Vai ai COMMENTI...

Ultimi commenti

Grazie a te, grazie a Sandro Veronesi e grazie...
.:Roberto Alajmo | @:.
.:21/11/2018 | 11:39:01:.

Contenta che Milano ti abbia accolto con...
.:Manuela | @:.
.:18/11/2018 | 23:16:42:.

Grazie, Fernando. Ne approfitto per segnalare...
.:Roberto Alajmo | @:.
.:28/10/2018 | 18:35:46:.

Ciao Roberto,
primo di tutto dirti che...

.:Fernando | @:.
.:27/10/2018 | 14:29:59:.

..ci conto. Manuela...
.:Manuela | @:.
.:14/09/2018 | 23:08:28:.

Vai ai COMMENTI...



Menu riservato:

il forum di Roberto Alajmo, scrittore




il forum

INSERISCI COMMENTO
INDICE ARCHIVIO MESSAGGI

Ma che è Lillo, il "Victimæ paschali laudes" declinato alla Silvio? Che poi finirebbe, anzi è già finito, in "Scimus Christum surrexisse a mortuis vere: Tu nobis, victor Rex, miserere." Ma vuoi che paghiamo il rifacimento della sua verginità e che gli chiediamo pure scusa?
Ma ti pare? No. Amen. Alleluia.

Gilda | 30/04/2013 ore 23:00:57

 

Una volta Veltroni creò, o meglio copiò, il " Governo ombra ". Ecco adesso questo sembra un governo-incubo, ovvero un governo vero con l' uomo ombra alle spalle. Il PDL non solo vuole l'abolizione dell' IMU, ma vuole addirittura restituire i soldi dell' IMU 2012, pena la caduta del governo Letta.
Certo, l' Italia è così ricca da poter ridare indietro i soldi delle tasse.
Grillo dovrebbe accordarsi con queste persone?
Ma fa bene ad essere coerente con i suoi elettori, che lo hanno votato per non assistere più a queste porcherie.
Lo si può criticare, per carità, ma quando parteciperà al gioco, non quando è ancora in panchina.
Gippe
Ti sei scordato San Bettino da Hammamet ...

Lello | 30/04/2013 ore 22:59:40

 


Hai ragione Lillo
Berlusconi é vittima delle procure rosse e Andreotti un uomo santo anzi unto.

E l'uno unge l'altro e tutti e due si pungono con la santina in mano.

gippe | 30/04/2013 ore 20:49:15

 

la conversazione appare interessante, però forse il mio commento potrà portare un nuovo spunto.
Berlusconi s'è fatto vecchio.
Vorrà morire in santa pace e, prima di allora, se possibile, rifarsi una verginità.
Tenterà di ripulire la sua immagine, e di lasciare un ricordo di lui meno sgradevole di com è, invece, l'attuale opinione su di lui.
Non mi stupire se votasse una legge sul conflitto di interessi: secondo me lui non ha più intenzione di candidarsi....
Non mi stupirei neanche se si mettesse sul tavolo una seria riforma della giustizia: lui non ha più timore del tribunale di milano, che è sempre stato smentito dalla cassazione (e poi, non ci crede neanche la boccassini che berlusconi abbia sfruttato la prostituzione minorile.... suvvia.... saranno costretti ad inventarsi altro....).
Per questo vi dico che sono ottimista: anche i politici hanno sentore della rabbia che sale, anche loro devono aver capito d'avere esagerato.... se non per intelligenza, se non per buona volontà, se non per correttezza e moralità, almeno per paura qualcosa faranno.
A breve napolitano si dimetterà: il cambiamento è già iniziato, tocca solo aspettare.

lillo | 30/04/2013 ore 20:11:51 | @

 

In effetti, specie su Fb, puoi insultare le madri di tutti e tutti stanno al gioco, ma se appena avanzi un dubbio su Grillo ti fucilano.
Io li ho pure votati, alle regionali. Non mi pare di essere un critico aprioristico.

roberto alajmo | 30/04/2013 ore 19:05:42

 

Lello, anche tu rispondi mettendo le mani avanti. Io non accuso il M5s della crisi. Ho semplicemente detto che il loro comportamento, specie nei confronti dei loro elettori non è giustificabile.
Si sono presentati alle elezioni accettandone le regole? Sì.
Hanno avuto il 25% delle preferenze? Sì.
Viene loro chiesto di partecipare? Sì.

Buttatevi allora a capofitto e lavorate per cambiare e rinnovare, non arroccatevi su posizioni che alla fine hanno portato a questo pasticcio di governo.

Ma a quanto pare non si può criticare il M5s.
Meglio prendere a sberle Bersani, u muru vasciu, e fare i complimenti a Berlusconi

fara | 30/04/2013 ore 17:55:52

 

Fara il capolavoro del PDL e PD è stato quello di delegittimare Grillo. E' vero, Grillo e Casaleggio sono miliardari. Ma lo sono diventati onestamente, non hanno rubato soldi pubblici.
Adesso la colpa della crisi è del M5S, ma smettiamola....
Ci si dovrebbe indignare per le tangenti, per le mancate leggi sul conflitto d'interessi e sulla legge elettorale, invece si da la colpa a Grillo perché non si è alleato con Bersani ( abbracciato ad Alfano ).
Io alle prossime elezioni ho le idee ancor più chiare di prima, soprattutto dopo il suddetto abbraccio.

Lello | 30/04/2013 ore 12:44:53

 

Alle regionali non ho votato. Alle politiche ho votato ma senza alcuna convinzione. Alle prossime, non voterò. Non mi riconosco più in nessun partito o esponente di partito (o movimento che dir si voglia). Democraticamente accetterò, senza lamentarmi, quello che una maggioranza ,nella minoranza degli elettori (American Style),deciderà.
Confido solo che la maggioranza della minoranza non opti per un qualunquismo populista-

Questo governo? Non mi sento di dire niente. Aspetto solamente.
Spero solo che riescano a rendere decente la legge elettorale.
Per il resto , non credo nei miracoli

ps
vorrei solo aggiungere, ma per favore non aggreditemi, che se i due milionari all'estero (in euro e di mezza età) Grillo & Casaleggio avessero permesso ai loro eletti di partecipare alla politica , forse, dico forse, avremmo avuto qualche speranza in più

fara | 30/04/2013 ore 00:19:47

 

Alla ricerca del leader nuovo io ho perso una mia speranza: Pippo Civati. È diventato il malpancista per eccellenza: prima ha votato scheda bianca quando si rieleggeva Napolitano, ora dice che non voterà la fiducia a Letta, ma non voterà neanche contro. Insomma non prende posizioni nette. Mah, vorrei un leader di polso che se deve votare una cosa complicata non abbia paura e se proprio gli fa schifo abbia il coraggio di votare contro. Ma questo va direttamente tra gli ignavi. Boh, a me sembra un vecchio trucco politicista: mi si nota di più se.....

Gianluca | 29/04/2013 ore 21:12:51

 

In realtà caro Roberto io invertirei il tuo ragionamento perché se è vero che le ultime settimane sono state terribili e fanno cadere le braccia e' vero che se il Pd alle elezioni non avesse fatto un misero 25% e Sel un minimo 3% ora potremmo tranquillamente criticare un governo di centro sinistra che come primo atto avrebbe attribuito la cittadinanza ai figli degli immigrati nati in Italia. Invece è finita a macello. Il voto al Pd lo toglierei la prossima volta per un mare di errori fatti dopo le elezioni, non certo prima.

Gianluca | 29/04/2013 ore 20:43:01

 

quello che ha combinato il Pd dalle primarie in poi è fuori da qualunque analisi. Alle prossime elezioni che fare?sono incerta tra annullare la scheda votando subcomandante Marcos, o votare Vendola,che penso nel frattempo si unirà ad altre zone della sinistra,... o meglio alla sinistra.

rosita | 29/04/2013 ore 16:12:55

 

Ingroia, Ingroia. Lo stimo molto per molti versi.
Ma l'imitazione che ne faceva Crozza è stata devastante, per quanto mi riguarda. Lì ho capito che non avrebbe funzionato.

roberto alajmo | 29/04/2013 ore 16:06:58

 

Condivido in pieno questa sensazione.

yorick | 29/04/2013 ore 12:23:57

 

Se Bersani " è il migliore dei suoi ", figuriamoci quanto valgono " i suoi "....

Lello | 29/04/2013 ore 12:05:51

 

Ieri ho incontrato un ragazzo di Petralia che il giorno dopo le elezioni mi aveva detto di essersi un po' pentito di aver votato Ingroia: per i risultati ottenuti nel resto d'Italia (nel mio paese ha preso un'altissima percentuale), per come Riv Civile si sia sfaldata in pochissimo tempo, per alcune uscite poco felici del magistrato. Ieri, dicevo, incontrandolo nuovamente, mi ha detto: "Lo voterei altre cento volte!!! Io, almeno, non ho alcuna responsabilità rispetto a ciò che sta accadendo! Non ho responsabilità d'aver messo la Lorenzin alla Sanità, D'Alia alla pubblica amministrazione, Quagliarello (quello di ELUANA NON È MORTA, ELUANA È STATA UCCISA) alle Riforme e Alfano vicepremier e ministro dell'Interno". È solo una consolazione? Sì, forse sì, ma a me pare tutt'altro che magra. Se alla prossima tornata non dovesse esserci nessuno che incarni ciò che voglio e spero per questo Paese, mi asterrò. Serenamente :)

Eliana | 29/04/2013 ore 11:31:45

 

Ieri ho incontrato un ragazzo di Petralia che il giorno dopo le elezioni mi aveva detto di essersi un po' pentito di aver votato Ingroia: per i risultati ottenuti nel resto d'Italia (nel mio paese ha preso un'altissima percentuale), per come Riv Civile si sia sfaldata in pochissimo tempo, per alcune uscite poco felici del magistrato. Ieri, dicevo, incontrandolo nuovamente, mi ha detto: "Lo voterei altre cento volte!!! Io, almeno, non ho alcuna responsabilità rispetto a ciò che sta accadendo! Non ho responsabilità d'aver messo la Lorenzin alla Sanità, D'Alia alla pubblica amministrazione, Quagliarello (quello di ELUANA NON È MORTA, ELUANA È STATA UCCISA) alle Riforme e Alfano vicepremier e ministro dell'Interno". È solo una consolazione? Sì, forse sì, ma a me pare tutt'altro che magra. Se alla prossima tornata non dovesse esserci nessuno che incarni ciò che voglio e spero per questo Paese, mi asterrò. Serenamente :)

Eliana | 29/04/2013 ore 11:30:16

 

E' quello che dico: Non ha senso

fara | 28/04/2013 ore 15:34:09

 

Ok Bersani l'ho citato ed è il migliore dei suoi e mi sembrava stesse facendo bene fino alle parlamentarie. Poi non pervenuto.

Gianluca | 28/04/2013 ore 13:19:40

 

Ma perché io ho mai detto che sono bravi e perfetti? Io non l'ho neanche citati, Lello.

Gianluca | 28/04/2013 ore 13:18:20

 

Vabbe' Farà non è che deve sempre avere senso. Anche di Tartaglia si disse chissà chi c'è sotto, ma sotto c'era solo una persona malata.

Gianluca | 28/04/2013 ore 13:17:08

 

Gianluca ma perché vi ostinate a pensare che Bersani, D'Alema, Rosi Bindi, ecc. siano così bravi e perfetti?
Non bisogna ragionare da tifosi, ma da elettori seri e oggettivi.
L' abbraccio tra Bersani e Alfano è l'emblema di questa politica.
La dirigenza del PD è mediocre e perdente. Va cacciata e basta.

