi con protagonisti Totò e Peppino De Filippo o Tognazzi e Manfredi. Peccato che ai loro tempi non c'erano lavavetri.
In effetti ci sono lavavetri e lavavetri. Devo dire che qui in Toscana mi sono imbattuto in operatori ecologici del parabrezza (va bene così?) non troppo insistenti; magari qualche occhiataccia o qualche parolaccia nella loro lingua a denti stretti ogni tanto l'ho percepita, niente di più.
Ma Palermo è Palermo, si sa; con un un atteggiamento così remissivo che vuoi che ci scappi: tra i duri bisogna giocare duro. Alt! Sto scherzando. Anch'io mi sento palermitano, anche se sono di Trabia.
Roberto, ti devo dire grazie perché mi hai fatto reincontrare una parola scomparsa dal mio orizzonte linguistico perlomeno da 47 anni: boffe. "Si 'un stai cuetu ti rugnu 'na boffa". Nel vocabolario siciliano-italiano in mio possesso, ed. Biesse, comprato ad una bancarella di Cefalù, questa parola, e tante altre, non c'é. Proverò a reperirne un altro più ricco quest'estate da Flaccovio.

Antonio Carollo ('ntoni) | 17/06/2009 ore 14:49:03

 

Delle due l'una: o le forze dell'ordine, che in Italia sono in numero davvero infinito, sono presenti sul territorio sempre, oppure è molto meglio che non si facciano mai vedere, perché le fugaci apparizioni avranno sempre il sapore del sopruso e dell'ingiustizia. Non ci si stia sempre a lamentare per fantomatiche carenze di organico: le inadempienze in ambito privato si pagano col licenziamento, nel settore pubblico, invece, vengono costantemente premiate.

federico | 17/06/2009 ore 14:35:49

 

A me lì avevano staccato un tergicristallo, quando semplicemente ho dondolato l'indice sinistra-destra per dire "no"

Giuseppe | 17/06/2009 ore 12:54:35

 

Vedi che siamo d'accordo? Bastano due vigili all'incrocio. Ok

Però non è corretto dire che il Questore ha scatenato un putiferio per due lavavetri. Questo tipo di informazione lasciamola fare al Giornale e a Libero.

In quell'incrocio molti palermitani sono stati minacciati seriamente.
E vengono regolarmente intimiditi coloro che sono ritenuti più deboli: donne e persone anziane.

Alcune macchine sono state graffiate. Chi pagherà i danni a queste persone? E' meglio quando le signore palermitane mandano i propri mariti a risolvere questi problemi all'arma bianca? Non credo.

Serviva un'azione che non potevano garantire i vigili. E c'è stata. E non è stata un'azione fascista. Si è solo fatta rispettare la legge. Per una volta.

P.S.: guarda Roberto che a tutti capita di dire cazzate. Mica ci rimetti soldi o fama, credo.

Luigi | 17/06/2009 ore 12:48:50

 

Ed erano tutti colpevoli? Un'intera cosca? E tranne i due arrestati tutti gli altri sono sfuggiti alle maglie del poderoso bliz?
I problemi come questo si risolvono mettendo due vigili all'incrocio, non esagerando le paure della cittadinanza.

roberto alajmo | 17/06/2009 ore 12:35:44

 

Dice la Repubblica: "venti disperati. Nove rumeni, sei sudanesi, cinque marocchini".

Solo due arresti. Si vede che per non essere un colpo di teatro dovevano arrestarli tutti.

Per i San Tommaso il link è questo
http://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/2009/06/16/blitz-contro-lavavetri-due-arresti.html

Naturalmente fino a quando ad essere minacciati non sono i nostri bambini e le nostre mogli, sennò...

L'unica cosa certa è che i palermitani hanno la città che meritano.

Luigi | 17/06/2009 ore 12:06:52

 

teatro pubblico, Affascinante, Con questo sistema tutti sono con il naso all'insù senza che avvengano crimini. Non male.

domenico (termini Imerese) | 17/06/2009 ore 11:40:00

 

quindici volanti e un elicottero per due persone? Questo è teatro, non ordine pubblico, Luigi.

roberto alajmo | 17/06/2009 ore 11:35:09

 

Ho visto extracomunitari comportarsi con signore sole alla guida come - forse - Roberto (Alajmo) non ha mai visto.
Palermo non è solo quella dell'invisibile sindaco.
Palermo è quella delle due donne stuprate a Mondello da tre giovani italiani (come riportato dall'interessata nella lettera inviata a Corrado Augias e pubblicata su la Repubblica di oggi).
Qui non è questione di fare azioni dimostrative. A Palermo si è passato il limite. C'è l'anarchia totale in ogni campo.
Una volta una che la polizia fa quello che deve fare dobbiamo comunque lamentarci? E che caz-pita.
Ben vengano allora le bastonate a chi maltratta le donne.Punto.
E resto comunista.

Luigi | 17/06/2009 ore 11:19:28

 

@lasirecassintegrata : Dubito che con la sola conoscenza della propria lingua uno riesca a farsi capire addirittura in tutto il mondo. Minimo ci vuole un buon traduttore ;-)

tamara bianchi | 17/06/2009 ore 10:44:01

 

Le azioni dimostrative non appartengono a una società sana.....per cui......bisogna vedere se ancora si può curare (la ns. società)ma soprattutto con quali medicine.....mi sa che l'armamentario farmaceutico scarseggia e quello chirurgico incontra difficoltà di esecuzione....forse il ricorso ai maghi? ..o lasciamo fare alla Natura....ma io ho una certa fretta di assistere e qualche anno ce l'ho e allora, toccando ferro o quel che resta dell'altro.......!!!!!!

armando | 17/06/2009 ore 09:05:52 | @

 

si possono imparare le lingue e restare delle frane in fatto di comunicazione.
Poi invece ci sono delle persone che pur non conoscendo altre lingue che la propria riescono a farsi capire in tutto il mondo.
p.s.:
mai vignetta fu postata con maggiore tempismo: allibisco.

lasirecassintegrata | 16/06/2009 ore 18:37:28

 

Fara, in ritardo, ma ci sono, per te, sempre!

Alessandra | 16/06/2009 ore 12:41:47

 

Fara, una lingua si può apprendere sempre, a qualsiasi età e non solo sui banchi di scuola. Un ottimo metodo è senz’altro quello di esercitarsi direttamente con chi sa parlare bene la lingua. Una volta raggiunto un buon livello di conoscenza però, bisogna sforzarsi di continuare a parlare, regolarmente, altrimenti ci si dimentica di come si fa a ‘ringhiare’;-)

tamara bianchi | 16/06/2009 ore 12:19:50

 

ciao Alajmo, meno male che ci sei

fara | 16/06/2009 ore 11:48:20

 

Tamara, la parobola è applicata: Il ministro Gelmini, aumenta le lingue e diminuisce le ore di insegnamento. Nessun agnello alla fine saprà ruggire

fara | 16/06/2009 ore 11:46:55

 

Magari, Tamara.
(Alajmo, presente)

roberto alajmo | 16/06/2009 ore 11:41:44

 

Un lupo e un agnello, spinti dalla sete, si ritrovarono a bere nello stesso ruscello. Il lupo era più a monte, mentre l'agnello beveva a una certa distanza, verso valle. La fame però spinse il lupo ad attaccar briga e allora disse:
- C'è un piano eversivo contro di me!
Allora l’agnello, davanti al lupo, cominciò a ringhiare: “GRRR… GRRR…”. Il lupo stupito indietreggio e ripartì di corsa impaurito. L’agnello rivolgendosi agli altri agnelli che, tremanti, se ne stavano lontani in disparte, disse:
-Capite l’importanza di essere bilingue!

tamara bianchi | 16/06/2009 ore 11:22:17

 

a quanto pare
siete tutti al mare
a mostrar le chiappe chiare

(sto citando qualcuno ma non ricordo di chi)

fara | 16/06/2009 ore 09:51:13

 

ps
mi riferivo al duo Alajmo-Allegra nella penultin'ora, tanto per chiarire, ancora una volta

fara | 16/06/2009 ore 00:35:00

 

Capisco che i miei baci ed abbracci non possono competere con nessuna Noemi, né per età né per bellezza...ma chiudete gli occhi e accettateli: Questa penultin'ora è sublime

fara | 16/06/2009 ore 00:29:27

 

@fara @ federico
mi dispiace se ho dato l'impressione di voler fare cambiare idea a qualcuno. Non era affatto mia intenzione.
E lungi da me dare giudizi sulle azioni altrui!
Credo, nel mio piccolo anzi piccolissimo, di difendere alla stessa tua maniera, la tua libertà di dire A e la mia di dire B, senza che nessuna delle due scelte venga mai denigrata, umiliata e mortificata. Immagino sia anche questo vivere in un paese libero.

Eliana | 15/06/2009 ore 22:28:49

 

@ Eliana
Secondo me invece, le risposte ad un referendum sono TRE, non Due : SI, NO, NON LO SO, e "non lo so" vuol dire astenersi. E pesa molto come risposta, perché annulla il SI e il NO nel caso dovesse numericamente superarli .

Ma vedi Eliana é proprio questo quello che io difendo: che tu e io possiamo continuare a esprimere liberamente le nostre opinioni e a votare o non votare e dopo il voto che sia "normale" che chi ha perso possa continuare ad esprimere il proprio dissenso. Anche pensare che 3 piuttosto che 2, o viceversa, sia il numero di risposte giuste per un referendum

fara | 15/06/2009 ore 22:05:37

 

per chiarire: per il referendum andrò a votare e voterò SI, perchè mi è stato chiesto un parere su una legge elettorale che ritengo sbagliata, mentre ho rifiutato la scheda per le europee perché ritengo il sistema elettorale che permette di presentare falsi candidati del tutto perverso e antidemocratico.

federico | 15/06/2009 ore 21:38:42

 

@fara
Ti sei spiegata molto chiaramente, invece.
Semplicemente non la penso come te.
Ovvio che non giudico chi preferisce astenersi (<<Non giudicate, per non essere giudicati>>...a proposito di vangelo...)!
Solo continuo a credere che le risposte che IO potrei dare ad un referendum siano unicamente due: NO e SI'.
@dario
ho capito il tuo punto di vista, ma preferisco far vincere il sì contrapponendogli il mio no, piuttosto che la mia astensione.

Eliana | 15/06/2009 ore 20:24:49

 

@federico
anche secondo il mio pensiero quella che viviamo ed in cui viviamo non può definirsi una democrazia... Ma se ci priviamo volontariamente degli strumenti che ci sono concessi per modificare qualcosa non dobbiamo poi lamentarci. A me sembra che il terzo quesito sia molto molto importante... L'abrogazione delle candidature multiple e la cooptazione oligarchica della classe politica mi pare si avvicini parecchio alla mancanza di democrazia di cui parliamo! Perchè rinunciare a cambiare una norma tanto vergognosa?

Eliana | 15/06/2009 ore 20:03:26

 

Eliana, mi ripeto, ma votare no al referendum significa di fatto votare sì, perchè permetti ai sì,che saranno sicuramente la maggioranza, di vincere.

dario | 15/06/2009 ore 19:58:18

 

@ Eliana
mi pare chiaro che non mi sono spiegata "chiaramente", almeno non per tutti. Al referendum ci sono più risposte da dare.
Andare e risponede a quelle domande che interessano sarebbe buono e giusto . Ma io non mi fido che i votanti sappiano distinguere.

Io credo che molti di noi aspiriamo alle stesse cose, ma credo anche che molti di noi non sanno quello che fanno. Cito i Vangeli

fara | 15/06/2009 ore 19:57:37

 

@eliana
Sono perfettamente d'accordo sul piano etico: l'astensione è uno sgarbo alla democrazia, il problema è che quella che oggi viene tenuta in vita dalla nostra casta politica non somiglia per nulla al mio concetto di democrazia.

federico | 15/06/2009 ore 19:41:18

 

@Dario
L'idea che possa passare il referendum almeno per i due quesiti atterrisce anche me. Ma, ricattato dalla Lega, neppure mr B. voterà sì. Dunque tu rinuncerai ad un tuo diritto-dovere per scongiurare un pericolo in realtà inesistente.
@fara
mi dispiace, ma continuo a credere e a sostenere che le uniche due risposte valide ad un referendum siano NO e SI'. L'astensione non servirà a nessuno, e nessuno, a parte te, le darà un peso politico. Voglio scongiurare che il pdl da solo possa conquistare il 50%? Bene, vado al seggio e voto NO.
Sarà che la metto sempre troppo sul piano etico, ma l'astensione in tutte le sue forme mi sembra uno sgarbo alla democrazia. Non dimentichiamo poi che tra i quesiti c'è anche quello che vieta di essere presenti in più cicoscrizioni... Mi sembra doveroso esprimersi in merito.
Io preferisco rispondere. Andrò al seggio e voterò NO NO SI'. E SO che questo avrà un peso politico.

Eliana | 15/06/2009 ore 19:22:17

 

un' ultima cosa riguardo il voto: vi cito una delle ultime vignette di Altan
"QUEL CHE CONTA E'IL CONSENSO NON INFORMATO".
E' magnifico, vero Maramaus? Tu te ne intendi di queste cose. Anche tu usi quest' arma, spesso e bene

fara | 15/06/2009 ore 18:34:00

 

Spero di essermi espressa bene. Ultimamente mi è capitato di non essere capita.
Oggi potrei dare la colpa al sole di Erice.

ps per Roberto e Maramaus

Che vi siete persi!
L'Erice felicissima spiegata al volgo dall'indocile Giuseppe

pps
Grazie Giuseppe. Soprattutto per essere "indocile"

fara | 15/06/2009 ore 18:22:18

 

@Dario
Anche io mi asterrò e so che la mia astensione ha un peso in un referendum

fara | 15/06/2009 ore 18:15:22

 

Eliana, quello che dici è vero in parte, il referendum pone una domanda, in negativo, ma una domanda. L'astensione però in questo caso ha molto valore (Dario ha ragione) perché se non raggiungi il quorum (una quantità di popolazione che si presuma possa rappresentare il tutto e cioè almeno uno più della metà) si annulla la domanda.
O meglio, non rispondi alla domanda.

@ Roberto
Per altri motivi anche il nostro "amato premier" non risponde alle domande. Temo che, come per i lumini di san Ranieri, ci saranno a breve delibere comunali che ci "inviteranno", pena multa pecuniaria, a manifestare se non amore (non siamo tutti "ragazze diciottenni) almeno benevolenza nei confronti del cavaliere azzurro. "Cavaliere" perché i principi non usano più

fara | 15/06/2009 ore 18:01:03

 

Eliana, se non fosse necessario il quorum la penserei come te e andrei a votare. Ma così non è. So che la maggior parte che domenica si asterrà non lo farà per convinzione, ma per me questo referendum è o inutile o pericolosissimo. Se passa il referendum, per esempio, il PDL col 35 si prende il 55, DA SOLO; la cosa mi atterrisce, a voi ?

dario | 15/06/2009 ore 17:56:07

 

Credo che sia chiara nella natura stessa del referendum una domanda a cui è necessaria una risposta. Possiamo rispondere SI' o possiamo rispondere NO, sta a noi decidere. L'astensione non ha alcun valore, siamo noi che in questo caso pensiamo di attribuirglielo. Ma abbiamo già a disposizione due risposte chiare e indicative della nostra volontà. Perchè cercarne una terza?

