Vai ai COMMENTI...

Ultimi commenti

Grazie a te, grazie a Sandro Veronesi e grazie...
.:Roberto Alajmo | @:.
.:21/11/2018 | 11:39:01:.

Contenta che Milano ti abbia accolto con...
.:Manuela | @:.
.:18/11/2018 | 23:16:42:.

Grazie, Fernando. Ne approfitto per segnalare...
.:Roberto Alajmo | @:.
.:28/10/2018 | 18:35:46:.

Ciao Roberto,
primo di tutto dirti che...

.:Fernando | @:.
.:27/10/2018 | 14:29:59:.

..ci conto. Manuela...
.:Manuela | @:.
.:14/09/2018 | 23:08:28:.

Vai ai COMMENTI...



Menu riservato:

il forum di Roberto Alajmo, scrittore




il forum

INSERISCI COMMENTO
INDICE ARCHIVIO MESSAGGI

Io ti ringrazio, caro Lello. Ma ho già spiegato la funzione scaramantica del tastino "non mi piace". Serve a scaricare il malocchio.

roberto alajmo | 30/05/2013 ore 06:04:59

 

Ho letto, riletto, diffuso e condiviso il Penultim'ora " Senza Ferruccio " e mi chiedo cosa abbia spinto quei tre lettori a cliccare su "non mi piace ".
Mi sembra un pezzo oggettivamente bello e toccante. Certo, i gusti di ognuno sono personali, ma non apprezzare certe parole mi fa pensare che queste tre persone o non hanno mai avuto un amico, o sono così invidiosi da disprezzare gli articoli del padrone di case. Vorrei dire: delle due, una. Ma forse le due ipotesi possono convivere.
Io però una cosa voglio dirla: bravo Roberto.

Lello | 29/05/2013 ore 23:09:54

 


Ite missa est

(Antispam FARETTA !!)

gippe | 28/05/2013 ore 10:58:50

 

Penultima. Perché tutti i Don Puglisi abbiano a vivere prima di morire e non abbiano a morire per essere vivi (nel ricordo) ti preghiamo, o Domine Dio. E se ci sei, batti un colpo.

Gilda | 28/05/2013 ore 10:29:07

 

Surplace. Ora però speriamo che mettano i piedi a terra e in buona comunicazione con il sistema nervoso centrale. Per non cadere rovinosamente, intendo.

Gilda | 28/05/2013 ore 10:17:59

 

Rosico perchè vorrei essere beato anch'io? Mi riveli ambizioni che io stesso non osavo immaginare.
Ho solo detto che l'atteggiamento della Chiesa cattolica è stato ambiguo fino al recente passato. Aspetto sempre che un Padre Puglisi diventi cardinale da vivo, prima che beato da morto.

roberto alajmo | 28/05/2013 ore 09:44:29

 

riferendomi allo sconsajoco, penso che la beatificazione di Padre Puglisi intenda proprio dire a chiare lettere che non è bene per il clero favorire i latitanti di mafia (ammesso che magari prima non si fosse capito)...mi viene sempre il dubbio che lo sconzare u jocu derivi da un po' di rosicamento...

salvo | 28/05/2013 ore 08:43:25 | @

 

Il pd ha vinto la gara del surplace. (Questa è per gli appassionati di ciclismo su pista)

roberto alajmo | 28/05/2013 ore 08:38:19

 

Lo so che non ve ne può fregar di meno, ma, se Treviso è andata al ballottaggio con il PD in testa, magari più poi che prima ma potrà cambiare anche per Palermo e per l'Italia tutta.

Gilda | 28/05/2013 ore 00:43:14

 

Annuntio vobis gaudium magnum:il PD ha vinto a Vicenza!!! (mio capoluogo)

Gilda | 28/05/2013 ore 00:17:07

 

Sono sempre i numeri che ci fregano: per ogni parroco come Pino Puglisi ci sono 100 preti come Frittitta.

Lello | 27/05/2013 ore 18:43:28

 

Continua come hai sempre fatto RA. E' la maniera migliore.


Anche se la parolina magica è "rasoio" ;-)

fara | 27/05/2013 ore 18:21:52

 

Aggiungo e preciso: Frittitta è stato condannato in primo grado e assolto in appello. Secondo i giudici della quarta sezione della Corte d’Appello di Palermo “Padre Mario Frittitta, avendo oggettivamente consentito a Pietro Aglieri di non allontanarsi dal suo rifugio, ha realizzato la condotta tipica prevista dal reato di favoreggiamento. Ma è stato assolto perché ha commesso i fatti nell’esercizio di un diritto”. Infatti, scrivono i giudici, “La conversione del peccatore rimane obiettivo primario del ministero pastorale e la scomunica (che la Chiesa ha inflitto automaticamente a tutti i mafiosi, ndr.) non rende di certo illegittima l’attività del sacerdote”.
Successivamente L’8 dicembre il frate era stato invitato a predicare la novena per la solenne festa cittadina dell’Immacolata nella basilica di San Francesco.

roberto alajmo | 27/05/2013 ore 15:56:33

 

Mihhh , ma che facciamo ci impantaniamo ?

Dopo gli scappellotti a colazione ho deciso di riabilitarmi ... e dopo una gita in piazza San Marco, diro' la mia.

gippe | 27/05/2013 ore 14:17:44

 

Ma come devo fare con voi?

roberto alajmo | 27/05/2013 ore 11:08:59

 


Ma dai Roberto era soltanto una battutina, nulla di piu'.

Lo sai bene che quando devo dire la mia, piaccia o non piaccia, lo faccio sempre.

Buona settimana

gippe | 27/05/2013 ore 07:36:18

 

Gippe, cos'è quest'improvviso bisogno d'attenzione? Non fare così.

roberto alajmo | 27/05/2013 ore 05:52:55

 

Forse dovrei dire la mia, ma poi nessuno la legge e allora a cosa serve ?

Buona domenica a tutti

gippe | 26/05/2013 ore 19:27:08

 

A proposito di nostalgia... dei tempi andati, però, in questo caso: sto leggendo un libro di Mario Calabresi "Cosa tiene accese le stelle". Dai ricordi di personaggi italiani (Franca Valeri, Umberto Veronesi, un emigrato calabrese a Milano, ecc) si evince che non era meglio "prima". E' la comunicazione oggi che mette in risalto molto di più tante cose rispetto al passato.

antonia | 26/05/2013 ore 16:33:23

 

Ciao Adriana! E che ne diresti di aggiungere anche "resilienza"? Un concetto meno passivo che implica la riorganizzazione delle risorse.

