Vai ai COMMENTI...

Ultimi commenti

Grazie a te, grazie a Sandro Veronesi e grazie...
.:Roberto Alajmo | @:.
.:21/11/2018 | 11:39:01:.

Contenta che Milano ti abbia accolto con...
.:Manuela | @:.
.:18/11/2018 | 23:16:42:.

Grazie, Fernando. Ne approfitto per segnalare...
.:Roberto Alajmo | @:.
.:28/10/2018 | 18:35:46:.

Ciao Roberto,
primo di tutto dirti che...

.:Fernando | @:.
.:27/10/2018 | 14:29:59:.

..ci conto. Manuela...
.:Manuela | @:.
.:14/09/2018 | 23:08:28:.

Vai ai COMMENTI...



Menu riservato:

il forum di Roberto Alajmo, scrittore




il forum

INSERISCI COMMENTO
INDICE ARCHIVIO MESSAGGI

E' da martedì 24 che spacchetto e sistemo, , raccolgo cartoni e porto alla discarica. E ancora non vedo la luce. Far cambiare residenza a 30 anni di vita non è proprio una passeggiata. Non lo è soprattutto psicologicamente perché da ogni pacco salta fuori qualcosa, un oggetto, una foto, un appunto, che ti rimanda indietro nel tempo. A viaggi fatti e dimenticati, a compleanni ormai sepolti, indirizzi e foto di amici che non ci sono più o perché andati via in altri peasi o perché morti.

Mi faccio sentire poco ma la mia presenza sarà, da oggi in poi, inversamente peoporzionale al numero di scatoloni rimanenti.
@ Csilla
Io non sono sicula. I siculi abitano la parte orientale della Sicilia. Io sono elima con forte contaminazione punica.

fara | 31/07/2012 ore 23:44:31

 

lombardo si è dimesso, le galline e i fucili se li è portati via... riusciranno i siciliani alle prossime elezioni a fare di peggio? io dico di si e non c'è nemmeno bisogno di scavare...

fiorella | 31/07/2012 ore 18:55:52 | @

 

State seguendo le Olimpiadi? Io in questi giorni ho seguito soprattutto il nuoto. E ho visto dei "mostri". Ragazzi e ragazze veloci come il fulmine. Mi fanno un po' impressione certe ragazze, specialmente la larghezza del loro collo: tipicamente maschile. Solo al momento dell'inno, con le lacrime o le labbra che tremano e non riescono a cantare, questi atleti sembrano un po' più umani

antonia | 31/07/2012 ore 16:02:30

 

Antonia, grazie dell'info su Fara! Io fortunatamente non trasloco cosi frequentemente, i kili se ne vanno correndo, per scelta e non per costrizione:)
Sull'amore potremmo parlare all'eterno, su una cosa credo però che potremmo concordare tutti. L'amore tutto sommato, è un arte. Il solo sentimento di sicuro non basta per conservare al meglio i rapporti, le fiammate spariscono nel nulla, l'arte sta nel mantenere lo sprito in alto nella relazione producendo in qualche modo, costantemente qualche novità. Non è impossibile ma pochi sono capaci di farlo.

Csilla | 31/07/2012 ore 14:41:56

 

mi domando cosa possa essere più incompiuto della sicilia che "potrebbe fare moltissimo" sole mare, sembra una canzone di bennato, oppure dei figli del settanta, i cui padri sono nati sotto le bombe della seconda guerra mondiale ed i cui figli sotto quelle della probabile fine dell'euro. l'incompiutezza, lo sliding doors della vita. nulla di più affascinante.

giuseppe bianca | 31/07/2012 ore 14:31:58 | @

 

Concordo, Rosita. E penso anche che se la "qualità" dell'amore per l'altro non cambia parallelamente al cambiamento delle persone negli anni allora è difficile che un amore duri. Certi difetti, certi tratti caratteriali su cui si può sorvolare nel momento dell'innamoramento vengono fuori negli anni e se non si è pronti ad accettarli, se si vuole sempre avere "quella" immagine che abbiamo dell'altro e non riusciamo ad accettarlo per quello che in realtà è, allora certo che l'amore, o meglio, quel tipo di amore finisce. A volte anche molto male

antonia | 31/07/2012 ore 14:05:52

 

anche io penso come Antonia che non è detto che un amore debba finire. E' un miracolo ma qualche volta succede. Il più delle volte però è vero, che tutto finisce. La mia teoria è che ognuno dei partner magari non ama la persona scelta nella sua completezza. E si sente, quando resta fuori qualcosa, spesso resta fuori l'ombra e questo è importante e prima o poi ci saranno le conseguenze. Per chi è lo sguardo d'amore, per chi è la carezza?perchè a volte non ci raggiungono. Sono per noi o per la percezione che l'altro ha di noi?non sapremo mai cosa vedono gli occhi che ci stanno guardando.

rosita | 31/07/2012 ore 13:59:53

 

Csilla, Fara ha traslocato e la immagino fra scatoloni e cose da riordinare. So cosa vuol dire. Io lo faccio in media ogni 4 anni e coi vogliono almeno 2 mesi prima che tutto sia più o meno a posto. Quando ho traslocato da Lione a Roma ho passato 3 settimane a spacchettare, piegare i cartoni e portarli via, dalle 7 del mattino alle 8 di sera, con solo una breve pausa a mezzogiorno per un gelato con il biscotto (faceva un caldo boia). Risultato: ho perso 3 Kg ed una sera ho dovuto chiamare la guardia medica. ero kaputt!

antonia | 31/07/2012 ore 10:21:23

 

Sono d'accordo con te, Csilla. Il momento di esaltazione, il momento in cui tutto ti sembra perfetto sono, appunto, momenti. Che dovrebbero fare da mattoni per costruire qualcosa di più duraturo, di meno volatile nel tempo. E' anche questione di carattere, di età. C'è chi vive intensamente i momenti e poi con serenità la transizione verso altri momenti e chi invece riesce ad essere felice solo dell'istante, perché già il momento ha in sé l'angoscia di qualcosa di perduto, di qualcosa che manca.
Così come c'è chi accetta con serenità il passare degli anni godendo della maturità raggiunta, delle tante esperienze fatte e chi invece non riesce ad accettare di invecchiare e cerca l'impossibile: tornare indietro.

antonia | 31/07/2012 ore 10:17:37

 

parole antispam 'FARETTA'. Ma Fara dov'è? Da un pò che non la leggo. Lo so, quando non si ha da dire.....oramai ho imparato. Fara,come molti in questa casa, sicula è!

Cs. | 31/07/2012 ore 09:52:09

 

E' pure normale che uno cerchi un pò di felicità, il sapore del dolce è spesso più gradevole dell'aspro esagerato. Un pò di luce non guasta, insomma, in questo mondo di sacrifici e di sottili equilibri.Sono le aspettative spesso alte a causare le rotture. Ancora non abbiamo capito che le favole sono nei libri, viverle è da pochi prediletti. La mia filosofia è vivere, le clausure lasciamo a chi è rimasta ancora nell'800.

Csilla | 31/07/2012 ore 09:49:13

 

E inoltre, secondo me, c'entrano anche i 50 anni.... maschili soprattutto. Vedo e vivo cose strane fra i miei coetanei

antonia | 31/07/2012 ore 09:33:54

 

In effetti Ulisse era Ulisse e Penelope Penelope.
Però ho conosciuto qualche donna Ullissiaca.

roberto alajmo | 31/07/2012 ore 06:16:30

 

Io credo che nella degenerazione di un rapporto c'è sempre una sorta di concorso di colpa, l'apice della felicità non necessariamente avviene allo stesso momento per l'uomo e per la donna, anche se apparentemente possa sembrare cosi.Tante piccole cose fanno l'insieme e ci vuole molto poco che le cose vadano a puttane. Parli di cose volute,Roberto. Già quando si hanno delle aspettative precise le cose non possono essere naturalissime. Forse l'errore più grosso è la velocità con cui avviciniamo le cose, accumuliamo troppo in fretta e arriva il momento in cui non ci rimane più nulla da accumulare,da vivere, nulla che ci possa fare felici.Molti dei momenti apparentemente belli sono solo inganni, un sorriso spesso equivale ad un morso di un divoratore verace il quale non sa nemmeno cosa esattamente vuole divorare. Poi, se accade quel che racconti vuol dire che il rapporto non era sicuramente quel che sognavi.Non si può far finta di non vedere una persona con cui si è condiviso vita, morte e miracoli.
Mi sono quasi pentita di non averti raccontato la mia di storia, credevo inutile farlo. E a quanto pare, tanto inutile non sarebbe stato.
Un caro saluto a tutti

Csilla | 31/07/2012 ore 01:23:07

 

Certo che anche le donne hanno momenti di ansia da felicità. Però sono momenti. Io penso che per la donna un rapporto d'amore sia un divenire, uno scorrere, un adattamento, un aggiustamento. Per l'uomo è più una cosa come una foto: ferma nell'istante della felicità. Appena comincia a muoversi, a modificarsi si comincia a rimpiangere l'istante che non c'è più. Non è detto che un amore debba finire. Ma sicuramente non potrà mai essere in eterno uguale. Non si può pretendere sempre la felicità del primo incontro. Ma si possono avere tante felicità diverse nella vita insieme

antonia | 30/07/2012 ore 23:19:25

 

Puoi leggerti qui, nella sezione Chi legge, chi scrive (guarda il menu in alto). ho fatto qualche modifica al tuo testo per renderlo comprensibile anche in un contesto decontestualizzato (leggi: senza riferimento alla penultim'ora di Roberto)

Daniela | 30/07/2012 ore 11:25:31

 

La chiamerei ansia da felicità incombente. Anzi io ho sempre vissuto con la certezza dell'infelicità incombente, questo timore (certezza) del doppio nell'altro...non solo nell'altro ma anche in me stessa. Mi è capitato perfino di incontrarla, l'altra, l'ho scoperta a guardare occhi negli occhi l'altro nell'altro... e abbiamo rinunciato. Io e l'altra. Ci facciamo compagnia...

fiorella | 30/07/2012 ore 11:18:05 | @

 

grazie, Daniela. Puoi dirmi dove posso leggerti? Aggiungo in seconda battuta che "a-mors" non ha fine. Buon inizio di settimana ai lettori del forum, ed agli scrittori.

rosi | 30/07/2012 ore 10:51:00 | @

 

Bellissimo, Rosi. Pubblico in Chi legge, chi scrive.

Daniela | 30/07/2012 ore 10:35:11

 

Perche', Antonia? Io non direi: anche le donne entrano in questa ansia da felicita'. A me succede, per esempio.

Daniela | 30/07/2012 ore 10:34:13

 

Una bilancia. E da una parte sta l'Eros che unisce, e poi dall'altra, sta l'Eros che separa. Ed è ben rappresentato da te, quel logorio d'ago che punge quel muscolo triangolare che sta in corpo o dirige, l'occhio dell'altra, a prospettive nuove. - Un campo, non ha bilance, ma un albero, ha rami verdi, ed altri secchi, ha tante foglie, unico tronco, ed è l'Amor, che vincit omnia, non è fortuna. Ma tenacia, di semina e costruzione, ed è magia.

rosi | 30/07/2012 ore 10:33:21 | @

 

Penultim'ora: in base alla mia esperienza personale, dal mio punto di vista direi una visione prettamente maschile

antonia | 30/07/2012 ore 10:12:11

 

Gippe, buongiorno. I muzzunari ancora non sono ricomparsi, ma i cartonai si, in abbondanza. E per chi non ha la nostra stessa memoria, i cartonai erano, in generale, i raccoglitori non solo di cartone ma di pattume vario da rivendere. Fatevi un giro a Ballarò la domenica mattina

Don Diego | 30/07/2012 ore 08:02:20

 

Lo prendo come un complimento, Gianni.

roberto alajmo | 30/07/2012 ore 07:45:57

 

C'è molto di vero in queste righe, sembrano quasi cristiane.

gianni | 30/07/2012 ore 07:23:56 | @

 

"Presto scoprirete che manca sempre qualcosa quando avete avuto tutto quel che credevate di volere avere." E magari saprete rinunciare alla perfezione, senza per questo essere infelici :)

Daniela | 30/07/2012 ore 00:04:38

 

Mi fa molto piacere che questa giovane ragazza palermitana abbia vinto il titolo italiano di scacchi proprio nella mia cittadina di origine.