Eliana | 15/06/2009 ore 15:59:26

 

d'accordo sul non astenersi per le elezioni, anche condominiali; poi non si ha il diritto di lamentarsi di chi ci governa e di chi fa opposizione, si può solo calare la testa e basta.
Sul referendum la penso diversamente: la necessità del quorum fa sì che l'astensione o meno ha il valore del voto.
Per essere chiari, per questo pasticcio pericoloso del referendum di domenica prossima io mi astengo convintamente.

dario | 15/06/2009 ore 13:32:07

 

La nostra è una democrazia rappresentativa e io sono convinto che un astensionismo ragionato, motivato e massiccio darebbe un chiaro segnale a tutta una casta politica di avere oltrepassato il limite e di rischiare appunto di non essere più rappresentativa; fermo restando che la partecipazione politica non si esaurisce, come avviene per la maggioranza, nel mettere una croce su questo o quel simbolo nella scheda elettorale.

federico | 15/06/2009 ore 13:09:38

 

Volete sapere come sarà il nostro futuro di italiani? Eccolo:
http://www.corriere.it/cronache/09_giugno_15/gasperetti_ef3bcc50-5974-11de-8980-00144f02aabc.shtml

roberto alajmo | 15/06/2009 ore 13:01:41

 

@Federico: non discuto minimamente il diritto di astenersi. Dubito dell'utilità di una protesta del genere.
Mi pare come quel tizio che dopo uno scontro contro un energumeno si vantava di avergli rotto il ginocchio a colpi di naso.

roberto alajmo | 15/06/2009 ore 12:51:02

 

Tutti abbiamo il diritto di rifiutare la scheda ma questo gesto non serve a nessuno e meno che mai da lezione a qualcuno.

Il vincitore è sempre chi ha più voti, come scrive Roberto, e tutti gli altri duri e puri coltivatori di nobili principi se la prendono elegantemente in quel posto.

fara | 15/06/2009 ore 12:22:39

 

Non credo che esista il partito degli astensionisti e qualunque colorazione politica si voglia dare al fenomeno sarebbe soltanto aria fritta, ma rivendico il sacrosanto diritto di rifiutare la scheda elettorale quando il sistema politico di una nazione risulta completamente bloccato.

federico | 15/06/2009 ore 10:29:19

 

Sarebbe un sogno, ma come tutti i sogni inattuabile nella vita reale. Il partito degli astensionisti è già stato strumentalizzato da un paio di fascisti di provincia, fra cui un certo turi privitera di catania che firma mirabili pagine di involontaria comicità su facebook. Potremmo convincere la D'eusanio, Marzullo e tutti quelli che se non fossero esistiti i padrini politici non li avrebbero neanche fatti passare da viale Mazzini, potremmo convincere Moccia, Mastella, Gigi D'alessio, Massimo Boldi, Simona Ventura ed altri ancora, ma non riusciremmo mai a convincere Fede, Giordano e gente di questa stirpe, che senza il quotidiano precetto del padrone si sentirebbero perduti.

Bruno Formosa | 15/06/2009 ore 07:42:48 | @

 

Io pensavo avessero citofonato qualche anno fa... Nel 2006 per la precisione. Ho calato la pasta e ho aspettato che qualcuno varcasse la soglia... Ma non è arrivato nessuno. Forse a suonare era stato un ragazzino giocarellone... Ed ora sono ancora qui, con la pasta scotta ed incollata che non riesco proprio a mandar giù.

Eliana | 14/06/2009 ore 15:31:10

 

Vittorio Sgarbi mi ricorda un vecchio disco in vinile danneggiato ormai irreparabilmente. Non appena qualcuno acchiappa la puntina e la mette sul punto debole, lui comincia a saltare. Il disco arranca sul solco graffiato, ripete gracchiando le solite invettive. Un disco rovinato non serve a nulla. Meglio alzare la puntina e spegnere lo stereo.

‘Saggio di ripetizione’ di Vittorio Sgarbi:
http://www.youtube.com/watch?v=mzYRjGrnJ80

tamara bianchi | 14/06/2009 ore 12:11:42

 

mi ricorda Giuseppe Gatì

vitalba | 14/06/2009 ore 02:24:01

 

Povero ragazzo, anche mafioncello e qualunquista adesso deve sorbirsi, dopo lo spavento del trasferimento quasi di peso in caserma come fosse un qualunque delinquentello.
Per una risata sommerso da insulti e quasi tratto in catene!
Ce n'é abbastanza per fare una bella comparsata in una delle trasmissioni di punta delle nostre autorevoli televisioni. Che colpo sarebbe; umiliato e offeso pubblicamente, ma eroe per aver impavidamente osato, con una risata ben calibrata, irridere uno dei più potenti personaggi di tanta repubblica.

Antonio Carollo ('ntoni) | 13/06/2009 ore 22:22:21

 

Gianluca ma è evidente, la postura, le mani in tasca, le gambe in quella posizione, il tronco di lato e la testa con il mento in su. Un piccolo mafioncello sul modello anni 70. La risata senza reazione dimostra un qualunquismo spaventoso.

domenico (termini Imerese) | 13/06/2009 ore 21:19:40

 

No, caro Domenico, solo provocazione e irriverenza, che piaccia o no. E tanta musica.

Visto che lo conosco posso pure pensare di accettare il tuo cafone, ma la mafia non c'entra nulla e ti prego di non farcela entrare.

Scusa, ma Sgarbi invece come lo giudichiamo, tanto per capire.

Gianluca | 13/06/2009 ore 19:28:12

 

@Antonio Carollo

Che ci vuoi fare? ho scritto "incauti", anche perché non avevano con sé i documenti di identità. Quindi la scusa per "trattenerli" era ottima: non saranno estremisti pericolosi?

Il filmato evidenzia che non c'é bisogno che uno come Sgarbi, per "farsi giustizia" segnali l'accaduto alle forze dell'ordine, ci pensano le forze dell'ordine autonomamente a procedere.

Gianluca | 13/06/2009 ore 19:22:01

 

A me il ragazzo non sembra un cretino o una zucca vuota, piuttosto un mafioncello, visto le movenze, un piccolo mafioncello cretino.

domenico (termini Imerese) | 13/06/2009 ore 19:20:16

 

@Gianluca, ho visto il video. Quel ragazzo se l'é cavata a buon mercato: si è beccato soltanto un 'zucca vuota' e un 'drogato' + una bella identificazione in caserma. Meno male, perché Sgarbi lo aveva ninacciato di mangiarlo vivo.
A parte gli scherzi, ho notato una novità. Adesso le identificazioni non si fanno più sul posto ma caricando (magari a forza) il malcapitato su un utomezzo e portandolo in caserma.
A me questo sembra un reato (sequestro di persona o fermo non autorizzato).
Il procuratore della repubblica non ne sa nulla? Una risata in un comizio ci sta, senza provocare allarme. Non è stato interrotto il comizio.
Al posto di quel ragazzo avrei denunciare il fatto all'autorità giudiziaria, ai giornali e alle televisioni locali.

Antonio Carollo ('ntoni) | 13/06/2009 ore 17:13:37

 

Gianluca, il paese in cui viviamo (sopravviviamo) è l'Italia e Sgarbi è uno dei suoi profeti

ps
Potabile, Marco? No, inquinata

fara | 13/06/2009 ore 15:09:49

 

Due incauti amici miei qualche giorno prima del voto per il parlamento europeo si trovavano a Rosolini e non avendo nulla da fare sono andati in una piazza semivuota dove Sgarbi teneva il suo comizio per il Mpa. Uno dei due quando Sgarbi ha cominciato a lodare Lombardo si è messo a ridere (ammettiamolo) in maniera un tantinello provocatoria. Sgarbi ha quindi cominciato a insultarlo con il suo solito linguaggio violento e ossessivo. Poco dopo Sgarbi riprende il comizio e arrivano puntualissime le forze dell'ordine che se li prendono, li portano in caserma per l'identificazione e li malmenano. Ecco in quale paese viviamo.

Per fortuna un tipo col cellulare ha ripreso quello che è successo in piazza. Il materiale video si trova su youtube.com, basta cercare "Sgarbi Rosolini" o andare direttamente all'Url: www.youtube.com/watch?v=GkbMK7nK7Lo

Gianluca | 13/06/2009 ore 14:26:03

 

Dopo due giorni a Vulcano, recupero e vi dico che vi trovo in forma.
@Roberto: la connessione a carbonella è fantastica, te la rubo.
@Gianluca: rubo anche quella su Gheddafi-Michael Jackson de noantri mediterranei.
@Maramaus: l'URL non è un quadro Munch, ma un semplicissimo, banalissimo indirizzo di quacchecosa su Internet.
Peccato che non ci vediamo a Erice. Con qualcuno ci vedremo.

Daniela | 13/06/2009 ore 07:43:27

 

@Fara

Mi sa anche per l'Iran, visti i dati che cominciano a circolare. Purtroppo...

Gianluca | 13/06/2009 ore 00:02:06

 

Potrei anche osservare come chiunque potrebbe fare che l'Italia ha smesso da molto tempo di essere 'patria del diritto', anche grazie a certe posizioni di certi giudici, che si accontanetano delle loro deduzioni, più che cercare la conferma delle prove di reato, o di analizzarle almeno, e vedere se siano o meno attendibili.
Processo Tortora docet, ma non sapete quanti casi nel nostro paese sono così simili a quello.
Credo che si debba avere minore autarchia nei propri settori, avere sempre attivo un buon spirito critico, e sempre verificare sulla scorta dlle prove, le ipotesi accusatorie. Fatto questoquesto eviteremo anni di processi inutili che non andavano neanche istruiti.

Uma | 12/06/2009 ore 23:52:15 | @

 

oh finalmente un iraniano che si presenta con la moglie, che non va nascosta forse ha vinto.
Certo furbissimo.
Ma difatto sua moglie ormai é un simbolo.

UMa | 12/06/2009 ore 23:46:42 | @

 

Per noi è ancora presto, Gianluca

fara | 12/06/2009 ore 23:05:33

 

Se Ahmadinejad è stato battuto come sembra, allora vuol dire che c'é più senso nella democrazia iraniana che in quella italiana. O forse c'é un'alternativa più credibile. Comunque vuol dire che le cose possono cambiare: prima gli Usa, oggi l'Iran, domani?

Gianluca | 12/06/2009 ore 21:32:14

 

In Iran in queste ore votano per il futuro presidente. Vediamo che succede...

Gianluca | 12/06/2009 ore 19:39:23

 

Fara,
sicuramente vorrà parlare di Michael Jackson

gigliola | 12/06/2009 ore 14:50:39 | @

 

Pare, almeno così riporta "La Stampa", che Obama abbia chiesto mezzora (o mezz'ora?) di colloquio a tu per tu con Berlusconi nell’ambito della visita programmata a Washington per la settimana prossima.
Di cosa vorrà parlare Obama in privato col cavaliere? Di abbronzature? Di pulzelle? Di maquillage? Delle amazzoni di Gheddafi?
Sono curiosa e voi?

fara | 12/06/2009 ore 14:34:23

 

sapevate che in italia esiste un partito ultranazionalista?
questi sono il link del programma del partito
http://www.partitonazionalistaitaliano.org/programma.pdf
e delle squadracce che stanno tentando di costituire
http://guardianazionaleitaliana.org/

vitalba | 12/06/2009 ore 13:10:01

 

leggo sul corriere.it che il signor Borghetti, un ingegnere in pensione di appena 70 anni, in forma ed allenato è stato escluso dal volontariato e da donatore di sangue perché considerato Vecchio.

Mi chiedo e vi chiedo perché un uomo di 70 anni non può rendersi utile ed è costretto a fare il pensionato seduto in panchina mentre un altro uomo, settantaquattrenne (74) e un po' smidollato viene lasciato tranquillamente alla guida di un intero paese?

fara | 12/06/2009 ore 10:01:45

 

ave a tutti. stralunata e di passaggio frettolosissimo come sempre. fuori contesto OVVIAMENTE!
So che non siete Salernitani ma Palermitani (ma sempre sud è.. e poi cambiano solo 2 consonanti!)
ma ci tenevo ugualmente ad informarvi (voi soprattutto voi!)che dal 10 giugno al 10 luglio, presso la galleria- wine bar "Rosso Rubino" di Salerno .in via Masuccio salernitano,77. piano centro storico salernitano, avrà corso la mia mostra di pittura "eruzione lunare " .avrà corso senza di me che sono rimasta a lipari a fare la mamma. per chi si trovasse a passare o avesse conoscenze salernitane... bacio grazie Lò

| 12/06/2009 ore 09:35:42 | @

 

Testo breve e pregnante, zeppo di firme, da mandare presto a Napolitano, contro il bavaglio alla stampa.

maramaus | 12/06/2009 ore 08:37:48

 

ci sono decisioni da cui non si può fuggire!

armando | 12/06/2009 ore 08:18:55 | @

 

Ve lo ricordate che la vicenda "soldi Ciancimino" è il motivo del ritiro, imposto dalla famiglia, del nome "Paolo Borsellino" dal centro gestito da Padre Bucalo?

Giuseppe | 12/06/2009 ore 07:44:15

 

Che ridicolo paese è divenuta l'Italia dove l'indipendenza della magistratura e la libertà di stampa dipendono dall'umore e dagli interessi personali del capo dl governo!
Spero che questa volta, se passerà la legge liberticida approvata oggi dalla Camera, ci sia una mobilitazione popolare massiccia e irriducibile.

Antonio Carollo ('ntoni) | 12/06/2009 ore 00:47:59

 

Magari Vizzini soffre di sinusite

fara | 12/06/2009 ore 00:15:32

 

@fara, hai ragione: democratura è un neologismo formato dalle parole democrazia (si fa per dire) e impostura.

Antonio Carollo ('ntoni) | 11/06/2009 ore 23:58:06

 

E' un giorno che mi arrovello e finalmente mi è venuto in mente:

Matvejevic definisce il tipo di governo che si è venuto a creare in italia "democratura". Una forma di governo cioè che dietro un’apparente forma esterna di democrazia assume atteggiamenti e movimenti dittatoriali.

fara | 11/06/2009 ore 22:45:59

 

Per fortuna è Berlusconi che ha costruito questo evento: Se lo ciucci lui. Peccato solo per uno come Napolitano, costretto a partecipare alle cerimonie.
A Gheddafi gli è esplosa la faccia, sembra una specie di Michael Jackson berbero-maghrebino. Insieme i due sono una coppia comica che suggerirei ai Vanzina: Capodanno a Bengasi.

Gianluca | 11/06/2009 ore 21:55:57

 

Dalle barzellette siamo passati all'operetta.
Divertiamoci; mah, è gratis?, o c'é il trucco e poi ci fanno pagare?

Antonio Carollo ('ntoni) | 11/06/2009 ore 20:48:54

 

Sbaglio o nella foto sembra che il cavaliere porga la mano da baciare (alla maniera cardinalizia) al colonnello?

fara | 11/06/2009 ore 17:12:58

 

Sembrano finti: presi pari pari da una brutta fiction. Purtroppo sono veri.
Ma se la poteva mettere una Noemi al collo, il premier, no?

maramaus | 11/06/2009 ore 16:49:16

 

ci pensavo ieri. con gheddafi mister B ha trovato pane per la sua dentiera

macs | 11/06/2009 ore 16:06:32

 

a proposito della penultim'ora

Ve lo immaginate il nostro in divisa? Ovviamente disegnata e rifinita a mano da Caraceni

fara | 11/06/2009 ore 15:33:11

 

Prossimamente un penultim'ora, su Vizzini.

roberto alajmo | 11/06/2009 ore 15:12:59

 

Leggo e riporto :
Carlo Vizzini si dimette dalla commissione antimafia perché indagato dalla Procura di Palermo nell'ambito dell'inchiesta sul "tesoro" di Vito Ciancimino.
Oltre a Vizzini sono indagati, riporta il Corriere della Sera, i senatori dell'Udc Salvatore Cuffaro e Salvatore Cintole, e il deputato, sempre dell'Udc, Saverio Romano.