Gilda | 26/05/2013 ore 15:41:06

 

<a href=" [LINK] viagra</a> =-OO <a href="http://www.medstabs4you.com/">generic cialis online</a> 490 <a href="http://gethairback.net/">propecia</a> 8]] <a href="http://www.lookingforedmeds.com/">compare cialis levitra viagra</a> 163 <a href="http://getinsurlist.com/">car insurance qoutes</a> 865704 <a href="http://www.yourcarinsurancequotes.net/">car insurance online</a> 8[[[ <a href="http://www.shopforedtabs.com/">buy viagra 25mg</a> 8((

QutkWrBNyx | 26/05/2013 ore 14:03:56 | @

 

E' che ho scoperto un giorno che a parlare si spreca ossigeno(con questo Ambiente così malandato!)mentre a leggere in silenzio si da spesso energia ai neuroni ...ancora Buona Domenica:a random non sai se ti capita di averla augurata due volte di seguito come oggi!
sorriso...

adriana | 26/05/2013 ore 12:18:38

 

In effetti, qualche buona domenica in modalità random ogni tanto ci vuole.

roberto alajmo | 26/05/2013 ore 10:25:55

 

Inserirei nella descrizione del nuovo lemma "restanza" il concetto di resistenza che lo rende ancora più attivo.
Buona Domenica (ogni tanto esco dal silenzio sempre costruttivo del leggere senza dover per forza dire,usanza che ho appreso felicemente da Roberto)

adriana | 26/05/2013 ore 09:32:11

 

Sorriso...

roberto alajmo | 25/05/2013 ore 21:10:35

 

Penultim'ora : pensiero tremendo, che si stia realizzando? Intanto striscia puzzando.

Ho letto il libro di Giuseppe Di Piazza: bello, bello, strabello.

Gilda | 25/05/2013 ore 20:39:56

 

penultimora: come si diceva nei vecchi western ,quelli politicamente scorretti:l'unico indiano buono è un indiano morto!:)

rosita | 25/05/2013 ore 12:21:55

 

Ho letto in un'intervista che lo stesso Gesualdo Bufalino non era riuscito a leggere tutto Horcynus orca.

Alessandro M. | 25/05/2013 ore 11:33:08 | @

 

Caso di telepatia telematica sugli anniversari di Falcone e Borsellino. Pensavo più o meno la stessa cosa l'altro giorno, capitando per Via Notarbartolo. Sono miti freschi ed attuali. Oggi più di ieri. Nulla li offusca, nonostante la tenacia di chi è rimasto. Quella si,bipartisan.

giuseppe bianca | 25/05/2013 ore 10:47:49 | @

 

a me piace principalmente per la lingua che crea, ostica fino all'inverosimile. e poi di Horcynus orca mi piace tutto. concordo comunque sul giudizio per cui è stato un pò autoreferenziale pensando che il lettore dovesse subordinarsi alla sua scrittura. croce e delizia.
saluti a tutti

giuseppe bianca | 24/05/2013 ore 21:22:14 | @

 

Sinceramente, io ho iniziato a leggere D'arrigo ma non ce l'ho fatta a reggerlo. Confesso.

fara | 24/05/2013 ore 11:16:29

 

Abbiamo fatto davvero " un grande affare " con questo Governo.
Se prima c'era un cretino che guidava ( in stato di ebrezza ) il PD, oggi c'è un cretino e lecchino a guidare il PD.
La situazione è tragica.

Lello | 24/05/2013 ore 10:15:12

 

Ecco: D'arrigo mi pare più stimato che veramente letto.

roberto alajmo | 23/05/2013 ore 21:59:32

 

su Repubblica di questi giorni c'era un servizio sulla prolifica scuola siciliana. C'è bella gente, sono d'accordo, che scrive con mestiere ma anche con bravura. Dico inoltre la mia su Consolo e Bufalino, divorati nelle letture giovanili, con piacere e passione. Mi sarebbe piaciuto fosse al di qua dello stretto anche D'Arrigo

giuseppe bianca | 23/05/2013 ore 21:45:28 | @

 

Infatti Antonia, il "bravo scrittore" si fa capire sempre, qualunque sia la lingua che inventa

fara | 23/05/2013 ore 12:01:18

 

Sono diventata stolita, completamente. Scusate. Ho confuso Bufalino con Consolo. Nel senso che avevo in mente Consolo ed i suoi libri ed ho scritto Bufalino. Chiedo venia.

Sono d'accordo con Fara, Chi scrive non deve necessariamente seguire la regola soggetto+predicato+complemento. Però secondo me un libro deve essere anche uno strumento di comunicazione. E se il lettore non riesce a seguire o magari ne viene persino infastidito allora diventa solo una "sega mentale"

antonia | 23/05/2013 ore 10:01:16

 

Tanto si replica in continuazione, caro Don Diego.

roberto alajmo | 22/05/2013 ore 19:45:50

 

Scusate, arrivo molto in ritardo sugli scrittori e la scrittura. Volevo solo dire una cosa. Uno scrittore, uno vero, uno di quelli che "ammutta" parole, non ha l'obbligo di scrivere seguendo la regola soggetto-predicato-complemento. Forse non dovrebbe proprio . Quello è la regola del tema in classe , per noi, non per uno scrittore.
Uno scrittore la lingua deve crearsela.
Può piacere o non piacere al lettore. E il lettore può scegliere.
Verga ha insegnato molto da questo punto di vista. E, in vita, lo ha pagato

fara | 22/05/2013 ore 18:06:20

 

Quasi quasi torno più spesso sull'autobus, questa me la sono persa

Don Diego | 22/05/2013 ore 17:14:06

 

Ecco qua: detto-fatto. Con tre righe Roberto ha detto, e in maniera chiara, quello che in kilometri di parole io non sono riuscita nemmeno a profilare. E questa è la differenza tra chi sa scrivere e chi no.

Gilda | 22/05/2013 ore 10:30:24

 

Be', Bufalino mi piace molto, quando però non si avvita troppo in se stesso.
Camilleri al contrario: mi piace quando non si svita troppo.

roberto alajmo | 22/05/2013 ore 10:08:32

 

Cara Gilda, neanche io sono un esperto, il mio era uno sfogo da tifoso.
Sarei curioso di sapere quali sono gli scrittori siciliani che Alajmo apprezza di più (a parte Sciascia, immagino).

Alessandro M. | 22/05/2013 ore 08:20:52 | @

 

Scusa Alessandro, volevo rivolgermi a te: ho sbagliato nome.

Gilda | 21/05/2013 ore 22:06:54

 

@Giuseppe M, per carità. Ho contrapposto soltanto gli stili Bufalino - Rizzo, cioè il giorno e la notte. Due stili che personalmente non amo, pur apprezzando entrambi i personaggi per altri versi. Sono solo gusti miei, cioè di una lettrice qualunque, per niente esperta.