Lello | 28/04/2013 ore 13:16:27

 

Mah! Qualcuno organizza un attentato. A palazzo Chigi. Il giorno del giuramento del nuovo governo. E a chi spara? A un carabiniere!
Che senso ha?

fara | 28/04/2013 ore 12:48:36

 

Scrivere

Quanto è difficile,
in quei giorni
che si appianano
di atmosfere di gentilezza.
L'emozione
ricerca barriere,
da oltrepassare.

(Rosi Lesto)

Rosi | 28/04/2013 ore 12:29:39 | @

 

Nei mondi di passaggio
di illusione e realtà di molte persone,
esplorando tutto il senso
di questo mistero riconosciuto
causato dal senso profondo della vita.
C'è una bellezza,
non posso negarlo.

(Rosi Lesto) alla bellezza nascosta.

Rosi | 28/04/2013 ore 12:27:20 | @

 

"Il male minore per il principio di realtà" chiaramente.....

Gianluca | 28/04/2013 ore 09:52:09

 

Antonia ha profondamente ragione su un punto, ci pensavo giusto ieri: Bersani ha perso perché è stato troppo onesto rispetto a quello che sarebbe successo al governo. La gente l'ha percepito e si è incazzata. Sacrifici, sofferenze subito e speranze spostate molto in avanti. Il suo affermare che voleva dopo il voto collaborare con gli altri era il segnale che ci sarebbe stato un governo Monti presieduto da Bersani con qualche benefica virata sui diritti e qualche lieve cambiamento per correggere le ingiustizie troppo grosse: insomma realisticamente il migliore governo possibile in Italia. Invece il risultato e' stato terribile e ce lo piangeremo per anni. Il Csx ha preso nemmeno il 30%, il Csx ha perso. Perso. E per una balorda legge elettorale ha preso una marea di deputati facendo pensare a torto di avere diciamo quasi vinto. Quel quasi e' il problema. Ma se ci fosse stato il proporzionale puro cosa sarebbe successo? Pensiamoci. Poi la sconfitta ha influenzato negativamente sull'elezione del presidente. Io sostengo che se Bersani avesse vinto Rodota' sarebbe ora probabilmente presidente. Invece dal 25 sera molti dentro il Csx avevano capito la portata della sconfitta e avevano cominciato a lavorare sulla grosse koalition, perché di andare verso il M5S non c'hanno mai pensato (peraltro). Andiamo a oggi. C'è da piangere, ma le lacrime sono sul 24/25 febbraio. Questo è solo il secondo dei risultati. Paradossalmente per uno come me che ha votato Pd ed è iscritto al Pd il governo Letta (che avrà certamente la fiducia, ma a che costo non so dire) e' il male peggiore per il principio di realtà. Farà incazzare questa mia valutazione, ma purtroppo e' così. Non c'erano alternative e a dirla tutta e' solo Napolitano che può sciogliere il parlamento e non ne ha proprio voglia. Punto e fine della discussione. Detto questo io piango, ma non mi metto a fare isterie. Voglio dire una cosa su Rodota'. L'ho sponsorizzato sul mio posto di lavoro, in famiglia, tra i miei amici, nella rete, ho firmato la petizione online. Poi però mi sono fermato quando ho visto che la carta aveva perso, perché penso che Rodota' non poteva essere l'unico candidato possibile, sarebbe stato grottesco pensarlo. E perché non andrei mai a manifestare in piazza per "Rodota', Rodota'!", non è nei miei Panni. Do atto a quelle persone che hanno però compreso un possibile cambiamento istituzionale e costituzionale: piaccia o no (a me non piace) potremmo diventare una repubblica presidenziale e andare in piazza per gridare "Rodota', Rodota'" diverrà il sale della democrazia. Un saluto al forum su cui intervengo poco, ma a cui do una regolare sbirciata. Buona domenica.

Gianluca | 28/04/2013 ore 09:38:42

 

<a href=" [LINK] insurance quotes</a> >:[[ <a href="http://www.pricesforedmeds.com/">levitra</a> zfikfc <a href="http://www.edmedsonline4you.com/">cheap cialis sale online</a> :-D <a href="http://www.carinsurcompanies.net/">online car insurance</a> =D <a href="http://getinsurlist.com/">carinsurance</a> 327

yIezCSUQMGOGkhSKkIp | 28/04/2013 ore 04:46:50 | @

 

Ah che bel governo
marcondirondirondello

Mah come si puo'
marcondirondirondo

Lina sei sparita ?

gippe | 27/04/2013 ore 22:42:02

 

sono d'accordo con l'analisi di Antonia, è un'analisi realistica, ma che non ci sia stata autorevolezza è comunque un fatto. Non me ne importa, la sinistra che voglio io non è comunque questa, io voglio lotta, speranza, allegria, solidarietà,impegno sociale. E ho il diritto di non dovermi alleare con chi incarna il contrario delle cose in cui credo.

rosita | 27/04/2013 ore 18:54:50

 

Mamma mia che Governo! Roberto rimani all' estero, ti raggiungo. Biglietto di sola andata !

Lello | 27/04/2013 ore 17:50:18

 

Habemus Papam.Bonino agli esteri, Saccomanni Economia, lavoro Giovannini... E tante altre sorprese. Speriam bene.

Gilda | 27/04/2013 ore 17:43:47

 

Questa storia di Barca a me fa sorridere da una parte e deprimere dall'altra... Mi sembra che il Pd sia talmente confuso e in balia delle proprie correnti che basta l'arrivo di chiunque che dica cose leggermente "sinistre" per infiammare la base pronta ad ergere il poveretto a nuovo capo e leader.
In barba alle primarie, al fatto che fosse un ministro del governo Monti, che abbia preso la tessera del Pd l'altro ieri e che nella gara per la leadership del partito ci sarebbe prima il povero Renzi... Insomma, chi si esalta per Barca mi dà l'impressione di cercare un'ancora per salvare le proprie speranze, più che il proprio partito...

Eliana | 27/04/2013 ore 12:49:34

 

Vuoi vedere che la colpa è di Grillo se l'Italia è in disgrazia?
Antonia per favore....

Lello | 27/04/2013 ore 12:37:41

 

Bel pezzo di Antonia.

(Non fraintendere Lello ...)

gIppe | 26/04/2013 ore 22:04:22

 

Ma sai com'è: l'entusiasmo è come il coraggio di Don Abbondio. Se uno non ce l'ha non se lo può dare.
E dopo le ultime performance del Pd e di Grillo io non so veramente per chi votare, la prossima volta.

roberto alajmo | 26/04/2013 ore 20:14:56

 

Ora stanno dando tutti addosso a Bersani. Non ha saputo "tenere" il partito. Ma immaginate cosa voglia dire "tenere"D'Alema & co., così vigliacchi da fare una faccia davanti e una dietro? A tutta quella gente che era davanti al Parlamento e la cui dialettica si limitava a "Ladri, buffoni, inciucio e Rodotà" vorrei chiedere cosa avrebbe potuto fare il PD? Da solo, nulla. Con Grillo, pure, perché, oltre agli insulti e alla porta sbattuta sui denti dalla portavoce-stronza e dal portavoce-addormentato, ha fatto uscire dalle quirinarie un Prodi che poi non ha voluto votare, proponendo Rodotà. E chi ci dice che se il PD avesse deciso di votare Rodotà (quasi impossibile visti certi personaggi nel PD) Grillo non avrebbe fatto un'altra virata delle sue, magari dicendo "noi non votiamo nessuno perché non ci piace questa istituzione così com'è?"
A me questo governo insieme al PDL non piace per nulla. Perché non si potrà cambiare niente sostanzialmente, legge sul conflitto di interessi in primis. Ma quale sarebbe stata un'altra soluzione? Con la folla che urla "ladri" a quelli del PD e non pensa nemmeno di fare la stessa cosa contro quelli del PDL, sinceramente, nuove elezioni mi avrebbero spaventato.
Ieri la TV ha trasmesso le immagini dei funerali di Enrico Berlinguer. Guardavo quella folla immensa di gente commossa. Come sono cambiati gli italiani!
Adesso io vorrei vedere almeno la metà di quelli che stavano a sbraitare davanti al Parlamento fare qualcosa. Ma non lo faranno. Sfogata la loro disperazione con quattro urla o digitando furiosamente su una tastiera di PC aspetteranno il venditore di chimere di turno che li salvi. Il PD ha sbagliato una grande cosa, secondo me. Bersani è stato onestamente realista nella sua campagna elettorale, ma è mancata la speranza. Io penso che dovremmo tutti lavorare perché ci sia davvero un Partito democratico in Italia senza traffichini e giochi di poltrone. Un partito che riparta dalla gente, che proponga cose reali e che difenda le istituzioni e tutti gli italiani. Che provi a fare ripartire un'economia diversa, su basi più eque. Avere contribuito ad aiutare chi ha distrutto il PD è stata da parte di Grillo una mossa vigliacca. Qualcuno in Friuli si è già accorto della cavolata che ha fatto. E se ne accorgeranno altri, molti altri

antonia | 26/04/2013 ore 09:38:43

 

cnflittodichè?

paola | 25/04/2013 ore 22:39:40

 

Penultim'ora. Un mio caro amico usa spesso un'espressione che qui calza a pennello: "Fa una bella lontananza!"

Gilda | 25/04/2013 ore 10:07:01

 

Scusate, anche il mio tablet deve avere avuto una crisi di identità. Si è firmato indebitamente. Non so come...scusatelo!

Gilda | 24/04/2013 ore 23:00:29

 

@RA. Punti orfani vagano in cerca del PD, mentre probabili governanti si esercitano ad intendere alla larga. Molto alla larga, così che autori in cerca di idee si incrociano, senza vedersi, con idee in cerca di autore. Pare siano 6.





Inviato da iPad

Gilda | 24/04/2013 ore 22:36:20

 

Roberto, ora c'è un governo congiunto (come auspicato e favorito dalla non politica dei grillini. E dire che nella boxe la non combattività è penalizzata!) , il conflitto d'interessi non può più essere al primo posto , come non può più essere al primo posto una "normalizzazione" (scusa le virgolette) della questione giustizia. Ma quello che conta è il lavoro e la crescita.
A tal proposito, sai dove vendono le bacchette magiche?
E voi, amici del forum, ne avete notizia?. Perché quella serve!

fara | 24/04/2013 ore 22:24:58

 

Scusate, sono fuori dall'Italia.
Mi pare di capire che una legge sul conflitto di interessi non è più al primo punto del programma del Pd, giusto?

roberto alajmo | 24/04/2013 ore 21:36:03

 

Sei cosi' sicuro che parlino lingue diverse? A me non sembra proprio a cominciare da zoggia e la gelmini cinguettanti dalla Gruber.
Non vedo ne' ostilita' ne' contrapposizione ma un impegno comune a mantenere l'Italia normalizzata dai carri armati del PDL - L. Forse il povero Bersani e' il piu' incolpevole di tutti e la verita' e' che si voleva un Monti bis guidato dai politici.
Letta non vi sembra un perfetto giovane Monti?

mingo | 24/04/2013 ore 21:33:53

 

La freddezza del Pdl su Letta mi sembra un dato incoraggiante. I sondaggi tentano il Cav, che aspettava solo l'intervallo temporale che conduce alla prescrizione. Ora vuole votare. Non sarebbe male deluderlo.

Giuseppe Bianca | 24/04/2013 ore 15:48:20 | @

 

@lillo
Il PDL è Berlusconi, non diciamo fesserie, si dovrebbe chiamare PDB, partito di Berlusconi.
E' un partito gestito come una vera e propria azienda. C'è un capo, e sotto di lui i vari impiegati, dai dirigenti agli uscieri.
Nessuno può prendere il posto del capo, il partito-azienda si sfalderebbe inevitabilmente.
Quando stava per accadere, il designato ( Alfano ) è stato boicottato sul nascere, e il vecchio capo è subito tornato in campo.
Lillo rassegnati, andrà così, ma chissà quando.
Tanto stai tranquillo, con questo PD Berlusconi non ha neppure bisogno di giocare per vincere, ci pensano loro stessi a distruggersi da soli.

