Questo sito utilizza cookie personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito.
Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta l'Informativa sui cookie.
Chiudendo questa notifica o interagendo con questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie.


OK  INFORMATIVA  



Vai ai COMMENTI...

Ultimi commenti

Bella descrizione, Antonia. Secondo me vale...
.:Roberto Alajmo | @:.
.:10/07/2017 | 16:49:31:.

Vite parallele
Ieri si è allagata la...

.:antonia:.
.:06/07/2017 | 09:32:59:.

Mi mordo la lingua, caro Salvatore......
.:Roberto Alajmo :.
.:30/06/2017 | 11:42:13:.

L'equivoco di fondo è: ma la Rai deve essere...
.:Salvatore Cusimano | @:.
.:29/06/2017 | 11:46:37:.

Ciao Gippe. Mi farà piacere vederti....
.:Roberto Alajmo | @:.
.:09/06/2017 | 22:37:34:.

Vai ai COMMENTI...



Menu riservato:

il forum di Roberto Alajmo, scrittore





REMIX: FRONTE ANTI CAZZATE

(Dice che la storia si ripete. E la cronaca, allora? questo l'ho scritto dieci anni fa, e lo potrei ripubblicare mediamente ogni tre mesi).
Per dire: se un tizio scrive sul muro una cazzata, non c'è bisogno di metterlo in prima pagina. In considerazione anche del fatto che il gesto in sé non costa niente: per scarabocchiare la sua cazzata, il tizio è tenuto a possedere solo una bomboletta di vernice e una dose di pirlaggine sufficiente.
È un gesto gratuito nel senso più vero, che diventa pericoloso solo quando finisce come titolo di spalla nel telegiornale della sera. Perché il pirla si riconoscerà e scoprirà come è bello (e come è gratuito) conquistarsi cinque minuti di gloria televisiva.
Vedendo com'è facile, tutti gli scemi del Paese proveranno contemporaneamente l'impulso di comprare una bomboletta di vernice (la pirlaggine ce l'avevano già) e usarla su un muro qualsiasi per poi correre davanti al teleschermo a vedere l'ondata di indignazione che la propria opera suscita nell'intera nazione.
Può essere definito Effetto Jannacci, dal nome del suo scopritore: il fascino di commettere una scemenza "e vedere di nascosto l'effetto che fa".
Per questo sono in tanti a dire "vengo anch'io", quando una notizia del genere finisce in televisione. Almeno su questo, così come successe ai tempi dei comunicati delle Brigate Rosse, bisognerebbe concordare il silenzio stampa: da oggi in poi, le cazzate non fanno notizia.
Non è nemmeno censura: è constatazione di irrilevanza. Bisognerebbe andarci cauti, prima di mettere in onda le opinioni di chiunque. Per non dare l'impressione che il gesto di un cretino - qualsiasi gesto, di qualsiasi cretino - possa incidere sulla realtà.

Condividi su:Condividi su: 
 Facebook  Twitter  Myspace  Google  Delicious  Digg  Linkedin  Reddit
Ok Notizie  Blinklist  Zic Zac  Technorati  Live  Yahoo  Segnalo  Up News

Roberto Alajmo | 10/07/2017

Letto [5531] volte | permaLINK | PENULTIM'ORA  



  << REMIX: PARCHEGGIO A ORE

E VEDERE DI NASCOSTO L'EFFETTO CHE FA >>