Gilda | 21/05/2013 ore 22:04:46

 

Scusate ma non posso esimermi dall'esternare tutta la mia foga da ultras. Sono innamorato di Gesualdo Bufalino da quando l'ho lessi per la prima volta, circa quindici anni fa. Vi prego, provate a leggere Argo il Cieco o Calende greche e lasciatevi cullare dalla sua prosa, e se non arrivate alle lacrime - faccio come “l’operatore culturale” - vergognatevi!

Alessandro M. | 21/05/2013 ore 18:31:27 | @

 

Gilda, esagerato? dove?
Comunque ti consiglio la Kinsella che non è affatto banale ed è la lettura giusta quando si vuole un po' risollevare lo spirito

antonia | 21/05/2013 ore 12:13:54

 

@Antonia, non conosco tale autrice. Meno male, così per un po' me ne starò zitta, perchè ultimamente ho davvero esagerato. Scusate.

Gilda | 21/05/2013 ore 10:59:29

 

Bufalino l'ho sempre trovato difficile...

Sparatemi pure addosso, ma ho tardivamente scoperto Sophie Kinsella e mi sto facendo un sacco di risate leggendo i suoi libri. Che sono scritti bene, molto, secondo me. Forse è più difficile scrivere bene un libro divertente e popolare.

antonia | 21/05/2013 ore 10:43:31

 

Grazie Lillo del gentil pensiero. Se il libro è "l'Arte di annacarsi", ebbene sì, l'ho letto ed è molto bello. È scritto da Dio, perché così sa scrivere il nostro padrone di casa. Anche se sono da relativamente poco nel forum, conosco Roberto scrittore dai tempi dei repertori sui pazzi e della "Notizia del disastro". Come R. stesso dice in quel libro, la Sicilia è terra fertile per gli scrittori. È terra maestra. Appunto. Può essere che un certo modo di scrivere di autori siciliani sia dunque scuola. Avanguardia per me ancora incomprensibile. Non sono particolarmente entusiasta dello stile di Gesualdo Bufalino, ma nemmeno di Rizzo. Mi affascina il suo modo di raccontare: ti prende, ti porta a seguirlo di corsa; a tratti mi ha ricordato il flusso di coscienza dell'Ulisse di Joyce, là dove le immagini fluiscono e si sovrappongono come in un sogno ad occhi aperti. E allora lì ha forse senso sacrificare la grammatica all'effetto di questo dipanarsi d'immagini. In altre parti non trovo così funzionali l'assenza di punteggiatura e di soluzione di continuità, là dove, ad esempio,fanno perdere l'alternarsi delle battute in un dialogo. Ma forse non sono pronta.
Antonia, certo, ogni paese un dialetto, anche in veneto. Anzi qui abbiamo minoranze linguistiche quali il cimbro e il ladino. Quanto ai congiuntivi, sono d'accordissimo. So di qualche editore, di origine romana, appunto, che consiglia di toglierli nei dialoghi in quanto appesantirebbero il tutto. Ma per un veneto non ha senso dato che sono presenti anche nelle forme dialettali. Il mondo è bello perché è vario o, come sostiene una mia amica, avariato.

Gilda | 20/05/2013 ore 18:04:00

 

scrivere in dialetto è molto difficile, se poi il dialetto è una mistificazione del dialetto siciliano come quella che usa Camilleri, è addirittura insoffribile.

rosita | 20/05/2013 ore 15:17:49

 

Bravo Lillo. E bravo Roberto.

Scrivere in dialetto, comunicare in dialetto è una cosa molto difficile anche perché spesso i dialetti in una stessa zona sono molto diversi. Il dialetto della mia zona di origine, Monferrato-confine con la Liguria è profondamente diverso da quello del Monferrato a nord di Alessandria. E anche il siciliano di Palermo è diverso da quello di Trapani o Agrigento ecc ecc. BABEL

Per quanto riguarda l'accento romanesco.... incubo! Sarà che la mia esperienza a Roma è stata fra le peggiori, ma credo anche che il romanesco sia responsabile di uno degli obbrobri più diffusi per ora nella lingua italiana: l'uso del congiuntivo passato al posto di quello presente, che mi suona arcimalissimo. Per esempio: Non vogliono capire? Che "andassero" tutti al diavolo! (invece di "che vadano")

antonia | 20/05/2013 ore 12:55:29

 

Lillo, se mi scrivi cose del genere rischi di far sembrare utile il mio lavoro di ammutta-parole.
Ti ringrazio moltissimo. E... niente.

roberto alajmo | 20/05/2013 ore 12:45:57

 

Gippe, parliamoci chiaro: se ci fossimo salvati con Morganella, Garcia, Faurlin, Dybala, ecc, altro che acchianata, avremmo dovuto attraversare lo Stretto a nuoto e arrivare a Paola ( dal Santo ) a piedi.Andata e ritorno ovviamente!

Lello | 20/05/2013 ore 11:08:05

 

leggendo gli ultimi commenti avevo deciso di consigliare la lettura di un libro alla nostra Gilda.
invece, ho fatto mente locale su di una cosa, caro roberto, che non posso non comunicarti.
e sia.
il mio migliore amico stava morendo.
ho trascorso i suoi ultimi giorni accanto a lui, tenendogli la mano, rassicurandolo e parlandogli di tutto.
una delle ultime cose che ho fatto per lui, nel suo letto di morte, in attesa che la fine arrivasse, è stata leggergli "l'arte di annacarsi".
l'abbiamo commentato, ne abbiamo riso, parlato e anche discusso.
sapevo, roberto, di averti già incontrato nella mia strada - anche se non riuscivo a focalizzare l'attimo, l'incrocio, l'occasione- ma solo adesso mi rendo conto di quanto tu sia stato importante, per me e franco, per me, e per franco.
in un momento così spaventoso e terribile, siamo riusciti a ridere, grazie alle tue pagine.
grazie.
grazie.
grazie.


lillo | 20/05/2013 ore 11:06:20 | @

 

Credo di non essermi spiegata bene. Io non mi riferivo all'accento, che quello non te lo toglie nessuno, mi riferivo proprio alla parlata con termini dialettali tipo: "màscoli e fìmmine in agitazione attuppavano la strata. C’era macari una picciotta con un picciliddro in braccio il quale taliava la scena con gli occhi sgriddrati." (Camilleri). Non mi risulta che Prodi e Bersani si esprimessero in dialetto Emiliano. Ti assicuro che altrimenti saremmo ancora lì a chiederci che cosa mai avessero detto. Anch'io ho un forte accento veneto, ma, la stessa frase riportata sopra, non te la direi mai in veneto perchè suonerebbe così: "omani e femane spiritai i stropava tuta la strada. Ghe gera anca na tosa co on puteo in braso che'l vardava la sena coi oci sbarai".
I politici toscani faticano a perdere le aspirazioni, ma mi pare che parlino in italiano. Letta poi... perfettamente. Ma se la giriamo sul politichese butta proprio male in tutte le direzioni.
Quanto al romanesco, mi pare sia ovunque, non soltanto allo stadio. È che il romanesco si nota meno perché più simile all'italiano. Ma ora in TV si abbonda di "ammo fatto, anammo, a o, te vo fa, daje, damme, maronna, li sordi" che pronunciati biascicando a volte sono incomprensibili. Ma io non ho certo titolo per dare lezioni di Italiano puro. Così, parlavo di difficoltà personali.