Lello | 24/04/2013 ore 11:24:14

 

domanda scontata ma inevitabile renzi?

giuseppe bianca | 23/04/2013 ore 16:01:53 | @

 

Mmmmhhhh, io ricordo molto bene come erano i vari La Russa, Alfano, ecc prima che Berlusconi si rimettesse in mezzo e come sono diventati di colpo ringalluzziti e garruli dopo che il capo è tornato a tirarli su. Fiducia 0

antonia | 23/04/2013 ore 15:32:56

 

@antonia: non credo. certo, berlusconi rappresenta il pdl più di ogni altra cosa, ma non credo proprio che il pdl sia composto solo da figuranti. in ogni caso, con ogni probabilità silvio, che è indubbiamente un politico di razza, provvederà per la sua successione e impedirà l'implosione del partito in occasione del suo ritiro. d'altro canto, i miei sono solo discorsi "a mano libera", direi... il tempo potrà confermare le mie previsioni o smentirmi. mi rimane, tuttavia, l'amarezza di imbattermi costantemente in persone che nessuna disquisizione coltivano sulle politiche del governo (berlusconiano o bersaniano o montiano che sia) ma si fermano al nome del politico e, solleticati nelle loro zone erogene, passano dal nome del politico al gossip che lo riguarda. con ciò ogni aspirazione ad affrontare questioni strettamente "politiche" rimane pura utopia.... posso farti un'altra delle mie previsioni? berlusconi non riceverà nessun avviso di garanzia fino ala vigilia delle prossime elezioni. quando lo riceverà, il mittente sarà della procura di milano. stiamo a vedere. antonia, consentimi, quale post scriptum, una domanda: ma veramente c'è qualcuno che in tutta onestà possa ritenere che i berlusconiani non gradirebbero un buon governo E una buona opposizione?

lillo | 23/04/2013 ore 11:33:15 | @

 

Caro Lillo, il PDL è Berlusconi. Senza di lui il partito è il nulla. E il signore in questione ha già la sua bella età. In parole povere: un elettore che mette il suo futuro in mano ad un partito-persona anziana che in caso di scomparsa farà scomparire anche il partito con lui è quanto meno di una lungimiranza ammirevole. Non trovi?

antonia | 22/04/2013 ore 20:12:27

 

[LINK]

antonia | 22/04/2013 ore 20:08:45

 

Non mi sento , e non voglio, esprimere alcuna opinione in merito alla situazione politica italiana.
Solo vi invito a leggere un aureo libretto, ben noto al nostro anfitrione: LE LEGGI FONDAMENTALI DELLA STUPIDITA' UMANA. di Carlo M. Cipolla.
Forse,o meglio quasi certamente, lì si trova la risposta.

fara | 22/04/2013 ore 18:01:47

 

previsione: Napolitano riuscirà a far dare un governo a quest'italia e, entro otto mesi da quel momento, si dimetterà.

lillo | 22/04/2013 ore 17:37:32 | @

 

@lello: peccato, per un attimo m'eri parso migliore.... invece, l'acrimonia che hai messo nella tua risposta mi ha fatto tornare sui miei passi. rimane tutto come prima: i sostenitori del pd hanno la verità in tasca, la spiccatissima moralità è la loro principale caratteristica, e con la loro correttezza e lealtà il Paese avrebbe visto finalmente la Luce. a parer loro, tutti i mali del mondo possono rinchiudersi dentro una sola parola: "Berlusconi" e i dieci milioni di italiani che lo hanno votato sono emeriti imbecilli. si, si. proprio così. come no? basta guardare i risultati! il prossimo suicidio politico sarà quello di grillo. e, per inciso, i venti milioni di italiani che non hanno votato grillo sono (naturalmente) emeriti imbecilli. ma va là.... apri gli occhi: il pd ed il m5s hanno fatto pena, per la loro totale inettitudine. e non possono neanche dirsi (almeno) sobri....

lillo | 22/04/2013 ore 17:35:40 | @

 

perdonate l'intrusione, non sappiamo cos'è oggi il PD, ma sappiamo cosa non 'è, un partito, popolare, europeo, di massa e di governo. la cosa più grave, sentire parlare di Berlusconi per la prima volte, come di uno statista. da oggi i pregiudicati valgono di più.

giuseppe bianca | 22/04/2013 ore 15:43:34 | @

 

Eliana: appunto. Quello che cercavo di dire. Una coalizione che non è in grado di coalizzarsi su nulla che coalizione è? Meglio farla finita con questa farsa. Stanno insieme solo per non mollare l'onorevole poltrona - gallina dalle uova d'oro -
Ps: antispam capezzale!

Gilda | 22/04/2013 ore 12:22:23

 

Roberto,
a me non sembra poi così assurdo che Rodotà non sia stato votato dal Pd.
E' stato presidente del Pds (Pds!!!) alla scissione del Pc venti anni fa... Mica ieri!
Il Pd è tutt'altra cosa rispetto al queLL'organizzazione e non mi pare che Rodotà abbia mai avuto ruoli nel partito democratico.
E poi, andando sul pratico, CHI avrebbe dovuto votarlo?
Facendo una rapida panoramica delle correnti: i bersaniani socialdmocratici?
I dalemiani che pur provenendo dal quel pds citato prima, oggi comprendono popolari d'estrazione liberale e sono favorevoli ad alleanze con il centro?
I lettiani, componente di matrice cattolico-liberale e centrista?
I bindiani, di stampo cattolico democratico, erede della sinistra democristiana e del Partito Popolare Italiano?
I renziani? L'ala tendenzialmente più a destra del Pd?
Resterebbero i giovani Turchi, corrente sinistra del Pd, ma davvero crediamo che avrebbero potuto assumersi la responsabilità di votare un uomo veramente di sinistra?
Inoltre, siamo sicuri che il Pd volesse un Presidente di Sinistra?
Secondo me, più che nelle parole di Grillo, la motivazione per cui Rodotà non è stato neppure preso in considerazione è l'ormai natura tendenzialmente "centrista" del Partito Democratico.
Il Pd non è il Pc. Non lo è mai stato.
Ne è solo il bisnipote e l'unica cosa che ha mantenuto di quella organizzazione è la struttura e gli apparati.

Eliana | 22/04/2013 ore 12:03:04

 

yorick: se si potesse mettere un mi piace, ti ce lo metterei. E non penso solo ad una metafora. Davvero non c'è lucidità, né intelligenza, né cultura.
Ok Antonia, se ne vadano. E poi? Rimarrebbero comunque, come minimo, altre due anime molto diverse tra loro, magari fedeli, magari oneste che dichiarano il loro disaccordo apertamente; e con ciò? Dove si va, se non c'è la plasticità e la lungimiranza di "molare on ponto" direbbero dalle mie parti, cioè di cedere in qualcosa per il bene comune?

Gilda | 22/04/2013 ore 10:54:57

 

Probabilmente sarebbe stato non votato da tutta la correnre cattolica del Pd.
Non lo dicono, ma non mi pare fosse un candidato benedetto dalla CEI...

[LINK]

francesca | 22/04/2013 ore 10:29:36 | @

 

E c'era quell'altra promessa grillina, quella delle praterie che si aprivano se i voti convergevano su Rodotà. Hanno preferito fumarsele, le praterie.

yorick | 22/04/2013 ore 10:20:57 | @

 

Secondo me c'era una bella fetta del PD a cui Rodotà stava sullo stomaco. E lo avrebbero votato SEL, M5S ed il PD-franchi tiratori. Sarebbe stato un altro disastro. Che Rodotà non meritava. Il PD aveva e ha in sé un nido di vespe arrogantemente indisciplinate. Fuori, se ne vadano. Subito

antonia | 22/04/2013 ore 10:08:52

 

Lello, ma per piacere...

roberto alajmo | 22/04/2013 ore 09:36:18

 

Gippe mettiti le scarpe comode, rischiamo di farci l' acchianata a Montepellegrino!
Le B dei tifosi del Catania erano le iniziali delle loro madri secondo te?

Lello | 21/04/2013 ore 18:22:20

 

E' una canzone che ho ascoltato e riascoltato tantissime volte, ma da quando ho sentito la spiegazione di Vecchioni, per me adesso ha un suono ed un significato diverso.
Grazie per il link.

Lello | 21/04/2013 ore 12:03:51

 


Hai ragione Lello, seri dobbiamo essere e ascoltare ogni tanto le belle parole di piccoli e grandi uomini.

Ho detto 'piccoli' e non 'nani' cosi escludiamo subito due psiconani europei.

Ma ragassi, cosa mi avete combinato ? Vado via una settimana, vi lascio un compito preciso - un buon presidente e un buon governo - e voi mi sabotate tutto ?

Sarà meglio l'anno prossimo ? L'anno che verrà ?

[LINK]

gippe | 21/04/2013 ore 09:46:42

 

Ahahah Gippe,che ne so chi è, penso sia un usuraio!
Torno serio: vi prego di ascoltare ( e riascoltare )il professore. Stupendo.

[LINK]

Lello | 20/04/2013 ore 23:37:00

 

Ahahah Gippe,che ne sono chi è, penso sia un usuraio!
Torno serio: vi prego di ascoltare ( e riascoltare )il professore. Stupendo.

[LINK]

Lello | 20/04/2013 ore 23:36:28

 

Mamma mia dammi 100 lire ...

E cu é stu Jonny ?
Ci l'avi a chitarra ?

gippe | 20/04/2013 ore 23:22:08

 

Gippe ricci a Jonny se mi runa 100 euro accussì rumani mi joco u paliemmo.
( Francesismo serale ).

Lello | 20/04/2013 ore 21:51:43

 

Si, Mingo, concordo. E l'apparizione del Mister che ci offre prestiti cade a fagiolo visto ciò che ci aspetta

antonia | 20/04/2013 ore 19:28:46

 

Grillo in marcia su Roma è all'apice del suo personale Truman Show. Speriamo che la creatura, la cosa non sfugga di mano al Frankestein genovese. Credo che si sia talmente appassionato al suo esperimento che voglia provare fino a che punto può spingere la macchina.
A me sarebbe piaciuto Rodotà e mi indigna che il PD non l'abbia votato sbagliando 5 rigori a porta vuota.
Però sono altrettanto certo che Rodotà sia stato solo uno strumento creato dalla rete e che tanta gente che oggi grida il suo nome in piazza sino a ieri non sapesse neanche chi fosse.

