Questo sito utilizza cookie personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito.
Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta l'Informativa sui cookie.
Chiudendo questa notifica o interagendo con questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie.


OK  INFORMATIVA  



Vai ai COMMENTI...

Ultimi commenti

Mi fa piacere che tu lo abbia notato: certe...
.:Roberto Alajmo | @:.
.:18/10/2017 | 16:42:27:.

Interessante il punto di vista sulla turpe...
.:yorick:.
.:18/10/2017 | 08:39:56:.

"Il preambolo dell'odiatore" è una espressione...
.:Roberto Alajmo | @:.
.:09/10/2017 | 10:15:06:.

Triste quando sono persone a cui saresti...
.:yorick | @:.
.:08/10/2017 | 17:39:16:.

"Odio ergo sum"...
.:Roberto Alajmo | @:.
.:08/10/2017 | 09:28:15:.

Vai ai COMMENTI...



Menu riservato:

il forum di Roberto Alajmo, scrittore





I GENEROSI PERDENTI

Mariotto Segni, Corrado Passera, Alfio Marchini, Gianfranco Fini, Stefano Parisi.
Tutte queste persone (e almeno un altro mi viene in mente che si cimenterà alle prossime elezioni siciliane) hanno qualcosa in comune: il generoso fallimento. Periodicamente qualcuno, in Italia, immagina che dal nulla si sia creata una borghesia conservatrice dotata di un minimo di senso dello Stato. Sulla base di questa convinzione crea un partito, si presenta alle elezioni: e perde. Miseramente perde. Sanguinosamente perde.
Tutti questi Generosi Perdenti sono l'equivalente - in tempi moderni, per fortuna meno efferati - di Carlo Pisacane. Pisacane, coi suoi trecento giovani e forti, immaginava di essere accolto dai contadini del meridione con ghirlande di fiori, e quelli invece arrivarono coi forconi.
Allo stesso modo gli elettori accolgono ogni volta le proposte civili, onestamente conservatrici del Generoso Perdente di turno: senza forconi, ma con la peggiore delle risposte che si possano dare in politica: l'indifferenza.
Una classe contadina consapevole non esisteva nel meridione pre-unitario, così come non esiste oggi una borghesia in Italia che non sia biecamente dedita solo al proprio tornaconto.
(Prendere nota, per favore, e ne riparliamo dopo le elezioni).

Condividi su:Condividi su: 
 Facebook  Twitter  Myspace  Google  Delicious  Digg  Linkedin  Reddit
Ok Notizie  Blinklist  Zic Zac  Technorati  Live  Yahoo  Segnalo  Up News

Roberto Alajmo | 22/09/2017

Letto [1154] volte | permaLINK | PENULTIM'ORA  



  << LO SO, SONO DIVENTATO UN VECCHIO INTOLLERANTE

REMIX: LA NOIA NON SBAGLIA MAI >>