Questo sito utilizza cookie personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito.
Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta l'Informativa sui cookie.
Chiudendo questa notifica o interagendo con questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie.


OK  INFORMATIVA  



Vai ai COMMENTI...

Ultimi commenti

Mi fa piacere che tu lo abbia notato: certe...
.:Roberto Alajmo | @:.
.:18/10/2017 | 16:42:27:.

Interessante il punto di vista sulla turpe...
.:yorick:.
.:18/10/2017 | 08:39:56:.

"Il preambolo dell'odiatore" è una espressione...
.:Roberto Alajmo | @:.
.:09/10/2017 | 10:15:06:.

Triste quando sono persone a cui saresti...
.:yorick | @:.
.:08/10/2017 | 17:39:16:.

"Odio ergo sum"...
.:Roberto Alajmo | @:.
.:08/10/2017 | 09:28:15:.

Vai ai COMMENTI...



Menu riservato:

il forum di Roberto Alajmo, scrittore



REPERTORIO DEI PAZZI DELLA CITTA' DI PALERMO


REMIX: MAGARI IL MOTIVO DEL DISASTRO E’ PROPRIO QUESTO

Quando si discute dell’attualità dell’insegnamento di Don Milani bisognerebbe essere molto prudenti.
Ferma restando l’importanza di una figura del genere, bisogna saperla storicizzare inquadrandola nel contesto del suo tempo.
Fra i suoi insegnamenti ce n’è uno: il padrone è padrone perché conosce più parole di te. Perché ha studiato.
Sono passati cinquant’anni e questa, che a suo tempo era un’insindacabile constatazione, si è trasformata nel suo paradossale opposto.
Nell’Italia di oggi la sensazione è che a non possedere nessuna cultura sono proprio i padroni.
E chi la cultura ce l’avrebbe, invece, arranca in retrovia.

Condividi su:Condividi su: 
 Facebook  Twitter  Myspace  Google  Delicious  Digg  Linkedin  Reddit
Ok Notizie  Blinklist  Zic Zac  Technorati  Live  Yahoo  Segnalo  Up News

Roberto Alajmo | 31/03/2017

Letto [2563] volte | permaLINK | PENULTIM'ORA  



  << POLETTI HA RAGIONE, QUINDI HA TORTO

LE BRUTTE STORIE SONO BELLISSIME >>