L'ipotesi di reato nei loro confronti è di concorso in corruzione aggravata dal favoreggiamento di Cosa Nostra. Le accuse provengono da Massimo Ciancimo, figlio di Vito, imputato di riciclaggio e di fittizia intestazione di beni, che da qualche mese rende dichiarazioni ai pm palermitani Antonio Ingroia e Nino Di Matteo.

fara | 11/06/2009 ore 14:39:51

 

Errata corrige: 091 7829770.

maramaus spot 2 | 11/06/2009 ore 13:59:52

 

Non ho idea di come si inserisca un URL e allora lo dico sottovoce.
Domani e lunedì prossimo sono gli ultimi giorni disponibili per quei pochi che non hanno ancora visitato la mostra del sottoscritto che si cela sotto uno strano pseudonimo (Gianni Allegra). Il Desiderio è una mostra di acrilici allestita presso Banca Etica di Palermo (in via Catania 24). Sono dipinti che parlano di desiderio ed eros (per me si identificano). Le visite sono possibili negll'orario classico d'uffico 9-13: ma previa telefonata allo 091 782970 è possibile chiedere uan deroga pomeridiana.

maramaus spot | 11/06/2009 ore 13:58:47

 

@RO, bella foto d'una brutta immagine. Due pagine eloquenti (26/27) del 'Magazine' del Corsera di oggi sulla Palermo umiliata e offesa. Chi non ha cura per il decoro (oltre che per la salute pubblica), per le memorie e per i monumenti della propria città non è degno di rappresentarla.
@Luigi, ben detto.

Antonio Carollo ('ntoni) | 11/06/2009 ore 12:15:44

 

Per favore, se inserite una url spiegate anche per sommi capi di che si tratta. Io ho una connessione a carbonella e ci metto mezz'ora per scoprire che magari non mi importa.

roberto alajmo | 11/06/2009 ore 11:09:22

 

E come sempre ci additiamo l'un l'altro, come pinocchio e lucignolo, su chi ha le orecchie più lunghe, ma siamo incapaci di qualunque moto collettivo di protesta che abbia una qualche valenza politica. Penso che la signora passi accanto ai cumuli di immondizia perché per evitarli tutti dovrebbe probabilmente allungare il suo percorso di parecchi chilometri.

federico | 11/06/2009 ore 10:06:36

 

http://1.media.tumblr.com/ PtavGcmY5ojn53sbeOD1Ii7xo1_400.jpg


Buona giornata a tutti!

[un altro]roberto | 11/06/2009 ore 09:04:53

 

Quello che mi colpisce nella foto che ha utilizzato Roberto nella penultimora è non solo il percorso scelto dalla signora inquadrata, ma anche il suo modo di tenere la borsa (tipico delle donne palermitante che camminano nel centro storico).

Forse nessuno l'avrà detto o notato, ma in questa foto c'è l'emblema della Sicilia e dei siciliani, costretti ad andare comunque avanti procedendo tra l'immondizia da un lato ed i ladri dall'altro.

Luigi | 11/06/2009 ore 08:49:27

 

http://www.youtube.com/watch?v=ElTc5QaYF-Y

tamara bianchi | 11/06/2009 ore 08:35:09

 

http://www.youtube.com/watch?v=01cDwLAcdVY

vitalba | 11/06/2009 ore 01:29:14

 

Dice Cammarata, annunciando l'azzeramento della Giunta: "Non intendo proseguire questi tre anni di sindacatura galleggiando o sopravvivendo".

Il sindaco ha poi spiegato che per il rilancio di Palermo servirebbero 100 milioni di euro, sottratti al bilancio per la stabilizzazione dei precari, che intende chiedere a Silvio Berlusconi.

Maramaus! Forse la racchetta non basta più, ci vuole anche il campo...

mingo | 10/06/2009 ore 23:09:07

 

Le prove...dici bene nn le abbiamo. ma sappiamo benissimo come va il governo a tutt'oggi...e la cosa piu triste è la perdita totale di fiducia .......triste.

nicoletta | 10/06/2009 ore 22:50:12 | @

 

@fara, in Italia abbiamo un esempio clamoroso. Nel 1992-1993 Mario Segni aveva in pugno il Paese. Nell'ottobre 1992, non l'avevo mai fatto e non l'ho fatto mai più, sono andato a Roma, al Palazzo dello sport, alla grande assemblea popolare indetta da lui. Sembrava che si dovesse incendiare il mondo. Era presente anche Prodi. Poi passarono mesi di incertezze, senza parole forti, senza una chiara linea politica, con ondeggiamenti da sinistra a destra e viceversa, con indecisioni, ecc., insomma la mancanza di personalità e di carisma, non a caso fino a quel momento Segni era stato un pallido notabile miracolato dalla morte di suo padre, ha fatto sì che il vuoto politico si prolungasse pericolosamente fino a quando vi è piombato dentro un imprenditore chiacchierato ma dotato di personalità e di risorse economiche. Così è cambiata, da Italia a italietta, la nostra storia.

Antonio Carollo ('ntoni) | 10/06/2009 ore 13:04:07

 

@fara, mi sembra inevitabile. Vedi Roosevelt, Kennedy, Reagan, Clinton, Obama, Sarkozy, Blear, Karamanlis, ecc.: senza di loro avrebbero vinto i loro partiti?

Antonio Carollo ('ntoni) | 10/06/2009 ore 12:35:54

 

Quello che mi preoccupa è la continua ricerca, a destra e a sinistra, di Leader carismatici, di figure dominanti cui obbedire.

fara | 10/06/2009 ore 12:19:09

 

Scusate gli strafalcioni.

Antonio Carollo ('ntoni) | 10/06/2009 ore 11:51:31

 

Se non sbaglio il 53 per cento dei siciliani non è andato a votare. Se permettete, questo dato, unito al 10 per cento in meno all'omino ridens, per me rappresenta un alito di speranza. I siciliani non sono quei pecoroni che molti credono. L'ampia fascia di popolazione che non viene irretita nelle maglie del clientelismo possiede una notevole capacità critica. Soltanto che, girandosi intono, non scorge leader e formazioni in grado di attirarne la sua attenzione. Secondo me lo spazio di una forte iniziativa politica portata avanti da un leader (nuovo) dotato di carisma esiste, eccome.

Antonio Carollo ('ntoni) | 10/06/2009 ore 11:49:52

 

Antinoro ha raddoppiato i suoi voti, nonostante l'astensionismo, le indagini, le "terzine" ecc. Ancora ce n'è di strada da fare

Giuseppe | 10/06/2009 ore 11:15:40

 

se sia un fatto penale è irrilevante se rapportato allo stato etico e culturale dei nostri amministratori che per dirla con Woody Allen: "....hanno una loro etica. Tutta loro. Ed è una tacca più sotto di quella di un maniaco sessuale."

armando | 10/06/2009 ore 07:00:46 | @

 

Sull'astensionismo siciliano ho un dubbio: che non sia dovuto alla protesta. Forse l'Europa è troppo lontana per accendere il clientelismo e stavolta il voto di scambio è rimasto sotto il solito regime di giri. Forse non è vero, ma stamattina vedo bicchieri mezzi vuoti dappertutto. Perdonatemi le paturnie.

yorick | 10/06/2009 ore 07:00:15 | @

 

Scusate se sono fuoritema, ma... Ho appreso adesso una notizia che volevo condividere... Per sentirmi meno sola nello sconforto... Il principe ballerino mancato europeo Emanuele Filiberto è molto soddisfatto per il consenso ricevuto <<e non intende fermarsi qua>>!... Mi sembrava che questa frase avesse il sapore di una minaccia...! In compenso abbiamo la zanicchi a rappresentarci in europa... che c.! :-/

Eliana | 10/06/2009 ore 02:00:46

 

Che Orlando "isituisca una scuola di formazione politica per rimediare agli errori del passato" è un auspicio che sento la necessità di sottoscrivere prima di andarmene a dormire!
Buonanotte

Paola | 10/06/2009 ore 01:39:21

 

senza ombra di dubbio, ma alla fine rappresenterà soltanto sé stesso; il resto del paese, come già comincia ad avvenire, sarà da tutt'altra parte...

federico | 09/06/2009 ore 22:04:25

 

La tua notazione è interessante, federico, a patto che se ne dia una lettura semplicemente nichilista.
Si potrà arrivare anche al 99,99 per cento di astensioni, e non servirà a niente fin quando il signor B voterà da solo e prenderà veramente il 100 per 100.

roberto alajmo | 09/06/2009 ore 21:23:32

 

Perdonate la mia semplicità politica, ma continuo a vedere in quel 53 per cento di siciliani che non è andato a votare l'unico segnale veramente forte di queste ultime elezioni. Da superficiale quale sono leggo una stanchezza dei siciliani verso chiunque vuole ancora una volta prenderli per i fondelli. Che lo schifo della porcilaia amministrativa locale abbia passato la misura della sopportazione?

federico | 09/06/2009 ore 20:37:59

 

Vanno a Dubai perchè è una meta vuota di cose vere... Vanno a Dubai perchè è finta. Proprio come loro.

Eliana | 09/06/2009 ore 20:24:50

 

ed a noi resta la munnizza!

Cetti Lipari | 09/06/2009 ore 20:08:33 | @

 

@RO, noi sì, ci siamo capiti, ma quest'altri?
Hai sentito come bussano ancora a soldi? ...
Per fortuna le banche sono a secco.

Antonio Carollo ('ntoni) | 09/06/2009 ore 17:52:52

 

Speriamo la faccia con appetenza. Bye-bye.

Antonio Carollo ('ntoni) | 09/06/2009 ore 17:35:25

 

Ho dato "avvio" prima di rileggere. Tra i refusi, gli errori di digitazione e i pensieri involuti, quello che più mi disturba è quella "frammentazione" che galleggia solitaria senza spiegazioni: volevo dire "frammentazione delle sinistre".
Poi, "bubbi", mi pare possa andar bene per una mezzoretta di risate. Scusate, dovevo rileggere e correggere. Fa caldo, c'è un'umidità che toglie il respiro. Urgeva post ma è stato più impellente oltre che impertinente un precoce clic del cavolo. Chiedo venia, faccio ammenda. E tra un po', anche merenda.

maramaus | 09/06/2009 ore 15:41:17

 

Grandi interrogativi sopra le nostre cucuzze.
E ora Di Pietro come capitalizzerà il suo successo? A giudicare dalle prime uscite morigerate si direbbe che tenda a tenderee umilmente la mano al Pd...
Franceschini che ha fatto sicuramente un buon lavoro e che ha dato finalmente fiato alle istanze di tanti di noi (ha imposto la Borsellino senza farsi ricattare dalla nomenclatura) come si muoverà fino al congresso? Capitalizzerà anche lui (non il successo, non ha conseguito un esito brillante da sbandierare) la sua credibilità, la sua immagine seria e pulita?
La frammentazione (vogliano essere buoni: perché dovremm dire rudemente "la disintegrazione")delle sinistre Peter pan e Onan (l'eterno adolescente che si masturba all'infinito) si ricomporrà in un unicuum che potrà dare una mano ad un progetto progressista' Oppure continuerà nella pratica autoerotica?
E dopo i bubbi, le certezze. Sono sicuro che Debora Serracchiani farà bene. Sono sicuro che Rita Borsellino farà benissimo. Sono sicuro che Rosario Crocetta farà discretamente (qualcuno gli dica che i patti col diavolo non si fanno, almeno da queste parti). Sono sicuro che Orlando farà benissimo, ma che isituisca una scuola di formazione politica per rimediare agli errori del passato: è staro rimproverato spesso di comprimere i suoi collaboratori politici. Faccia ammenda e prepari un esercito di giovani superpreparati.

maramaus | 09/06/2009 ore 15:35:25

 

In Sicilia (il granaio dei voti del priapo premier)si è inceppata la corsa verso la gloria. E sempre nella terra dei gattopardi il candidato più votato (dopo il satrapo premier) è una donna che risponde al nome di Rita Borsellino. Sempre in questa terra sono tre i simboli antimafia ad andare a Strasburgo (Borsellino, Crocetta, Orlando). Qualcosa, Fara (come dici tu), significherà.

maramaus | 09/06/2009 ore 12:43:05

 

Fara
non ricordo ci fosse l'impero siciliano, l'impero romano si. Tolto Roma l'Italia costa poco dal punto di visto storico, serio. Ti sembra?

domenico (termini Imerese) | 09/06/2009 ore 12:40:39

 

Adesso mi attiro le ire di qualcuno, ma la Sicilia, in verità, è qualcosa di più dell'Italia. Non nel bene nè nel male ma nell'assoluto storico ( sempre che ci sia qualcuno disposto a leggerlo correttamente)

fara | 09/06/2009 ore 12:25:02

 

hai ragione. Lei gioca facile. Tu no

fara | 09/06/2009 ore 12:18:58

 

Però se facciamo cambio, Laura Pellegrini al posto mio e io al posto suo, non mi batte più!

maramaus | 09/06/2009 ore 11:58:19

 

facciamo 15 secondi? mercanteggiare è un'arte!

fara | 09/06/2009 ore 11:50:02

 

@Fara: Mi hai dato trenta secondi di dispiacere: argggggg!

maramaus | 09/06/2009 ore 11:42:43

 

@ maramaus
sai che ti voglio bene e la tua vignetta di oggi è molto bella ma Ellekappa ti ha battuto. Il suo idromassaggio al "papi" è spettacolare.

Non me ne vuoi, vero? Anche perché lei batte sul nazionale e tu, ovviamente, sul locale

fara | 09/06/2009 ore 11:21:22

 

Paola, la "superiorità" della civiltà occidentale si basa su questo assioma: tutte puttane tranne mia madre

fara | 09/06/2009 ore 11:08:42

 

Per chi no ha visto la puntata di Report di domenica:
http://www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-649fab67-cc1b-4f85-acbb-a29ec785b786.html?p=0
bastano anche solo i primi 10 minuti.
E i visi delle giovani prostitute nigeriane sulle nostre strade non vi appariranno più tanto distanti.
CE LE METTIAMO NOI OCCIDENTALI SU QUELLE STRADE
(secondo me!)

Paola | 09/06/2009 ore 10:22:16

 

Aggiungo, speriamo si verifichi quanto auspica il buon Franco Padrut (Repubblica Palermo di oggi)
(PS: Franco è stato segretario della Camera del Lavoro di Palermo negli anni '80)

Giuseppe | 09/06/2009 ore 09:14:57

 

Ho scritto poco (anzi proprio nulla) da un po' di giorni. Ma ho letto tutto (non solo qui, anche sui giornali). Il mio voto al PD era già noto, e quindi sono ben lieto di aver eletto Rita e Rosario Crocetta (ho votato anche Tripi, che conosco da trent'anni).
Ovviamente penso anch'io che se Orlando fosse rimasto nel PD avremmo ancora più voti, ovviamente penso anch'io che, ora più che mai, più che di buone idee ci sia bisogno di buoni soggetti (che possano esprimere le buone idee).
Poi però mi guardo attorno, ma attorno attorno, non lontano, e allora mi ritrovo a condividere quanto hanno scritto Maresco e Sellerio.
Tutto qui. Au revoir

Giuseppe | 09/06/2009 ore 08:28:09

 

calma e gesso! ha ragione Roberto ma ora ci si deve concentrare sul Congresso del PD in autunno e analizzare bene realtà come quella di Debora Serracchiani e che i vari D'Alema ne tengano conto (cambio generazionale!!!!!). Per non parlare dell'ala "rutelliana e co." .....chiarezza ci vuole .....chiarezzaaaaaaa e un po di spirito autenticamente laico. Per quanto riguarda la sinistra radicale.... beh.... un po di umiltà non guasterebbe.....si ascolta, si analizza e poi si agisce......solo gli adolescenti possono (e devono) essere intransigenti con i propri ideali......la democrazia è anche mediazione.....ma una volta che.......che non si cambi rotta (Bertinotti docet!!!!!) per favore!!!!!!!!!!!!!!!!!

armando caccamo | 09/06/2009 ore 07:38:56 | @

 

Ieri ho visto 10 minuti di porta a porta con la Finocchiaro. Sprizzava felicità, autoreferenzialità ed autostima da tutti i pori...e forse si candida a Segretario del PD.
Mi è sembrata l'antiSerracchiani per eccellenza.
Ecco, secondo me, se ad Ottobre dovesse diventare segretario si farebbe un bel passo indietro verso il burrone.


mingo | 09/06/2009 ore 07:00:08

 

Blog o forum, la parola da usare è rispetto, da entrambe le parti. Da parte di chi scrive e di chi legge.
Ci deve essere la consapevolezza che, se scrivo, espongo il mio pensiero al giudizio degli altri, sennò me lo tengo per me. D'altra parte, il lettore deve essere consapevole che è il pensiero che può essere discusso, mai colui che lo ha formulato.
Insomma, piano con i giudizi.