Gilda | 20/05/2013 ore 11:05:42

 

Per Bersani é ancora piu' complicato , fra la Lombardia, la Liguria, l'Emilia-Romagna e Crozza, non sapeva nemmeno lui da dove veniva e dove doveva andare.

Lello, ci siamo sparagnati l'acchianatina.

gippe | 20/05/2013 ore 09:35:52

 

abbiamo rischiato una forte bolognesizzazione tra Bersani e Prodi, ma è .... fiorentini che moriremo. e comunque su Camilleri non so se se deve sorprendermi più la sua tenacia che la sua longevità. anzi a pensarci bene, non mi soprende più niente. la lingua siciliana va bene per Montalbano, il romanesco per gli stadi, il milanese per le Borse.tante lingue e nessun linguaggio.

giuseppe bianca | 20/05/2013 ore 00:14:58 | @

 

Grazie Antonia della comprensione. Camilleri è davvero un'esagerazione. Però trovo simpatico Montalbano in TV. Ho tentato in tutti i modi di Palermizzarmi, ma non mi riesce. Trovo però più invadente il romanesco, che sta diventando la lingua nazionale. Perlomeno in TV. Stasera danno l'ultima puntata di Gazebo. Se qualcuno lo guarda poi magari mi dice qualcosa. Giuro giurin giurello: non sono leghista.

gilda | 19/05/2013 ore 19:47:16

 

Capisco Gilda. ho iniziato un libro di Camilleri recentemente, scritto in un mezzo siciliano strano e l'ho chiuso dopo il primo capitolo. Lo sforzo del capire (e ho vissuto in Sicilia 30 anni e capisco il siciliano più di mio marito palermitano) mi privava del piacere della musicalità dello scritto. Vero è che l'italiano è una lingua che appartiene a tutti e a nessuno e che spessissimo dei termini dialettali rendono meglio un'immagine, la colorano, le danno spessore. Però a volte leggere in dialetto risulta difficile

antonia | 19/05/2013 ore 18:43:31

 

Roberto: guarda che non ho problemi a cambiare idea, se qualcuno mi convince, ma così non mi hai convinto. Sarà anche una lingua inventata, è giusto che per ognuno di noi conviva con le proprie origini, ma è anche giusto che serva a comunicare.
È, d'accordo, una lingua in continua evoluzione; magari perdere virgolette, due punti, esclamativi, sospensioni la potrà snellire, rinfrescare, ma perdere le tracce di soggetto, oggetto, predicato e stravolgere il lessico mi sembra un po' troppo. Starò invecchiando di brutto?

gilda | 19/05/2013 ore 16:42:14

 

Hai un po' ragione, cara Gilda. E' anche vero però, e devi considerare, che l'italiano è una lingua inventata quasi di sana pianta.

roberto alajmo | 19/05/2013 ore 15:41:46

 

Anch'io ho letto il libro di Rizzo e anch'io l'ho trovato bello, piacevole, fresco e tutto quello già detto da Roberto e Fara. Volevo però porre qui un problema o ciò che comunque io vivo come tale: la scrittura dialettale e l'abbandono dell'italiano corretto. Ora io, da veneta, non conosco i termini siciliani, non frequento il modo siciliano o romanesco di costruire la frase. Di conseguenza, i testi scritti con un taglio dialettale stretto perdono per me scorrevolezza. Non mi riferisco ai dialoghi, che nella lingua madre acquistano più forza e in genere sono resi accessibili da una accurata contestualizzazione. Mi riferisco alla voce narrante. Anche i tuoi libri, Roberto, sono molto siciliani, ma il linguaggio è sempre ben contestualizzato ed è comprensibilissimo, non spezza il raccontare. Come Marco Lodoli, che ci mette in contatto con il suo territorio facendoci scivolare dentro senza che ce ne accorgiamo. Non parliamo poi delle trasmissioni televisive. Prendi "Gazebo" che adoro, dove c'è il vignettista Makkox che Roberto ha citato. Io perdo metà di ciò che dicono. Nel senso che non comprendo ciò che dicono o meglio che trascinano tra organi fonatori impastati. Non capisco proprio. Punto. Ma vi pare? Rivendico il mio diritto a capire ciò che un italiano scrive e ciò che nella TV nazionale, viene trasmesso. Vi sembra eccessivo?

Gilda | 19/05/2013 ore 14:14:46 | @

 

Grazie per il pensiero.

roberto alajmo | 18/05/2013 ore 16:41:26

 

Condivido la tua analisi, Roberto. Applicabilissima ad altri scrittori che mi vengono in mente in questo momento.

yorick | 18/05/2013 ore 15:27:10

 

Voi dovete fidarvi...

roberto alajmo | 18/05/2013 ore 10:43:28

 

Non ho ancora letto "Un uomo molto cattivo" ma ho già letto "la piccola guerra lampo per radere al suolo la Sicilia ". Mi è piaciuto moltissimo e condivido la tua analisi. Non è il solito depliant turistico pieno di falsi rimpianti e falso folklore. L'ho comprato proprio per la frase solitaria di pagina 0. "La sicilia non esiste. Io lo so perché ci sono nato"

fara | 18/05/2013 ore 08:08:13

 

Sono contento che ti sia piaciuto. è uno di quei libri considerati "poco letterari" dall'alta critica, ma che hanno una storia da raccontare, e lo fanno prendendo il lettore per mano e portandolo dove serve.

roberto alajmo | 17/05/2013 ore 19:49:47

 

Proprio bello "Un uomo molto cattivo".

yorick | 17/05/2013 ore 15:25:58 | @

 

Io c'ero.

[LINK]

Lello | 15/05/2013 ore 14:41:20

 

Caro Gippe, la retrocessione del Palermo mi amareggia tanto, però è inutile farne un dramma.
Io ero uno dei pochi abbonati che la domenica mattina si metteva nella Fiat Regata dello zio per raggiungere Trapani. Ho visto il Palermo in c2, erano i tempi di Cracchiolo, Sampino, D' Este e Sossio Perfetto.
Ero allo stadio quando, sotto un diluvio universale, Santino Nuccio segnava su rovesciata il gol della vittoria alla Juve Stabia.
Ho vissuto gli anni " zampariniani " come un manna dal cielo e, come tutte le cose belle, tutto ha un inizio e una fine.
Oggi siamo in serie B, è vero. Ma nulla mi potrà allontanare dalla mia fede rosanero.