[LINK]

Svarione del giornalista. Forse vive anche lui al di là delle Alpi

antonia | 29/07/2012 ore 22:38:18

 


C'era qualcosa di stonato che non riuscivo a mettere a fuoco nel racconto di stamattina.

Infatti non si trattava di due tabbaccaie ma di due farmaciste.

gippe | 29/07/2012 ore 19:25:52 | @

 

Oscar Farinetti è l'imprenditore di Alba che ha creato EATALY. Geniale
[LINK]

Sono andata sulla sua pagina FB. C'è un tizio siciliano che lo invoca come un salvatore, gli scrive una miriade di richieste con un tono che è interessante andare a leggere (per chi è su FB). Un misto di candore, di appiccicume, di retorica, di disperazione.

antonia | 29/07/2012 ore 17:20:50

 

E con la colonna sonora dell'ennesimo scroscio di pioggia sul tetto penso che questo clima mi piace di più perché ti invita a leggere, a cucinare, a suonare, a scrivere: il profumo dell'erba bagnata, dell'aria fresca mi piace tantissimo.
Il caldo a 35° a me fa venire solo due voglie: di fare una doccia e di scappare sui monti

antonia | 29/07/2012 ore 16:41:01

 

Io ci sono, a combattere con il tempo: caldo-freddo-sole-pioggia-mettilagiacca-levalagiacca-aprilombrello-chiudilombrello se ne potrebbe fare una filastrocca ritmata a mo' di tormentone estivo.

Stamattina ho visto il vicino partire con la sua super-bici, splendida giornata fresca di sole. Dopo una mezz'ora, il monsone. Giù, nella stanza lavanderia, ho trovato le sue scarpe sul termosifone.

Io scenderò in Italia (del Nord) a inizio Agosto. Spero di non incontrare troppo caldo perché, in fin dei conti, preferisco il clima di qui agli scirocchi di estive memorie.

Penultim'ora: Formigoni non riuscirà mai neanche a farmi pena. Ha una faccia lombrosianamente di c**o.

antonia | 29/07/2012 ore 16:16:58

 

"Muzzunari"

Ma cosa succede, tutti in ferie siete ?

E dire che l'ultimo Penultim'ora con le sue provocanti e lombrosiane prese di posizione, qualche commento dovrebbe pure suscitarlo.

Tutti e tutte latitanti sono.

Io ci sono, e mi squaranteno, abbandonato dai miei cari affetti che hanno preferito il caldo della provenza all'afa soffocante di questi giorni.

Sotto casa, nella vicina Rue Daguerre, ci sono un paio di 'bistrots' con piacevoli 'terrasses' che ben si addicono al brunch domenicale di un povero cristo abbandonato.

Seduto, assaporavo la solita tartine al burro leggendo 'La vie d'un autre' un 'roman graphique' sulla vita di Pierre Goldman, un sessantottino molto ambiguo e comunque assassinato a Parigi nel settembre del 79 da un oscuro commando autobattezzatosi "Honneur de la police".

A dovere di cronaca, Pierre Goldman aveva scontato qualche anno di prigione, accusato e poi prosciolto di un doppio crimine, due tabaccaie uccise dopo una rapina nel 1969.

Concentrato e distratto nella mia doppia occupazione di lettore e colazionatore, e attento alle strane manipolazioni di un doppio paio di giovani vestiti di nero e pieni di spilli in testa.

Percorrevano con molta attenzione la Rue daguerre, ogni tanto si chinavano raccoglievano qualcosa che mettevano in sacchetti di plastica econtinuavano l'esplorazione palmo a palmo.

Don Diego, Lello, se mi leggete, avreste avuto anche voi lo stesso lampo, lo stesso ricordo di una parola sepolta profondamente da mezzo secolo non so in quale parte del cervello.

===============================

Tutt’i iorna tra amici
ndi mentimu a parrari,
nc’è cu grira e nenti dici
e cu a voli raggiunari.

U palluni prima veni
ma finisci sempri mali
unu tira e l’autru teni
e na sciarra sav’a ‘ffari

A Bagnara ‘ddiventammu
nu paisi ‘i pallunari
i cosi seri i ‘bbandunammu
mi parramu ‘i muzzunari.

===============================
Testo trovato su Iternet
Titolo "I muzzunari"

gippe | 29/07/2012 ore 12:51:00 | @

 

Circola su internet una scenetta imbarazzante della Vezzali con Berlusconi, nello scenario naturale di Porta a Porta.
I toni, l'atmosfera, non so: ma vedendola ho avuto la netta sensazione del documento di un'epoca, come certi documentari dell'Istituto Luce durante il ventennio.
Domanda sottintesa: ma veramente eravamo così?
Risposta sottintesa: certo, e lo siamo ancora.

roberto alajmo | 29/07/2012 ore 08:09:23

 

no, Gippe, ancora no,è in concorso a Venezia e in Italia uscirà il 14 settembre.

rosita | 27/07/2012 ore 23:18:55

 

Ma é già uscito in Italia ? In Francia é previsto per dicembre.

Parlo del film-libro se non si era capito, anzi adesso ho capito anche perché se ne parla tanto.

Bien à vous

gippe | 27/07/2012 ore 21:11:02 | @

 

Lello..:)sta pubblicità mi ha rovinato l'immagine..chiederò i danni al Mulino Bianco!
comunque per il film di R.A.guardate su Venerdi di Repubblica di oggi:
[LINK]

rosita | 27/07/2012 ore 19:47:27

 

Rosita, sei troppo avanti.

Lello | 27/07/2012 ore 16:39:00

 

Fara: l'autore del romanzo nel film è come la suocera in viaggio di nozze. Ma Daniele è stato un gran signore, e il film è veramente unico. Diverso dal libro ma perfettamente in tonalità.

roberto alajmo | 27/07/2012 ore 09:04:27

 

A me piacerà per forza...mi piace l'autore, amo il romanzo, Servillo è bravissimo ,Ciprì geniale..e ,,mi piace pure Alfredo Castro:)
In Latinoamerica ci sono già molti link sul film. Questo link è di un sito di cinema spagnolo,la parte riguardante "E' stato il figlio" mi sembra efficace per quanto sintetica.
[LINK]

rosita | 26/07/2012 ore 23:59:05

 

Io , come sempre, sono antipatica: alla Morgoglione gli facevano male le dita a digitare che il film è tratto dal romanzo di Alajmo?

ps
la parolina magica è libraio!

fara | 26/07/2012 ore 23:22:35

 

Anch'io non vedo l'ora di vederlo, e non solo per Servillo, ma per il cast palermitano. Intanto, Venezia è una grande vetrina.

luciano | 26/07/2012 ore 18:52:22 | @

 

Vedrai. Dico solo che sono molto contento. E non solo per Venezia...

roberto alajmo | 26/07/2012 ore 14:12:04

 

"è stato il figlio" a Venezia... ho amato il libro, adoro Servillo, amerò il film?

[LINK]

fiorella | 26/07/2012 ore 13:36:27 | @

 

Neanche a farlo apposta nel giornale economico 'Les Echos' di oggi - titolo :

La Sicilia distabilizza il governo MONTI .....

per poi concludere che la Regione Sicilia ha in media 83% di dipendenti in piu' rispetto alle altre regioni .. e la media degli stipendi é di tre volte superiore ...

Insomma un costo sei volte superiore ... per i servizi che conosciamo



===============================
La plus grande des îles italiennes connaît des problèmes de liquidités. Son président doit être reçu aujourd'hui par Mario Monti. Standard & Poor's a suspendu la notation de la région en attendant d'en savoir davantage.
Sur le même sujet

L'Espagne réveille le spectre d'une nouvelle tempête estivale sur les marchés
Par Isabelle Couet
Madrid exclut un sauvetage complet et en appelle à la BCE
Par Jessica Berthereau
Croissance : le gouvernement espagnol est-il réaliste ?
Par Jessica Berthereau
Pourquoi le taux à10 ans au-dessus de 7 % est-il insoutenable pour l'Espagne ?
Par Jessica Berthereau
Pourquoi le sommet européen n'a-t-il pas levé toutes les interrogations ?
Par Les Echos
Les déboires de l'Espagne peuvent-ils se propager à toute la zone euro ?
Par Yves Bourdillon
Pourquoi la grèce fait-elle de nouveau peur ?
Par Yves Bourdillon
Madrid a-t-il trop tardé à prendre des mesures et demander l'aide européenne ?
Par Jessica Berthereau
Pourquoi la situation des régions espagnoles inquiète-t-elle tant ?
Par Jessica Berthereau
La BCE peut-elle venir au secours des marchés espagnol et italien ?
Par Isabelle Couet
L'euro au plus bas face au dollar depuis deux ans
Par Les Echos
Chute des valeurs bancaires
Par Laurence Boisseau
« Nous devons nous préparer à des moments difficiles »
Par Richard Hiault
Par Les Echos
Le pouvoir d'achat a reculé en Italie entre 2006 et 2010
Par Guillaume Delacroix

En grande difficulté financière, la Sicile va-t-elle devoir demander de l'aide à Rome, à l'instar de certaines régions espagnoles, qui viennent d'implorer le secours de Madrid ? En visite hier à Trapani, à la pointe ouest de l'île italienne, la ministre de l'Intérieur du gouvernement Monti a eu bien du mal à convaincre du contraire. « Il n'y a aucun risque de faillite, bien que la situation économique soit très sérieuse, comme dans d'autres régions », a assuré Annamaria Cancellieri. Comme souvent depuis le début de la crise des dettes souveraines dans la zone euro, l'Italie se compare à l'Espagne pour se rassurer. « De nombreuses municipalités sont en difficulté chez nous mais il suffit de tourner le regard au-delà des Pyrénées pour voir que c'est pire ailleurs », a déclaré la ministre. Tout est parti d'une accusation de la Confindustria, le Medef italien, qui avait assuré la semaine dernière que la Sicile était au bord de la banqueroute. Appelé au Quirinal pour examiner la situation avec le président de la République, Mario Monti avait alors exprimé de « vives inquiétudes ».
« Evaluer la solvabilité »

Samedi, l'agence de notation Standard & Poor's a jeté de l'huile sur le feu en annonçant la suspension de la notation de la Sicile, en raison d'un « manque d'informations suffisantes » pour « évaluer la solvabilité » de l'île. De manière tout à fait inédite, elle a menacé de retirer sa notation faute d'obtenir ces informations sous trois mois. Actuellement, la Sicile est notée BBB +. Les élus locaux ont beau jeu de relever qu'il s'agit du même niveau auquel S&P vient de dégrader la dette de l'Etat italien. A Rome, les deux têtes de l'exécutif n'en ont pas moins sommé le président du conseil régional, Raffaele Lombardo, de démissionner. Celui-ci doit être reçu aujourd'hui par Mario Monti et il a promis de quitter la scène fin juillet. Longtemps allié au principal parti de droite, le Peuple de la liberté, Raffaele Lombardo est un personnage en Italie. A la tête du Mouvement pour les autonomies, une formation qui se veut le pendant méridional de la Ligue du Nord, il est en poste depuis 2008 mais il a déjà failli perdre sa place, étant soupçonné par la justice de collusion avec Cosa Nostra, la mafia sicilienne.
Rebondissements

Les rebondissements de ces dernières heures l'ont fait sortir de ses gonds. Fustigeant « une campagne d'agression », il a rappelé hier que la Cour des comptes avait certifié les comptes de sa région. D'après lui, la Sicile a connu un problème de liquidité « passager » dû à la récession. En outre, souligne-t-il, elle n'est endettée qu'à hauteur de 6 milliards d'euros, soit 7 % de sonproduit intérieur brut, quand l'Etat central, lui, affiche un taux d'endettement de 123 %. En valeur absolue, la dette de l'Italie a il est vrai atteint le record historique de 1.966 milliards au mois de mai. Il n'en demeure pas moins que la Sicile bat pour sa part de curieux records. Rapporté au nombre d'habitants, elle emploie 83 % de fonctionnaires de plus que la moyenne nationale, et à des salaires trois fois plus élevés !
guillaume delacroix, Les Echos
CORRESPONDANT À ROME

gippe | 24/07/2012 ore 23:17:38 | @

 

Torno sul tema del matrimonio, omo o etero che sia, a pochi passi da qui, [LINK]

Don Diego | 24/07/2012 ore 18:22:58

 

Mah, Roberto, sinceramente non so. Non vorrei che nel silenzio si creino mostri che poi, come nei peggiori film dell'orrore, ti piombano improvvisamente alle spalle

antonia | 24/07/2012 ore 18:20:24

 

Antonia, ma di queste cose, di queste persone non bisogna manco parlare. Il silenzio è la loro sconfitta.

roberto alajmo | 24/07/2012 ore 17:35:07

 

C'è un nuovo proclama-delirio su FB: Mussolini ha difeso gli invalidi, dato lavoro a tutti, costruito case popolari ed è considerato cattivo. Monti sta uccidendo gli italiani con le tasse, li istiga al suicidio, ed è considerato buono.