Daniela | 09/06/2009 ore 06:46:57

 

@Fara: l'acidità di certi blog è dovuta alla convinzione che libertà d'espressione significa andare a casa degli altri e fare la cacca nel salotto. Si tratta di fare pulizia: blog o forum cambia poco, in quel senso.
@Michele: benvenuto. Un po' di blog ci sarà, se uno vuole usarlo come tale. Il rischio del forum è quello di creare una comunità chiusa e autoreferente.

roberto alajmo | 09/06/2009 ore 05:50:29

 

Non per forza... esistono anche i blog agrodolci.

Michele | 09/06/2009 ore 01:12:58 | @

 

ps
Chiedo scusa. Un forum, ovviamente, può essere , e molti lo sono, di centro destra e chiedo scusa e può ospitare chiunque . Come quello di Alajmo.
Tutti sono ben accetti,a patto che non offendano e sappiano discutere.
I blog sono più acidi

fara | 09/06/2009 ore 00:42:18

 

io ti ringrazio se lo lasci forum. Cambiare la pagina va bene e se sarà più bella, meglio. Ma un blog è squallido mentre un forum è vivace. C'è una gran differenza tra blog e forum. Un forum è di sinistra o di centrosinistra . Un blog si adegua. Tutto qui

e poi dici che le patoline magiche non hanno un ruolo autonomo: Pannolini è perfetto

fara | 09/06/2009 ore 00:28:51

 

Peccato: io tifavo per una svolta blog. Mi perdo un po' ...

Michele | 09/06/2009 ore 00:09:59 | @

 

Lo cambio presto (appena Marco è pronto) ma resta forum.

roberto alajmo | 09/06/2009 ore 00:02:00

 

@Roberto
Quasi in privato vorrei dirti una cosa, due punti (non sono uno scritore e mi adeguo a certa grammatica vintage)
E' un bel forum il tuo. Non cambiarlo per un blog

Penserai "ma che c'entra?" . Non c'entra niente solo, mi andava di dirtelo

fara | 09/06/2009 ore 00:00:48

 

le amministrative ci hanno riportato in terra repentinamente. Come dice bene Daniela il vecchio porco vince e se non vince lui vince il maiale leghista.

Non è questa l'italia nostra. Questa è la loro Italia anche se , numeri alla mano, loro non sono di più ma hanno saputo e potuto (ma soprattutto saputo) giocare meglio le loro carte. Hanno bleffato e hanno vinto. Hanno promesso e tanto basta. Hanno regalato dentiere, e tanto basta, hanno promesso fama e prosperità, e tanto basta.
Chi non possiede niente non ha voce e manco va a votare

fara | 08/06/2009 ore 23:53:41

 

prego eliana

vitalba | 08/06/2009 ore 21:38:17

 

@vitalba
Non ci sarebbe niente da ridere, ma... GRAZIE! Il link che hai postato è fonte inesauribile di risate!!! ^__^

Eliana | 08/06/2009 ore 21:30:27

 

http://silvioperilnobel.sitonline.it/

vitalba | 08/06/2009 ore 21:09:08

 

...nell'Italia masochista leggo..."LEGA-MI"........e mi stupisco ancora.

nicoletta | 08/06/2009 ore 18:05:35 | @

 

Nell'esultare anche io per la semi-vittoria di Pirro, vi invio questo link http://magazine.libero.it/eventi/generali/silvio-difeso-dai-papi-boys-ne9994.phtml
che conferma quanto sempre da Roberto e da altri asserito: Berlusconi piace proprio perché è un vecchio porco.
La nostra è tutta invidia...

Daniela | 08/06/2009 ore 17:35:07

 

esulto anch'io per il risultato di Rita e della sicilia in genere, ma sottovoce, e con uno sforzo cerco di dimenticare che intanto nel resto d'europa la destra xenofoba si afferma sempre più.
Beh, consoliamoci con il seggio conquistato dal partito dei Pirati ... che non è poco!

lasirenetta | 08/06/2009 ore 14:55:08

 

http://video.unita.it/

vitalba | 08/06/2009 ore 13:31:56

 

Anche in Friuli c'è una donna nuova. Ricordate quella Debora Serracchiani che stupì tutti con la sua aria da ragazza capitata lì per caso? 74.000 preferenze. Più del priapo. Ragazzi, un po' di allegria!

maramaus | 08/06/2009 ore 13:27:28

 

@maramaus: scrutando tra le nebbie della mia testa mi pare di capire che speravo in qualcosa in meno per il PDL, (magari a favore dell'MPA, tanto per fare casino) e qualche votarello in più per il PD. Però alla fine, sì, ci sono ragioni per essere leggermente confortati.

macs | 08/06/2009 ore 13:00:43

 

@macs: scusa, ma cosa speravi, in una sconfitta del pdl epocale? Non credo che la rivoluzione antropologica stia bussando alla nostra porta. La sensazione di sollievo di cui dici non deve mischiarsi con la tristezza. Per ricominciare ci vogliono energie positive. Il suffragio entusiastico alla Borsellino non è un giochino infantile: ha un valore simbolico elevatissimo. Ricordi? Franceschini volle la sua candidatura capolista. Levata di scudi dei maggiorenti siciliani. Franceschini la spunta: la Borsellino resta indipendente e sfida anche parte del suo movimento. Esito: un successo clamoroso che non può essere preso sotto gamba.

maramaus | 08/06/2009 ore 12:44:50

 

E' un po' triste constatare questa diffusa sensazione di sollievo (che è anche la mia) per dei risultati elettorali che mostrano una sostanziale tenuta del PDL nella nostra regione.

macs | 08/06/2009 ore 12:38:20

 

Il messere umiliato! C'é speranza per quest'Italia.

Antonio Carollo ('ntoni) | 08/06/2009 ore 11:27:29

 

News: a Trapani la Borsellino è seconda solo al premier.

maramaus | 08/06/2009 ore 11:23:49

 

Apprendo in questo momento che Rita nella sola Palermo ha ottenuto 26.936 preferenze.

maramaus | 08/06/2009 ore 11:12:50

 

Roberto condivido la tua " penultim'ora". Le foto del pais confermano comportamenti già noti a tutti.
Forse l' unica novità è che il vento sta cambiando e la gente sta capendo da chi siamo governati.

Lello | 08/06/2009 ore 09:46:58

 

Maramaus è chiaro che sono contenta per la Borsellino. L'ho pure votata!

fara | 08/06/2009 ore 09:19:20

 

@Fara: la Borsellino va a Strasburgo e Lombardo no. Vogliamo parlarne? Un brindisi ancora, sono al terzo cappuccino.
Da qualcosa bisogna ripartire: e ripartire con un Sud meno genuflesso mi pare cosa da salutare con un sorriso.

maramaus | 08/06/2009 ore 09:06:16

 

Qualche voto perso dal Berlusca ( ma guadagnato dalla lega) ci può consolare ma non dimentichiamo che adesso la linea del governo sarà dettata con maggior vigore dalla lega. La linea del governo sarà ancora più xenofoba e intollerante, più becera e più attenta ai problemi individuali degli imprenditori piccoli piccoli del centro-nord. Sarà sempre meno attenta alla legalità e alla correttezza. Infine non dimentichiamo che la nostra destra non è la destra europea.

fara | 08/06/2009 ore 09:02:07

 

Non possiamo lamentarci, ha vinto l'Italia che gli italiani vogliono. Non ostiniamoci a cercare nell'elettorato un "meglio" che non c'è. Come giustamente ha fatto notare Federico il massimo che possiamo ottenere è una "complicità silente"

fara | 08/06/2009 ore 08:49:37

 

La delusione più cocente per il premier-priapo arriva dal sud e segnatamente dalla Sicilia. Ragazzi, facciamoci un doppio cappuccino, la vita è bella!

maramaus | 08/06/2009 ore 08:47:04

 

beh, poteva andare peggio.

antonia | 08/06/2009 ore 07:51:55

 

In effetti mi sono svegliato con un gran senso di colpa, in quanto meridionale.

roberto alajmo | 08/06/2009 ore 07:37:15

 

"Il sud mi ha deluso..."
Vado a lavorare un po' più felice...

Eliana | 08/06/2009 ore 06:35:01

 

@federico
sarà che sono davanti gli exit-poll e già mi sto agitando, ma non capisco la prima parte del messaggio...
Comunque, se non vuoi parlarne adesso ci risentiamo a luglio...

Eliana | 07/06/2009 ore 22:58:59

 

@eliana
il problema è che, come la maggioranza degli italiani, non sai nulla delle leggi della propaganda, che invece il grande comunicatore e il suo staff conoscono fin troppo bene... (e qui la chiudiamo perché per i miei gusti per questo mese di giugno ne ho già parlato abbastanza)

federico | 07/06/2009 ore 22:49:47

 

....nell'avvicinarsi della vecchiaia il povero signor B. si è buttato nella vita mondana ,tanto tutto quello che fa lui nn è mai ridicolo....

nicoletta | 07/06/2009 ore 22:13:33 | @

 

@federico
per me sarebbe un silenzio-assenso. Mr. B. continua a fare leggi che gli garantiscono l'impunità? ...silenzio... MrB. corrompe, nasconde e non soccombe?? ...silenzio... mrB. esautora il Parlamento?? ...silenzio...
NONONO!!! non posso non posso non posso appoggiare un silenzio che gli farebbe credere di avere anche la mia approvazione! la sola e vera via d'uscita sarebbe creare una VALIDA alternativa a questo governo di fantocci...

Eliana | 07/06/2009 ore 22:07:08

 

@Eliana
Eppure prova per un attimo a immaginare un paese dove qualsiasi nuova trovata della Cosa B. venisse semplicemente ignorata... (capisco che di fantasia oggi ce ne vuole davvero tanta, ma io preferisco essere complice silente piuttosto che complice amplificante!)

federico | 07/06/2009 ore 21:38:13

 

@federico
A volte penso anch'io che le varie denunce contro mr B. e le sue malefatte si ritorcano irrimediabilmente contro l'accusatore, ma l'alternativa sarebbe non parlarne... Ed io non mi voglio fare complice silente nella distruzione di un Paese. Sarebbe come confermare una resa che non voglio dargli... E quindi, continuo a parlarne... Magari non servirà a nulla e forse lo rafforzerà ulteriormente, ma non importa, sono certa che l'imperatore che sogna d'avere il 100% dei consensi italiani un po' di fastidio lo prova... E questo mi basta per sorridere :)

Eliana | 07/06/2009 ore 21:10:42

 

Vitalba, non parlavo di B. e le donne,sarebbe riduttivo, ma di basso impero e di etica pubblica in generale. I Kennedy altri tempi, altre storie, altro scenario politico internazionale.

mingo | 07/06/2009 ore 20:51:42

 

Nessuno me ne voglia se mi ripeto, ma rimango fermo nella convinzione che la grande fortuna della Cosa B. sta tutta nella pervicacia con cui i suoi avversari parlano diuturnamente delle sue miserande imprese...

federico | 07/06/2009 ore 20:18:56

 

Grazie per il tuo messaggio, Antonio. Odora di speranza, ed in questo periodo ce n'è bisogno...

Eliana | 07/06/2009 ore 19:04:25

 

@Eliana, i sogni sono più tenaci di una modesta scadenza elettorale com'é in fondo quella odierna. Per me questa evenienza è già archiviata, mentre pensieri e desideri non rallentano il loro volo. Le infatuazioni non sono eterne. Ormai dal picco in cui si trova messere non può che scendere. La verità viene sempre a galla diceva una commedia di Mario Tobino.
Per il momento mi basta di non vedere il faccione bronzeo soddisfatto del vespone nazionale che usa la porta per fare entrare chi gli pare.

Antonio Carollo ('ntoni) | 07/06/2009 ore 16:33:50

 

Purtroppo il palcoscenico è suo e lo sa tenere. Conosce tutti gli espedienti per avere su di sé gli occhi del pubblico. Obama fa audience? Allora Obama deve essere! Eccoti il grande annuncio: il Presidente Obama conferma la visita a Washington del leader italiota.
Sudare sette camicie ne è valsa la pena. Il povero frastornato elettore mentre segna la scheda ha davanti a sé la luminosa visione di due gran sorrisi, uno divertito l'altro furbescamente ammiccante. Il colpo è fatto! Che importa se poi il nostro messere non ha nulla da andare a dire all'altra sponda dell'oceano.
Intanto beccatevi l'annuncio, poi godetevi la scintillante sceneggiata del cerimoniale, con tanto di rassegna del picchetto militare d'onore, inni nazionali, bandiere, abbraccio, discorsi solenni.
Questa sì che è politica!
Com'è bello saltellare da una capitale all'altra!
Signori, il consenso?, lasciate fare a me.

Antonio Carollo ('ntoni) | 07/06/2009 ore 16:13:56

 

Sì lo so, ho letto anch'io quel libro. :)

@vitalba | 07/06/2009 ore 16:04:02

 

@Antonio Carollo
Spero vivamente che tra quattro anni (se ancora avremo diritto al voto, se ancora non ci avranno mandati al confino, se ancora ci saranno più partiti per cui votare) la coscienza civile degli Italiani si risveglierà mandando in aria, come anche tu auspichi, tutto il marciume politico che si sarà creato... Ma inizio a credere che mai alcuno scandalo riuscirà a scalfire la granitica fede di certi in mr B. . Se gli elettori avessero fatto attenzione alla moralità dei politici, non avrebbero votato una coalizione in cui ci sono non so quanti indagati e condannati, e non avrebbero votato i pluridivorziati promotori di una manifestazione assurda come il family-day...
(Oggi mi sento molto più pessimista del solito... Sarà forse la consapevolezza che i miei sogni sui risultati delle europee andranno in frantumi tra cinque ore...)?