Lello | 15/05/2013 ore 14:38:16

 

Lello, Lillo

Ma come vi prescia a papieggiare in questa settimana di lutto nazionale?
Quando penso che se Toni, Amauri, Cavani fossero rimasti a Palermo avremmo avuto quest'anno qualche gol in meno e qualche punto in piu'.

Ma come dice Zampa, un po' di B ci farà bene ... saremo piu' grandi e in Champions ci andremo nel 2015 !!.

Antispam : CAPEZZALE.

Chissà come lo lirebbe Papi

gippe | 15/05/2013 ore 12:48:40

 

uhhh lello! ma hai un pensiero fisso!

lillo | 14/05/2013 ore 17:01:05 | @

 

Papiiiiii !! Huuuuuuuuuuuu! Ti ho detto culo flaccido soltanto perchè ero gelosaaaa.

[LINK]

Lello | 14/05/2013 ore 14:26:08

 

@lillo
...ma non preferivi " PAPI " ????

Lello | 14/05/2013 ore 14:22:40

 

è un grande Papa, e se ne sente il bisogno.

giuseppe bianca | 13/05/2013 ore 23:51:31 | @

 

mi piace papa francesco.
sembra un papa che fa il papa!
ratzinger mi aveva fatto dimenticare quanto può essere piacevole ascoltare le parole del papa.

lillo | 13/05/2013 ore 20:04:33 | @

 

"Un alibi è che Roma, Milano, sono sempre Italia, ossia provincia: altre Palermo, forse anche più impersonali." Temo di doverti dare ragione. La questione è molto più complessa.Di difficile lettura e di controversa contestualizzazione. Certo a Palermo per chi vive a contatto con questo mondo, è un'esperienza al limite del possibile. Anche se non ami i paroloni, penso sia"una piccola grande impresa"

giuseppe bianca | 11/05/2013 ore 09:33:05 | @

 

Civati chiede a Severgnini se vuole fare il reggente del PD. No, risponde Severgnini, preferisco fare l'allenatore dell'inter.
Che fa copia?

Mingo | 10/05/2013 ore 21:12:33

 

manca la firma nel precedente comemnto. buona giornata.

giuseppe bianca | 10/05/2013 ore 08:18:34 | @

 

Andreotti come Berlusconi, l'eterno riflesso del"vorrei ma non posso" dell'italica provincia culturale e politica. Il fascino irreversibile esercitato su un popolo fisiologicamente disorientato. Non esiste un pallottoliere dove annotare più cose fatte e meno sbagliate, ma il riflesso silenzioso e consapevole di una verità storica da attraversare velocemente e da rimuovere in fretta.

giuseppe | 10/05/2013 ore 08:16:32 | @

 

A Luca Sofri, a proposito di Andreotti, il punto sembra giustamente questo: "...Che nessuno ricordi di lui una sola iniziativa politica memorabile, un progetto, una realizzazione, un cambiamento imposto al funzionamento di questo paese e alla sua cultura e civiltà, tranne i cascami della sua personalità e delle sue esaltazioni da parte dei media".
Il resto qui [LINK]

roberto alajmo | 10/05/2013 ore 07:36:21

 

Ps
E gli ideali si vivono insieme, ma si sognano separatamente

fara | 10/05/2013 ore 00:21:08

 

E' solo un sogno, amico mio, solo un sogno. E i sogni si fanno da soli ,
Sono gli ideali che sono comuni. Il sogno, come la morte , è solitario

fara | 10/05/2013 ore 00:16:40

 

Penultim'ora.
"Se uno sogna da solo, il suo rimane un sogno; se il sogno è fatto insieme ad altri, esso è già l'inizio della realtà." Dom Helder Pessoa Câmara

Io mi unisco, magari funziona.


Gilda | 09/05/2013 ore 17:24:07

 

Cari amici, vi ricordo l'appuntamento di oggi (alle 17) in Biblioteca centrale della Regione Siciliana (Corso Vittorio Emanuele 429) per la conferenza sulla progettazione delle nuove biblioteche francesi (lo so, non è argomento mondano, ma si parla parla parla di libri, lettura, biblioteche... e da quel che vedremo oggi qualche idea potrebbe anche arrivare). Invitate anche i vostri amici?

Giuseppe Scuderi | 09/05/2013 ore 08:23:11 | @

 

RA: ho scaricato l'ebook della penultima. Forte. Simpatico. Ho un po' di difficoltà a seguirne lo stile di scrittura e devo sempre tornare indietro, perdendo scorrevolezza. Ma dev'essere che sono vecchia, stanca e posso leggere solo in orari notturni. Grazie per le segnalazioni. L'altro lo ordinerò in libreria perché non c'è in formato digitale.

Gilda | 09/05/2013 ore 01:59:22

 

Non buttiamo sul personale, via!
Dai Lello, non stiamo criticando le persone del forum, stiamo criticando delle idee e delle modalità di partecipazione alla vita politica del paese. Personalmente, come ho più volte affermato, non ce l'ho con tutti quei bravi ragazzi che credono nelle idee M5S, ma con la leadership che per non aver voluto governare con il PD, ha così di fatto passato la mano al PDL. E non digerisco l'idea assurda che governando con un partito non puro anche la purezza del M5S verrebbe macchiata. Non è mica un virus. Se uno è sicuro della propria identità non ha paura di confondersi con gli altri. Ho guardato con molta simpatia il M5S fino a dopo le elezioni. Sono d'accordo con te che Grillo non è la causa della situazione degradata dell'Italia. E come potrebbe essere diversamente. Dico solo che ora siamo in un'altra fase. Abbiamo votato. Abbiamo girato pagina. Ora siamo nel post elettorale e qui, ora, adesso, c'è un paese allo sfacelo da governare. Chi ha votato Grillo, si aspettava un ruolo più attivo. Adesso è ora di risolvere i problemi facendo, mettendoci la faccia, le braccia ... Per come meglio si può. Democrazia significa governo del popolo. Il popolo ha espresso con i voti da chi avrebbe voluto essere rappresentato. Chi questi voti li ha presi aveva il dovere di governare. Questo vale anche per il PD e i suoi multiformi e bizzarri capricci. Ovviamente qs sono solo mie idee e non ho alcuna pretesa che siano giuste e condivise. Ma fermiamoci nel porticciolo di RA. Domani è un altro giorno.