Io ho preso un po' di bicarbonato perché già lo stomaco si ribellava e ho fatto fuori un po' di contatti. Comunque sono preoccupata davvero dalla mancanza di ragione, di riflessione, di pragmatismo di tanti, troppi italiani. Non mi preoccupa chi lancia queste stupidaggini ma il numero delle persone che approva e condivide

antonia | 24/07/2012 ore 16:12:29

 

e soprattutto sia detto senza facile qualunquismo sarebbe meglio non avere i politici siciliani, magari prendiamoli come i calciatori all'estero, in norvegia o danimarca, almeno che poi la teoria dei climi non comprometta anche loro

giuseppe bianca | 24/07/2012 ore 13:19:30 | @

 

Penultim'ora: io da tempo dico che per i siciliani sarebbe meglio NON avere una regione a statuto speciale. Perché, in fin dei conti, da quando esiste non ha fatto nulla di speciale per la Sicilia, se non agire come moltiplicatore di benefici e prebende.

antonia | 24/07/2012 ore 12:19:31

 

@PENULTIMA. Già altre volte ho espresso questa mia opinione. Non conosco a fondo le problematiche della regione Sicilia, mi limito a ciò che vedo. Io abito in veneto. Accanto al veneto, da una parte il trentino alto Adige e dall'altra il friuli venezia giulia, entrambe regioni a statuto speciale. Il veneto si sta assottigliando sempre più, in quanto i comuni limitrofi alle due regioni, uno alla volta, si spostano in queste con azioni referendarie. Ha senso che tutto ciò continui?

Gilda | 24/07/2012 ore 10:21:10

 

Cara Gilda,
più volte ho scritto che il cattolicesimo non è esecrabile per una sua caratteristica particolare, se non quella di non avere caratteristiche particolari.
Non esiste un comportamento certificabile come cattolicamente accertato, perché la struttura stessa del cattolicesimo prevede tutto e il contrario di tutto.

roberto alajmo | 24/07/2012 ore 10:17:43

 

Mi pare tuttavia che i Siciliani di buona volontà (ieri sono diventata evangelica e non ero a Damasco!)sia che vadano o che restino, hanno comunque una marcia in più.

Gilda | 24/07/2012 ore 10:10:42

 

@RA: non per essere pignola, ma mi pareva che si dicesse che basta acquisire pari diritti come coppie di fatto e che non sia necessario, ma addirittura sconveniente, il matrimonio. E la pensavo anch’io così. Ma adesso mi chiedo se per un cattolico, nato ad esempio xxxy, basti questo riconoscimento. E’ una domanda, un dubbio, non una certezza. Quanto ai siciliani al Nord, se sono in questo forum, è perché li ho conosciuti e condivido in pieno quanto tu dici.

Gilda | 24/07/2012 ore 09:46:46

 

Caro Don Diego: non è che i siciliani migliorino se portati oltre lo stretto. Già in partenza sono i migliori che vengono costretti a varcarlo.
La selezione della specie siciliana residente avviene sulla base del darwinismo invertito.

roberto alajmo | 24/07/2012 ore 08:50:50

 

Imparare a pedalare: per la prima volta nella storia del ciclismo italiano, un siciliano, Vincenzo Nibali, è salito sul podio del Tour de France. Lo chiamano "lo squalo dello stretto": ho sentito le interviste, parla lumbard, è cresciuto credo a Varese, è siciliano, da quel che ho capito, solo sulla carta d'identità. E poi da noi, per la festa dei morti, si regalano le pistole, non le biciclette: puntando un'arma puoi far pedalare altri al tuo posto, e farti portare, come con un risciò

Don Diego | 24/07/2012 ore 08:17:57

 

Mi pare che qui nessuno metta in discussione i diritti. Mi chiedevo solo se per ottenerli bisogna passare per forza sotto due ali di amici che lanciano manciate di riso.

roberto alajmo | 24/07/2012 ore 06:41:47

 

Infatti,Antonia, mi riferivo a qs tipo di persone e, se sono omossessuali e profondamente cattoliche, chi sono io per poter dire loro che devono rinunciare ai loro sacrosanti desideri e diritti? Che poi ci sia chi fa di ogni problema uno spettacolo da baraccone o da curva Sud,sono d'accordo con te. Non credo,tuttavia, che ciò renda meno sacrosanti i diritti di tutti.

Gilda | 23/07/2012 ore 23:04:23

 

evidentemente èun eccesso che finisce con il penalizzarli. nel tempo si confronteranno con un atteggiamento ed un comportamento più sereno. a almeno speriamo.

giuseppe bianca | 23/07/2012 ore 20:58:25 | @

 

Mah, Giuseppe, ripeto quello che ho scritto qualche settimana fa a proposito del Gay Pride qui a Monaco, in uno stato e in una società che garantiscono legalmente e socialmente i massimi diritti ai gay. Si è rivelato una specie di ciucca collettiva e colossale con abbigliamento bizzarro ed atteggiamenti da club privé. Perché?

Per quanto riguarda la Chiesa, Gilda, io ho avuto modo di incontrare i credenti della comunità di sant'Egidio. Lavorano veramente, seriamente, senza fare "scruscio", si occupano di anziani, assistenza a malati, poveri, zingari, gente che ha bisogno. Senza pregiudizi.

antonia | 23/07/2012 ore 20:50:59

 

Questa mattina ho scoperto un mondo fatto di persone impegnate anche politicamente (a sx ovviamente) che sta portando avanti le proprie ragioni. Senza particolari rumori o ostentazioni. Gente che pensa che anche all'interno della chiesa si possano cambiare alcune regole. Niente è immutabile.

Gilda | 23/07/2012 ore 19:10:36

 

l'ostentazione nasce dall'esogenza di affermare con forza quanto viene negato socialmente con altrettanta decisione. aolmeno questa parte di ostentazione io posso così motivare. in effetti chi sceglie di vivere dentro una casa con delle regole le conosce e sa di non poterle cambiare in corsa.ciònonostante se uno è uomo di fede ed anche omosessuale, potrà solo avvertire una maggiore è più grande lacerazione in sè, ma non penso possa aspettarsi dagli altri, chiesa compresa, la soluzione.

giuseppe bianca | 23/07/2012 ore 18:09:34 | @

 

Gilda, il problema, per me, è: perché volere un matrimonio in Chiesa, in una chiesa cattolica, visto che la Chiesa cattolica, questa Chiesa cattolica li considera dei malati o dei deviati? E poi, purtroppo, siamo dinuovo al discorso del Gay Pride. Si fanno matrimoni omosessuali con una bizzarria ostentata, come sottolineava Roberto, e la gente quello vede, quello giudica e si dichiara contraria

antonia | 23/07/2012 ore 17:59:33

 

E’ tutta mattina che penso a queste cose che sto per scrivere, ma ora che ho aperto il forum vedo che Fara mi ha preceduto. Sì perché sono tornata dal funerale del compagno di una vita di un mio carissimo amico omosessuale. Si tratta di una coppia di intellettuali raffinati, molto apprezzati, sia in ambito universitario che oltre. Al funerale, in chiesa, ho visto una realtà su cui non avevo mai riflettuto. Preti intellettuali, suore intellettuali (una di esse tra le prime donne laureate in matematica pura – si dice così?-), cattolici intellettuali. Me ne sono resa conto al momento della comunione. Saremmo stati in tre a non essere in fila per l’Eucaristia. Poi ci sono stati i discorsi. Eccezionali. Dopo aver messo a fuoco meglio quelle persone, aver parlato con loro o con amici comuni, mi chiedo: “ma chi sono io per poter pensare che queste persone non desiderino e non abbiano diritto ad un matrimonio con tutti i sacri e civili carismi?”
La messa era concelebrata con 3 loro amici sacerdoti. Evidentemente c’è una chiesa ufficiale e una chiesa che rema verso altre direzioni.
Ci sono tante coppie omo ed etero che stanno insieme e serenamente da una vita. Che i fatidici 15 anni di durata del matrimonio che escono dalle ultime statistiche siano la media tra questi matrimoni e quelli che durano una settimana? Boh non lo so; certo è che sono in profonda crisi sull’argomento. Ma se dubitare ci fa esistere, mi consolo: oggi sono mooolto esistita.

Gilda | 23/07/2012 ore 16:21:20

 

Non vedo cattiveria. Omnia munda mundis.

roberto alajmo | 23/07/2012 ore 06:24:01

 

Ora scrivo una cosa cattiva . L'omosessualità è una cosa diffusa negli ambienti religiosi. Sia maschili che femminili e buona parte degli omosessuali sono cattolici. Credenti!
Chi di noi è eterosessuale e non cattolico non ha alcun problema a stipulare un contratto di matrimonio davanti ad un ufficiale del distaccamento municipale .
Un cattolico credente, omosssuale, desidera avere la benedizione della chiesa. Perché lui crede.

E poi l'omosessualità è una cosa naturale in natura!

Poveri maschi animali sempre in minoranza numerica e sottoposti a scelta . Una volta accontentata la femmina che li ha scelti se ne tornano a fare l'amore con i loro amici di sempre .