Eliana | 07/06/2009 ore 16:03:18

 

eliana i dati da me riportati sono tratti dal libro di noam chomsky "alla corte di re artù"
P.S. avevo capito a cosa ti riferivi

vitalba | 07/06/2009 ore 15:38:12

 

Uhmmm... ma non fu il Presidente Johnson, nell'agosto 1964, a prendere spunto da un incidente nel golfo del Tonchino, per presentarsi al Congresso degli Stati Uniti facendosi dare adeguati poteri per intraprendere iniziative militari iniziando di fatto la guerra del Vietnam...?
Le responsabilità di Kennedy nella guerra del Vietnam sono da sempre oggetto di discussione. Secondo alcuni egli, ordinando il rovesciamento e l'uccisione di Diem, ha acceso la miccia che ha provocato la guerra. Altri sostengono invece che Kennedy avrebbe soltanto continuato l'impegno della Legione Straniera nella ex colonia francese.
Nel 1963, anno in cui ci fu il cambio di passo del Presidente Kennedy, riportato anche da Martin Luther King, Kennedy cominciò a bloccare le manovre dei consiglieri militari e a pianificare la ritirata di alcune migliaia di soldati dal Vietnam. Kennedy non avrebbe quindi dato il via all'escalation, la quale sarebbe solo opera di Johnson. Non trascurabili sono poi le dichiarazioni rilasciate dall'ex segretario della difesa americano (in carica in quegli anni) Robert McNamara ha affermato che Kennedy non aveva nessuna intenzione di impegnarsi in una guerra in Vietnam, così come la presenza di un memorandum datato 11 ottobre 1963 in cui Kennedy ordinava il ritiro di 1.000 uomini dal Vietnam, decisione poi subito annullata da Johnson appena divenuto presidente.
Poi, per quanto riguarda la crisi dei missili di Cuba, molti ufficiali e ministri premevano perchè si intervenisse con un attacco aereo dato che non fare nulla avrebbe significato avere una permanente minaccia nucleare nella propria regione, in una vicinanza tale da rendere quasi impossibile un contrattacco qualora i nemici avessero attaccato per primi, senza considerare poi la paura che gli Stati Uniti apparissero deboli agli occhi del mondo! Attaccare però avrebbe significato iniziare un guerra nucleare, così kennedy optò per un blocco navale ed avviò negoziati con i sovietici. Raggiunse un accordo con il Segretario Generale del PCUS, Nikita Khruščёv che si accordò segretamente per ritirare i missili in cambio dell'impegno degli Stati Uniti di non invadere Cuba e di ritirare i propri missili nucleari dalla Turchia.
La crisi dei missili ebbe infine effetti positivi sulle trattative USA-URSS circa la limitazione dei test nucleari.
Che poi ci sia stata una fallita invasione di Cuba e mancati attentati a Fidel Castro commissionati dai due fratelli Kennedy ai boss mafiosi Sam Giancana, Santo Trafficante e John Rosselli, nessuno lo nega. Ma comunque non credo si possa dire che Kenndy verrà ricordato solo per essersi portato a letto marilyn.
Mr. B. invece, a parte lo stuolo di donne a fargli da stuoia, per cosa verrà ricordato? Ai posteri l'ardua sentenza...

Eliana | 07/06/2009 ore 15:26:19

 

Le ultime vicende del
damerino invecchiato forse non avranno effetti sull'esito delle elezioni: è ancora vivo il ricordo dei miserevoli litigi delle tante anime della sinistra stipata nell'ammucchiata prodiana.
Qualche traccia però resterà. Piano piano la sensibilità civile e morale del mondo anglosassone sta arrivando anche in Italia. Si dice: tutto viene dall'America. E' vero: il progresso scientifico, le mode, la musica, il cinema, la letteratura, il pensiero soffiano da quella parte. I costumi anglo-americani influiscono molto sui nostri comportamenti e sulla nostra quotidianità. Non fatico a pensare che un pizzico di puritanesimo e di moralità possa filtrare tra le maglie del nostro permissivismo. Mi sembra inevitabile. Fra quattro anni, quando andremo a votare per buttare all'aria tutto il marciume che si sarà accumulato, gli elettori faranno più attenzione alle questioni di moralità pubblica e privata degli schieramenti e dei candidati.
Sempre che questa possibile maggiore maturità politica non venga sovrastata e azzerata da litigiosità e infantilismi, capaci di appannare qualsiasi progetto di rinnovamento.

Antonio Carollo ('ntoni) | 07/06/2009 ore 15:09:53

 

@vitalba
Ho capito che non volevi paragonare marylin a noemi (ci mancherebbe...!), ed il mio intento non era quello di creare il santino di kennedy. stavo semplicemente contestando la frase I KENNEDY VENGONO CONSIDERATI DEI GRANDI SOLO PERCHE' SI SONO PORTATI A LETTO MARILIN MONROE.

Eliana | 07/06/2009 ore 15:03:53

 

Sul fatto poi, che oggi l'immagine della donna sia quella di un oggetto modellato ad uso e consumo dell'uomo, che per soddisfare sè stesso crea veline e troniste tutte uguali, con bocche inverosimili e seni improbabili, pronte ad immolare il proprio corpo in cambio di una notorietà effimera, non c'è dubbio!

Eliana | 07/06/2009 ore 15:00:44

 

eliana mi riferivo al comportamento dei kennedy e di berlusconi nei confronti delle donne non volevo certo paragonare noemi a marylin.
ti sei scordata il tentativo dei kennedy di ammazzare castro e di invadere cuba e i rapporti con la mafia anche se dopo hanno fatto di tutto per tagliare questi legami
fu JFK a ordinare il lancio sistematico di defolianti e napalm sulle foreste e risaie "per impedire che i Vietcong - cioè i contadini del Sud... s'infiltrassero nelle loro stesse case e instaurassero il comunismo", a mandare in Vietnam 25.000 uomini delle Forze speciali, a far deportare nei "campi speciali", sempre "per proteggerli dal comunismo", due, tre, o addirittura cinque, milioni di contadini dei "villaggi strategici". Fu JFK a decidere, come faceva sempre, "in fretta e furia e senza neppure studiarsi i rapporti Cia e dei militari" (Thomas C. Reeves), tra cui quello del Comandante della Marina, David Shoup, nettamente contrario all'escalation, di rovesciare il governo fantoccio di Ngo Dinh Sem, cattolico (su 14.000.000 di abitanti i cattolici erano meno di 1.500.000), e questo non perché massacrava migliaia di contadini e buddhisti (pacifisti = "infiltrati comunisti") mentre la moglie, Madame Nhu "offriva fiammiferi e benzina" ai monaci buddhisti che s'immolavano col fuoco, ma perché - disse il Presidente nel settembre 1963 - "Siamo per tutto quello che serve a farci vincere la guerra e contro qualunque cosa che ci impedisca di avere la vittoria".
Alla luce del rilancio kennedyano della guerra fredda (dal 1960 al 1962, il bilancio del Pentagono passò da 45,3 a 52,1 miliardi di dollari e quello dello spazio da 400 milioni a 5 miliardi)

vitalba | 07/06/2009 ore 14:32:20

 

Be', vitalba, credo che sia un po' esagerato dire che i fratelli Kennedy siano considerati dei "grandi" solo perchè si sono portati a letto marilyn... La breve presidenza di John Fitzgerald Kennedy fu segnata da altri eventi degni di nota (risoluzione della guerra fredda grazie agli accordi con kruscev, la critica al muro di Berlino, l'istituzione di un programma di volontariato per i paesi in via di sviluppo, guida alla conquista dello spazio, i programmi di volontariato per i paesi in via di sviluppo, l'appoggio al movimento per i diritti civili degli afroamericani[anche se la questione è un po' controversa...]), insomma, non mi pare che il piacione Kennedy sia lontanamente paragonabile al piacione mr. B. ...!(tra l'altro neppure marilyn può essere paragonata ad una noemi qualunque)!!!

Eliana | 07/06/2009 ore 14:03:14

 

Ieri prevedevo che El Pais avrebbe pubblicato altri scatti. Lo ha fatto oggi. Adoro gli spagnoli.
p.s. Loro ripristinano il diritto di cronaca. Noi siamo fermi alla frammentazione frantumata delle sinistre disintegrate.

maramaus | 07/06/2009 ore 13:46:39

 

mingo in una società come la nostra (non mi riferisco solo all' italia)conta molto apparire e perciò il comportamento di berlusconi non verrà mai considerato amorale perchè è molto figo avere molte donne (prendi ad esempio i fratelli kennedy vengono considerati dei grandi solo perchè si sono portati a letto marylin monroe e non sono invece cosiderati dei porci perchè non si sapevano tenere i pantaloni alzati) ed anche perchè in una società come la nostra la donna per essere considerata deve rispondere a certi requisiti.i modelli di vita delle ragazzine (non tutte naturalmente e per fortuna) sono quelle che appaiono in tv e perciò è figo fare la velina o andare al grande fratello(e per fare ciò sono disposti a tutto anche ad andare a letto con chiunque specialmente se è ricco ed importante come berlusconi). la stessa cosa vale per i maschietti prendi ad esempio sandro lo piccolo e togli il fatto che è un mafioso trovi differenza nell' aspetto tra lui ed un tronista? fino a quando i modelli di vita saranno le veline e i tronisti sarà sempre così.

vitalba | 07/06/2009 ore 12:06:49

 

Non so se la stanchezza venga prima o dopo l'avvilimento, Fara. Io sono stanca, così stanca che non riesco a stare dietro a questo paese, e a questa città. Mi limito ad osservare. A volte esco da casa solo per osservare, farmi delle idee. E mi spingo più a fondo che posso, quasi ad entrare nella testa di quelli che incontro, per cercare di capire "perché?!" Perché cazzo scegliamo di vivere in questo modo?
Le scelte, le sottovalutiamo sempre.
E invece sarebbe interessante ragionare a partire da quelle più piccole.
(Fino ad arrivare a quelle più grandi, certo...)

Per esempio, la casa dove scelgo d'abitare.
A volte provo ad immaginare:
E se noi cittadini (o almeno una gran parte di noi cittadini) ci fossimo rifiutati di abitare in quartieri che al posto degli alberi hanno palazzi di 13 o 14 piani, uno attaccato all'altro?
E se ognuno di noi avesse detto: no, grazie?

Perché, che non ci sia (o ci sia stata) la possibilità di scegliere, è una sonora cazzata.

A | 07/06/2009 ore 10:44:04

 

Si può dire? io aspetto con un qualche disagio fisiologico le prime proiezioni di voto di stasera, perché se gli va come spera anche questa volta...

Franceschini non mi è dispiaciuto, purtroppo ha spinto troppo secondo me sul voto dell'ultima spiaggia, cosa che forse è anche vera, ma che convince poco gli indecisi di centro-sinistra.

Gianluca | 07/06/2009 ore 10:42:36

 

solo che nel caso nostro l'effetto della bugia è transitivo

fara | 07/06/2009 ore 10:02:52

 

Mingo, ti confesso che sono avvilita.
Riporta da dizionario, Avvilire : rendere vile, degradare, svilire: "non c'è cosa che più avvilisca l'uomo quanto la bugia" L. Settembrini.

fara | 07/06/2009 ore 09:58:59

 

@Fara. Non mi riferivo solo a lui ma a tutto il suo "staff" e qualche condanna c'è stata, almeno in I°.

mingo | 07/06/2009 ore 09:39:26

 

@Mingo
Per completezza.
Assoluzioni poche, prescrizioni molte e condanne nulle. Il nostro amico ha sconvolto il codice penale, depenalizzando i reati che lo riguardano, ha annichilito il lavoro dei magistrati accorciando i termini di prescrizione e per evitare ulteriori grane si è ritagliato addosso un lodo che lo rende impunibile.










fara | 07/06/2009 ore 09:28:29

 

@Vitalba.
Le domande che proponi già i Pubblici Ministeri le hanno fatte decine e decine di volte ottenendo condanne e assoluzioni.Alla fine invece mister B. verrà ricordato per la sua gestione del potere da basso impero con tanto di Noemi e Apicella sugli aerei presidenziali, che in un paese civile non sarebbe uno scandalo da poco.
Invece, in un paese in cui vi è stata la Shoah dell'etica pubblica,chi critica comportamenti amorali nella gestione della cosa pubblica come quelli che vediamo giornalmente (e non mi riferisco ovviamente ai nudi di Villa Certosa)viene tacciato di moralismo.
Per questo apprezzo Franceschini che c'ha messo la faccia beccandosi accuse striscianti (e non) di vetero-cattocomunismo.

mingo | 07/06/2009 ore 09:03:50

 

Dice che "ogni sceccu si pria di raggi soi".
Il problema è infatti di tutti quelli che lo scecco sono costretti ad ascoltarlo.

A | 07/06/2009 ore 00:46:00

 

maramaus le dieci domande di repubblica a berlusconi o le foto a villa certosa oppure le bugie innocenti tipo il presunto incontro che avrebbe dovuto tenere con obama sono stupidaggini. le domande da fare a berlusconi sono altre e cioè :
"Perchè nel 1974 ingaggiò come stalliere o fattore Vittorio Mangano, nonostante i suoi gravi precedenti penali? Perchè due anni dopo Mangano se ne andò da Arcore: licenziato perchè sospettato del sequestro D'Angerio dopo una cena in casa Berlusconi, come ha sempre sostenuto il Cavaliere, oppure per sua scelta autonoma, come ha riferito il boss? Perchè Mangano continuò a frequentare Arcore, e perchè Dell'Utri seguitò a incontrarlo anche dopo la condanna per droga nel maxiprocesso alla Cupola, nei giorni caldi della nascita di Forza Italia (1993) e del primo governo Berlusconi (1994)? Perchè nel 1987, quando esplose una bomba contro la sede Fininvest di Milano, Berlusconi telefonò a Dell'Utri per dirgli che sospettava di Mangano? Che rapporti ha avuto il Cavaliere con il finanziere Filippo Rapisarda, amico di Ciancimino e altri mafiosi, con Gaetano Cinà, considerato un uomo d'onore del clan Malaspina, e con gli altri boss indicati da Rapisarda come suoi frequentatori ed elemosinieri? La Fininvest ha mai pagato il pizzo alla mafia per le televisioni in Sicilia e per la Standa di Catania? Mai saputo niente di rapporti tra la Fininvest siciliana e un nipote di Buscetta? Perchè nel 1998 Berlusconi mandò a prelevare copia delle carte sulle holding e poi le nascose al consulente della difesa Dell'Utri? Perchè quelle casalinghe, quei disabili colpiti da ictus, quei disoccupati a fare da prestanomi? E da dove arrivavano tutti quei soldi di provenienza ignota, 99 miliardi di lire dell'epoca pari a 500 miliardi del 2000, affluiti nelle holding Fininvest fra il 1978 e il 1983? E quei 14 miliardi incontanti?".
su questo avrebbe dovuto e dovrebbe attaccare la sinistra in campagna elettorale e non sul fatto che berlusconi sia o non sia uno che si fa le minorenne

vitalba | 06/06/2009 ore 20:47:53

 

Avete presente il riso di Joker mirabilmente interpretato da Jack Nicholson?

mingo | 06/06/2009 ore 18:58:02

 

Nessuno mi toglie dalla mente che quegli scatti sono innocenti. Infatti attendo che El pais pubblichi quelli con cui divertirci.

maramaus | 06/06/2009 ore 18:26:43

 

Roberto ed io su queste cose scherziamo pochissimo! Come si disegna la faccetta che sghignazza?

maramaus ridens | 06/06/2009 ore 18:20:33

 

infatti stavo solo scherzando

vitalba | 06/06/2009 ore 17:50:57

 

Vitalba: che c'entra, pure io dico di aver conosciuto la Winslet...

maramaus | 06/06/2009 ore 17:42:39

 

roby dopo questa " dichiarazione d' amore"

http://www.robertoalajmo.it/index.asp?act=viewtxt&sez=2&id=6

tradisci nicole kidman con monica bellucci ? :-)

vitalba | 06/06/2009 ore 17:32:23

 

Ti mando subito una vignetta. Ciao, vado a votare!

maramaus | 06/06/2009 ore 17:12:28

 

@Maramaus: veramente avevo immaginato di aggiungere a fumetto il pensiero di Obama: "Oddio, e questo pazzo chi è?"

roberto alajmo | 06/06/2009 ore 17:11:30

 

Nella foto che Roberto riporta c'è una sintesi mirabile confortata dalla fisiognomica e dalle tesi (purtroppo quasi sempre azzeccate) di Lombroso. Guardate il sorriso aperto, sinceramente divertito e lo sguardo trasparente dell'Uomo Nuovo. E poi guardate, solo se avete lo stomaco forte, quella faccia che gli sta accanto. Cosa vedete? Se anche voi siete assuefatti, allora non vedete, vi limitate a guardare. Siamo in pochi, pochissimi a vedere. Tutti gli altri (italiani) negano l'evidenza.

maramaus | 06/06/2009 ore 16:57:39

 

@Roberto
Sigh!... Fine di un sogno :(

Eliana | 06/06/2009 ore 16:14:25

 

@Eliana: a te lo posso dire. Vincent Cassel non ne sa niente. E nemmeno Monica.

roberto alajmo | 06/06/2009 ore 16:11:10

 

...ehmm... al 5° rigo ci sono due parole che non avrebbero dovuto star lì: VISUALIZZA ALTRO. "Tanto per rimarcare la differenza tra i due...".