Mingo | 20/04/2013 ore 19:01:51

 

Questo è di informare coloro che stanno avendo crisi finanziaria e di tutti coloro con cattive di credito che aiuto è arrivato. Il mio nome è Mr. John Richard il DM del Tesoro ferma prestito bene e sono un governo approvato creditore che dà fuori di prestito in diverse categorie come, prestito d'affari, prestito personale, prestito di consolidamento del debito e di molti more.so esortiamo quindi quelli con cattive credito di non preoccuparsi più ma contattaci ora con questa e-mail se si è interessati a contattarci all'indirizzo: honeywelinvestmentcompany@gmail.com

JOHN RICHARD | 20/04/2013 ore 18:42:38 | @

 

Ciao a tutti
Avete bisogno di un prestito per qualsiasi scopo. Io sono per nome, Mr.Raymond Johnson. Sono un finanziatore certificata governo. Io do prestiti alle industrie società, impresa e ad un tasso a buon mercato. Ho anche dare out individuale prestito e prestito personale ad un tasso a buon mercato del 3%. Se interessati contattateci a: movisterloan@gmail.com

Raymond Johnson | 20/04/2013 ore 18:36:37 | @

 

Vero, Mingo. C'è un comizio di Ceausescu dove lui viene contestato per la prima volta e non riesce a crederci. Rimane sbigottito.
Uguale.

roberto alajmo | 20/04/2013 ore 16:30:44

 

Signori miei, non ci capisco più niente. Vorrei sapere davvero cosa è successo nel PD di tanto sconvolgente da passare da un Bersani contrarissimo al governissimo alla bocciatura solenne di Prodi, alle dimissioni ecc.
E ieri sera ho cercato di guardare la trasmissione di Lerner che solitamente stimo per la sua conduzione: di gran lunga superiore alla trasmissione di Santoro. Ebbene, mi sono vista davanti un'accozzaglia di gasati dall'atmosfera di caos che filosofeggiavano arrampicandosi sugli specchi, parlandosi uno sopra l'altro a voce alta e d in sostanza non facendo altro che sparare analisi più o meno centrate e pronostici azzardati e di parte. L'impressione che ho avuto è che a loro e a quelli, non tutti ma tanti, che stanno in Parlamento piace il caos, la battaglia, la zuffa. Più facile che prendersi le proprie responsabilità e fare qualcosa di concreto e pragmatico.
Ferrara poi è stato il massimo. Giusto, per lui, che alla riunione di partito si dica si e poi nel segreto dell'urna si voti no: altrimenti perché mai il voto dovrebbe essere segreto?
Ecco, lì ho spento, non ho voluto sentire altro. Ci vorrebbe davvero uno tsunami, genuino però, che li cancelli dalla faccia della terra quelli così. Altrimenti altro che crisi e spread, sarà l'Italia stessa che farà harakiri. Da sola, avvitata su se stessa e strangolata dai suoi sofismi inutili

antonia | 20/04/2013 ore 15:16:55

 

Neppure il miglior Crozza potrebbe superare il " vero " Bersani.

Lello | 20/04/2013 ore 14:00:48

 

Ma Bersani, quando propone a Napolitano di ricandidarsi, a nome di quale partito parla?
Allora ci è non ci fa

Mingo ROMANO | 20/04/2013 ore 13:45:18

 

Anche se sono certo che Antonia condivide, l’invito ad “imitare” Baricco era mio e può darsi pure che Baricco sia più bravo, sicuramente se la tira assai, ma non ce ne può fregà dde meno perchè non è una gara.
Più che altro sarebbe bello creare un rapporto con i lettori, ma anche oltre , che vada al di là del libro e della presentazione del libro, peraltro sempre godibile. Insomma una specie di talk a tema, con supporti multimediali, da fare 2,3 volte l’anno. Oddio, un Alajmo-card per fidelizzare il cliente?! no, però pensaci.
Passando al pd, ieri parlavo di rivoluzione, e in effetti l’ultima Finocchiaro ha lo stesso sguardo di Imelda Marcos o della Ceasescu che guardando il popolo e senza parole dice “Indegni, dopo tutto quello che abbiamo fatto per voi”.
Da elettore pd in quell’abbraccio inciucioso di Bersani ad Alfano, da tifoso ho voluto vedere la lealtà di chi comunque prima della partita stringe la mano all’avversario, non al nemico. Ora invece è come se avessi saputo che Zanetti si vendeva le partite con la juve.

MINGO ROMANO | 20/04/2013 ore 13:42:52

 

penso che Gilda e Gad Lerner abbiano ragione. Bersani a me sembrava una persona onesta e di buon senso, su questa seconda cosa evidentemente mi sbagliavo, oppure non ha l'autorevolezza di far accettare le posizioni di buon sense. Il nome di Rodotà girava da un bel po' in aree di sinistra. Nessuno ha capito, nè ci è stato spiegato, cosa ha Rodotà che lo rende non condivisibile per il Pd. Io al posto di Rodotà lo chiederei esplicitamente: mi dite che cosa non va in me e perchè non volete votarmi?

rosita | 20/04/2013 ore 13:02:38

 

Gilda
Bersani ha sbagliato su tutta la linea, ma hanno sbagliato soprattutto quelli che lo hanno alle primarie pagando persino 2 euro ( che masochisti ! ).

Lello | 20/04/2013 ore 11:41:43

 

Penultim'ora. Caspita se è vero. Ora che mi ci fai pensare, un'altra colpa degli esponenti di spicco del PD è quella di non sapere più che cos'è la sinistra, pur continuando a ritenersi con arroganza al posto giusto e con la verità in tasca.

Gilda | 20/04/2013 ore 11:13:23

 

Lello, il PD ha mostrato tutte le sue anime nel formato peggiore più una: la slealtà fino al punto di morte. Data "l'indisciplinatezza" non so se Bersani avrebbe potuto fare qualcosa. Qualsiasi mossa veniva criticata e affossata da qualche parte del PD. La più palese è rappresentata dal non accordo su Rodotà. Non voglio giustificare Bersani, ma penso che la sua colpa più grave sia stata quella di illudersi di essere il leader del PD.

Gilda | 20/04/2013 ore 10:57:08

 

Fara, è vero che un libro di carta è irrinunciabile. Pensa però a quanti libri si accumulano in una vita. A casa mia ci sono circa 13 metri lineari di parete, con librerie fino al soffitto e libri in doppia fila, a volte anche in terza. Ho quindi provato con gli eBooks: una meraviglia. Lo scelgo, lo pago e lo scarico immediatamente. In due GB ci stanno 1500 libri, non vedo la necessità di cancellarli. Sai quanti ce ne stanno in una micro SD di 32 GB? No, io non li cancello e non li cancellerò mai. Alcuni, però, amo comprarli ancora di carta. Ci sono poi dei manuali che è molto più pratico avere in computer: puoi cercare per nome, per argomento, per numero...

Gilda | 20/04/2013 ore 10:33:33

 

Sono d'accordo con Lerner. "Continuare a ripetere che Rodotà è il candidato di Grillo significa rinnegare un pezzo di storia della sinistra e negare che possa avere un futuro" [LINK]

Gilda | 20/04/2013 ore 10:29:24

 

Grande giorno per il PD: in un solo colpo si sono dimessi Bersani e Rosi Bindi.
@lillo
E' ovvio che ti stupisci, voi del PDL non sapete cosa sia l' autocritica. Vi barricate dietro le comode spalle del capo obbedendo in silenzio.
La democrazia invece è un'altra cosa.

Lello | 20/04/2013 ore 09:28:17

 

ps
Non "deleto" neanche Baricco!

fara | 20/04/2013 ore 05:39:55

 

In viaggio è comodo. Ma sono contro la pena di morte

fara | 20/04/2013 ore 05:37:06

 

Bilancio personale dopo due anni di Ebook reader.
Preferisco i libri di carta, per molte ragioni.
Ma in viaggio la leggerezza è tutto.
E poi cancello solo i libri che non mi sono piaciuti, così come butto via anche quelli di carta.
Tutti gli altri mi restano dentro.
Dentro di me, voglio dire.

roberto alajmo | 20/04/2013 ore 03:45:09

 

ps. Errata corrige
"Che io sbagli".

fara | 19/04/2013 ore 23:30:10

 

Oggi parlavo con una mia amica che all'improvviso ha dimostrato un grande amore per gli e-book.Voleva convincermi della bontà della cosa.

E' certamente comodo ma, secondo me, c'è un ma.
Ti compri , a prezzo modico, un libro. Lo leggiucchi e quando hai finito lo "deleti" . Lo cancelli.
Scomparso quel libro e quell'autore.

Se invece compri il libro cartaceo, lo leggi o lo leggiucchi, dipende dall'interesse ma poi lo conservi. Lo custodisci. non lo "delete" . Magari qualcun altro tra qualche anno lo troverà e magari lo leggerà.
A me sembra più bello. Soprattutto per chi lo ha scritto che non viene "delete" come se fosse un formaggio andato a male .

Ma può essere che io sbaglio

ps
L'antispam, intelligente, è "scaffali"

fara | 19/04/2013 ore 23:27:41 | @

 

Cara Antonia, ti ringrazio per la stima, ma Baricco è molto più bravo di me, almeno in questo.

roberto alajmo | 19/04/2013 ore 21:15:50

 

@lello: lello! mi stupisci!!!!

lillo | 19/04/2013 ore 19:25:33 | @

 

Aspettando Prodi e sognando Rodotà torno su Baricco e le sue bellissime lezioni.
Mentra ascoltavo Baricco pensavo, Roberto, che potresti provare a fare qualcosa di simile. Immagino ad es. una "Lectio Sciasciana" dove mischiare letteratura e aneddotica. Penso che potrebbe funzionare anche perchè non ti manca certo la capacità affabulatoria.
Certo quella di Baricco è una operazione commerciale non da poco. C'è sky, il Teatro Palladio, la scuola Holden e sponsor vari. E in più si paga il biglietto.
Però l'Auditorium Rai si presta.

Intanto Prodi ha perso definitivamente. Bersani deve dimettersi subito per provare a salvare il salvabile. Lui dice che anche da mozzo ma non scende dalla nave.E se la nave affonda?
Grillo continua a vincere e forse siamo dentro una rivoluzione.

mingo | 19/04/2013 ore 19:01:20

 

Abbi pazienza: marasma senile.

roberto alajmo | 19/04/2013 ore 17:04:54

 

grazie, ma... è un bentornato: torno di rado, ma torno!

pietro copani | 19/04/2013 ore 14:36:39 | @

 

Benvenuto Pietro

roberto alajmo | 19/04/2013 ore 14:27:19

 

Forse dovresti articolare il tutto in un nuovo libro:Le mosse giuste per affogare l'Italia.

Gilda | 19/04/2013 ore 11:25:32

 

Parole Sante!
Il culto della mediocrità è forse il peggiore dei mali di questo misero Paese. Io lo vedo tutti i giorni nella tutela del paesaggio che è quello di cui mi occupo, ma questo culto è così generalizzato e capillare che ricorda molto la gestione mafiosa del territorio e della politica. E va di pari passo con la mancanza di amor proprio, disciplina nella quale noi siciliani siamo campioni del mondo!

pietro copani | 19/04/2013 ore 10:47:21 | @

 

Infatti non mi riferivo a te, anzi tu sei stato uno dei pochi che ha descritto Bersani per quello che è.
Mi riferisco agli intellettuali di sinistra che fanno capolino ogni tanto per dare sfoggio del proprio sapere.

Lello | 19/04/2013 ore 10:36:02

 

Non mi pare che qui si consideri Bersani "un grande statista". Gli si è dato ragione quando aveva ragione e torto quando aveva torto. Tutto qui.
Per esempio : [LINK]

roberto alajmo | 19/04/2013 ore 10:26:56

 

La cosa bizzarra è che qui Bersani è stato descritto come una grande statista, un uomo preparato e leale, un vero leader. Dalla descrizione mi sembrava che si stesse parlando di un'altra persona, invece si parlava proprio di " ragasssi ".
E' come se per descrivere un giocatore come Caracciolo elencassi le doti di Messi....

Lello | 19/04/2013 ore 09:53:48

 

Non avevo messo lo smiley perché pensavo che qui mi si conoscesse abbastanza per capire che era una battuta. Però sono convinta che Bersani non fosse al 100% d'accordo sul nome di Marini. Altrimenti, dopo quello che ha detto e ribadito negli scorsi giorni, sarebbe uno con la sindrome bipolare.

antonia | 18/04/2013 ore 21:06:54

 

Antonia, proprio la persona giusta per farsi sostenere...
Ma li vogliamo proprio continuare giustificare per tutto...?

ANTISPAM: CIUFFETTO... Che a me ricorda BAFFETTO...

Eliana | 18/04/2013 ore 16:55:51

 

Comunque nella foto dell' "abbraccio", se è quella che ho visto anch'io, Bersani ha un'aria sofferente. Più che un abbraccio mi sembra un "tienimi su che mi sono storto una caviglia"

antonia | 18/04/2013 ore 16:50:18

 

Mi spiego meglio: non sono una di quelle elettrici "comprensive" pronte a perdonare "tutto" al proprio partito.
Per quanto mi riguarda, l'alleanza con Lombardo ha sepolto il Pd (tutto il Pd, renziani, bersaniani, ecc) sotto una coltre di vergogna. Che in parte provo anch'io, per aver loro consentito, col mio voto, di compiere quell'ammucchiata.