Volersi bene è bello e non dipende dal sesso

fara | 23/07/2012 ore 01:02:26

 

L'ARS, a scrutinio segreto ( e ci mancherebbe!) ha rigettato la possibilità di non avere tra i "deputati" indagati per mafia o per corruzione o per tante altre cose .
Se io scrivo che mi vergogno non cambia niente , lo so, ma mi vergogno tantissimo ! Proprio tanto! Ad essere italiani ci si vergogna , a essere siciliani ci si vergogna il doppio!

fara | 22/07/2012 ore 23:39:35

 

sembra quasi che tutti questi problemi riguardo a Pacs, gay, eutanasia vengano fuori "ad orologeria", per seminare casino quando meno ce ne sarebbe bisogno. ma è solo una mia opinione...

antonia | 22/07/2012 ore 17:11:19

 

Sì, le unioni civili, anche tra persone dello stesso sesso, mi sembrano un indice di civiltà. Però. Però mi è dispiaciuto proprio tanto quando, durante l'ultimo governo Prodi, all'interno del Pd si sono scannati sui Pacs. C'erano tante altre cose da fare. Urgenti, pure. Aspettavo, ma loro hanno preferito concentrarsi su un tema che a me allora sembrò collaterale.

yorick | 22/07/2012 ore 16:56:27 | @

 

Penultim'ora: Roberto, non credo che sia un problema di diventare vecchi o bigotti. Si tratta di continuare ad usare il cervello e a porsi delle domande senza paura di sembrare "politically incorrect". Io anche mi chiedo perché i gay vogliano proprio il matrimonio e non l'unione civile. Per me, il matrimonio non significa di per sé noia o incattivimento scontato nel tinello, dipende da come lo si imposta. Però, come ho già scritto per il Gay Pride, mi sembra che questa richiesta dello sposarsi sia un volere per forza sbattere in faccia agli altri la propria diversità e quindi, in un certo senso, autoghettizzarsi in questa diversità. Con le unioni civili lo Stato e la società riconoscono il tuo status, ma alla pari con gli altri. Che bisogno c'è allora del matrimonio?

antonia | 22/07/2012 ore 13:43:24

 

per esempio io mio sono indignato dell'indignazione di cracolici su lombardo tanto per fare un n nome a caso. in effetti andiamo verso il superamento dell'indignazione. ci resta solo la consapevole distrazione.

giuseppe bianca | 21/07/2012 ore 17:32:09 | @

 

Appunto

.... ed é subito sera ....

gippe | 21/07/2012 ore 14:44:46 | @

 

A supporto di quanto dici, Antonia, ti regalo una citazione di Marco Paolini:
"L'indignazione degli italiani dura quanto dura un orgasmo. E poi ci viene subito sonno".

roberto alajmo | 21/07/2012 ore 12:48:34

 

Ho scoperto che tutti questi "proclami" da gruppi tipo "Informare per resistere" o "La pazienza è finita" che pullulano su FB e mi vengono "girati" da amici riescono a fare imbestialire una come me che di solito ragiona sulle cose e riflette. Quindi immagino l'effetto su chi invece è più impulsivo. E' dare fuoco alla paglia del malessere italiano. Non mi piace perché:
1) I toni sono esaltati, da caccia alle streghe, i contenuti spessissimo discutibili e non accurati
2) Contribuiscono a fare montare la rabbia senza senso, da sfogare poi in un post dai toni deliranti e finisce tutto lì: e l'adrenalina necessaria a cambiare le cose sul serio si esaurisce in una vampata aleatoria
3) Non si capisce bene chi e cosa ci sia dietro. Sembrano quasi delle prove di manipolazione dei cervelli.

antonia | 21/07/2012 ore 12:00:04

 

A me gli odori scatenano i ricordi più di ogni altra cosa (immagini, musica, ecc).
Momento autobiografico:

Che strana la nostra mente, che strano come a volte un odore, un profumo, ti scatenino una serie di ricordi nitidissimi che ti fanno star bene.
Esco dalla metro, ha piovuto, all'improvviso all'odore di pietra bagnata si mescola il profumo delle petunie: ed ecco che sono già a più di 40 anni fa, con la nonna, sul balcone di casa sua, a trapiantare le petunie comprate al mercato. E in un momento ricordo anche il profumo dei baci di dama appena sfornati dalla pasticceria al piano terra, ricordo le facce di stucco sul muro della casa difronte. Sono già tornata lì quest'anno: ho rivisto le zie, i cugini, ho ritrovato le case con il muro di pietra solo fino ad altezza portone-di vetro-e-metallo, le tende anti-mosche dei negozi, a spazzolone o a strisce di gomma colorate: non sono cambiate. E il profumo di grissini e della farinata. Devo tornare. Mi mancano ancora le meringhe con la panna. :-)

antonia | 20/07/2012 ore 17:17:37

 

E poi, scusate, ma è un altro caso Scajola. Il museo doveva sorgere in casa d'altri, ad insaputa dei proprietari?

Don Diego | 20/07/2012 ore 13:35:05

 

Aspetta... aspetta... ecco ci siamo! Ho trovato qualcuno che ci aveva creduto!

[LINK]

Don Diego | 20/07/2012 ore 13:24:24

 

Ora che ci penso: tira una brutta aria. A livello mondiale, proprio.

roberto alajmo | 20/07/2012 ore 11:23:21

 

In questi giorni di brutto tempo, gente cattiva e/o impazzita (Colorado – attentato in Bulgaria), mercati nevrastenici ecc ecc, una notizia, anzi, una realtà positiva:

[LINK]

I ragazzi, a partire dai 10 anni, ricevono una formazione, non solo musicale, completa. Più della metà sono orfani e nella scuola convivono allievi provenienti da tutte le classi sociali, accomunati dal talento per la musica.
Fra gli sponsors che rendono possibile questa realtà vedo la Banca Mondiale, il Regno di Olanda, il Ministero degli Affari esteri tedesco, finlandese e danese, la NATO, la American Voices Association, la D’Addario… ecc ecc. Ma noi, invece di mandare soldati, non potremmo mandare fondi, strumenti e maestri di musica?

antonia | 20/07/2012 ore 11:16:03

 

Riscrivere! pardon

fara | 19/07/2012 ore 23:10:01

 

Ma mi scocciava proprio( termine dialettale per dire che mi annoiava follemente) riecrivere tutto

fara | 19/07/2012 ore 23:08:13

 

scusate gli errori di battitura.

fara | 19/07/2012 ore 23:06:07

 

Io sicuramente sbaglio, ma l'eccesso di festeggiamenti, perché questo, dei festeggiamenti, sono diventate le celebrazioni delle morti di Falcone e Borsellino ( mancano solo i fuochi d'artificio!) non servono a combattere la mafia o i poteri mafiopolitici, servono solo a ricordarci che ancora oggi ci sono questi potere e ben vivi

fara | 19/07/2012 ore 22:59:13

 

simboli come falcone e borsellino non possono appartenere ad alcuni e non a tutti. la militanza giovanile di borsellino è nota, oggi però bisogna ricordarlo al di là degli schieramenti e chi pensa di poterne fare un eroe di parte fa un cattivo servizio a tutti. la fiaccolata , infine, a mio avviso è il male minore. ognuno fa quel che può ed a modo proprio. il giudice comunque ed il dovere verso la sua memoria sono di tutti.

giuseppe bianca | 18/07/2012 ore 20:31:49 | @

 

altro che ridere... mi viene da piangere
[LINK]

fiorella | 18/07/2012 ore 11:55:30 | @

 

Roberto, oltre agli scolapasta (eventualmente di varie misure, per capocce diverse) non è che hai pure vecchie roulottes, container ex protezione civile ecc? Possono tornare utili

Don Diego | 18/07/2012 ore 07:56:43

 

A proposito di quel che dice Giuseppe, ecco come la penso:
[LINK]

roberto alajmo | 18/07/2012 ore 05:56:08

 

Ordinalo su IBS, o simile, Antonia. Lo ricevi entro tre giorni e pure con lo sconto.

fara | 18/07/2012 ore 00:08:46

 

più grande è la difficoltà e più bisogna crederci.se monti si piglia il pensiero di quanto si dimette lombardo forse la sicilia sta peggio di quanto pensiamo

giuseppe bianca | 17/07/2012 ore 23:41:26 | @

 

Io arrivo ma al nord, Roberto.

antonia | 17/07/2012 ore 21:49:30

 

Caffè pagato, Fara.
E quando arrivi pure per te, Antonia.

roberto alajmo | 17/07/2012 ore 21:18:07

 

@ Giuseppe Bianca
C'è chi ritorna e c'è chi rimane . Io me ne scappo. Nel senso che non commento, non manifesto, e soprattutto non firmerò più alcuna petizione.
Qualcuno dirà: resta la lotta di piazza. Non credo più nemmeno in quella. Sto vedendo come è finita la primavera araba.
Il nostro nemico ( nostro di noi gente comune), il capitalismo liberista e la finanza speculatrice non lo stiamo combattiamo, stiamo cercando di assecondarlo e tenercelo buono pareggiando o sparigliando bilanci. Tutte azioni in realtà ininfluenti per uno Stato ma influenti per il mercato e la borsa, e allora non credo che a breve termine possa cambiare qualcosa.

fara | 17/07/2012 ore 17:00:18

 

Fra 3 settimane sarò in Italia e spero di riuscire a trovare il tuo libro, Roberto.

antonia | 17/07/2012 ore 16:41:53

 

@ RA
L'ho riletto. La fine del mondo intendo. Mi è piaciuto. Non è un romanzo, non è un saggio dotto, non un elogio funebre. Sono riflessioni. Belle perché sono anche le nostre riflessioni. Quelle che molti di noi fanno la mattina parlando con se stessi davanti lo specchio.
Solo che lui, Alajmo, le sa scrivere bene. Le mette in ordine e a noi, leggerle, ci gratifica. Perché ci ritroviamo in quei pensieri da fine del mondo.
Ci sembra di averle suggerite noi quelle frasi. Come dire, le "avevamo in pizzo".
Fine del mondo, già. Che poi sarebbe solo il nostro mondo a finire. Quello a cui siamo abituati , quello che ci sembra normale ma che normale non è, e proprio per questo è destinato a finire. Per manifesta incapacità di sopravvivere in caso di necessità

fara | 17/07/2012 ore 16:19:41

 

ritorna, se ritorna, con premesse diametralmente opposte a quelle dei suoi giorni d'oro. la destra italiana, che si è rifugiata negli accordi con monti, capisce di essere storicamente in controtendenza ed ha messo in conto l'espiazione. a questo punto tanto vale un bollito doc come "silvio c'è" non si sa mai...

giuseppe bianca | 17/07/2012 ore 14:13:46 | @

 

Io mi sono convinto che il ritorno di mister B non è una cosa seria.
Ma il vuoto deve essere riempito.

roberto alajmo | 17/07/2012 ore 12:51:35

 

per il ritorno di berlusconi manca proprio il luogo fisico dove possa inciampare il consenso della gente, cioè l'illusione, sostituita in concreta dalla disperazione. penso quindi che alla fine farà solo lo sciacallo e poi se la penserà

giuseppe bianca | 17/07/2012 ore 08:09:40 | @

 

Penultim'ora.
Non c'è da ridere. Non più.

fara | 16/07/2012 ore 22:06:34

 

"La Sicilia come la Grecia". A lanciare l'allarme dalle pagine del Corriere della Sera è il vicepresidente di Confindustria, Ivan Lo Bello, secondo cui "va ripensata anche l'autonomia e occorre avviare un' operazione-verità. Scuotere dal torpore i siciliani, dai dipendenti regionali ai pensionati della stessa Regione che saranno i primi a trovarsi senza stipendi in caso di crollo. Ma il governo Monti - aggiunge - deve subito mettere mano ai conti, controllando un bilancio reso non trasparente da poste dubbie e residui inesigibili". "La Sicilia - spiega Lo Bello - rischia di diventare la Grecia del Paese e il Paese deve intervenire anche superando gli ostacoli di una autonomia concessa nel dopoguerra, in condizioni storiche e politiche ormai lontanissime, ma utilizzata da scriteriate classi dirigenti per garantire a sé stesse l'impunità".

Oltre a trovarmi direttamente coinvolto dal tracollo (per il quale però vi consiglio di ricordare Fabrizio De Andrè, "anche se voi vi credete assolti siete lo stesso coinvolti"), non posso non ricordare la "profezia" di Franco Piro, quando fu assessore al bilancio nel governo regionale (1999 circa): "Di questo passo in un decennio la Regione è fallita". E chi è venuto dopo, nei governi Cuffaro e Lombardo, non ha fatto altro che continuare a scavare la fossa.

Don Diego | 16/07/2012 ore 13:34:01

 

Ahahah Gippe non lo sapevo, grazie!
Il nome poteva far credere di aver ingaggiato l' ennesimo sudamericano sconosciuto, invece Goldaniga proviene dal blasonato Pizzighettone.
Ormai Zamparini allestirà una squadra per restare in serie A senza patemi, penso che i bei tempi dell' era Rossi siano definitamente tramontati, purtroppo.

Lello | 15/07/2012 ore 20:33:17

 


Visto che notizia Lello ? E anche con grande risalto ... ne ha appena parlato l'A2, il telegiornale ....

Nel decimo anno dell'era Zamparini il Palermo fa il colpo della stagione :

Edorado GOLDANIGA del Pizzighettone.