Eliana | 06/06/2009 ore 15:06:02

 

e quindi il sig. Cassel rimane libero per venire a cena con me???? :)
Ma esiste ancora qualche commentatore ragionante che dia credito alle parole di mr B.? mah!
Mentre lui dice "africana" alla città di milano, un presidente afroamericano fa un discorso che scuote cuore ed intelletto e dimostra come davvero si possa invertire la rotta...
Tanto per... Visualizza altro rimarcare la differenza tra i due (come se ancora ce ne fosse bisogno!), vorrei ricordare le parole di Obama alla cena di gala con i giornalisti:«un governo senza giornali, un governo senza dei media duri ed intraprendenti in tutti i sensi non è un' opzione per gli Stati Uniti d' America. [...] Ma ci tengo a dire che il vostro servizio è essenziale per la tenuta della democrazia».
E ho detto tutto...

Eliana | 06/06/2009 ore 14:59:36

 

@maramaus, con il tuo post del 05.06.09, ore 09,34 "Facendo una passeggiata su repubblicatv.it..." hai condensato in quindici righe tutti i motivi del disagio e la disperata malinconia di tutti noi e, credo, della maggioranza degli italiani pensanti.

Antonio Carollo ('ntoni) | 06/06/2009 ore 14:23:29

 

Notizie da Catania.
Nel corso di una cerimonia pubblica, alla presenza delle maggiori autorità religiose, civili e militari, il presidente della camera di commercio ha provveduto ad iscrivere, nell'apposito gran libro, il nuovo mestiere, tipicamente catanese, di "banchiere", cioè trasportatore di banchi da casa a scuola e viceversa. Il provvedimento si è reso necessario per regolarizzare centinaia di abusivi già in servizio.
Come è noto i dirigenti scolastici si sono rivolti ai genitori per poter prendere in affitto, a loro spese, diverse sale private, di norma adibite pomeriggio e sera a palestra o a scuola di danza, e per comprare i necessari banchi per gli allievi di parecchie classi della scuola dell'obbligo.
L'opinione pubblica ha salutato con particolare favore questa felice soluzione di un problema che rischiava di privare del diritto allo studio buona parte dei ragazzi catanesi.
Il sindaco, dopo il discorso del presidente della CCIAA, ha ringraziato con calore i genitori per la generosa disponibilità dimostrata.

Antonio Carollo ('ntoni) | 06/06/2009 ore 13:39:26

 

maramaus non ti abbattere continua a convincere i tuoi amici scettici ad andare a votare per le prossime elezioni nazionali (così hai tutto il tempo e sopratutto non ti stanchi)

vitalba | 06/06/2009 ore 11:05:24

 

Caro Maramaus, allora oggi tocca a me. Ma hai ragione, sarà dura, soprattutto quando gli dovrò dire che dopo andrà meglio.

yorick | 06/06/2009 ore 10:09:13 | @

 

Errata corrige: volevo scrivere @Yorick.

maramaus | 06/06/2009 ore 09:47:16

 

ò Yoik: Sarebbe qualcosa se riuscissimo a convincere un amico scettico a votare: ieri ci ho impiegato sei ore a renderlo disponibile. Oggi non lo rifarei (mi ha stancato non poco) , ieri l'ho fatto. Ciao

maramaus | 06/06/2009 ore 09:46:26

 

Ho letto i dati sul blog di Palazzotto e da un quarto d'ora dico solo non può essere, non può essere, non può essere. Come ci si riprende? Come si recupera dignità?

yorick | 06/06/2009 ore 08:53:49 | @

 

Mi sembra che gli attivisti di partito di oggi non reggano il confronto con i propagandisti di una volta. Allora si mobilitavano tutti, giovani, funzionari, galoppini, notabili, clientele, potaborse, fiancheggiatori. Adesso stiamo a guardare come salami le televisioni.
Mi è piaciuto il tour de force di Franceschini: è tornato all'antico. Lo stesso fece Prodi, e vinse. Ma lo sfacchinamento dei soli leader oggi non basta più. C'è da dissodare un terreno reso duro da strati lavici di oppiacei.
Di fronte ad un omino che ti possiede tutte le televisioni, e te le sa scagliare contro come un'armi di distruzione di massa, che vuoi fare?
Azzardo: lottare, sì, per avere quanti più spazi televisivi possibili, visto che qualche straccio di legge ancora esiste. Nel medesimo tempo usare l'arma segreta: la mobilitazione degli iscritti e simpatizzanti e, diciamolo pure, di tutti quelli che nutrono, a torto o a ragione, delle aspettative personali dall'affermazione della propria parte, sfruttando al massimo così anche il concentrato di egoismi che si trova in ogni partito.
L'omino non si può battere sul suo terreno, occorrono le fanterie, le forze di terra.
La scoperta dell'acqua calda? Può darsi.
Se ci sono idee migliori venghino, venghino pure allo scoperto.

Antonio Carollo ('ntoni) | 05/06/2009 ore 18:43:54

 

Grazie per il link, Roberto.

Gery Palazzotto | 05/06/2009 ore 18:01:09 | @

 

Sul blog di Gery Palazzotto si trovano dei numeri illuminanti: http://www.gerypalazzotto.it/2009/06/05/numeri-rifiuti-politica-palermo/

roberto alajmo | 05/06/2009 ore 17:35:28

 

Questi, Maramaus, li chiamerei "semplici conoscenti"

fara, ps | 05/06/2009 ore 15:27:53

 

Questi, Maramaus, li chiamerei "semplici conoscenti"

fara, ps | 05/06/2009 ore 15:27:53

 

Maramaus alla fine ci siamo scritti l'uno sull'altro!
ps
che amico è se lo devi convincere al voto?

fara | 05/06/2009 ore 15:26:15

 

Gli elettori del premier-priapo considerano amore anche quello del satiro al viagra con le veline.

maramaus | 05/06/2009 ore 15:24:25

 

Ignatz era il topo. E krazy cat considerava la mattonata un atto d'amore

Va bene anche adesso: la mattonata di Berlusconi è considerata un atto d'amore dal suo elettorato.
Non è cambiato niente

fara | 05/06/2009 ore 15:17:33

 

Era un fumetto che andava oltre i limiti angusti della vignetta. Era una sit-com lirica e leggiadra. Una poesia, e se lo dico io, che sono allergico alla poesia...
Oggo ho impiegato circa sei ore per strappare all'indifferenza un amico. Andrà a votare, secondo i miei suggerimenti. Però, non potrei fare l'agit-prop: sei ore per uno voto!!!

maramaus | 05/06/2009 ore 15:16:27

 

Maramaus, mi metterò a scavare tra i miei reperti ma credo che tu stia ricostruendo bene e in fondo era il mio primo ricordo il topo che mattonava il gatto.
ps
che bello però ricordare, anche male, cose che si sono lette insieme.

fara | 05/06/2009 ore 15:07:07

 

Ignatz! Ecco!
Bravo! Sapevo che l'avresti ricordato! era un gattastro non un topastro.

fara | 05/06/2009 ore 15:01:52

 

Il mattone lo scagliava Ignatz che però è un topo (mouse9 e la vittima è Krazy Kat.

maramaus | 05/06/2009 ore 14:57:49

 

Mi pare che la mattonata arrivava al gatto da parte del topo. O viceversa? Vado a dare uno sguardo.

maracat | 05/06/2009 ore 14:54:25

 

@ Maramaus
il personaggio che riceveva la mattonata era un topastro se non ricordo male.
Non è che era tuo il personaggio? sono passati troppi anni da allora, non potrei ricordare le firme di un giornale.
Sarei un "mostro" quasi come il nostro premier se così fosse ma tu hai lavorato per quella testata e potresti ricordare

fara | 05/06/2009 ore 14:53:04

 

Dovrebbe essere il mitico Ignatz the cat. Molto lirico.

maramaus | 05/06/2009 ore 14:52:17

 

Maramaus, questa è una domanda seria e vera. C'era un personaggio che riceveva sempre una mattonata in testa ed era su Linus ma non ricordo quale e a che proposito.
Tu te lo ricordi?
Io non ci provo proprio a rovistare nel mio disordine ma so che c'è e forse tu lo ricordi, così, a memoria

fara | 05/06/2009 ore 14:43:38

 

@ Roberto
Io pensavo di essere sola a pensare che fosse tutta una bella manovra elettorale per far fare bella figura al cavaliere Berlusconi e allo scudiero Bertolaso, come pensavo che fosse tutta una manfrina l'arresto di quattro poveri magrebini per tentato "terrorismo" . Son contenta, non è così.
ps@Roberto
Per il tuo ego che faccio mi procuro un turibolo ?
pps
mi scanzo prima che mi arrivi una mattonata in testa ( citazione da un vecchio fumetto)

fara | 05/06/2009 ore 14:26:08

 

Topolanek nega di essere stato in veste adamitica a Villa Certosa: beh, quel sosia lo ha rovinato. Anche perché, a quanto pare, lo stuntman è decisamente meno dotato.

maramaus | 05/06/2009 ore 12:51:41

 

Stanno per oscurare le foto che El Pais ha divulgato opportunamente (riprese da tutti i siti dei maggiori quotidiani). Ghedini sta facendo il diavolo a quattro per bloccarle e denunciare il giornale spagnolo (per ricettazione: ma va là!) e tutti coloro che le stanno riproducendo. Fate presto!!!!

maramaus | 05/06/2009 ore 12:29:34

 

Satira, tragedie, cinema, letteratura (cultura tout court) a noi italici hanno insegnato poco. E anche gli errori tragici recenti (fascismo, craxopoli, stragi mafiose)non ci hanno fatto capire nulla. In realtà siamo noi italici che siamo molto ottusi, molto pigri, molto stronzi. Esclusi i presenti. So che i frequentatori del forum sono pochi ma buoni, ottimi.

maramaus | 05/06/2009 ore 12:11:41

 

@ Maramaus
E' vera una cosa: la satira va bene, fiorisce e cresce, quando le cose vanno male.
La satira è arte antica però...

fara | 05/06/2009 ore 12:04:45

 

Ho appena appreso dal blog satirico di Ro Marcenaro (grandissimo autore) che sta per passare (sul serio) il decreto D'Alia: a giorni scrivere liberamente su un blog il proprio pensiero sarà perlomeno complicato. Diciamo così. Più che minculpop ci inculpop! Fa ridere la locuzione della misura colma. Quante volte dovrà colmarsi 'sta misura? Ma dai!

maramaus | 05/06/2009 ore 12:00:08

 

@ Paola
"modestamente a parte" pure io Paola. Ma questo non ci salva dal giudizio collettivo e me ne "adonto" sempre per citare Totò

fara | 05/06/2009 ore 11:59:40

 

@Paola. "Modestamente" a parte mi escludo dal novero del peggio del peggio. E con sussulto incontrollato di amor proprio esarcebato, mi dico che sono parte del meglio del meglio!

maramaus | 05/06/2009 ore 11:51:55

 

@Fara: purtroppo la satira va bene: le cose vanno malissimo.

maramaus | 05/06/2009 ore 11:49:46

 

@Maramaus
solo ora ho letto la tua vignetta Maramaus. Che dire! deliziosa?

fara | 05/06/2009 ore 11:43:39

 

@ Paola
Io sto attenta ad estenderlo il giudizio. E' che noi siciliani abbiamo il vezzo di voler primeggiare, soprattutto nel male

fara | 05/06/2009 ore 11:37:03

 

questo signor , cav, dott, on, Berlusconi mi sta rompendo i cosidetti. Non fa altro ultimamente che dire, Roma mi sembra Africa, Palermo mi sembra Africa, Napoli, naturalmente è Africa, Milano è Africa... ma questa specie mutante di homo sapiens lo sa che è proprio l'Africa la madre e la culla della civiltà? Non di quella padana, ovviamente, ma di quella vera

fara | 05/06/2009 ore 11:34:31

 

Ma perchè ve la prendete tanto con voi stessi, palermitani, dipingendovi come peggio di tutti gli altri italiani?

paola | 05/06/2009 ore 11:34:27

 

Voglio votare, datemi subito una cabina elettorale!!!!!!

maramaus | 05/06/2009 ore 11:21:32

 

Il fatto è Maramaus, che noi siamo "spazzatura", almeno intesi come popolo, e nessun mondo parallelo ci salva nè ci giustifica, come scrive Armando, se non ai nostri occhi

fara | 05/06/2009 ore 09:53:11

 

Facendo una passeggiatina su Repubblica.it vedrete che c'è la possibilità di andare a vedere cosa ha combinato il benemerito El Pais: ha pubblicato un discreto numero di foto che inquadrano Villa Certosa e i suoi numerosi ospiti più o meno desnudi. Sembra la location di un film di Altman sulla decadenza dell'impero occidentale. O una versione postmoderna dell'italietta dei telefoni rosa. Fa impressione sapere che la maggioranza voterà queste persone e fa ancora più impressionare sapere che Palermo si distinguerà in tal senso. Vergognarsi non basta più, dirsi abitanti della propria abitazione (e non di Palermo) non basta più. Vedo la spazzatura che sommerge Palermo e vedo l'indifferenza dei palermitani che sommerge la spazzatura. Ascolto il discorso storico di Obama che illumina la mente e fa vibrare il cuore. Ascolto le nefandezze del premier che dice africana Milano perché troppi neri la abitano e leggo che la lega sfrutta i neri per pubblicizzare con migliaia di manifesti il razzismo. Obama rende concreta la speranza. Il premier rende palpabile la nostra disperazione.

maramaus | 05/06/2009 ore 09:34:44

 

Anche a chi non conosce lo spagnolo consiglio di dare un'occhiata al link de "El Pais" di oggi: http://www.elpais.com/global/
Facciamo come all'asilo: guardiamo le figure!

autofocus | 05/06/2009 ore 09:29:44 | @

 

Infatti, Armando: è quando crolla il viadotto che il malaffare ci riguarda, e scopriamo che ci riguardava anche prima.

roberto alajmo | 05/06/2009 ore 07:52:49

 

Roberto, è una giustificazione quella di noi palermitani "onesti" di credere che viviamo parallelamente ad un mondo a cui diciamo di non appartenere che ci impedisce di vedere che queste vite, parallele non lo sono affatto. Nella mia vita mi sono accorto che i punti di incontro ci sono stati , solo che non ho voluto soffermarmi a pensare, forte del fatto, come dicevi tu ieri, che per sopravvivere, spesso ho pensato che in fondo la mia Palermo è quella di casa mia, dei miei pochi amici e parenti; salvo poi a scoprire che il vicino di casa, il buon conoscente, l'interlocutore nel lavoro, il salotto frequentato occasionalmente erano persone e luoghi di intersecazione delle due Palermo e allora sorgono tante domande di tipo etico-esistenziale.....

armando | 05/06/2009 ore 07:17:12 | @

 

@Tamara: se non ci fossi tu, il mio ego sarebbe a pezzi.

roberto alajmo | 05/06/2009 ore 00:03:48

 

Un penultim'ora
graffiante,'vigoroso'... molto bello!

tamara bianchi | 04/06/2009 ore 19:59:58

 

@Carollo
Ma figurati! E' che personalmente credo che ci sia ben poca soddisfazione ad avere idee libere e ceppi alle caviglie.