Eliana | 18/04/2013 ore 16:24:52

 

Roberto,
a proposito della penultima e dell'ultima: come si può constatare in questo momento, non c'è alcun bisogno di un leader massimalista che faccia perdere il già risicatissimo consenso del Pd.
Il Pd è capace di perderlo benissimo da solo.

Eliana | 18/04/2013 ore 16:01:41

 

Vedendo l'abbraccio fra Alfano e Bersani ho provato una fitta al cuore che avevo dimenticato.
Come quando a sedici anni vedi la tua amatissima ex fidanzata abbracciata al suo nuovo ganzo.

roberto alajmo | 18/04/2013 ore 13:44:30

 

Credo di averti risposto con il post di oggi, e credo anche con quello di domani.

roberto alajmo | 18/04/2013 ore 13:07:22

 

Faccio una domanda a tutti coloro che in questo forum hanno difeso a spada tratta Bersani: alla luce di quello che NON ha fatto dal giorno delle elezioni ad oggi, e alla luce di quello HA FATTO optando per Marini, siete ancora convinti che sia un vero leader di sinistra?
R.S.V.P.

Lello | 18/04/2013 ore 12:20:19

 

Non è che fra Marini e Rodotà preferirei Rodotà.
Rodotà è in assoluto il miglior presidente possibile.

roberto alajmo | 18/04/2013 ore 11:35:58

 

Bonino vs Marini ok Bonino. Ma preferisco Rodotà

antonia | 18/04/2013 ore 10:21:31

 

avrei preferito la bonino

lillo | 18/04/2013 ore 10:12:36 | @

 

Santoro non lo reggo davvero più. E Travaglio pure. Come il narcisismo travolge anche le menti migliori.

E quel PD lì non avrà più un voto neanche da me.

antonia | 18/04/2013 ore 09:28:21

 

Il massimo, finora, è stato nella prima puntata, quando ha fatto una comparazione fra la Callas e la Tebaldi sezionando nei dettagli la loro interpretazione di "Amami Alfredo" per dimostrare che la Callas, come Fosbury per il salto in alto e Kate Moss per la moda, rappresentavano uno stacco con tutto ciò che c'era prima. Incredibile.

Molto bella anche, nella seconda lezione, la lettura e interpretazione della Guerra del Peloponneso di Tucidide e specialmente la parte dell'incontro fra gli ambasciatori ateniesi e gli oligarchi di Melo, una piccola isola che non voleva più appoggiare gli ateniesi nella guerra.

Baricco mi piace molto perché è estremamente curioso. infatti dice che il "sapere" non è trovare le risposte ma viaggiare nello spazio delle domande.

antonia | 17/04/2013 ore 18:28:43

 

Non stento a crederti, Antonia.
Ho sempre pensato che Baricco sia sprecato, come romanziere.

roberto alajmo | 17/04/2013 ore 15:03:24

 

Sono lezioni che lui ha fatto a Gennaio al Teatro Palladium di Roma. Su Sky Arte HD ogni lunedì alle 21 con replica il martedì alle 14 e forse anche il sabato. Molto, molto interessanti e intriganti.

antonia | 17/04/2013 ore 10:16:02

 

Che lezioni sono, Antonia?

roberto alajmo | 16/04/2013 ore 23:28:51

 

eri altra bella Lezione di Baricco. Difficile da riassumere, come al solito 200 spunti di riflessione. Però, il TEMPO, il nostro non essere mai con la nostra vita esattamente a tempo, in tempo. Sempre un po’ in anticipo (prevedendo, intuendo le cose) o in ritardo (il tempo di venire a sapere., di capire). Secondo Baricco l’unico momento in cui siamo esattamente in tempo è quando riusciamo ad essere in totale sincronia con la persona amata. Solo un attimo, poi ognuno ritorna ai suoi anticipi, ai suoi ritardi.
Tanta letteratura è nata e si è nutrita di queste asincronie. Specie nel passato, quando le notizie andavano molto più lentamente e c’era sempre chi veniva a sapere del fatto A quando in realtà nel centro dell’azione si era già prodotto il fatto B.
Mi chiedo (qui finisce Baricco e comincio io): Forse con rete, TV, SMS, Twitter stiamo perdendo la poesia del “Décalage” del tempo? Forse questi mezzi sono solo un’illusione di potere essere sempre in contemporanea con i fatti, con altre persone. Ma in effetti, anche se solamente per un brevissimo intervallo di tempo, non lo saremo mai.
Cornuti e mazziati? Senza sincronia e senza poesia?

antonia | 16/04/2013 ore 19:40:53

 

Esatto, Roberto: perché il "non dorme" ti può distruggere. Ne so qualcosa

antonia | 16/04/2013 ore 09:07:00

 

Ah, guardate: ricette sicure non ce ne sono.
Anche la distinzione fra i neonati, maschietto o femminuccia, lascia il tempo che trova.
Per i neo-genitori l'unica distinzione di genere che davvero conta è: dorme - non dorme.

roberto alajmo | 16/04/2013 ore 08:01:17

 

Diciamoci tutto, le teorie valgono fino ad un certo punto. intere generazioni sono cresciute all'ombra del padre ingombrante, o assente, presente o manesco, latitante dalle situazioni familiari o deresponsabilizzato, cercando di attirare l'attenzione con ogni mezzo. Oltre l'adolescenza e l'età di transizione. Non è la sberla, si o no. Può bastare la discontinuità di uno sguardo di rimprovero, un' espressione più severa. Ma mi rendo conto di addentrarmi in un tunnel difficile, mentre la sociologia a buon mercato, la mia, in ogni caso, risolve poco. Specie i conflitti latanti che in quegli anni cominciano a prendere forma.

giuseppe bianca | 15/04/2013 ore 20:26:12 | @

 

Era UN padre.
Assente, d'improvviso presente. Maldestro.

roberto alajmo | 15/04/2013 ore 17:53:01

 

da lettore, il matto affogato non mi è sembrato "padre". Mi è sembrato tanto "se stesso" Ma forse per me, essendo madre, è difficile capire il "padre" .
A volte mi chiedo: il padre esiste? O è solo una invenzione sociale?
la madre esiste solo fino allo svezzamento (che può non avvenire mai!), e il padre?

fara | 15/04/2013 ore 12:37:12

 

Gippe
Se dovessimo restare in A, ci vorrebbe l' acquisto di un giocatore che infiammi il popolo palermitano. Io l' ho già individuato,il suo nome è ricollegabile al 70% dei palermitani.

[LINK]

Lello | 15/04/2013 ore 12:02:20

 

Secondo me il problema non è tanto quello delle botte quanto quello della mancanza di autorevolezza, molto spesso, di noi genitori cinquantini e generazione a seguire. Soprattutto in Italia e negli USA, ho notato dalla mia esperienza personale. Poi certo, dipende da famiglia a famiglia, ma credo che molto spesso la nostra intenzione di non perpetrare ai danni dei nostri figli il rituale "capriccio-schiaffo" o "malefatta-sculaccione" ci abbia portato spesso ad una forma di indecisione educativa (malissimo, i figli si accorgono subito di dov'è il tuo punto debole ed accelerano in quella direzione) e conseguenze impotenza-rassegnazione. Facendo del male ai nostri figli. Li rimproveriamo aspramente e poi, alla prima lacrima o ancora prima che appaia siamo già lì a consolarli, dando l'impressione che chi si è sbagliato, chi ha fatto cosa non doveva fare siamo noi, non loro e ce ne stiamo pentendo. La legnata allora era segno di autorità un po' ditattoriale, un segnare il limite col filo spinato. Ora è solo il gesto di un genitore che, a forza di cedere, spera di recuperare sfogando i suoi nervi sul figlio terribile. A volte però credo che una sberla o un pugno sul tavolo serva a spezzare certi capricci isterici che richiedono uno stop deciso. A volte osservo, qui, dei bambini in crisi isterica da fame o stanchezza o sonno con i genitori flemmatici e calmissimi che ripetono a cantilena "non mi impressioni. Ora ti calmi". Secondo me questo atteggiamento in questi casi è come legna per il fuoco. Se io fossi in crisi isterica e avessi uno accanto che mi cantilena "stai calma, stai calma" mi sentirei ancora peggio e, temo, lo aggredirei fisicamente

antonia | 15/04/2013 ore 11:01:39

 

Ma abbiamo segnato una strada.

roberto alajmo | 15/04/2013 ore 10:29:52

 

Penultim'ora
Roberto il tuo discorso vale soltanto per i ceti medio-alti. Purtroppo, ancora oggi, vedo genitori picchiare i figli anche per la strada, tanto per loro è una cosa normale.

Lello | 15/04/2013 ore 00:44:22

 

Io certe volte leggo sui maggiori quotidiani italiani degli articoli assolutamente insulsi o proprio sbagliati, che magari partono da una traduzione sbagliata di qualcosa apparso sulla stampa estera per poi ricamarci sopra una cosa senza senso, giusto per dare addosso a qualcuno, a qualcosa. Certe volte in testa mi viene fuori un'immagine. Vedo questi giornalisti appesantiti dalla nullafacenza e dalla loro scarsezza, capelli unti e sigaretta in bocca che devono comunque tirare fuori qualcosa per essere visibili e scrivono la prima cavolata che gli viene a tiro. E i lettori, a forza di leggere cavolate, parlano per cavolate. E' una spirale di cavolate che si autoalimenta.
E dire che avrei voluto fare la giornalista

antonia | 13/04/2013 ore 17:30:19

 

Io concordo con Fara. Il titolo c'è, manca il racconto, ma questo per te non sarà di certo un problema.

Lello | 13/04/2013 ore 14:51:35

 

La mossa del matto affogato per me era Cuore di padre.

RA | 13/04/2013 ore 14:33:17

 

La mossa del matto affogato per me era Cuore di padre.

RA | 13/04/2013 ore 14:33:16

 

Roberto, non ti resta che scrivre "Cuore di padre"

fara | 13/04/2013 ore 12:00:13

 

Lo so, lo so.
La verità è sono un padre mediterraneo, con tutto quel che ne consegue.

roberto alajmo | 13/04/2013 ore 07:51:40

 

Roberto, noi siamo cresciuti in un modo diverso e i nostri figli non li abbiamo avuti a 20 anni.
Da quando loro sono nati quante cose sono cambiate? Dall'uso del computer alla dimensione e prezzo dei cellulari, dalla musica sul computer ai videogiochi... Noi le cose le studiavamo sui libri, facevamo le ricerche sulle enciclopedie fotocopiando le figure, ora fanno direttamente le presentazioni con Power Point. Persino i documentari sono diventati più nevrastenici come montaggio immagini. Loro amano la poesia. Ma non è quella di Barry Lindon. E' un'altra. La amano, comunque, ed è importante

antonia | 12/04/2013 ore 19:21:34

 

Penultim'ora
Caro Roberto, poco tempo fa hai descritto, da figlio, il rapporto di conflittualità che avevi con tuo padre, oggi descrivi, da padre, il rapporto che hai con tuo figlio. Forse è una vendetta del destino, o forse è la natura stessa che spesso separa genitori e figli.

Lello | 12/04/2013 ore 18:32:50

 

Gilda il gruppo che era con me al cinema era convinto che nella scene finale del film fossero morti entrambi, io sostenevo che fosse morte solo lei.
Per il caffè, ti aspetto in Sicilia, non ho in programma viaggi in Veneto.