E non é il primo di aprile ...



gippe | 15/07/2012 ore 20:21:55 | @

 

Da Festino a festazza (??!)

Ieri c'è stata la Christopher Street Parade, il Gay Pride di Monaco. Più di 50.000 partecipanti, a quanto pare. In effetti erano tantissimi, coloratissimi, su camion e bus bardati oppure a piedi. Fiumi di alcool. Atteggiamenti provocanti esagerati. Osservo dalla finestra di un bar le reazioni della gente. Nessuna intolleranza. La cameriera mi dice "si divertono, è come a Carnevale". No, non sono d'accordo. A me la parata fa un po' tristezza. Monaco è una città molto tollerante, si vedono spessissimo gays che camminano abbracciati o tenendosi per mano: normale. Ma questi atteggiamenti volgarmente esagerati, gli uomini a torso nudo truccati e con le ali d'angelo mi sembrano lontanissimi dalla battaglia sacrosanta dei gay per i loro sacrosanti diritti civili. Mi sembra un volere accentuare in modo provocante la loro diversità in un luogo in cui si tende ad accettare con normalità la loro umanità. Buttare tutto solo sulla parte fisica. Perché?

antonia | 15/07/2012 ore 12:30:37

 

Io penso che il Festino sia un evento ancora molto importante per una gran parte della popolazione di Palermo e credo che Orlando abbia dato un bel messaggio, spostando il "mondo di santa Rosalia" da preghiere, miracoli e prebende ad una festa di coloro che si danno da fare, che lavorano, indipendentemente dalla loro origine. Non so quanto sia stato speso, mi pare che molti artisti abbiano collaborato volontariamente. Purtroppo non ho potuto seguire in streaming, a causa di problemi di diritti non pagati per la diffusione all'estero. Non penso che questa festa abbia voluto distogliere i palermitani dai loro problemi, dir loro "c'è il festino e tutto va bene". Penso piuttosto che sia stata un'occasione per riunire i palermitani e dare loro un messaggio di fiducia. Ma io vedo le cose da fuori. E ricordo che ai miei tempi una parte di Palermo nel giorno del Festino si "distaccava" nelle sue ville di Mondello o sulle terrazze di via Notarbartolo e mai avrebbe partecipato a quella festa "tascia". E' ancora così?

antonia | 15/07/2012 ore 11:44:57

 

non so francamente quale personaggio potrebbe essere ed a chi associarlo. di nani accanto a lui ne ho contati in effetti un pò di più. e"il nostro schettino" in piccolo. uno di cui si ha bisogno per concentrare tutte le colpe. uno che ti fa sentire migliore al confronto. uno che viene da un passato che non si legge ed è capace di raccontarti tutto ed il suo contrario. è u centurione della mediocrità ma porta a sintesi cosa è stato il dopo cuffaro. se non si archivia culturalmente questa stagione non ci sarà transizione, ma solo continuità con altre facce.

giuseppe bianca | 15/07/2012 ore 10:09:50 | @

 

C'è sicuramente di peggio ma il festino è una bella vetrina

fara | 14/07/2012 ore 19:46:40

 

l'ultima traccia del nostro provincialismo è il festino. vi è molto di peggio.

giuseppe bianca | 14/07/2012 ore 18:41:35 | @

 

Qualcuno spera che Palermo esca dalla provincialità. Fino a quando le migliori energie verranno spese per Santa Rosalia vedo poche possibilità di emancipazione

fara | 14/07/2012 ore 15:27:19

 

il ritorno del B. mi lascia senza parole. Il problema non è tanto che lui pensi di ritornare, quanto che a tutti la cosa sembri normale e stiano lì ad aspettarlo con le battute di sempre.Quanto al simbolo,graficamente secondo me è penoso,però mi dà fastidio che i partiti debbano appropriarsi di tutti i simboli che parlano al nostro immaginario. L'aquilone è uno di questi. E anche per i titoli dei partiti ci vorrebbe una normativa, già Forza Italia secondo me avrebbe dovuto non essere consentito perchè è un'espressione che riguarda tutti i cittadini e non può essere avocata da un gruppo.

rosita | 14/07/2012 ore 13:04:56

 

Zucconi: "...vola in cielo il possibile nuovo simbolo del partito di Silvio, “Italia”, un aquilone che pare figlio di una razza e di una mutanda di bikini stesa ad asciugare, ma dà una buona idea della solidità della sua futura formazione."

antonia | 14/07/2012 ore 11:21:32

 

il ritorno di berlusconi è il valore aggiunto di tutti gli altri. l'unico rischio è che può penalizzare gli antiberlusconiani paradossalmente . se si ripropone lo schema la gente stanca assocerà senza distinguere. risultato il premio andrà all'antipolitica comunque essa si possa chiamare. quindi lasciamo berlusconi al suo destino e ricostruiamo un'italia diversa.

giuseppe bianca | 14/07/2012 ore 10:55:50 | @

 

Tá failte romhat, Antonia.

Daniela | 14/07/2012 ore 01:36:45

 

<a href=" [LINK] university online</a> 13739 <a href="http://www.cogenesys.com/art-college.html">art college</a> %)) <a href="http://www.heatherlaforce.com/online_colleges.html">colleges online</a> 25575

AiszNeHhWOlBICDj | 14/07/2012 ore 01:02:36 | @

 

Go raibh maith agat, Daniela!

antonia | 13/07/2012 ore 23:43:41

 

Antonia, bella l'immagine di chi ti saluta e sorride nelle mattinate piovose. Succede anche qui in Irlanda. Forse e' per questo che l'ho pubblicata in Chi legge, chi scrive.

Daniela | 13/07/2012 ore 21:12:16

 

A me sinceramente sembra una gran str***ta il divertimento che consiste nel fare i "pub tours" sbronzandosi fino a stare malissimo (con tutte le conseguenze, dal sesso in strada al finire sotto una macchina o sui binari della metro) e altrettanto il fatto che i giornali ne parlino per giorni con la gara a chi fa il commento più scafato o in controtendenza.
Altrettanto scemo e non meno innocuo per la natura lo sport di tirare il telefonino in mare, cosa che pare sia molto in voga sulle spiagge

antonia | 13/07/2012 ore 16:11:46

 

A Roma due ragazzi ubriachi fanno sesso per strada e sperimentano "giochi erotici" così divertenti da mandare lei all'ospedale con lesioni gravi. Ma quello che mi colpisce è il linguaggio dei giornalisti-web e cartacei- per cui quasi quasi dovremmo ammirare i due per la loro istintualità...Su Repubblica di ieri persino una giornalista, Federica Angeli,descrive il fatto come "un rapporto molto passionale", e rallegrandosi perchè non c'è stata violenza,"solo momenti di passione estrema dunque".A parte l'assurdità di ciò, penso sia la stessa logica per cui gli uomini che uccidono le partner "le amavano troppo".

rosita | 13/07/2012 ore 15:58:40

 

frullare l'aria

antonia | 13/07/2012 ore 11:22:42

 

Penultim'ora: lo temevo, non ho mai creduto che si fosse tolto dai piedi così facilmente.
Ora la cosa si fa complicata soprattutto perché da sinistra non sta arrivando alcuna alternativa fattibile a Monti ed il clima che si è creato fra tagli, tasse, sacrifici, "lacrime e sangue" e giornali che straparlano, anzi, strascrivono pur di vendere una copia in più, è davvero incandescente.
Il cocktail "adrenalina&scoramento" può rendere "ciucchi" e non mi sembra che in giro ci siano stimoli a cercare di riflettere sulle cose con calma e lungimiranza. Certo, difficile farlo quando la scure si abbatte su portafoglio e certezze, ma rullare l'aria e creare tempeste di nulla non serve. Si deve puntare sulla crescita, sul ricreare lavoro, si devono tappare i troppi buchi da cui escono le risorse e che non restituiscono nulla, altrimenti sarà il deserto, ma non quello bello con le dune, piuttosto quello della fabbriche dismesse e della miseria. La sinistra, invece di spaventarsi del grande ritorno, elabori alternative serie alla macelleria sociale (termine orrendo) altrimenti l'alternativa desolante sarà Berlusconi - Grillo.

antonia | 13/07/2012 ore 11:21:57

 

Di recente mi sono imbattuto in mugugni e qualcosa di più provenienti da elettori e maggiorenti (addirittura persone elette in consiglio) orlandiani: cosa che mi aspettavo ma non così precocemente. Invece osservo un aplomb prolungato e inaspettato a parte di chi avrebbe preferito un sindaco giovane.

maramaus | 13/07/2012 ore 11:13:13

 

Nessun mugugno: mi limito a osservare che dopo un breve periodo in cui le strade erano tornate pulite, di nuovo si è creata una discarica davanti casa. E la munnizza è munnizza, a prescindere da Orlando o Cammarata.
Resto convinto della scelta elettorale e aspetto che sia confermata dai fatti.

roberto alajmo | 13/07/2012 ore 11:00:39

 

Sentivo (e più volte ho perorato la causa ferrandelliana) che serviva adrenalina giovane e fresca per prendere in mano la situazione devastata e degrata della città lercia: ma molti, troppi hanno temuto la novità identificandola come qualcosa di velleitario, insipiente, sacrilego. Se le strade non saranno ripulite a dovere Palermo sarà sempre una metropoli mancata. Poi del Festino specchietto costosissimo per le allodole, come sempre, me ne infischio.

maramaus | 13/07/2012 ore 10:28:22

 

io non sono mai stato un orlandiano però il vero dato nuovo è l'enorme difficoltà a gestire il quotidiano con le casse che ci sono. per risplendere orlando ha sempre avuto bisogno di far fruttare le risorse attraverso una sapiente capacità di mostrarsi. non è proprio uno nato per fare tagli. la città è sporca, è vero, non più di quanto non lo fosse ieri. forse mi sbaglierò, ma orlando paga un pò anche il calo di adrenalina, questa sindacatura non c'era proprio messa, ma si ambienterà in fretta. buona giornata a tutti.

giuseppe bianca | 13/07/2012 ore 10:07:23 | @

 

Oh, ragazzi! Orlando è stato eletto a Maggio, se non sbaglio. Sono 2 mesi soltanto e già gli date la sfiducia? Mettere le mani sull'AMIA, sugli appalti: non sono cose che si risolvono in un momento ed i miracoli non sono di questo mondo.
Fate casino, spronatelo, ma non cominciate ad affossarlo così presto.

antonia | 13/07/2012 ore 09:58:17

 

Io non so, non credo che il festino e il ritorno della munnizza siano collegati. Mi parrebbe strano che una manifestazione culturale escluda la pulizia delle strade, visto che non sono le stesse persone quelle che devono costruire il carro e raccogliere l'immondizia.
Il fatto è che le strade sono di nuovo fetenti, come ai bei giorni di Cammarata. E se l'effetto "scopa nuova" alle municipalizzate è già finito, la disillusione nei confronti della nuova amministrazione è già cominciata.

roberto alajmo | 13/07/2012 ore 09:12:00

 

Io stimo Orlando. Ho un bellissimo ricordo delle sue sindacature ( si dice così?) Ma la città è piena di immondizia, e non in periferia parlo di zona Notarbartolo, gli autobus continuano a non passare, i cantieri sono sempre fermi... Il sindaco Orlando pensa davvero che questa Santuzza d'autore, molto raffinata, possa accontentare i palermitani che lo hanno votato con tanto amore e tanta speranza?

fara | 13/07/2012 ore 01:24:33

 

Non ho capito bene. Loro non sanno che sono italiana, ma mi sorriderebbero lo stesso se lo sapessero. Promessa di aiuto? Si, fra esseri umani, se io fossi in difficoltà, lì e qui. Se poi parliamo di finanza allora è un altro discorso. Ma non so se, nel caso di posizioni invertite, l'Italia sarebbe così pronta ad aiutare la Germania. Da quello che vedo, leggo, sento, probabilmente direbbero "gli sta bene a quei nazisti tristi e malo-vistuti!" e stringerebbero la borsa al petto. o no?

antonia | 12/07/2012 ore 13:09:45

 

Mi sono sempre chiesto cosa ci fosse dietro questo genere di sorrisi "stranieri". Una forma di gentilezza, di sicuro. Ma grattando: una promessa di solidarietà? Se stessi male qui adesso tu mi verresti in soccorso, amico sconosciuto che sorride?
Ripensandoci, meglio accontentarsi del semplice sorriso e tenerlo da parte per i momenti duri.

roberto alajmo | 12/07/2012 ore 11:56:39

 

Una delle cose che più amo di qui è che quando esci, anche se il tempo non è bello, pioviggina, sono le 7 e un quarto del mattino, la stragrande maggioranza della gente che incroci sul marciapiede ti saluta (anche se non ti conosce) o ti sorride.

antonia | 12/07/2012 ore 10:50:19

 

Fara cara, il 25% del mio nucleo familiare abita a Berlino già da sei mesi, felice e contento

Don Diego | 11/07/2012 ore 15:59:05

 

Grazie, Diana.
E buongiorno a tutti.

roberto alajmo | 11/07/2012 ore 07:48:23

 

Io, che sono malpensante di natura (stronza in parole povere), mi chiedo : servono a qualcosa i link?
Il web arrabbiato è riuscito a dominare lo spread?
Gli appelli sono serviti a qualcosa
O sono soltanto uno sfogo nostro. Solo per non sentirci impotenti

fara | 11/07/2012 ore 01:39:08

 

ma...a questo punto li metto qui!