Ma di che ci lamentiamo poi! Abbiamo messo su un Circo equestre che è in grado di divertire mezzo mondo e tre quarti degli italiani

fara | 04/06/2009 ore 16:42:15

 

@Fara, sarà come dici tu e, quindi, mi è sfuggita (dal tasto) una solenne fesseria, però francamenteio non me la sarei sentita di spiattellare questa tua idea davanti a Socrate in uno dei rari colloqui autorizzati nella sua prigione di Atene o davanti a Dostoievkij rinchiuso nella Fortezza di Omsk.
Di questa mia pusillanimità ti avrei chiesto sicuramente scusa.

P.S.
Fara, non mi prendere sul serio. Il fatto è che il re dei clown ci ha messo tutti di buonumore.

Antonio Carollo (ntoni) | 04/06/2009 ore 14:43:40

 

@Fara: sto preparando un'edizione straordinaria dell'Hot Water Discovery Award.
@Dora: Che bello leggerti qui...

roberto alajmo | 04/06/2009 ore 12:00:20

 

Leggo e riporto "
Ritrovati su una spiaggia inglese 150 resti ossei: ricostruito uno scheletro di plesiosauro. Il rettile marino, vissuto 200 milioni di anni fa, si cibava di pesci ed era lungo cinque metri"

La notizia sta tutta nella sua dieta: un rettile "marino" che si cibava di pesci!

Di primo acchitto avresti pensato che avesse una dieta a base di pasta e tenerumi ma per fortuna certa scienza giornalistica ci viene in aiuto

fara | 04/06/2009 ore 10:28:46

 

@ Carollo
NO.
Le parole volano e la porta rimane chiusa. Questa storia che si è liberi anche dentro un carcere, perché non si può mettere il bavaglio alle idee è una solenne fesseria. A mio parere ovviamente.

fara | 04/06/2009 ore 09:15:06

 

mi consolate! pure a casa mia guardando il tg si è passati da un mutismo indignato a brevi bofonchiamenti - che sbottano tra una lattuga e un peperone- del tipo :...però...quasi quasi...se continua così ci voto pure...però dietro c'è dell'utri... si ma intanto vedi che squadra...ecc. Allora non siamo i soli!

DORA | 04/06/2009 ore 08:55:09 | @

 

nei giochi di bambini c'era sempre uno , "u scunza jocu" e..... veniva sempre "assicutatu".....ma spesso era perchè non lo facevano giocare insieme a loro!

armando | 04/06/2009 ore 07:56:44 | @

 

E' vero! Credo che Lombardo possa definirsi in tanti modi ma simpatico proprio no... però da quando la regione si è ritrovata a gambe all'aria e con il caos dentro (la)casa(delle libertà), un moto di simpatia (piccolo piccolo...!) se lo merita pure lui! :)

Eliana | 04/06/2009 ore 01:14:57

 

Sì, il problema è la chiave, l'abbiamo lasciata all'esterno e qualcuno le ha dato una girata, ma le parole volano e aprono tante porte chiuse.
Difficile mettere il lucchetto alla bocca.
Siamo in casa ma liberi. Le porte cadranno e ci prenderemo la città.
O no?

Antonio Carollo ('ntoni) | 04/06/2009 ore 00:20:55

 

Roberto, ormai ci hanno raggiunti e sorpassati. Non occorre più spremerci le meningi, affaticarci. Il re dei clown e il suo seguito sono andati oltre. Ormai è relax. Basta vederli e ascoltarli e il pezzo è fatto. Che vogliamo di più? E' pacchia.
Però, c'è un però. Il re è troppo euforico, non si pone limiti. Non vorrei che ad un certo punto scavalcasse la balaustra e trascinasse anche noi, in preda ad un parossismo da ilarità, verso il fondo buio.

Antonio Carollo ('ntoni) | 03/06/2009 ore 22:54:02

 

Ma il paragone non si può fare... lui è LUI! E' l'imperatore, è il proprietario di tutto! E' il proprietraio di canale5italia1rete4...E' il proprietario della rai, di portaaporta,dellaportadiportaaporta,delle poltroncinebianchediportaaporta...credo sia pure il proprietario di vespa...che come un giochino caricato a corda sfergherà le mani e lo lascerà parlare senza fargli mai una domanda seria...(ma di questi tempi ci accontenteremmo anche di una meno seria...Una domanda qualunque insomma)! Stasera vedremo l'ennesimo show di questo imperatore a cui manca solo la corona (anche se secondo me ce l'ha...ma la tiene nascosta sotto il materasso..)

Eliana | 03/06/2009 ore 21:44:14

 

Franceschini sul Tg2 intervistato con accanto il simbolo del Pd. Allora meglio, visto che l'altro giorno era apparso Berlusconi, onestamente mi ero preoccupato che gli avessero fatto un piacere solo per lui. Stasera però il Premier è a Porta a Porta "intervistato" da Vespa. Ma è toccato anche a Casini, Franceschini e agli altri? qui bisogna aprire gli occhi momento per momento.

Gianluca | 03/06/2009 ore 20:37:30

 

E' molto meglio restare chiusi dentro, piuttosto che uscire a guardare la città che si sgretola poco a poco. Mette tristezza... Meglio restare in compagnia deiirrrealiti! che quelli sì che fanno divertire!!!
Solo che adesso c'è una difficoltà che ostacola il normale corso delle cose: il tanfo del "problemino immondizia" ha oltrepassato la porta di casa. C'è talmente tanta puzza che le abitazioni non sono più così confortevoli... Aspetto con ansia il giorno in cui l'olezzo riempirà ogni angolo ed ogni intercapedine... Tanto da costringerci a buttare giù le porte ed uscire fuori... Con la speranza che non ci siano già gli avvoltoi pronti a fare manbassa di ciò che resta...

Eliana | 03/06/2009 ore 19:59:14

 

Da operatore del settore, aggiungo: la satira ormai è solo cronaca. Nessun paradosso, nessuna iperbole. La pura e cruda verità dei fatti.

maramaus | 03/06/2009 ore 18:52:34

 

Attento, Antonio: come ha scritto ieri Michele Serra, in Italia non si fa in tempo a immaginare un paradosso satirico, e quelli subito lo mettono in pratica.

roberto alajmo | 03/06/2009 ore 18:28:52

 

"Pronto, Bertolaso. Mi hai cercato?".
"Sì, hai visto che è successo a Palermo?".
"Veramente no, sai, sono sempre in giro: aerei, elicotteri; mi hanno messo in mezzo e ora bisogna trottare".
"Senti Gnazio, la città è sommersa dall'immondizia. Non è come a Napoli ma poco ci manca. Ho bisogno dell'esercito, hai capito?, ma subito".
"Bertolà, ho capito tutto. Si tratta d'immondizia?, basta così! In ventiquattr'ore avrai mezzi e uomini e tutto sarà risolto. Stai tranquillo, ci sono qua io!"

Antonio Carollo ('ntoni) | 03/06/2009 ore 18:11:51

 

"Vicè, ma' rici 'na cosa? E' veru ca si unu è surdatu poi s'attruova a fari 'u spazzinu a Paliermu?"
"Sissignuri, ricinu ca 'u rissi 'a talavisiuni e l'ordini vinni ra Russia, ma iò 'un la taliu e un ci criu".
"Vicè,'un ci pozzu cririri: ra casierma a miezzu i surci? Però sugnu proccupatu pi mme' niputi ca è sutta l'armi"

Anton io Carollo | 03/06/2009 ore 17:08:11

 

Oh! Non mi rubate il grido di battaglia!
It could be worse..
How?
It could be raining...
(tuono e lampo)

Daniela | 03/06/2009 ore 14:35:54

 

@fara
^________^

...e la pioggia arrivò davvero...

Eliana | 03/06/2009 ore 14:19:12

 

So già di essere atterrata in un valido spazio virtuale... Grazie a te, Roberto!

Eliana | 03/06/2009 ore 14:10:41

 

@ Eliana
"potrebbe andare peggio di così? Potrebbe piovere!" (mel brooks- frankstein junior, scena nel cimitero )

fara | 03/06/2009 ore 14:09:17

 

@ Eliana
"potrebbe andare peggio di così? Potrebbe piovere!" (mel brooks- frankstein junior, scena nel cimitero )

fara | 03/06/2009 ore 14:09:16

 

maramao secondo te può andare peggio di così...?
Secondo me il fondo lo abbiamo toccato l'indomani dei funerali di Borsellino: la folla che urla FUORI LA MAFIA DALLO STATO, migliaia di persone che si scagliano contro i politici... Sembrava che Palermo stesse rialzando la testa... Sembrava che volesse risalire il baratro in cui era sprofondata.
Ma l'indomani? Che fine hanno fatto tutte quelle persone l'indomani???
Dov'è finita quella città che per un attimo sembrava essere tornata ad avere una coscienza civile???
Lì secondo me abbiamo toccato il fondo. E dopo poco abbiamo iniziato a raschiare il suolo scoprendo che..oh! potevamo andare ancora più a fondo...
E tutto ciò sembra non dispiacere al palermitano medio oramai abituato all'oscurità dell'abisso...
Hai scritto bene: la città sarà seppellita dall'immondizia e da tutte le altre piaghe che conosciamo, ed il palermitano ringrazierà comunque.

Eliana | 03/06/2009 ore 13:42:04

 

Benvenuti, Vinz ed Eliana. Spero di rileggervi spesso.

roberto alajmo | 03/06/2009 ore 13:39:58

 

E non credo neppure che Palermo stia toccando il fondo. Perché ce ne sarà un altro (fondo) e poi un altro e un altro ancora. E quando si giungerà all'ultimo (fondo), si raschierà e chissà che non si trovi poi una nuova serie di fondi da toccare e raschiare.

maramaus | 03/06/2009 ore 12:43:58

 

Santa verità Maramaus,
"il palermitano ringrazierà comunque" e continuerà a vivere in questa "splendida città".
Diceva il personaggio di un romanzo "in fondo che cosa è l'inferno? Una Palermo senza le pasticcerie"

fara | 03/06/2009 ore 12:27:08

 

anche questa vergogna della munnizza sarà presentata come un successo di Al Papino B. Quando invece a pagare saranno i soliti cittadini già sufficientemente tartassati. ma come andrà a finire?
aiuto

vinz | 03/06/2009 ore 12:07:54 | @

 

Forse Palermo tornerà pure pulita in una settimana, ma quanto durerà...?
Dovremmo sbarazzarci del vero pattume... Quello marcio che sta DENTRO il palazzo...
Buongiorno a tutti!

Eliana | 03/06/2009 ore 12:00:31 | @

 

Dice Cammarata che Palermo tra una settimana sarà pulita e lustra. Se non lo sarà, chi se ne fotte: il palermtano ringrazierà comunque.

maramaus | 03/06/2009 ore 11:46:48

 

Altissimo esempio di democrazia greca quella dell'Edipo a Colono, Maramaus e Daniela. Un uomo, un re che si fa giudicare, per suoi fatti privati, da un tribunale popolare prima ancora che da quello divino.


fara | 03/06/2009 ore 11:19:40

 

Concordo sul giudizio espresso da Maramaus sull'Edipo a Colono: sublime. Non posso dire della Medea, ma mi fido.
Ma devo passare per forza dal sublime all'infimo.
Nonostante Bertolaso e nell'impossibilità sigh di donare il mio sacchetto ad un vicino ieri sera l'ho dovuto buttare nei pressi di un cassonetto...nei pressi si fa per dire, perché i cassonetti straboccavano talmente tanto che l'immondizia aveva invaso il marciapiede. Avevo il terrore che un topone impazzito di gioia per tanta abbondanza mi spuntasse tra le gambe e mi passasse sui piedi poco protetti dalle infradito.
Ho provato un disagio nuovo, mai provato prima. Perché credo che fosse la prima volta che buttavo un sacchetto fuori dal cassonetto. Forse qualche volta ne ho poggiato uno accanto, lanciando maledizioni alla scarsa efficienza del servizio. Ma mai prima mi ero sentita complice del degrado, dello schifo in cui vive questa città. Pure quest, dovevo subire.

Daniela | 03/06/2009 ore 09:19:25

 

Tragedie: non quelle squallido-comiche di casa nostra, ma quelle sublimi al Teatro Greco di Siracusa. Le ho viste finalmente e ho goduto come raramente può accadere. "Edipo a Colono" di Sofocle con un Albertazzi superbo, ottantaseienne, in forma smagliante: il più grande attore teatrale vivente. Ma è tutta la tragedia, nella sua coralità, che ha dato un pathos incredibile, un'emozione talmente forte da divenire commozione quando Albertazzi-Edipo lascia questo mondo senza la consolazione del perdono al figlio Polinice. Ed è altrettanto splendida la "Medea" di quell'attrice ineguagliabile che è Elisabetta Pozzi. Grandissima prova (anche fisica, se si considera che la scena era sapone dopo l'acquazzone che ha condizionato lo spettcolo). L'intensità di Medea-Pozzi ha toccato vette sublimi e Giasone (un bravissimo Donadoni) sembrava ricordare le nefandezze recenti di certi satrapi impuniti e impenitenti. Chi non ha visto le Tragedie, ha ancora un paio di settimane per recuperare.
@Bruno: Mi piacerebbe allestire una mostra a Ortigia-Siracusa. Mi daresti una mano?

maramaus | 03/06/2009 ore 08:30:51

 

i Friederich Nietzsche: “Non resta altro mezzo per rimettere in onore la politica, si devono come prima cosa impiccare i moralisti”.

Domenico (termini Imerese) | 03/06/2009 ore 01:42:56

 

Biagio ma perché mai Murdoch, che è un uomo d'affari e non il Premier di una nazione, vorrebbe distruggere la figura di Berlusconi? Lui fa i suoi affari con Berlusconi in quanto proprietario di Mediaset e derivati non in quanto presidente del consiglio italiano. L'anomalia non è Murdoch ma Berlusconi che invece i suoi affari li vuole fare (e li fa) da premier

fara | 02/06/2009 ore 22:13:28

 

però è davvero singolare che bertolaso dichiari che quattro squadre dell'esercito riusciranno a fare in tre giorni quello che duemila dipendenti dell'amia non riescono a fare regolarmente....

federico | 02/06/2009 ore 21:45:53

 

Murdoch non tollera Berlusconi, perchè è concorrente nei media... pertanto ritengo ovvio che usi tutta la sua forza mediatica (giornali compresi) per distruggere la figura di Berlusconi

poi però non vi meravigliate quando Berlusconi usa tutta la sua forza contro i suoi avversari, che oramai fanno di tutto per screditarlo e finiscono per rinforzarlo

Biagio | 02/06/2009 ore 20:22:02

 

Deduco dalla accuse di Berlusconi a Murdoch che quest'ultimo è un pericolosissimo comunista e noi non ce ne eravamo accorti.

Per le fotografie Roberto credo che sia tutto merito dei riccioli naturali che si è fatto crescere

fara | 02/06/2009 ore 19:40:43

 

Ma è sfortunato nelle fotografie, o ormai è sempre così?

roberto alajmo | 02/06/2009 ore 18:31:34

 

Ho letto gli ultimi quattordici post di 'chi legge, chi scrive'. Vorrei parlarne, ma riesco a stento a decifrare sul quadratino bianco qualcuna delle rinsecchie parole che tento di fissarvi.
Rinuncio.
Vado a vedere un film dalle immagini veloci come il fulmine.