Lello | 12/04/2013 ore 18:25:16

 

Roberto, mi riferivo a parole sue, non tue. Noi genitori parliamo, loro, gli ado, mugugnano o biascicano . . . tra una banana, una brioches, un'interrotta attività con cuffiette ... Porta pazienza per i puntini: è lo spazio per metterci dentro ognuno il proprio. Buon fine settimana anche a te.

Gilda | 12/04/2013 ore 17:33:59

 

Lello: e cioè? Che cosa ne hai concluso? Grazie per il caffè! Come facciamo, vengo io in Sicilia o tu in Veneto?

Gilda | 12/04/2013 ore 17:15:35

 

[url= [LINK] insurance online[/url] %PPP [url=http://www.genericdrugonline.net/]generic cialis[/url] 621232 [url=http://www.insurcomparisonservice.com/]low car insurance[/url] hsq [url=http://www.alongcamewolf.com/]auto insurance[/url] tslpft [url=http://www.getcarinsurquote.com/]cheapest auto insurance[/url] >:)

ZkKXPymsQHf | 12/04/2013 ore 17:04:48 | @

 

[url= [LINK] insurance quotes[/url] 1497 [url=http://www.carinsurquote.net/]new jersey car insurance[/url] 100343 [url=http://www.mymedicationsonline.com/]cialis online[/url] ieebkf [url=http://www.camelbackplaylists.com/]get auto insurance quotes[/url] ilo [url=http://www.carinsurcompanies.net/]free car insurance quotes[/url] eipbws

DtfSWSNcGtjyDPd | 12/04/2013 ore 17:04:32 | @

 

Gilda, grazie! Ho vinto un caffè e ne devo uno io a te!

Lello | 12/04/2013 ore 15:25:22

 

Oddio, Gilda: già mi pare di somigliare a quei genitori che ripetono sempre le stesse cose.
Buon fine settimana, amici miei.

roberto alajmo | 12/04/2013 ore 08:20:56

 

RA: tenta e ritenta, la pazienza non è mai troppa. Magari niente cinema, a favore di qualche attività che produca qualche combinazione di sillabe significative. A volte succede. Fidati!

Gilda | 11/04/2013 ore 22:55:42

 

@Lello- Ti riporto l'ultimo pezzetto del libro; a te le conclusioni.
"Lui, sempre rigido e freddo, agguanta la donna per i capelli, la trascina a terra fino al centro della stanza. Le sbatte ancora la testa contro il pavimento, poi con un gesto deciso, le torce il collo.
La donna spira.
L'uomo inspira.
La donna chiude gli occhi.
L'uomo rimane con gli occhi smarriti.
Qualcuno bussa alla porta.
L'uomo, con il khanjar conficcato nel cuore, va a stendersi sul suo materasso ai piedi della parete, di fronte alla sua fotografia.
La donna è scarlatta. Scarlatta del proprio sangue.
Qualcuno entra in casa.
La donna riapre piano gli occhi.

Si alza il vento, che fa volare gli uccelli migratori sopra il suo corpo."

Gilda | 11/04/2013 ore 22:30:39

 

Invece temo, Alessandro, che provarci sia nella mia natura.

roberto alajmo | 11/04/2013 ore 20:06:19

 

Le mie personali esperienze, in merito a quanto scritto nell’ultimo post, mi portano a pensare che la miglior cosa da fare è la stessa che Bukowski ha voluto incisa nella sua lapide: «Don’t try». Altrimenti sono solo collere!

Alessandro M. | 11/04/2013 ore 19:39:41 | @

 

Il problema è questo: nella scena finale, muore solo lui, o muoiono entrambi????
Non ho letto il libro quindi devo basarmi solo sul film. Per me lei resta viva, ma quelli che erano con me pensano che sia morte anche lui.

Lello | 11/04/2013 ore 12:06:08

 

Penultim'ora.
Sono le difficoltà che si incontrano nel tentativo di creare o, nei casi fortunati, rafforzare un rapporto con i figli "adolesciuti".

fara | 11/04/2013 ore 09:44:52

 

Ho realizzato che il regista è lo scrittore stesso, per cui penso che il film sia fedele al testo. In tal caso c'è anche nel romanzo una conclusione che è piuttosto ambigua e può far pensare ad un risveglio dal coma del moribondo, ma, più ancora ad un sogno o un fenomeno allucinatorio della donna in cui si punisce per aver osato a "vuotare il sacco" con tanta rabbia e irriverenza .

Gilda | 11/04/2013 ore 01:30:43

 

Lello: il film è molto diverso dal libro? L'hai letto? A me è piaciuto molto, ma non ho visto il film.

Gilda | 11/04/2013 ore 00:18:19

 

Non posso aiutarti, Lello.
In compenso ho visto Cloud Atlas, e mi è successo qualcosa che non mi era mai successo:
Non ne ho capito niente eppure mi è piaciuto.

roberto alajmo | 10/04/2013 ore 21:15:20

 

Qualcuno ha visto al cinema " Come la pietra paziente " ?
Non ho capito il finale e vorrei avere la conferma della mia convinzione.

Lello | 10/04/2013 ore 14:51:38

 

Gippe manterrò la parola data, siete tutti testimoni!
P.S. Sarà un piacere.

Lello | 10/04/2013 ore 14:32:40

 

No, Roberto, sbagli.

Non scopano, ma briscolano a 5 in due squadre distinte.

Par condicio e briscola d'oro.

gippe | 09/04/2013 ore 22:44:36

 

Lello ricorda

Ogni promessa é debito e si fa !

gippe | 09/04/2013 ore 22:41:14

 

A proposito dei famigerati 10 saggi, chi ha deciso che Quagliarello è un saggio?
Gli altri non li conosco, ma lui si. Ha fatto un corso, ha ricevuto una grazia particolare?
Aiutatemi a capire!
P.S.
Lillo scommetto che neppure tu sai perché Quagliarello è un saggio.

Lello | 09/04/2013 ore 15:20:40

 

Gippe In caso di salvezza, acchianerò al tuo fianco!

Lello | 09/04/2013 ore 15:01:58

 

Ipotesi

Di tutte le esperienze fondamentali
compromesse, trascorse e nuove
che peccato basilare, l’abbandonare.

(Rosi Lesto) ai governi

rosi | 08/04/2013 ore 20:00:28 | @

 

Governi

Nel mare dell’incomprensibilità
ogni componente bizzarra,
arriva a convincerci del contrario.

(Rosi Lesto) politiche contemporanee.

rosi | 08/04/2013 ore 19:57:03 | @

 

Avete fatto un assalto al treno (il mio) solo perché non condivido l’ovazione a Benigni. Non posso pretendere di smorzare le lacrime felici di chi ha visto il film . Come si diceva una volta “Oh come mi sono divertito , oh quanto ho pianto!”
Tutti avete dimenticato , o forse non le avete mai conosciute, le polemiche, dure, che hanno accompagnato l’ oscar al film : “Non si può fare commedia sull' Olocausto” (Simon Veil).
Tutti poi hanno sorvolato, in Italia, che Benigni ha , come dire, scodinzolato per la platea americana mostrando gli USA come liberatori .
In realtà la guerra l’hanno vinta gli inglesi e i sovietici. Gli USA sono stati gli ultimi ad arrivare. Con ottimi supporti, è vero, ma non certo con la sofferenza e l'impegno degli altri

A me non piacciono molto i "signori" che adescano le platee , come fa Grillo o Berlusconi.
Neanche se si chiama Benigni.
Un attore mediocre. Un saltinbanco che non ha mantenuto le promesse .
E neanche Dante mi piace come lo presenta lui. Dante mi fa capire, se letto bene , l'inizio dell'era moderna . Quella di Averroé

ps
la parolina magica è potabile. Non so se il mio intervento sarà potabile. Nel dubbio non bevete

fara | 08/04/2013 ore 19:08:39

 

<a href=" [LINK] car insurance</a> ytghtg <a href="http://www.orderedpillsonline.com/">viagra no prescription</a> 99451 <a href="http://www.locatemedsonline.com/">alternatives to viagra</a> rinx <a href="http://www.kyle-kim.com/">online auto insurance</a> :DD <a href="http://www.insurcomparisonservice.com/">low car insurance</a> >:-OO <a href="http://www.treatallergicdisorder.com/">prednisone tablets</a> ixwr <a href="http://www.cheapautoinsuronline.com/">online auto insurance quotes</a> 939

gMMPWGNDViQxFNzGx | 08/04/2013 ore 17:05:52 | @

 

@gilda. non ho potuto resistere e ho aperto il link... mi ha impressionato veramente.... le immagini sembravano quelle che in questi giorni ci rifilano ad ogni tg, quando parlano della corea del nord e del pazzo che la governa....

lillo | 08/04/2013 ore 16:57:18 | @

 

Lello, a Santuzza il miracolo ce lo sta facendo.

Anzi sai che ti dico, quasi quasi vengo per l'ultima di campionato e se siamo salvi mi faccio l'acchianata del Monte Pellegrino agginucchiuni...

...... cugghiennu cuttuni e essennu cuttia ....

E poi magari aperitivo alla grande in Piazza Marina.

gippe | 08/04/2013 ore 12:58:58

 

Leggo che Bersani continua ad escludere patti con Berlusconi. Quest'uomo mi piace più adesso di quando sembrava un vincente.

roberto alajmo | 08/04/2013 ore 09:17:55

 

Ho una foto in bianco e nero scattata sul terrazzo di casa a Palermo in cui il mio Ercolino Sempreimpiedi è diventato Sempreintesta, dato che sta a testa in giù. Non so come fosse successo, ma evidentemente era cosa rara e degna di foto. Temo di averla lasciata a Roma

antonia | 07/04/2013 ore 22:01:55

 

Leggenda metropolitana è!

roberto alajmo | 07/04/2013 ore 21:55:45

 

Leggenda metropolitana è!

roberto alajmo | 07/04/2013 ore 21:55:04

 

Ma nella casa di Mondello davanti al Palace ci sono o no i fantasmi? E' sempre (o meglio, era, ora non so) in uno stato impeccabile ma non c'è mai nessuno.....

antonia | 07/04/2013 ore 16:41:19

 

Ecco chi ha comprato l'unica copia! Grazie!

roberto alajmo | 07/04/2013 ore 14:48:52

 

Roberto, mi piace il tuo libro!

antonia | 07/04/2013 ore 11:51:58

 

Da quanto ricordo io nel film non si citava esplicitamente Auschwitz. Penso che sia un'identificazione automatica che scatta nella nostra testa: campo di concentramento = Auschwitz.
Ce N'erano molti: qui vicino c'è Dachau. Forse Auschwitz era il più grande.

antonia | 07/04/2013 ore 11:51:16

 

Ho dimenticato " venivano ".

Lello | 07/04/2013 ore 11:48:03

 

Gilda saprai meglio di me che Auschwitz non era l' unico campo di concentramento. Qualche anno fa ho visitato il campo di Terezin, vicino Praga. Ho provato una sensazione tremenda, se respirava davvero aria di morte. Era un campo privo di camera a gas e gli ebrei impiccati ( ci sono ancora i patiboli montati).
Penso che Benigni abbia voluto dare l' idea di un campo di concentramento.

Lello | 07/04/2013 ore 11:46:58

 


E chi piu' ne ha piu' ne metta

[LINK]

gippe | 07/04/2013 ore 11:43:13

 

@Gippe: in cambio dell'informazione ti posto questo
[LINK]
E poi potrei scrivere di seguito fino a 50 volte (non di più) URSS.
@Lillo: non CLICCARE IL LINK,ti sentiresti male.