[LINK]

www.qualecefalu.it/node/193

diana | 11/07/2012 ore 01:03:09

 

@ R.A. ciao, ho messo nella pagina facebook i link ai siti di Cefalù che hanno raccontato la serata "Un lenzuolo contro la mafia". C'è anche qualche bella foto secondo me, questa per esempio mi piace l'espressione ma...ora ci si mettono anche le bottiglie!:)
[LINK]

diana | 11/07/2012 ore 01:00:12

 

@ Antonia, che al momento è tedesca.
Se potessi andrei a vivere a Berlino che conosco abbastanza e mi piace proprio tanto.
Non critico i tedeschi ma la politica "furbesca" dell'attuale governo

fara | 10/07/2012 ore 19:09:28

 

E al quale si inchina il popolo tedesco che pur perdendo buona parte dei suoi risparmi si contenta di godere ottima fama. Chissà che anche la fame sarà ottima

fara | 10/07/2012 ore 18:50:33

 

Guardando così, en passant e da inesperta, mi sembra che i tedeschi per salvaguardare i loro risparmi comprano titoli tedeschi a rendimendo meno 2% (-2%) circa , perdendoci e regalando allo stato il 2% circa dei loro risparmi. Gli speculatori finanziari, di tutto il mondo, invece, comprano titoli italiani o spagnoli che fruttano il 6, il 7, l'8 % rubando agli stati emittenti . E' a questo che serve tenere alto lo spread?
A me sembra un marchingegno monstruoso al quale continuiamo ad inchinarci. E a voi?

fara | 10/07/2012 ore 18:47:51

 

Ma sai che l'ho natato anch'io, Fara? La città è tornata a essere molto fetente. Mi sa che la luna di miele sta finendo.

roberto alajmo | 10/07/2012 ore 15:26:17

 

Oggi, camminando in città ho visto contenitori stracolmi di spazzatura, cantieri aperti ma inoperosi, autobus in ritardo, ecc. Pare siano tutti quanti occupati a preparare angioletti, vare, santuzze ed elefanti di cartapesta per il "fistino" . Vogliamo fare concorrenza a padre Pio da Pietralcina e a Pietralcina. I rifiuti, se Rosalia farà il miracolo, spariranno da soli. Per i cantieri e gli autobus credo che la santuzza da sola non ne abbia la forza. Suggerisco un festino anche per Oliva, Ninfa e Agata.

fara | 10/07/2012 ore 15:20:23

 

.... dimenticavo l'attimino fuggente. ce lo siamo ritrovati ovunque per anni...

giuseppe bianca | 10/07/2012 ore 14:09:43 | @

 

forse per una volta il dizionario ci illumina al di là del significato:Importante Che rappresenta qualcosa di fondamentale, di determinante: ed ancora un'eccezione rispetto alla quotidianità. forse amiamo riempirci la bocca di importanza quando sentiamo il grigio e lento scorrere della normalità, che detto tra noi, a me va benissimo. la transizione verso le cose serie: in altre parole vorrei ma non posso.

giuseppe bianca | 10/07/2012 ore 13:32:46 | @

 

Un'altra cosa: all'estero l'esprimersi in modo corretto, appropriato e semplice viene lodato. In Italia sembra invece che i discorsi chiari siano di serie B e che si debba invece optare per u a lingua piena di subordinate e circonlocuzioni, che rendono, fra l'altro, difficilissima la traduzione in altre lingue

antonia | 10/07/2012 ore 12:51:15

 

Penultim'ora. Sono d'accordo. I termini da te scelti, Roberto, permettono anche un discorso a livello più ideologico.
Invece, per rimanere all'uso sbagliato dei termini, io non sopporto l'uso del "piuttosto che" per dire "oltre a..". E' orrendo e diffusissimo anche fra coloro che si penserebbe dovrebbero usare un buon livello di italiano.
C'è poca attenzione alla lingua che si usa? L'italiano è insegnato male? La gente legge pochissimo? fatto sta che l'italiano che si sente in giro è tremendo. Basterebbe parlare in modo semplice ma appropriato. E senza volere a tutti i costi infarcire il proprio discorso di termini che non si conoscono bene ma che vengono inseriti perché fanno bella figura (?!)

antonia | 10/07/2012 ore 12:48:01

 

Io, personalmente, ho un aggettivo che mi risulta insopportabile: "importante", usato in espressioni tipo "dobbiamo fare una prestazione importante".

roberto alajmo | 10/07/2012 ore 11:57:39

 

c'è qualcun altro che come me non sopporta più questo continuo uso di termini prima inesistenti e di cui improvvisamente non si può fare a meno?prima "spalmare",,perchè distribuire non si poteva dire, poi i "mal di pancia"(malumori sarebbe stato inappropriato),ora la "macelleria sociale"..tutti i momenti, da parte di tutti!e basta!mi sembra un segno di sciatteria e pigrizia mentale.

rosita | 10/07/2012 ore 01:09:17

 

Fara:il tuo post mi ha fatto pensare all'Elogio della ghigliottina di Piero Gobetti:"Non possiamo illuderci di aver salvato la lotta politica: ne abbiamo custodito il simbolo e bisogna sperare (ahimè, con quanto scetticismo) che i tiranni siano tiranni, che la reazione sia reazione, che ci sia chi avrà il coraggio di levare la ghigliottina, che si mantengano le posizioni sino in fondo.".Però a me vengono i brividi a sentire parlare di Robespierre!:)

rosita | 10/07/2012 ore 01:02:45

 

c'è un tempo in cui
le parole, si chiudono
in scrigni di conchiglie.
E se provi, a ricercarle
in quei fondali di sabbia,
raccogli nuvole.

(Rosi Lesto)

rosi | 09/07/2012 ore 19:43:32 | @

 

Fara: mi pare che sia il provvedimento che l'intero Paese attendeva da anni.

roberto alajmo | 09/07/2012 ore 19:43:29

 

Leggo che il senatore radicale Perduca e i senatori ecodem Ferrante e Della seta propongono di togliere dal regolamento del Senato l'obbligo di indossare giacca e cravatta. Lo scopo sarebbe quello di risparmiare sull'aria condizionata. Secondo voi, una volta passata la modifica del regolamento e il senato si presenterà come un allegro consesso colorato stile Formigoni, l'aria condizionata la spegneranno?

fara | 09/07/2012 ore 18:39:43

 

Penultim'ora: ci farò un pensierino. Magari ad ottobre, quando non fa più tanto caldo, verrò ad osservare questa transizione

antonia | 09/07/2012 ore 18:14:24

 

Beppe Grillo e i grillini non mi preoccupano più. Al massimo potranno essere, come suggerisce RA (e Gilda), un siparietto tra un arretramento e l'altro. Poco alla volta stiamo tornando alla visione olistica della società che era dominante fino alla rivoluzione francese e che implica una visione disugualitaria della società.
Auguro ai posteri che prima o poi emerga un novello Marat e soprattutto un rinvigorito Robespierre

fara | 09/07/2012 ore 03:36:28

 

L'ironia è un bellissimo modo di porsi verso le cose, le persone, di leggere gli eventi. Però, non so, forse sarà il fatto che da anni vivo in contesti più pragmatici, ma tante volte l'ironia italiana non la decifro più, non la riconosco. O forse l'ironia comincia ad essere usata troppo, tanto da non essere più riconoscibile come tale e diventare quasi come un paravento dietro il quale potersi nascondere per cambiare le carte in tavola. "Ma che hai capito, scherzavo!" e colui che non riesce a sostenere la propria presa di posizione tende a farti sentire in colpa, perché tu non hai capito il senso ironico del discorso. Quando l'ironia viene fatta per iscritto, poi, diventa ancora meno decifrabile. E dà via ad una specie di minuetto di interpretazioni, lasciate in mano agli stati d'animo dell'una e dell'altra parte. I discorsi con i tedeschi saranno pure noiosi ma almeno sono meno stancanti

antonia | 08/07/2012 ore 23:31:28

 

Beppe Grillo mi preoccupa. Fa magistralmente leva su due caratteristiche di molti italiani:
1) la protesta flamboyante a mulinello d'aria, BUM BUM BUM facciamo questo e quello e poi, tempo niente, torna la calma

2) mancanza di pragmatismo, di programmazione e di lungimiranza. Per cui si guarda a chi strilla e promette l'impossibile come ad un salvatore-messia e non ci si chiede cosa proponga in alternativa.

Io cosa Grillo proponga in pratica non l'ho capito

antonia | 08/07/2012 ore 11:54:28

 

Les Inconnus erano incredibili! Peccato che poi non abbiano più potuto lavorare insieme. Gippe, se non l'hai visto, ti consiglio "Le Pari" ma anche "Les Trois Frères". L'abbiamo visto, rivisto ma ci fa morire dal ridere sempre.
Sai che ancora non ho trovato quel film che mi hai suggerito? A Settembre andrò in Francia e lo cercherò là.

Nella nostra famiglia, totalmente in controtendenza, a quanto pare, appena c'è la pubblicità si fa lo "zapping"

antonia | 08/07/2012 ore 11:48:21

 

a cefalù, in una serata calda ed afosa ho apprezzato l'antimafia dell'impegno dei concetti e non delle parole, quella che produce e non si limta a militare, nella presentazione di"Un lenzuolo contro la mafia" e del video di Licata. Non tutta l'antimafia però è sempre stta fatta alla stessa maniera. ciambellani e furbi, infiltrati e professionisti dell'amicizia ne sono passati molti ed in tanti anche da là.

giuseppe bianca | 08/07/2012 ore 10:33:04 | @

 


Avevo dimenticato una 'e'

gippe | 08/07/2012 ore 10:18:31 | @

 

Grazie RA. Lo scorbutico romp.

Roberto Puglisi | 08/07/2012 ore 09:59:23 | @

 

Nel film il concetto è ancora più palese ed esasperato: è il film che interrompe la pubblicità e non la pubblicità che interrompe il film... Anche nei bambini autistici pare un po' così... Perchè la pubblicità è ripetitiva, nota e controllabile nella sua sequenzialità.

Gilda | 08/07/2012 ore 01:00:26

 

@ Gippe: non lo conoscevo questo film. Molto interessante, grazie!

Gilda | 08/07/2012 ore 00:33:41

 

C'é un precedente in uno sketch degli 'inconnus' ; la sequenza é un po' lunga.

Ambiente : la banlieu
Tre amici che si ritrovano ...

Uno dei tre chiama Manu che si manifesta soltanto quando la pubblicità che sta guardando alla tele é interrotta dal film.