Gilda | 09/05/2013 ore 01:42:52

 

E va be' Lello. non vuoi chiarire.
Fa niente , tanto ormai abbiamo imparato a nuotare nelle fogne, e una volta abituati all'odore , ci stiamo quasi bene. E' morbido e tiepido l'ambiente. Se non fosse per l'odore potremmo scambiarla per una beauty farm

fara | 08/05/2013 ore 22:55:44

 

No Fara, hai capito benissimo. Se te lo spiegassi, offenderei la tua intelligenza ( e la mia ).

Lello | 08/05/2013 ore 22:48:13

 

Lello, non ho capito. Non sono polemica. Non ho capito davvero quello che vuoi dire. Spiegalo meglio, a me , almeno. Non ho capito cosa vuoi dire con "la democrazia è pericolosa quando la usano gli altri" ed "il branco pronto ad intervenire".

fara | 08/05/2013 ore 18:23:53

 

La democrazia è uno strumento bellissimo. Lo tieni nel taschino e lo esci quando ti fa comodo. Quando la usano gli altri invece, è considerata un'arma pericolosa.
Male che dovesse andare, c'è sempre il branco pronto ad intervenire.

Lello | 08/05/2013 ore 13:45:14

 

Ok Roberto. Ripariamoci nel porticciolo (antispam)della tua saggezza. Personalmente chiedo scusa se ho offeso qualcuno.

Gilda | 08/05/2013 ore 09:34:21

 

A me sembra che Pd e Grillo nelle ultime settimane si siano suddivisi le cazzate.
Non insisterei però nello stabilire chi si sia aggiudicato lil maggiore quantititativo, perché altrimenti non si finirebbe mai di discutere, avvelenando le sorgenti di una alleanza che potrebbe tornare utile prima di quando si possa credere.

roberto alajmo | 08/05/2013 ore 08:01:12

 

sento di dover ribadire il concetto: seppure grillo non aveva (non ha e non avrà) intenzione di governare (e le ragioni sono palesi), ben avrebbe potuto imbastire una sana, auspicabile, intelligente e costruttiva opposizione. invece non fa nulla di nulla di nulla.... ed è, questo, un vero peccato. qualunque governo, dal migliore al peggiore, non può che giovarsi di un'opposizione saggia. grillo ha deluso tutti: tanto chi lo ha votato, quanto chi sperava che, dall'opposizione, potesse far cambiare le cose. se vanno avanti così, i grillini alle prossime elezioni andranno a chiedere le mollichine alle formiche.

lillo | 07/05/2013 ore 20:42:03 | @

 

Lello, mi spiace. Se puoi non passare allo Xanax ... Questo non toglie nulla alla stima che ho di te e dei molti amici che credono all'idea incarnata da Grillo. Penso che a turno ci abbiamo provato tutti nella vita a credere di poter cambiare "il mondo".
E i forum sono posti dove ci si può confrontare. Questa è democrazia. Teniamocela stretta. Staremo a vedere dove va questa nostra povera Italia e magari ce lo racconteremo a Palermo, davanti a quel caffè ...

Gilda | 07/05/2013 ore 20:12:06

 

Preferisco non rispondere, dopo aver letto queste assurdità ho preso una valeriana.

Lello | 07/05/2013 ore 18:16:42

 

Mi è piaciuto stamattina Antonello caporale ad Agorà. Un Paese che si incarta sull'IMU e che discute se togliere la tassa sulla prima casa anche ai milionari mentre non ci sono i soldi per i sussidi e la cassa integrazione è un paese immorale. Togliere una tassa a chi un tetto (o più tetti) ce l'ha ed anche un introito a volte sostanzioso e mettere ancora più in difficoltà chi non ha né tetto né introito è semplicemente assurdo e, si, immorale.
Ma d'altra parte, caro Caporale, la soppressione dell'IMU è il grido di battaglia del partito che ora come ora avrebbe più voti se si andasse a votare. Quindi è l'Italia ed i suoi cittadini che sono immorali e profondamente egoisti.

antonia | 07/05/2013 ore 16:14:10

 

Meno male che ci sono Gilda e Fara, altrimenti davvero mi sentirei totalmente estranea al modo di ragionare degli italiani. Cercherò di essere matematica:

PD = fusione fra ex-PCI-ex-PDS e ex-DC-ex-Margherita. Quindi: una parte progressista e una parte meno.

Se Grillo invece di prendere voti e poi farsela addosso al momento di prendersi le sue responsabilità avesse appoggiato Bersani ed i suoi punti che poteva ben condividere, il PD si sarebbe spostato più a sinistra, E la parte ex Margherita (più baffetti vari) non avrebbe osato fare tutti gli sgambetti che ha fatto.
Il PD non poteva votare Rodotà perché rompeva le scatole a baffetti e fiorellini vari. Nella lista dei grillini c'era Prodi, ma naturalmente Grillo ha mandato avanti quel nome che sapeva che non sarebbe mai stato votato dal PD compatto. E non appoggiando Prodi ha messo in seria crisi il PD e ha dato via libera ai "faccioli". Che ora ci hanno portato a questa situazione, con Berlusconi che trionfa e detta legge. Dobbiamo dire "grazie, Grillo?" SI

antonia | 07/05/2013 ore 16:12:38

 

Ma Prodi non è stato votato neppure dai suoi!!!
Berlusconi non lo voleva ed il PD ha obbedito.

Lello | 07/05/2013 ore 15:02:04

 

Lello. Sai perfettamente che cosa penso sulla faccenda Rodotà perché mi sono già espressa in questa sede e quando alludo alla complicità del “supermeganarcisismocapriccio da scuola materna di frange del PD” mi riferivo proprio a questo e a tutto il pasticcio sull’elezione del Capo dello Stato.
Ma allora perché mai Grillo ha “offerto praterie” soltanto su Rodotà (dove sapeva per certo non esserci i numeri – non per colpa sua – e non le ha offerte su Prodi, personaggio comunque indicato nella loro lista di papabili? ( Anche tu hai lasciato indietro qualcosa) Vien da dire “perché non voleva governare”. Ed è questo il punto. Nessuno dice che sia stato Grillo a portarci nella situazione di m italiana, qui si dice che Lui, esso, Grillo, avrebbe potuto fare qualcosa, ne aveva la possibilità, lo avevano votato per quello e non l’ha fatto. E sai perché? Perché è difficile governare. Perché è più facile essere sempre e solo contro.
Ma guarda che si sta tirando la zappa sui piedi. Ok in Sicilia avete un bell’esempio di Grillini al governo. Beati voi. Ma qui, nel triveneto, quelli che hanno votato Grillo sono tutti incazzati come iene e i voti se li scorda alle prossime elezioni, vedi Friuli! Sai chi ha votato Grillo qui? I delusi del PD, ma soprattutto i delusi dalla Lega. Pensa un po tu!!! Stesse urla, stessi striscioni! E con questo ho detto tutto. Ma non ha colpa Grillo, hanno colpa i piccoli imprenditori del nord-est, si sa, soprattutto quelli che si sono suicidati.