Gilda | 07/04/2013 ore 11:15:16

 

Ti ringrazio, Lello, anche se, onestamente più che verità sento di avere molti dubbi. Non ci piove tuttavia sul fatto che il film di Benigni è girato in una vecchia fabbrica di Arezzo e che i campi di concentramento furono liberati in parte (quelli situati ad Est) dall’armata russa e in parte (quelli situati ad Ovest) dagli americani.
Poi non mi pare sia così chiaro nel film che quella fabbrica stesse per il campo di Auschwitz; in realtà la cosa mi pare sfumata. Ma su questo non ci giurerei perché non ho avuto il tempo di riguardarmelo. Comunque, come sostieni tu, non è così fondamentale, dato che, come sostiene la Storia, alcuni campi sono stati liberati dagli americani. Poi c’è sempre chi grida al complotto, soprattutto chi non si rassegna al tramonto del comunismo (contribuendo così a farne tramontare anche le parti concettualmente buone). Magari l’amico Gippe (che ho avuto il piacere di conoscere di persona personalmente) che ha una solida e vasta cultura cinematografica, saprebbe dirci se nel film si fa esplicitamente cenno al fatto che quel campo è quello di Auschwitz.

Gilda | 07/04/2013 ore 10:59:30

 

Gilda ciò che dici corrisponde al vero.
Ogni tanto guardo i talent show canori e ho notato che non vince mai il cantante più bravo, ma quello più mediocre. E' divertente perché più la giuria di esperti afferma che il cantante X è davvero scarso, più da casa lo votano. Fondamentalmente la massa è mediocre e si identifica con i suoi pari, ovvero con i mediocri. Ecco perché alla fine quello bravo perde.
Su Benigni sono intervenuto perché onestamente me ne frego se nell' ultima scena il carrarmato era americano e non russo.
E' un dettaglio importante, ma sminuire un film che ha vinto un Oscar e che è fatto davvero bene, mi sembra eccessivo.

Lello | 06/04/2013 ore 23:05:14

 

Gippe, i belgi non sono gli italiani!! E qui sta il punto

Per quanto riguarda le fiction, anche quelle tedesche non è che abbiano delle gran trame. Però i personaggi sono normali, rispecchiano persone reali. In quelle italiane ci sono solo bonazzi&bonazze, tacchi alti, case belle ecc ecc. Una volta ho visto un episodio di un poliziesco italiano, recitato malissimo, fra l'altro: donne poliziotte con i tacchi alti che poi andavano a letto coi colleghi e sotto la divisa avevano perizomi e lingerie di lusso.... molto comoda per correre dietro ai delinquenti. Mavalà

antonia | 06/04/2013 ore 21:15:45

 


A proposito di sgoverno, il Belgio é campione d'europa, anzi del mondo, appunto con 541 giorni di esecutivo di riserva.

Era, ed é ancora, una delle economie piu' sane d'europa.

Non c'é paura, possiamo sgrillare a oltranza

gippe | 06/04/2013 ore 19:41:44

 

Certo Lello, con la capacità che noi Italiani abbiamo di disprezzare e distruggere tutte le nostre cose migliori, ci riusciremo senz'altro. Mi piace pensare che si continui a guardare alla "Vita è bella" come ad un film che ha fatto onore all'Italia. E poiché, come ricordava RA, il "meglio" è spesso nemico del bene, me lo terrei così e con piacere.

Gilda | 06/04/2013 ore 18:44:07

 

certo ogni mezzo ha il suo linguaggio, e ciò che è creato per la tv risulta più efficace. Però continuo a pensare che ci sia un po' di presunzione nel voler proporre tutta la Divina Commedia compreso il canto della struttura del poema...Dante è un grande autore ma non tutto può essere riproposto oggi. Fermo restando che è giusto quanto dice Roberto,che non si deve giudicare sugli ascolti. Sempre sul tema del linguaggio televisivo, parliamo di fiction, sono poche quelle italiane che reggono il paragone con le straniere, e a parte le sceneggiature quasi sempre deboli e insulse c'è il problema proprio dell'espressione televisiva,(nonostante siano fatte apposta per la tv): fotografia, luci, movimenti di macchina. Io quando passo da un canale all'altro mi accorgo che una fiction è italiana prima che gli attori aprano bocca.

rosita | 06/04/2013 ore 18:36:11

 

Tra poco " La vita è bella " sarà paragonato a " Giovannona coscia lunga " e Benigni dovrà restituire l' Oscar!

Lello | 06/04/2013 ore 16:43:00

 

E se ora Benigni si mettesse a raccontare così anche l'Odissea e l'Eneide farebbe un gran favore a tanti studenti. Io l'ho studiata sul testo di Annibal caro, non so se avete presente. Comunque ho un amico il cui figlio ha scritto una "messa in prosa" dell'Odissea.

antonia | 06/04/2013 ore 16:39:52

 

Sono d'accordo con Eliana. Per quanto riguarda l'errore citato, se consideriamo il film come un lavoro di ricostruzione storica, allora quell'errore non è l'unico. Ma mi pare che non era questo l'intento degli autori, ma quello di raccontare una sorta di "fiaba" la cui ambientazione, peraltro, appare sempre sfumata.

Gilda | 06/04/2013 ore 15:54:09

 

Credo che al netto del gravissimo "errore" sulla liberazione del campo di sterminio di Auschwitz, delle solite entrate in scena saltellanti, delle ormai noiosissime battute su mrB, Benigni abbia fatto un lavoro magistrale sulla Divina Commedia.
Avevo visto alcuni frammenti dello spettacolo qualche anno fa, ma rivedendolo adesso in TV ho deciso di cercare in rete le "lezioni" sui vari canti.
Credo che se certi prof. spiegassero così la "Comedìa", i ragazzi smetterebbero di considerarla quel polpettone noioso che pensano sia.
E' un'opera di enorme bellezza per trama e costruzione e credo che Benigni sia riuscito molto bene a far emergere la straordinarietà di quest'opera.

Eliana | 06/04/2013 ore 14:09:49 | @

 


Fara, mi piace sentir ancora parlare di URSS

gippe | 06/04/2013 ore 13:31:36

 

Qui la TV pubblica è molto pedagogica, anche se a volte con programmi un po' datati e noiosetti (c'è ancora il corso di francese "Les Gammas" del 1974!). Sky esiste ma è poco diffuso e soprattutto fra la gente che guarda molto sport. In generale le persone non guardano molta TV. Ma qui Berlusconi non c'è! Sciagurata la RAI quando pensò di mettersi in competizione con il regno di re Silvio

antonia | 06/04/2013 ore 12:09:07

 

La lettura della Divina Commedia fatta da Dante ha fatto amare l'opera a mio figlio che su questo ha fatto parte della sua prova orale di italiano all'esame di Baccalaureato. E non è stato facile, visto che hanno sorteggiato due quesiti e lui ha dovuto rispondere parlando ad un iPad (non avevano chiamato un esaminatore per solo due studenti italiani). Il file poi è stato inviato ad un professore di italiano nel mondo estratto a sorte. E' andata molto bene. E lui è molto orgoglioso dell'italiano Sig. Dante Alighieri

antonia | 06/04/2013 ore 11:31:58

 

Per Benigni gli ascolti in televisione hanno funzionato sull'abbrivio ancora anni, dopo che al cinema i suoi film avevano cominciato ad andare male.
Io contesto che uno spettacolo come il suo Dante vada giudicato sulla base degli ascolti che fa. Dovrebbe essere giudicato per quanto poco televisivo sia, basato com'è solo sul carisma di un individuo.
Se non si fa più il Giardino dei Ciliegi in prima serata, come negli anni sessanta, un motivo c'è. Ed è che non ha senso riprendere uno spettacolo teatrale e trasmetterlo per televisione.

roberto alajmo | 06/04/2013 ore 07:58:13

 

Rosita, se si bruciano così facilmente vuol dire che tanto "grandi" non sono. Sono solo meteore. Poi è il sistema ignorante che li cristallizza .
Tanto spesso funziona, pare. Ma non sempre

fara | 06/04/2013 ore 05:59:12

 

si,...infatti si ripete! prima era un innovatore, ora è solo un "personaggio", qualche volta di genio, ad esempio la sua performance su Fratelli d'Italia era molto buona... Dopo la caduta di La vita è bella, poi ci fu il capitombolo di La Tigre e la Neve... Adesso invece su Rai Uno stanno facendo vedere l'Orlando Furioso di Ronconi, cultura vera.
Bisogna riabituare alla cultura intesa non come legata a un personaggio, ma proprio la cultura affidata ai protagonisti, del teatro, del cinema, della poesia, dell'arte. E' assurdo pensare a quanti straordinari attori "bruciati" per mancanza di spazi dedicati al teatro e alla recitazione in tv .

rosita | 06/04/2013 ore 03:11:29

 

Benigni il suo Dante l'ha portato in televisione più di una volta e ha riscosso notevole successo.
L'utenza TV , in pochi anni non cambia e gli italiani raramente amano rivedere le stesse esibizioni, specie se culturali o simil tali. Le metabolizzano, appunto!
Sopportano e applaudono solo le stesse barzellette volgari. Specie se raccontate da personaggi 'ntisi e potenti.

Benigni comunque, che apprezzai molto ai tempi di televacca per il suo essere dirompente, mi è caduto dal cuore dopo "la vita è bella", dove fece liberare , per ovvi motivi commerciali, Auschwitz dagli USA invece che dall'URSS.

E poi , diciamoci la verità , il ragazzo ormai, si ripete e Flaiano aveva ragione. Repetita NON juvant.

Un po' come per i 5S. A furia di ripetere NO perderanno buona parte dei consensi e purtroppo lo faranno a favore del cavaliere, non più dimezzato , Berlusconi

fara | 06/04/2013 ore 02:51:56

 

Penultimora.
Una cosa è ascoltare Benigni che legge uno o due canti della Divina Commedia, (a me non piace come li legge ma vabbè), rendendoli comprensibili e divulgandoli, facendo passare ,grazie alla sua popolarità, la poesia e l'emozione che Dante tuttora conserva, altra cosa è sentire tutti i canti della Divina Commedia di cui molti noiosissimi e con spiegazioni certamente tutt'altro che concise, dove di emozione non c'è proprio niente. E poi queste sono operazioni "culturali" legate alla curiosità, non basate su un reale bisogno di cultura e poesia

rosita | 06/04/2013 ore 02:43:28

 

Roberto, allora qui dovrebbero essere di mente apertissima. Non esistono serrande o persiane e spesso neanche le tende. E nessuno guarda dentro le case altrui

antonia | 05/04/2013 ore 16:07:10

 

Metto da parte le considerazioni psicologiche e sociologiche: la finestra resta chiusa per non fare entrare zanzare e scarafaggi! ( Scusate la crudezza della mia convinzione ).

Lello | 05/04/2013 ore 14:41:44

 

aggiungerei una diffidenza dell'anima, non proprio un sentimento ideale, mirato a preservare, ad escludere il confronto, a tappare la possibilità. menti chiuse non so, ma disponibilità negata verso l'esterno, probabilmente sì. un universo piccolo e facile da delimitare, su cui concentrarsi.

giuseppe bianca | 05/04/2013 ore 13:40:56 | @

 

Fara, mi hai convinto. La chiusura delle case si rispecchia in quella delle menti.

roberto alajmo | 05/04/2013 ore 12:40:40

 

Non è difficile da capire. A parte la giustificazione della nonna casalinga che la chiude per non fare entrare la polvere , il caldo o il freddo, la finestra chiusa o socchiusa indica una scarsa propensione alla “apertura” e alla disponibilità a misurarsi con il modo l’esterno.
Indica lo scarso grado di ricettività, della incapacità di accogliere quanto viene dall’esterno, dall'altro che non sia la tua famiglia, soprattutto indica l’incapacità di sapersi difendere senza rifiutarlo.