Bien à vous

[LINK]

gippe | 07/07/2012 ore 23:10:18 | @

 

@Roberto: sono proprio curiosa di vedere che cosa diventerà in mano, pardon, penna tua.:)@

Gilda | 07/07/2012 ore 20:48:43

 

Questa te la rubo, Gilda.

roberto alajmo | 07/07/2012 ore 19:42:22

 

Penultim’ora – Sì, non c’è niente da ridere. È come se gli italiani fossero precipitati nello stato mentale di chi, guardando una cosa serissima, pesantissima e noiosissima alla TV, si distragga ritornando poi all’attenzione ogni volta che ne viene richiamato dallo stacco pubblicitario. La “realtà” non è più il programma, ma la pubblicità, l’unica a fissarsi nella sua mente.

Gilda | 07/07/2012 ore 12:41:54

 

Penultim'ora: pare che il PdL stia risalendo nei sondaggi: 20%. La memoria corta degli italiani è la condanna al suicidio

antonia | 07/07/2012 ore 12:40:16

 

Tanto per spaventarvi un po' con questa lingua, oramai è chiaro che abbiamo un Tschungelsommer, un'estate da giungla. Più di 30° di giorno, di sera grandine e temporali, temperatura che scende di botto di 10-12° e poi si ricomincia. Ogni tanto un giorno di pausa e sembra di essere in autunno. Fra Tschungel e Tschüß si starnutisce di brutto

antonia | 07/07/2012 ore 12:38:33

 

@Antonia: se ti riferivi alla "mia" Zn, era solo uno scherzo sull'onda di ciò che sta succedendo per il patrimonio di Lucio Dalla. Leggi: l'infinita probabilità delle eventuali compagne del redattore del testamento. Non so se matematicamente sia giusto esprimerlo così. Gippe di certo lo sa. Io ho solo un vago ricordo della matematica.

Gilda | 06/07/2012 ore 14:53:58

 

Ma no, ma no...

roberto alajmo | 06/07/2012 ore 11:49:43

 

Quello della signora Z non mi piace tanto: mi somiglia troppo

antonia | 06/07/2012 ore 09:53:23

 

Penultim'ora. Dilla tutta, coraggio. E all'eventuale signorina Zn lascio il [...] %, con buona pace dei legittimi eredi.

Gilda | 06/07/2012 ore 01:42:43

 

Mi si intrecciano i diti

gippe | 06/07/2012 ore 00:30:41

 

Gippe, ti si è incantato il dito su "invio"? No, non "dei" (raffreddato?) fuori tema. La storia è lunga e disgraziatamente si ripete, potremmo dire, da generazioni. Io sono espatriata negli anni '90, quando già avevamo cominciato a "farci conoscere" all'estero e quindi le persone mi chiedevano meno perché fossi andata via. L'Italia ha cominciato a camminare piano i discesa, poi ha accelerato fino a rotolare verso il basso. Monti sta sbagliando molte cose e sinceramente mi chiedo se si stia rendendo conto dell'impatto che i suoi provvedimenti avranno sulla popolazione, che è fatta di persone e non è un'entità teorica su cui misurare l'efficacia delle teorie economiche. Però qui ci sta facendo riacquistare credibilità e rispetto. Positiva sorpresa per alcuni e sollievo per altri che non si erano rassegnati all'idea di un' Italia berlusconiana votata al suicidio. Penso che la gente dovrebbe farsi sentire di più. Ed anche i partiti. Leggo con sconforto che nei sondaggi il PdL sta risalendo. C'è da sentirsi male

antonia | 05/07/2012 ore 09:29:50

 

La "vertigine della purezza". Mi piace.

yorick | 04/07/2012 ore 23:59:24

 


Il lettore indulgente correggerà -les coquilles'

Bien à vous

gippe | 04/07/2012 ore 21:50:39 | @

 


Il lettore indulgente correggerà -les coquilles'

Bien à vous

gippe | 04/07/2012 ore 21:50:37 | @

 


Il lettore indulgente correggerà -les coquilles'

Bien à vous

gippe | 04/07/2012 ore 21:50:32 | @

 


Bella era l'italia degli anni 70-80 ; fieri erano gli italiani che avevano scelto di vivere e lavorare in Germania, Irlanda, Francia ....

La politica, il compromesso storico , il cinema di Scola , il teatro d'avanguardia, la moda, il lieto vivere ....j'en passe et des meilleurs.

L'italia quarta potenza economica mondiale ... dietro la Germania e davanti alla Francia.

E immancabilmente la domanda : ma chi te l'ha fatto fare di abbandonare un paese cosi bello, ricco, piacevole ....tu che hai studiato e che rappresenti l'elite (!) del tuo paese.

E immancabilmente la mia rispsosta : quando non sei figlio di prete, mafioso o galoppino democristiano, i tuoi studi non servono a niente.

Non so se la risposta era giusta ... ma non ne avevo altre.

Dono fuori tema ? Non credo.
Che ne pensi Antonia ?

gippe | 04/07/2012 ore 21:48:08 | @

 

a proposito compromesso post democristiano: niente mozione e tutti a casa con comodo!

giuseppe bianca | 04/07/2012 ore 19:23:03 | @

 

Antonia, Giuseppe: ne sono convinto.
E' una vertigine il potere e lo è anche l'esatto contrario: la vertigine della purezza.

roberto alajmo | 04/07/2012 ore 17:51:02

 

La foto della penultim'ora è orrenda, non per la foto in sè, ma quella mano infinitamente ramificata mi fa senso. Dietro alle nomine, agli incarichi c'è un sottobosco fitto e orripilante, squallido, di faccendieri da quattro soldi e lumaconi viscidi. Meglio starne lontani, Roberto, meglio non conoscere nessuno di quelli. Però una bella lavata stile Karcher ci vorrebbe, ogni tanto

antonia | 04/07/2012 ore 17:48:49

 

io credo che un atteggiamento sereno disilluso e distaccato consenta di parlare di queste cose, nomine, incarichi e sottogoverni in maniera più lucida. vi posso assicurare che all'interno di queste dinamiche ci si prende molto sul serio e si dimentica con facilità che la ruota gira con una velocità doppia di quella che ci si può permettere.

giuseppe bianca | 04/07/2012 ore 17:29:45 | @

 

Io ho avuto un lontano cugino di mio padre candidato sindaco; e ha perso al ballottaggio, per fortuna. Ci sono andato veramente vicino!!! Qualcuno cantava: "... Sono fuori dal tunnel l l l del divertimento o o o..."

Angelo | 04/07/2012 ore 16:25:13 | @

 

Caro Infiltrato,
però qualcosa potresti accennarci, suvvia... Io so di un barbiere designato a dirigere un aeroporto, per esempio.

roberto alajmo | 04/07/2012 ore 10:48:31

 

Caro Roberto, poi ci sono quelli che sono costretti a conoscerli e ne farebbero volentieri a meno. Ma, oltre a questo, vorrebbero anche poter sia esprimere il loro dissenso sull'argomento nonchè scummigghiare qualche altarino. Ma che non possono, ai sensi di legge

Infiltrato | 04/07/2012 ore 10:23:01

 

referendum:grazie,in particolare ad Antonia per le sue ricerche!:)
Con l'occasione ,Antonia, voglio dirti che seguo sempre con piacere i tuoi "reportage" dalla Germania!

rosita | 04/07/2012 ore 00:21:58

 

Ecco un lavoro che mi sarebbe piaciuto fare: raccogliere informazioni, notizie di supporto a scrittori, giornalisti, registi....

antonia | 03/07/2012 ore 11:01:24

 

Raccolta firme promossa dall'Unione Popolare. Ecco il sito:
[LINK]

antonia | 03/07/2012 ore 10:46:00

 

Si, Roberto, sono d'accordo. Accertarsi sempre della veridicità di questi appelli e soprattutto capire se l'iniziativa serva davvero a qualcosa.

Rosita, ho trovato questo ma penso che si debba cercare meglio quale sia il comitato promotore

[LINK]

antonia | 03/07/2012 ore 10:43:43

 

Non so aiutarti, Rosita.
Specialmente su Facebook circolano una serie di bufale virali tipo "Se diecimila persone condivideranno questa foto il Male del Mondo sarà sconfitto".
Io credo che questa confusione sia controproducente. Crea assuefazione, se non altro.

roberto alajmo | 03/07/2012 ore 09:01:30

 

scusate,sono fuori tema ma, non ho capito se davvero c'è una raccolta di firme nei comuni per un referendum "Abrogazione parziale della legge per le indennità parlamentari"...qualcuno è informato?

rosita | 02/07/2012 ore 19:55:03

 

Penultim'ora. Davvero, Roberto, hai ragione, c'è la guerra umanitaria, la forza di pace e c'è anche l'attacco intelligente. E poi c'è quella roba lí che forse in un fumetto potrebbe avere le nuvolette bianche e vuote. Vuote di parole perché vuote di pensiero, come sempre quando l'agire lo precede e le belle parole lo nascondono.
E quelle tre magliette, invece, ne esprimono molti di pensieri. Sopra di tutti quello che ci ricorda che la fatidica patria è fatta da piccoli e grandi uomini e, come loro, evolve, cresce, cambia, matura (forse) .

Gilda | 02/07/2012 ore 19:37:34

 

Roberto ti ringrazio per aver voluto inserire qui la foto che ti ho inviato in dono;sapevo che ne avresti fatto uso fecondo; parto da questo grazie per dire che ciò che mi ha colpito nell'immagine fotografata è l'ingegno, che scherzosamente ti ho definito "nazional-popolare",di chi abita in questo caso in un quartiere periferico della città(Tommaso Natale);ingegno ed affetto per la bandiera tricolore da parte di chi,appunto, con tre mgliette ci ha proclamato di sentirsi italiano e che ha capito tutto quello che le cerimonie ufficiali mai ci diranno;come le commemorazioni con tanto di bandiera per i ragazzi tornati morti dall'Afganistan,ragazzi davvero convinti di portare la pace e contenti di guadagnare quello che a casa non avrebbero potuto;ecco mi piace pensare questo dei tre panni stesi al balcone di Tommaso Natale...sono serviti a rappresentare l'altra Italia,quella che si arrangia a sopravvivere con dignità ma non per questo è misera interiormente e partecipa a modo suo al tifo generale...
Poi,per quanto riguarda gli Europei se non dispiace a nessuno esprimerò la mia opinione! Grazie

adriana | 02/07/2012 ore 13:20:00

 

Eh, ma su internet non vale! Ce ne sono troppe.

roberto alajmo | 02/07/2012 ore 11:23:05

 

Scusate, min***ata del giorno. Quella parola lì sembrava in slavo

antonia | 02/07/2012 ore 11:20:07

 

L Roberto. Una vota avevi messo una rubrica che si chiamava " la mincjiata del giorno" o qualcosa di simile. Dovresti ripristinarla. Se ne leggono in rete "a tinchité" (a bizzeffe)

antonia | 02/07/2012 ore 11:19:17

 

La Spagna era più forte, che controllo di palla, che velocità!niente da dire. Se poi qualcuno si vuole consolare con Monti che porta attasso,faccia pure...!

rosita | 02/07/2012 ore 00:14:20

 

Penultimora: Sì dobbiamo fare qualcosa ,anche se è difficile capire,orientarsi, scegliere. L'ingiustizia si vede dov'è, e le razze sono sempre due,oppressi e oppressori. Partire da qui.

rosita | 02/07/2012 ore 00:12:42

 

Mi' lignate!

roberto alajmo | 01/07/2012 ore 23:55:59

 


Erano piu' forti e piu' numerosi ...olé

gippe | 01/07/2012 ore 23:51:53 | @

 

-Minime della sera e in diretta dal Trocadero -

-Ambiente caldo e festaiolo, presenza spagnola piu' visibile di quella italiana

-La comunità africana che sventola vistosamente la bandiera italiana

-I ragzzi delle banlieu bipartisan con bandiere italiane e spagnole

Se ci riesco post...ichero' qualche foto.

gippe | 01/07/2012 ore 20:23:59 | @

 

Massima del giorno:
Internet fa uscire fuori le fesserie da ogni dove come il sole fa uscire le lumache dopo un temporale d'estate

antonia | 01/07/2012 ore 15:25:03

 


Ma che ci fai la diretta Antonia ? Pero' ti capisco .. sei attaccatissima al tuo paese e rispetti quello che ti ospita.