Antonio Carollo ('ntoni) | 02/06/2009 ore 18:02:01

 

Dimenticavo il link a repubblica: http://www.repubblica.it/2006/05/gallerie/politica/sfilata-berlusconi/1.html

yorick | 02/06/2009 ore 17:22:27

 

Le facce del premier. Le facce del premier. Dice che uno ci mette la faccia e lo votano. Ma funziona pure se ha (o fa) una faccia così?

yorick | 02/06/2009 ore 17:21:50 | @

 

Cavolo e poi uno non dovrebbe essere invidioso!

Jacqui Smith, ministro degli affari Interni del Regno Unito, sarebbe sul punto di dimettersi perché si è fatta rimborsare 67 sterline per il noleggio di due film porno!

E i nostri che si fanno le vacanze a Dubai con i fondi per la munnizza allora?
o che si fanno fare gli attracchi per sottomarini nelle ville private? O che usano gli aerei di stato per trasportare veline, ballerine e cantanti?

Da noi vengono rieletti a furor di popolo e diventano ministri o premier

fara | 02/06/2009 ore 16:16:39

 

Tanto per non smentire la sua abitudine a mentire il Presidente del Consiglio è arrivato in ritardo alla parata del 2 giugno a causa- ha detto- di importantissime telefonate istituzionali (nuovamente con Erdogan? ). Il ministro della Difesa (personale del premier), Ignazio La Russa ha invece rivelato ai giornalisti che "Berlusconi ha avuto un problema al collo ed era andato a farsi una iniezione"
Pare che da qualche tempo il dolore al collo affligge il nostro Premier.
Che sia un presagio?
Mi ricorda la frase che Francesco II (Franceschiello) accomiatandosi dalla corte napoletana per rifugiarsi a Gaeta rivolse al suo ministro Liborio Romano rimasto ad accogliere Garibaldi " Don Libò, stateve accuorto e guardatevi o cuollo!"

fara | 02/06/2009 ore 16:04:25

 

A volte è un piacere sottile essere l'assessore alla cultura di questo sito. Perché mi consente di scegliere i vostri post migliori. Ma ancor di più mi consente di scegliere il titolo.
Ho pubblicato il post-fash di Giuseppe sulla munnizza e scelto il titolo. Augh!

Daniela | 02/06/2009 ore 13:42:49

 

Gente ignorante Maramaus quella di strada, ma con Berlusconi/Mussolini si sbagliano, Mussolini prendeva Noemi e la rinchiudeva per poi ucciderla, come ha fatto con tanti/e. Certe sciocchezze fanno parte dell'ignavia collettiva e di profonda, profondissima ignoranza. Berlusconi non è un buon politico solo perchè lo supera il suo ego.

Domenico (termini Imerese) | 02/06/2009 ore 12:13:44

 

Vitalba, ma io dicevo che ci scandalizzeremo solo con Paperinik versione nude look: un personaggio vero, non una caricatura.
p.s. per strada oggi ho ascoltato frasi del tipo: ha copiato da Mussolini. E sorrisi luccicanti e ghigni compiaciuti. A me girano le palle che volo altissimo.

maramaus | 02/06/2009 ore 11:57:05

 

No Vitalba, pietà! Già è indecente quando è vestito, sia nella versione caraceni che nella versione gelataio, figuriamoci nella versione "bio"!

fara | 02/06/2009 ore 11:53:48

 

maramaus vedi che le foto di berlusconi nudo già esistono

vitalba | 02/06/2009 ore 11:38:25

 

Caro Gianluca, ricordo ancora la rabbia di quando vidi per la prima volta la pubblicità di Forza Italia in tv (1994?). Pensavo: è giusto? Si può? Non gli diciamo nulla? Ha sparato alto allora e da quel momento ha capito che qualsiasi altra fesseria che potrà fare nella vita sarà cosa da niente, in confronto. Forse ha capito che tanto la maggioranza degli italiani ecc. ecc.

yorick | 02/06/2009 ore 09:52:23 | @

 

Ma forse per svegliarci attendiamo prima di vedere Paperinik nudo a Villa Certosa.

maramaus | 02/06/2009 ore 09:40:38

 

Sono riusciti a renderci praticamente inermi. Rassegnati e contemplativi.

maramaus | 02/06/2009 ore 09:38:28

 

ragazzi miei, il fondo è stato toccato e gli italiani, invece di utilizzare le ultime forze residue per dare un calcio verso il basso e cominciare a risalire, ci siamo messi a SCAVARE con impegno. E la molla che ci spinge a compiere questa azione innaturale non è la follia: è la naturale curiosità dell'uomo verso l'orrido: "voglio vedere se è possibile scendere ancora più in basso"... e davvero, scoprire che scendere ancora più in basso è possibile ci fa sentire meglio: allora si può stare anche peggio di così, allora non è tutto perduto... e a risalire ci possiamo pensare tra un po', tra un altro po', domani, più tardi...
quasi quasi mi faccio uno "SHAMPOO"

lasirenetta | 02/06/2009 ore 07:02:55

 

Raramente mi capita di restare senza parole. Ma il crescendo di questi ultimi giorni mi lascia "alluccuta".

fara | 01/06/2009 ore 23:18:27

 

Squilla il telefono.
"Bruno, fammi un favore, prepara una puntata per me sull'emergenza rifiuti di Palermo".
"Presidente, per lei la porta è sempre aperta, lei lo sa, ma che facciamo con la par condicio?"
"Che par condicio e par condicio, non hai capito? Orlando sta barando di brutto!"
"Orlando?... Presidé, non è più lui il sindaco.."
"Sì, ma è lui il colpevole, voglio una puntata in prima serata. Gli Italiani devono sapere. L'imbroglio deve essere svelato davanti a tutti! A me non mi fregano. Gliela farò ingurgitare quell'immondizia!" Vedrai che boomerang per questi immondi comunisti!"

Antonio Carollo ('ntoni) | 01/06/2009 ore 21:27:54

 

Caro Domenico, ok, siamo d'accordo. Io continuo però a pensare, perché lo sento come una mia esigenza civile e morale, che devo continuare a lavorare per dare il mio piccolo contributo per avere un paese un po' meno derelitto. MI basta poco, mi basta un po' meno derelitto.

Gianluca | 01/06/2009 ore 20:48:47

 

Gianluca, io sono per la totale assenza di difesa, non solo il fondo lo abbiamo toccato senza danno alcuno, lo abbiamo attraversato e stiamo precipitando verso lidi oscuri, ma non di fascismo o dittature e altre amenità di questo genere, ma verso una palla di fuoco che ci terrà lontani dal fresco e dolce vivere dell'esistenza. Io ringrazio Berlusconi, lo ringrazio poichè attraverso la sua grandezza, noi possiamo essere quello che siamo, dei cretini. Solo un dittatura ci avrebbe salvato da un altro dittatore. Ma ci siamo illusi. Siamo banalmente democratici, pietosamente giusti, non abbiamo afferrato che la democrazia per il pensiero degli Italiani è un modo efficace di distruggere il sentire comune.

domenico (termini Imerese) | 01/06/2009 ore 20:43:56

 

Intervista al Tg2 proprio 1 minuto fa e simbolo del Pdl accanto al premier. Ma si può? ancora?

Gianluca | 01/06/2009 ore 20:42:32

 

@Domenico: sottoscrivo al 100%, il fondo se non è stato toccato è molto vicino, ma abbiamo scoperto che non fa male. Anzi c'é già un sentimento di abitudine, qualcosa che assomiglia al conforto del pensiero che tanto non esistono alternative a quello che sta succedendo in questo paese. E' l'intero paese che si sta sicilianizzando:"E vabbé, che ci dobbiamo fare? cerchiamo quanto meno di andare avanti in qualche maniera". Lo percepisco anche qui a Firenze, dove la faccia del sogno tradito è quella di Matteo Renzi. Un post-politico che sta col centro-sinistra. Non c'é qui neanche più la fiducia che c'é stata fino a qualche anno che "quando saremo al governo noi lo governiamo meglio di loro il paese". E se mettiamo il Pdl non sfonda il 38-39% e la Lega invece va verso il 12%? povera patria, lo spettacolo raddoppia. E noi a guardare.

Gianluca | 01/06/2009 ore 20:28:51

 

No, il fondo lo abbiamo toccato, eccome, solo che...sorpresa, il fondo non fa male.

domenico (termini Imerese) | 01/06/2009 ore 20:09:25

 

Io credo che ancora non l'abbiamo toccato: ma il fondo non dev'essere lontano.

roberto alajmo | 01/06/2009 ore 20:07:43

 

Napoli Palermo, va in fumo anche la nave per solidarietà. La colpa è degli illuministi, il destino di ogni sacchetto putrescente è strettamente legato al destino del singolo uomo che lo depone. Ognuno è libero di pensarla come meglio crede. Se non ci fossero stati gli illuministi tutto sta monnezza non ci sarebbe stata. Maledetti Illuministi, non fossero per gli illuministi Berlusconi avrebbe deliziato di canto la nave che ha preso fuoco.

domenico (termini Imerese) | 01/06/2009 ore 20:07:37

 

Anche il Magiakistarizan sta ridendo di noi.

maramaus | 01/06/2009 ore 20:04:43

 

Grande penultim'ora Roberto!
Firmato
La principessa di Lampedusa

Paola | 01/06/2009 ore 20:03:15

 

La città è di destra ma sporca come una città comunista.

maramaus | 01/06/2009 ore 19:56:23

 

LO HA DETTO VERO? Dimmi che non è vero, ti prego...

Daniela | 01/06/2009 ore 19:48:30

 

@Roberto
Riassumendo. Tutto ciò che rimane ai lettori da questo tipo di informazione è che "la solita sinistra" ha impedito ad un onesto e "libero" lavoratore di mettere in scena uno spettacolo teatrale.

fara | 01/06/2009 ore 11:13:47

 

@Fara: il Riformista è stato da me indirizzato alla famiglia Sciascia, almeno per sentire se avevano una opinione in proposito.
Gli altri giornali della notizia se ne sono (giustamente) fregati. Quanto al Giornale, permettermi di rispondere con un sorriso.

roberto alajmo | 01/06/2009 ore 10:40:36

 

@ Roberto
La smentite a questa intervista dove sono? Dove si possono leggere?
C'è almeno una lettera della famiglia, o di altri, pubblicata su Il Giornale?
La versione che è passata è solo quella di Buttafuoco?

fara | 01/06/2009 ore 10:14:24

 

Un altro esempio per il post precedente

(ANSA) - PALERMO, 31 MAG -'Favoriro' l'apertura di casino' a Salemi, Taormina e Mazara del Vallo, dove sara' possibile esercitare la prostituzione', ha detto Sgarbi. "Da sempre - ha aggiunto il sindaco di Salemi ospite di Klaus Davi su you tube - sono a favore di una legalizzazione della prostituzione"

Giuseppe | 01/06/2009 ore 08:58:31

 

Intervengo solo per dire, essendo da un quarto di secolo dipendente dall'ente dannoso regione, che non avete idea del danno (nel senso letterale del termine: danno economico, organizzativo, propositivo, ecc.) che consegue al "gioco" politico in atto. Il mio assessorato è scomparso, ad esempio, da luglio dello scorso anno dalla gazzetta ufficiale: non un provvedimento, non una circolare, non un decreto, non una iniziativa di pubblica rilevanza.

Giuseppe | 01/06/2009 ore 08:51:59

 

Per verificare i danni che un ego ipertrofico riesce a causare: http://www.ilgiornale.it/a.pic1?ID=354503&START=0&2col

roberto alajmo | 01/06/2009 ore 06:12:32

 

(Scusate il fuori tema...)

STORIE DI "FUGHE SENZA RITORNO" DALLA SICILIA

Per quelli che possono, e che dovessero averne voglia, domani sera al Teatro Libero di Palermo va in scena "DANLENUAR", uno spettacolo che mi è capitato di vedere l'anno scorso in "Saldi di fine stagione". Quella sera tanti gli artisti, ognuno col suo spettacolo, ognuno dentro alla sua tenda. Fu una bella serata, di spettacolo in spettacolo, di tenda in tenda... ma in una in particolare l'atmosfera era vibrante: Un viaggio nella memoria che si conclude in Belgio, nel 1956, con la catastrofe mineraria di Marcinelle.
Una scatola piena delle lettere che per sette lunghi anni si scrivono Genoveffa ed Antonio, uno tra i più dei cento operai italiani rimasti intrappolati al fondo del pozzo di Bois du Cazier.

Una storia che Giacomo Guarneri ha scritto (ed interpretato) anche grazie ai ricordi di famiglia.
Una storia che gli è valso il Premio all'Autore “Enrico Maria Salerno” per la Drammaturgia 2008.

Una storia, che quella sera, ha trasformato una tenda nel più nero dei pozzi.



Alessandra | 01/06/2009 ore 00:12:30 | @

 

visualizza commenti: 15 | 50 | 100 | 200


Archivio Messaggi 

:: Anno 2018 ::
Dicembre  Novembre  Ottobre  Settembre  Agosto  Luglio  Giugno  Maggio  Aprile  Marzo  Febbraio  Gennaio 
:: Anno 2017 ::
Dicembre  Novembre  Ottobre  Settembre  Agosto  Luglio  Giugno  Maggio  Aprile  Marzo  Febbraio  Gennaio 
:: Anno 2016 ::
Dicembre  Novembre  Ottobre  Settembre  Agosto  Luglio  Giugno  Maggio  Aprile  Marzo  Febbraio  Gennaio 
:: Anno 2015 ::
Dicembre  Novembre  Ottobre  Settembre  Agosto  Luglio  Giugno  Maggio  Aprile  Marzo  Febbraio  Gennaio 
:: Anno 2014 ::
Dicembre  Novembre  Ottobre  Settembre  Agosto  Luglio  Giugno  Maggio  Aprile  Marzo  Febbraio  Gennaio 
:: Anno 2013 ::
Dicembre  Novembre  Ottobre  Settembre  Agosto  Luglio  Giugno  Maggio  Aprile  Marzo  Febbraio  Gennaio 
:: Anno 2012 ::
Dicembre  Novembre  Ottobre  Settembre  Agosto  Luglio  Giugno  Maggio  Aprile  Marzo  Febbraio  Gennaio 
:: Anno 2011 ::
Dicembre  Novembre  Ottobre  Settembre  Agosto  Luglio  Giugno  Maggio  Aprile  Marzo  Febbraio  Gennaio 
:: Anno 2010 ::
Dicembre  Novembre  Ottobre  Settembre  Agosto  Luglio  Giugno  Maggio  Aprile  Marzo  Febbraio  Gennaio 
:: Anno 2009 ::
Dicembre  Novembre  Ottobre  Settembre  Agosto  Luglio  Giugno  Maggio  Aprile  Marzo  Febbraio  Gennaio 
:: Anno 2008 ::
Dicembre  Novembre  Ottobre  Settembre  Agosto  Luglio  Giugno  Maggio  Aprile  Marzo  Febbraio  Gennaio 
:: Anno 2007 ::
Dicembre  Novembre  Ottobre  Settembre  Agosto  Luglio  Giugno  Maggio  Aprile  Marzo  Febbraio  Gennaio 
:: Anno 2006 ::
Dicembre  Novembre  Ottobre  Settembre  Agosto  Luglio  Giugno  Maggio  Aprile  Marzo  Febbraio  Gennaio 
:: Anno 2005 ::
Dicembre  Novembre  Ottobre  Settembre  Agosto  Luglio  Giugno  Maggio  Aprile  Marzo  Febbraio  Gennaio 

^ TORNA SU | TORNA INDIETRO | TORNA ALL'HOME


Inserisci messaggio


nome 
email 
messaggio 
antispam 
  digitare la seguente parola



^ TORNA SU | TORNA INDIETRO | TORNA ALL'HOME