Gilda | 07/05/2013 ore 12:54:09

 

lillo mancavi tu. Pensa al tuo PDL, 20 anni di Berlusconi ci hanno portato alla rovina economica, morale e sociale.
Certo, non è stato il solo artefice del disastro, ha avuto nel PD un grande alleato.
Ma ripeto, la colpa è di Grillo.

Lello | 07/05/2013 ore 10:24:00

 

E la cosa che mi fa più innervosire è tutte queste critiche andrebbero rivolti ai veri artefici di questo disastro politico, non agli ultimi arrivati.
Ieri, per esempio, Draghi ha affermato che se lo cose non cambieranno presto, si rischierà una reazione violenta del popolo.Nessuno ha detto nulla.
La stessa cosa pronunciata da Grillo, risulta eversiva.
Mi sembra tutto grottesco.

Lello | 07/05/2013 ore 10:18:16

 

dalle ultime notizie parrebbe che i grillini abbiano già smesso di rinunciare alla diaria... vedremo i bonifici del prossimo mese. nel frattempo continueranno a non far niente e urlare "no" e "vaffanculo". proprio la politica che serve al paese.

lillo | 07/05/2013 ore 10:08:11 | @

 

Gilda
Strano che tu non abbia citato la faccenda Rodotà, forse perché non avresti potuto giustificare " il buon Bersani " ( "buon" per cosa ?? ).
Per il resto, il M5S si basa su molti punti fermi, non è un partito come la Lega che predica bene e razzola male.
Ogni mese restituiscono, bonifici alla mano, metà dei loro stipendi. E' una cosa senza precedenti che passa inosservata. In fondo si sa, fa più rumore un albero che cade, che una foresta che cresce.

Lello | 07/05/2013 ore 09:39:36

 

Non voglio cambiare il mio giudizio una volta espresso. Se dico che mi piace, vuol dire che mi piace. Diversamente non "clicco" .

fara | 07/05/2013 ore 02:31:33

 

per Gilda :-)

fara | 07/05/2013 ore 01:55:55

 

Certo che per chi confida nell'aldilà questo assembramento sarà un bel guaio!

fara | 07/05/2013 ore 01:55:00

 

Penultim'ora: spassosa nella sua amarezza. Bel pezzo.

P.S: antispam FARETTA, a ricordarmi che sono d'accordo con quanto scrivi, Fara, come pure con Antonia.

Gilda | 07/05/2013 ore 01:18:17

 



Non sarò breve. Portate pazienza.
Lello, posso essere d'accordo con te sul fatto che questa classe politica che ci governa susciti rabbia. Ok. Ma sul fatto che Grillo abbia fatto delle previsioni che poi si sono avverate, vorrei, insieme a te, fare un esame di realtà.
Ordunque:
1) ha più volte il buon Bersani tentato di argomentare con i 5S per accordarsi in una qualche forma di governo, anche mettendo sul tavolo delle urgenze le stesse proposte dal M5S?

2) che cosa ha sempre risposto il vivace Grillo? NO, vaffanculo. Andate a governare con il PD+L, andate a fare l'inciucio. A casa tutti. Non avete capito che noi non governeremo mai con i partiti e così via.
3) E tanto ha manovrato perché le cose prendessero quella direzione che alla fine, complice il supermeganarcisismocapriccio da scuola materna di frange del PD, ce l'ha fatta e ORA PUÒ GRIDARE ALLO SCANDALO E AL FATIDICO "L'AVEVO DETTO"
4) Avrebbe potuto governare il M5S da solo?
NO: è una questione aritmetica.
E DUNQUE?
Per questo non vedo alternative alla situazione attuale, oltre al voto che non ritengo opportuno nell'immediato.
Certo, non è tutta colpa di Grillo, ma ciò che tu chiami a sua discolpa "non ha mai governato" è la sua colpa. Se partecipi alle elezioni non sei più un movimento, sei un partito e hai il dovere e sottolineo il dovere di governare. È troppo facile starsene fuori, non fare nulla e criticare a manetta chi fa. Non è il primo governo che cade o che non si riesce a fare per uguale motivo... E ciò non ha mai sortito nulla di buono.

Gilda | 07/05/2013 ore 01:03:39

 

Sì Lello, Antonia ha ragione. I 5S hanno ottenuto un numero di seggi bastevoli per giocarsi la partita e li hanno gettati via. Non si può fare la rivoluzione (se rivoluzione si può chiamare entrare in parlamento) negandosi, avevano l'opportunità di entrare nella maggioranza con in mano l'asso di briscola e l'hanno sprecato.
Hanno semplicemente passato la mano al cavaliere Berlusconi . Che invece sta giocando alla grande

ps
la parolina magica è "potabile" ma questa volta non "c'azzecca" .

fara | 06/05/2013 ore 19:06:22

 

Si sono esclusi da soli???
Semmai hanno preferito stare lontani dagli appestati per non rischiare di essere contagiati.

Lello | 06/05/2013 ore 15:22:55

 

Lello, nessuno ha "gomblottato" per escludere i 5S, si sono esclusi da soli.

La Biancofiore è un personaggio tremendo dalla voce stridula. Arrogante e prepotente. Niente a che vedere con il suo nome

antonia | 06/05/2013 ore 13:04:46

 

Gilda
L' ho già detto tante volte: il M5S sputa rabbia contro questa politica e questi politici. Come dargli torto. Non hanno mai governato , eppure sono criticati come se fossero gli artefici di questo disastro sociale.
Certamente sbaglieranno nei modi, ma non nei contenuti.
Non hai notato che Grillo ha indovinato tutte le mosse del PD e del PDL?
Guarda caso alla fine si sono accordati per escluderli dalle decisioni.Hanno confermato Napolitano e si sono divisi equamente tutte le poltrone, resuscitando persino Miccichè!
Prendiamocela con Grillo, è più comodo per tutti.

Lello | 06/05/2013 ore 09:16:12

 

Cioè no, non era riferito alla penultim'ora, scusate, ma all'ultimo commento di RA. Notte.

Gilda | 06/05/2013 ore 01:19:49

 

Penultim'ora. Sì, infatti. Ho appena .guardato Gazebo. Sagace.