Mi pare che hai almeno un difetto, se non sbaglio non sei siciliana.

Anche io vi faccio la diretta : vado a fare un sopralluogo al Trocadero non vorrei incartarmi stasera.

Insalata veloce, da celibe , mia moglie a Lampedusa, ospite di amici, quel famoso Franco di cui ho parlato in un pos..in un messaggio precedente.

A stasera .... buttigghiuni e ddumani ... ?

gippe | 01/07/2012 ore 13:38:34 | @

 

E per pranzo: bresaola, rucola e parmigiano. Dài, Italia!!! Ma è mai possibile che quello là ci abbia tolto pure il prio di dire "Forza, Italia! ????

antonia | 01/07/2012 ore 13:19:17

 

Non voglio fare un'analisi politico-economica. Voglio capire perché, per la Grecia o per la partita di calcio, la parola Germania abbia trasformato, come nei cartoni animati, gente e giornali stimabilissimi in mostriciattoli che stravolgono faziosamente le traduzioni, che scrivono frasi del tipo "in Germania vogliono fare ancora saponi con gli esseri umani", "è una nazione inutile, deve sparire", ecc ecc.
anche qui non tutto funziona alla perfezione. Ma a me quando leggo "li odio perché sono come i primi della classe", "li ammazzerei tutti perché ce l'avevano con gli ebrei e ora ce l'hanno con noi del Sud-Europa" sinceramente mi prudono le mani.
I mostriciattoli non attaccano banche&finanza, attaccano "i tedeschi". Pericoloso. Stupido

antonia | 01/07/2012 ore 13:01:12

 

E anch'io, Antonia.

Antonio Carollo | 01/07/2012 ore 12:40:46

 

Antonia, prima che Roberto ti elogi, lo faccio io ....

gippe | 01/07/2012 ore 12:27:44 | @

 

Ho la, diciamo, vaga impressione che si stia montando una polemica abbastanza superficiale ed inutile verso il Paese che mi ospita. Dalla non-bellezza della Cancelliera , ai riferimenti continui al nazismo, al mettere in bocca a giornali e giornalisti traduzioni storpiate o manipolate. Mi sembra un atteggiamento stupido. E mi meraviglio che certi quotidiani, che reputavo un po' migliori, si stiano infilando nel sentiero della stampa-spazzatura. E mi dispiace.

Ho letto parecchi commenti su FB, su Repubblica e Corriere e mi sono fatta l'idea che la Germania dia fastidio agli Italiani perché oramai agli italiani dà fastidio la correttezza, il rispetto, la precisione, il senso di orgoglio nazionale e di comunità, che poi sono le basi su cui si appoggia la crescita economica, culturale e sociale di questo Paese. "Come si permettono di criticarci? Noi costruivamo il Colosseo quando loro erano ancora barbari!!" tuonano tanti italiani indignati. D'accordo, ma stiamo parlando di SECOLI fa. E durante questi secoli le cose sono un po' cambiate. Che senso ha basarsi ancora su queste radici ultraremote, se poi lasciamo crollare Pompei come se niente fosse? Un lettore del Corriere, un po' più cinico ha scritto che non ha senso continuare a dire che siamo un popolo di santi, poeti e navigatori se infondo abbiamo avuto la fortuna di avere alcuni personaggi straordinari che parlavano la nostra lingua. Io non sono d'accordo, secondo me gli italiani posseggono davvero quel "quid" che, messo nella condizione di esprimersi, fa faville e si distingue, sempre. Il dramma è che troppo spesso per esprimere questo quid gli italiani debbano andare fuori dal loro Paese. Se invece di indignarci stupidamente o montare su polemiche senza senso ci dessimo un po' più da fare per rendere l'Italia dinuovo terreno fertile e non terra quasi bruciata?

E soprattutto, attenzione agli idioti. A volte ritornano. O almeno ci provano

antonia | 01/07/2012 ore 12:23:20

 

@Antonia

Effettivamente dipende da quando é andato via dalla Martinica e da quale sia il suo rapporto con l'isola.

Comunque deve conoscere per forza la Baie du Galion (e come se un siciliano non conoscesse Capo Passero) ; a prossimità di questa baia c'é uno zuccherificio (forse l'ultimo) ; il nostro gruppo interviene per produrre vapore per il fabbisogno dello zuccherificio (utilizzando la bagasse, residuo della canna) e elettricità.

E' previsto l'ampliamento della centrale termica e la creazione di una quarantina di posti di lavoro di cui una buona mettà puo' essere formata in 18 mesi.

LADOM é invece un ente di stato : Agence de l'autre mer pour la mobilité.

La mia idea é molto semplice : utilizzare LADOM e l'AFPA (un organismo di formazione) per formare una ventina di giovani della Martinica per lavorare nella futura centrale.

Semplice no ?

gippe | 01/07/2012 ore 12:13:46 | @

 

Antonia, il mio referente berlinese ha fluttuato in assoluta tranquillità con altre centinaia di compatrioti tra locali pubblici: è stato entusiasta della correttezza sportiva

Don Diego | 01/07/2012 ore 11:57:40

 

Grazie, Gippe, interessante quello che scrivi. Lui comunque vive qui, è il nostro prof di tennis. E' stato anche fra i primi 100 del mondo e qui ha un sacco di allievi. Comunque la sua terra di origine gli sta molto a cuore, gliene parlerò.

D quando Repubblica ha imboccato questa china mi sento giorno dopo giorno un pochino orfanella. Uffa

antonia | 01/07/2012 ore 11:22:38

 


@Antonia, sarà una festa comunque vada ; salutami il tuo amico della Martinica dove faro' un salto questa settimana.

Puoi dirgli (con quasi due anni di anticipo) che se un progetto di formazione / inserzione di giovani della martinica andrà in porto, sarà grazie a un siciliano che vive a Parigi (solidarietà di isolani).... Non so se é al corrente di certi proggetti , ma cita questi due nomi
CCG (Compagnie de cogeneration du Galion) e LADOM.

Mi interessa conoscere la sua reazione ... vista dal di dentro.

@Roberto, lo so, sono completamente fuori tema.

Bien à vous

gippe | 01/07/2012 ore 11:02:09 | @

 

Repubblica sta cominciando a rompere assai. Se ne approfittano del fatto che la gente non conosce il tedesco. Cani randagi Balotelli e Cassano? No, piuttosto, come si direbbe in siciliano "canazzi 'i bancata", cioè gente difficile da disciplinare, furbi. La definizione arriva in un contesto in cui il commentatore senza occhiali dice, in poche parole, che la Germania sta sbagliando perché propone un gioco troppo schematico mentre invece l'Italia cambia continuamente e i due attaccanti giocano come se fossero sulla strada, come pare a loro ( e quindi senza troppa disciplina di squadra). E quello con gli occhiali li definisce quindi "cani da strada", più cani sciolti che randagi. Chi conosce il tedesco che ne dice?

[LINK]

antonia | 01/07/2012 ore 11:01:03

 

Stasera vedrò la partita (le eltre non ho potuto vederle perché RAI cripta, su SKY non c'è e la tv tedesca via cavo è momentaneamente kaputt) assieme ad amici. Uno della Martinica, una Ceca e due tedeschi. Tutti pro-Italia. Spero che sia una bella partita.

antonia | 01/07/2012 ore 10:50:42

 


Il tempo promette di essere bello.

Maxischermo al Trocadero e Parigi ai suoi piedi.

Sarà grande spettacolo comunque vada.

Bien à vous

gippe | 01/07/2012 ore 10:00:32 | @

 

anche se in effetti gli intelletuali a volte eccedono in atteggiamenti, io credo che stasera saranno armati di telecomando e ben piazzati nella loro trincea del salotto di casa.Su "IL GIORNALE" mi riempie di tristezza il ricordo di cosa aveva creato Montanelli, ma non è un caso che sia finita così. per quanto riguarda il nuovo linguaggio senza post e faccine, ho l'impressione che siamo i noi i nuovi vecchi, buona finale a tutti.

giuseppe bianca | 01/07/2012 ore 09:51:12 | @

 

Io vedrò volentieri e con amici la finale Italia-Spagna.

Non sono un'intellettuale di destra o di sinistra, sono solo di sinistra e quindi non ho bisogno di snobbare il calcio, e credo proprio che la vinceremo.

Non ci sarà una doppietta di Balotelli. Ma finirà lo stesso 2 a 1

Augh! Ho detto! E speriamo che io abbia ragione. Non è che mi fidi tanto delle mie previsioni ma....

fara | 01/07/2012 ore 01:21:28

 

visualizza commenti: 15 | 50 | 100 | 200


Archivio Messaggi 

:: Anno 2018 ::
Dicembre  Novembre  Ottobre  Settembre  Agosto  Luglio  Giugno  Maggio  Aprile  Marzo  Febbraio  Gennaio 
:: Anno 2017 ::
Dicembre  Novembre  Ottobre  Settembre  Agosto  Luglio  Giugno  Maggio  Aprile  Marzo  Febbraio  Gennaio 
:: Anno 2016 ::
Dicembre  Novembre  Ottobre  Settembre  Agosto  Luglio  Giugno  Maggio  Aprile  Marzo  Febbraio  Gennaio 
:: Anno 2015 ::
Dicembre  Novembre  Ottobre  Settembre  Agosto  Luglio  Giugno  Maggio  Aprile  Marzo  Febbraio  Gennaio 
:: Anno 2014 ::
Dicembre  Novembre  Ottobre  Settembre  Agosto  Luglio  Giugno  Maggio  Aprile  Marzo  Febbraio  Gennaio 
:: Anno 2013 ::
Dicembre  Novembre  Ottobre  Settembre  Agosto  Luglio  Giugno  Maggio  Aprile  Marzo  Febbraio  Gennaio 
:: Anno 2012 ::
Dicembre  Novembre  Ottobre  Settembre  Agosto  Luglio  Giugno  Maggio  Aprile  Marzo  Febbraio  Gennaio 
:: Anno 2011 ::
Dicembre  Novembre  Ottobre  Settembre  Agosto  Luglio  Giugno  Maggio  Aprile  Marzo  Febbraio  Gennaio 
:: Anno 2010 ::
Dicembre  Novembre  Ottobre  Settembre  Agosto  Luglio  Giugno  Maggio  Aprile  Marzo  Febbraio  Gennaio 
:: Anno 2009 ::
Dicembre  Novembre  Ottobre  Settembre  Agosto  Luglio  Giugno  Maggio  Aprile  Marzo  Febbraio  Gennaio 
:: Anno 2008 ::
Dicembre  Novembre  Ottobre  Settembre  Agosto  Luglio  Giugno  Maggio  Aprile  Marzo  Febbraio  Gennaio 
:: Anno 2007 ::
Dicembre  Novembre  Ottobre  Settembre  Agosto  Luglio  Giugno  Maggio  Aprile  Marzo  Febbraio  Gennaio 
:: Anno 2006 ::
Dicembre  Novembre  Ottobre  Settembre  Agosto  Luglio  Giugno  Maggio  Aprile  Marzo  Febbraio  Gennaio 
:: Anno 2005 ::
Dicembre  Novembre  Ottobre  Settembre  Agosto  Luglio  Giugno  Maggio  Aprile  Marzo  Febbraio  Gennaio 

^ TORNA SU | TORNA INDIETRO | TORNA ALL'HOME


Inserisci messaggio


nome 
email 
messaggio 
antispam 
  digitare la seguente parola



^ TORNA SU | TORNA INDIETRO | TORNA ALL'HOME