E' lo stesso principio del burqa: lo si impone alle donne per non dover resistere alla tentazione

fara | 05/04/2013 ore 12:32:58

 

Credo che la gente, come è normale che sia, viva la propria casa come qualcosa di intimo, un affetto privato. Mostrare la propria intimità, anche se dignitosa, ci imbarazza, per questo credo esistano i salotti, le stanze di rappresentanza, dove mostrare la nostra ricchezza acquisita e la nostra povertà spirituale. Tutto questo è ovviamente riferito a una certa idea di casa meridionale fino, più o meno, agli anni ottanta.

Alessandro M. | 05/04/2013 ore 11:36:05 | @

 

Lo sapevo che l'argomento "casa d'altri" sarebbe stato stimolante.
Un'altra cosa che ho notato è che gli inquilini tengono quasi sempre le finestre chiuse o semichiuse, anche in inverno. Come se avessero paura della luce, o di qualcosa che può arrivare dall'esterno. Mi chiedo perché.

roberto alajmo | 05/04/2013 ore 05:52:12

 

Sempre riguardo alle case degli altri, io invece cercavo di concentrarmi su come avremmo potuto vivere lì, senza guardare troppo le cose degli abitanti. Per una forma di rispetto o forse anche a causa del ricordo di quando venivano a visitare la nostra casa di Palermo e mia mamma diceva sempre "C'è abbastanza ordine?", "non è che la casa sembra in disordine?": quindi non volevo mettere quei signori in imbarazzo.

antonia | 04/04/2013 ore 18:44:58

 

E per quanto riguarda il tuo libro, grazie di avere menzionato Roby e Quattordici. Non se li ricorda mai nessuno. ma quello con i ricciolini biondi era Roby, no?

antonia | 04/04/2013 ore 18:26:39

 

Bella penultim'ora. Sapessi quante "case di altri" ho visto io in questi 20 anni.... In ogni Paese bisogna cambiare mentalità ed aspettative. Quello che a Palermo è considerato un appartamento discreto qui è grande. E poi ci sono sempre le divergenze in famiglia: prima fra due e poi fra tre persone, ognuna delle quali con le sue idee, le sue manie, le sue esigenze. Il posto più difficile per la scelta è stato Praga, soprattutto per la scarsa offerta di case a livello di confort occidentale e senza riscaldamento a carbone. A me sarebbe piaciuto vivere in uno di quegli appartamenti in quelle case stupende fine 800 in centro. Ma la scuola inglese era in periferia e la premessa di mio marito è stata sempre "non voglio sentire casino, macchine, traffico". E così abbiamo vissuto in una villetta a schiera che fuori sembrava un orrendo cubo grigio di cemento ed invece dentro era molto bella (il proprietario l'aveva costruita con le sue mani). Aveva delle finestre spesse 15 centimetri ed un impianto di riscaldamento che sembrava la sala macchine di un sottomarino ma che ha funzionato senza perdere un colpo anche quando fuori c'erano -33°.
In Francia, sempre per la storia "niente macchine, niente rumori" stavamo sui Mont d'Or ed il nome già evoca una natura bellissima che diventava tutta d'oro in autunno. Da lì mi sembrava di dominare il mondo: a destra il Massiccio Centrale, a sinistra le Alpi. Spessissimo mi incantavo a guardare le nubi passare. Casa per sognatori. La solfa "niente traffico ecc" ma anche i prezzi da pazzi e la vicinanza della scuola francese ci hanno portato, a Roma, a vivere 20 km e più lontani dal centro: e con l'organizzazione romana andare a visitare una mostra in centro o un museo diventava un viaggio pieno di incognite. Esperienza peggiore. E ora, qui, sono per l'ennesima volta circondata da alberi, scoiattoli ed uccellini. Ma almeno c'è il tram
E se vuoi trasferirti a Roma, ti vendo volentieri casa mia

antonia | 04/04/2013 ore 18:21:20

 

per un periodo della mia vita professionale ho fatto stime di case... e questa sensazione di entrare nelle vite degli altri, entrando nelle loro case, l'ho avuta tante volte e mi sono sempre detta che se avessi saputo scrivere ci sarebbero venuti fuori un mare di racconti...

Fiorella | 04/04/2013 ore 09:12:32 | @

 

@Gippe Ormai la salvezza è in cassaforte, dobbiamo puntare all' Europa.
@Roberto Per il momento non vendo casa, ma pur di averti come mio ospite, farò finta di farlo. Prezzo trattabile!

Lello | 03/04/2013 ore 22:14:09

 

Oh Lello adesso che siamo quasi salvi ti metti a disquisire con provocatori al ribasso ?

Meglio comprare e affittare case, e mai a Milano, dalle parti delle olgettine.

Semmai in provenza, quasi quasi vendo il rdc di una bella casa provenzale, ma solo a siciliani antiberlusconiani.

Bien à vous

gippe | 03/04/2013 ore 22:07:55

 

Caro Alessandro, ti ringrazio per l'offerta. La casa la realizzerà, chissà quando, un mio caro amico, tuo omonimo.
Quanto a Siracusa: magari. Ma sarò lì l'11 maggio, e magari sarà l'occasione per conoscersi.
Devo scrivere qualcosa sul rapporto fra architetto e committente...

roberto alajmo | 03/04/2013 ore 20:57:43

 

lillo l' unico dubbio che mi assale è come fanno gli italiani a votare Berlusconi.
Passo e chiudo.

Lello | 03/04/2013 ore 20:42:06

 

Caro Alajmo, da architetto, meridionale, trentenne e precario della ricerca – in pratica un fallito – mi candido per progettare l’interno della sua nuova casa.
Se non dovesse trovare niente di buono a Palermo venga qui a Siracusa, i prezzi sono più contenuti, e io risparmierei i soldi della benzina.

«Questo e non altro è, nella sua ragione più profonda, la casa: una proiezione dell’io; e l’arredamento non è che una forma indiretta del culto dell’io».
Mario Praz

Alessandro M | 03/04/2013 ore 20:07:18 | @

 

ma il dubbio che votare pd o grillo sia stata una stupidaggine non ti assale mai?
con questo non voglio dire, naturalmente, che potevi votare pdl, ma magari sel o ingroia o pannella o chiunque altro, adesso lo avrebbe fatto, un governo, non credi?

lillo | 03/04/2013 ore 17:31:06 | @

 

Cicciolina e Rosi Bindi non sono poi tanto peggio della Gelmini e della Minetti. Ti do ragione sul fatto che Silvio tuo vince solo perché gli altri si autodistruggono. In realtà non la considero una vittoria, ma una squallida sconfitta per l' Italia.

Lello | 03/04/2013 ore 14:42:40

 

arriverà.
ohh se arriverà!
mica solo per meriti suoi personali: ce la stanno mettendo tutta anche gli avversari!
p.s. mi piace pensare a quanti benpensanti in questo paese inneggiano alla purezza ed alla castità: dà proprio l'idea dell'onestà intellettuale, sapere quanti casti e puri ci sono in italia, alla ricerca di una degna rappresentanza di se stessi.
magari dimenticano di aver voluto cicciolina al parlamento, in epoche non sospette, tuttavia adesso vorrebbero solo la verginità modello rosi bindi al governo del bel paese.
come dire: tutte le opinioni sono rispettabili.
io preferisco silviuccio mio.

lillo | 03/04/2013 ore 11:58:58 | @

 

lillo speriamo bene, non siamo mai stati governati da Silviuccio tuo e certamente l' Italia diventerà un paese ricco e rispettato dal mondo intero.
Ci vuole un uomo come lui, integro, onesto, di sani principi cattolici,circondato da ministri integerrimi e da donne caste e pure. Lo aspettiamo con ansia.

Lello | 02/04/2013 ore 22:57:52

 

non è finita. prima di mandare completamente in malora il paese, il m5s farà una figuraccia tale da regalare almeno il 5% dei voti a silviuccio. il pd ha già dato, ma so che si sforzerà di fare comunque altri regali. mercì.

lillo | 02/04/2013 ore 16:35:20 | @

 

@Csilla
Io saggio? Grazie, ma mi sentirei a...disagio!

Lello | 02/04/2013 ore 11:56:19

 

@Lello.....beh, come scrivi stasera ti nomineranno 'loro'! :)

Cs. | 01/04/2013 ore 20:56:35

 

Non lo davvero. A questo punto però mi nomino insindacabilmente saggio pure gliò ( come dicono a Capaci ).

Lello | 01/04/2013 ore 19:14:22

 

@Lello, un altro saggio. Ho vinto?

Csilla | 01/04/2013 ore 16:56:48

 

Domanda da 1 milione di euro: chi ha stabilito che i 10 siano " saggi "?

Lello | 01/04/2013 ore 16:44:08

 

penultimora: ma infatti non se ne può più con questa sobrietà e responsabilità!qui stiamo finendo peggio di quando Moretti invocava di sentire qualcosa di sinistra...Ma possibile che in Italia non ci sia una via di mezzo tra responsabili senza palle e "politicamente machi" assolutamente inaffidabili?

rosita | 01/04/2013 ore 15:52:41

 

visualizza commenti: 15 | 50 | 100 | 200


Archivio Messaggi 

:: Anno 2018 ::
Dicembre  Novembre  Ottobre  Settembre  Agosto  Luglio  Giugno  Maggio  Aprile  Marzo  Febbraio  Gennaio 
:: Anno 2017 ::
Dicembre  Novembre  Ottobre  Settembre  Agosto  Luglio  Giugno  Maggio  Aprile  Marzo  Febbraio  Gennaio 
:: Anno 2016 ::
Dicembre  Novembre  Ottobre  Settembre  Agosto  Luglio  Giugno  Maggio  Aprile  Marzo  Febbraio  Gennaio 
:: Anno 2015 ::
Dicembre  Novembre  Ottobre  Settembre  Agosto  Luglio  Giugno  Maggio  Aprile  Marzo  Febbraio  Gennaio 
:: Anno 2014 ::
Dicembre  Novembre  Ottobre  Settembre  Agosto  Luglio  Giugno  Maggio  Aprile  Marzo  Febbraio  Gennaio 
:: Anno 2013 ::
Dicembre  Novembre  Ottobre  Settembre  Agosto  Luglio  Giugno  Maggio  Aprile  Marzo  Febbraio  Gennaio 
:: Anno 2012 ::
Dicembre  Novembre  Ottobre  Settembre  Agosto  Luglio  Giugno  Maggio  Aprile  Marzo  Febbraio  Gennaio 
:: Anno 2011 ::
Dicembre  Novembre  Ottobre  Settembre  Agosto  Luglio  Giugno  Maggio  Aprile  Marzo  Febbraio  Gennaio 
:: Anno 2010 ::
Dicembre  Novembre  Ottobre  Settembre  Agosto  Luglio  Giugno  Maggio  Aprile  Marzo  Febbraio  Gennaio 
:: Anno 2009 ::
Dicembre  Novembre  Ottobre  Settembre  Agosto  Luglio  Giugno  Maggio  Aprile  Marzo  Febbraio  Gennaio 
:: Anno 2008 ::
Dicembre  Novembre  Ottobre  Settembre  Agosto  Luglio  Giugno  Maggio  Aprile  Marzo  Febbraio  Gennaio 
:: Anno 2007 ::
Dicembre  Novembre  Ottobre  Settembre  Agosto  Luglio  Giugno  Maggio  Aprile  Marzo  Febbraio  Gennaio 
:: Anno 2006 ::
Dicembre  Novembre  Ottobre  Settembre  Agosto  Luglio  Giugno  Maggio  Aprile  Marzo  Febbraio  Gennaio 
:: Anno 2005 ::
Dicembre  Novembre  Ottobre  Settembre  Agosto  Luglio  Giugno  Maggio  Aprile  Marzo  Febbraio  Gennaio 

^ TORNA SU | TORNA INDIETRO | TORNA ALL'HOME


Inserisci messaggio


nome 
email 
messaggio 
antispam 
  digitare la seguente parola



^ TORNA SU | TORNA INDIETRO | TORNA ALL'HOME