Gilda | 06/05/2013 ore 01:15:50

 

Ogni artista ha un suo periodo di massimo rendimento, vignettisti compresi. Alcuni maestri oggi arrancano, e non credo che ci sia in Italia oggi qualcuno che risulti più efficace di Makkox. Uno che sa fare cose del genere: [LINK]
I quotidiani si accorgeranno di lui fra cinque anni, quando sarà troppo tardi.

roberto alajmo | 05/05/2013 ore 18:30:02

 

dato che la situazione è "manicomiale", e simbolo di ciò è-lasciando stare tutto il resto-avere come ministro degli Interni colui che ha umiliato le istituzioni occupando il Tribunale di Milano, perchè non si riuniscono alla svelta approvando solo la legge elettorale e se sono capaci riducendo un po' le tasse, e poi sciolgono tutto quanto e si va alle votazioni? è inutile che perdano tempo a fare altri progetti.

rosita | 05/05/2013 ore 16:21:35

 

La competenza creativa...la Biancofiore può essere sottosegretario dove le pare, del resto si parla di flessibilità. Però io, che ho regolarmente acquisito due abilitazioni per insegnare due diverse discipline, devo lavorare su due scuole, anche se potrei completare la cattedra lavorando nella stessa scuola, semplicemente insegnando in due classi inglese invece che spagnolo. Io sono "titolare" di spagnolo, scherziamo? Ah, come vorrei essere la Biancofiore..(oddio, no. No).

Daniela | 05/05/2013 ore 16:16:37

 

Mi sembra una situazione senza via d’uscita. Ci si sente, anzi si è, impotenti e questo non fa che aumentare la rabbia che non è mai uno stato d’animo costruttivo. La rabbia conosce solo meccanismi espulsivi e ci difende dalla vera sofferenza. La sofferenza, come la radice stessa del nome indica, è un dolore portato, cioè guardato in faccia e assunto. In politica tutti vomitano addosso agli altri, ma chi si assume la responsabilità di portare avanti la baracca? Non ci piace questo governo; non piace a nessuno. E dunque? Abbiamo alternative? Andiamo al voto? Che cosa ne uscirà? Vincerà nuovamente Berlusconi. Lello: poniamo che vincano i 5S, si decideranno a governare o continueranno a sputare rabbia?

Gilda | 03/05/2013 ore 11:54:25

 


Grazie Lello, é quello che volevo suggerirle anch'io ; comunque se vuoi, in privato posso darti il suo indirizzo FB, non sarebbe una cattiva idea, non solo é carina ma anche molto simpatica.

Cosi l'acchianiata di Monte Pellegrino la fai con lei, io purtoppo non potro' essercie, le date non appattano.

Ma saro' il 12 a Firenze e li incoraggero' contro la Fiorentina.

Scusate per questa incursione privata e buona sfilata a tutti.

gippe | 01/05/2013 ore 18:41:16 | @

 

P.S.
Se è graziosa la vado a prendere personalmente io!

Lello | 01/05/2013 ore 16:51:00

 

Gippe
E' facile: deve prendere l'autobus che collega l' aeroporto alla città e scendere a Piazza Politeama. Dalla piazza può raggiungere il B&B a piedi.

Lello | 01/05/2013 ore 16:50:06

 

Appello alla popolazione palermitana
=============================================

Una mia amica arriverà a Palermo il 12 maggio alle 18h30 ; quale sarebbe il mezzo piu pratico, veloce e economico per rendersi a Palermo nel B&B che si trova in via Principe Belmonte ?

Grazie per i vostri suggerimenti

gippe | 01/05/2013 ore 13:39:25

 


Ciò che il più ricco 1 per cento della popolazione desidera, diventa ciò che la scienza economica ci dice che dobbiamo fare")?
=================================
Questo lo dice un grande economista ......

gippe | 01/05/2013 ore 10:16:44

 

visualizza commenti: 15 | 50 | 100 | 200


Archivio Messaggi 

:: Anno 2018 ::
Dicembre  Novembre  Ottobre  Settembre  Agosto  Luglio  Giugno  Maggio  Aprile  Marzo  Febbraio  Gennaio 
:: Anno 2017 ::
Dicembre  Novembre  Ottobre  Settembre  Agosto  Luglio  Giugno  Maggio  Aprile  Marzo  Febbraio  Gennaio 
:: Anno 2016 ::
Dicembre  Novembre  Ottobre  Settembre  Agosto  Luglio  Giugno  Maggio  Aprile  Marzo  Febbraio  Gennaio 
:: Anno 2015 ::
Dicembre  Novembre  Ottobre  Settembre  Agosto  Luglio  Giugno  Maggio  Aprile  Marzo  Febbraio  Gennaio 
:: Anno 2014 ::
Dicembre  Novembre  Ottobre  Settembre  Agosto  Luglio  Giugno  Maggio  Aprile  Marzo  Febbraio  Gennaio 
:: Anno 2013 ::
Dicembre  Novembre  Ottobre  Settembre  Agosto  Luglio  Giugno  Maggio  Aprile  Marzo  Febbraio  Gennaio 
:: Anno 2012 ::
Dicembre  Novembre  Ottobre  Settembre  Agosto  Luglio  Giugno  Maggio  Aprile  Marzo  Febbraio  Gennaio 
:: Anno 2011 ::
Dicembre  Novembre  Ottobre  Settembre  Agosto  Luglio  Giugno  Maggio  Aprile  Marzo  Febbraio  Gennaio 
:: Anno 2010 ::
Dicembre  Novembre  Ottobre  Settembre  Agosto  Luglio  Giugno  Maggio  Aprile  Marzo  Febbraio  Gennaio 
:: Anno 2009 ::
Dicembre  Novembre  Ottobre  Settembre  Agosto  Luglio  Giugno  Maggio  Aprile  Marzo  Febbraio  Gennaio 
:: Anno 2008 ::
Dicembre  Novembre  Ottobre  Settembre  Agosto  Luglio  Giugno  Maggio  Aprile  Marzo  Febbraio  Gennaio 
:: Anno 2007 ::
Dicembre  Novembre  Ottobre  Settembre  Agosto  Luglio  Giugno  Maggio  Aprile  Marzo  Febbraio  Gennaio 
:: Anno 2006 ::
Dicembre  Novembre  Ottobre  Settembre  Agosto  Luglio  Giugno  Maggio  Aprile  Marzo  Febbraio  Gennaio 
:: Anno 2005 ::
Dicembre  Novembre  Ottobre  Settembre  Agosto  Luglio  Giugno  Maggio  Aprile  Marzo  Febbraio  Gennaio 

^ TORNA SU | TORNA INDIETRO | TORNA ALL'HOME


Inserisci messaggio


nome 
email 
messaggio 
antispam 
  digitare la seguente parola



^ TORNA SU | TORNA INDIETRO | TORNA ALL'HOME