Questo sito utilizza cookie personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito.
Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta l'Informativa sui cookie.
Chiudendo questa notifica o interagendo con questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie.


OK  INFORMATIVA  



Vai ai COMMENTI...

Ultimi commenti

Non v'e' colore più bello della morbidezza...
.:Rosi Lesto | @:.
.:30/03/2020 | 11:58:10:.

Un ponte è un tentativo di mettere insieme...
.:Rosi | @:.
.:06/03/2020 | 10:11:21:.

Cos'era la Rinascenza?
La capacità di...

.:Rosi | @:.
.:17/01/2020 | 23:56:09:.

Ricordo grandine sui basolati perlacei: brillava...
.:Rosi | @:.
.:10/12/2019 | 04:27:27:.

Infatti Rosi: qui non si chiedono pene esemplari....
.:roberto | @:.
.:06/11/2019 | 10:00:54:.

Vai ai COMMENTI...



Menu riservato:

il forum di Roberto Alajmo, scrittore





PENSIERO CHE NON VORREI AVERE

Bella senz'altro la favola del Parma che batte la Juventus.
La squadra ultima in classifica che batte la prima, il povero fallito che sconfigge il ricco di successo.
L'archetipo di Davide contro Golia declinato nell'epica calcistica.
In leggera differita poi arriva un pensiero tossico, che parte dalle ottime quote garantite agli scommettitori, e arriva alla conclusione che ormai a fine campionato queste partite contano fino a un certo punto. E tradizionalmente sono quelle che vengono vendute.
Nessuno ne ha scritto, ma il pensiero corre subito lì.
Probabilmente non c'è nessun vero fondamento. Ma fra gli effetti collaterali di questi anni di palta c'è anche questo: pensare male è ormai un riflesso condizionato.
Qualcuno dovrebbe risarcire questa impossibilità di credere alle favole senza retropensieri.

Condividi su:Condividi su: 
 Facebook  Twitter  Myspace  Google  Delicious  Digg  Linkedin  Reddit
Ok Notizie  Blinklist  Zic Zac  Technorati  Live  Yahoo  Segnalo  Up News

Roberto Alajmo | 15/04/2015

Letto [2420] volte | permaLINK | PENULTIM'ORA  



  << PIUTTOSTO: CERCHI DI USCIRNE VIVO

PAGODE FOREVER >>