Questo sito utilizza cookie personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito.
Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta l'Informativa sui cookie.
Chiudendo questa notifica o interagendo con questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie.


OK  INFORMATIVA  



Vai ai COMMENTI...

Ultimi commenti

..ci conto. Manuela...
.:Manuela | @:.
.:14/09/2018 | 23:08:28:.

Grazie dell'istinto, Manuela. Ogni tanto...
.:Roberto Alajmo | @:.
.:09/09/2018 | 19:39:58:.

Non ti conoscevo. Ora si. Ti ho letto per...
.:Manuela | @:.
.:08/09/2018 | 22:51:20:.

Certo che sì, Paola. Il mio posto non vuole...
.:Roberto Alajmo | @:.
.:08/07/2018 | 07:18:48:.

Vabbè, ma una maglietta rossa, in silenzio,...
.:Paola:.
.:07/07/2018 | 13:06:09:.

Vai ai COMMENTI...



Menu riservato:

il forum di Roberto Alajmo, scrittore





INOLTRE QUEL GIORNO IL CIELO DI PARIGI ERA PIENO DI SCIE CHIMICHE

Spunta un video dell'irruzione all'Iper Kosher di Parigi. La tesi del sito è che i poliziotti non hanno provato ad arrestarlo, ma lo hanno ucciso apposta perché i morti non rivelano i complotti di cui fanno parte.
Nel video si vede il terrorista che corre verso gli agenti con le mani giunte sul davanti.
I commentatori non si convincono di quelle mani giunte, e nel giro di una decina di commenti la sentenza è unanime e definitiva: era già ammanettato. Correva verso gli agenti con le manette ai polsi.
Poi uno azzarda l'impossibile: ...a meno che non avesse una pistola in pugno.
E fra la delusione generale, il dibattito si spegne, senza nemmeno un ah, be'- sì be'.
Il danno prodotto dai complottisti militanti su facebook consiste nella narcotizzazione dell'opinione pubblica. Quando poi ci troveremo davanti a un complotto vero - ce ne sono, e non pochi - lo sprezzeremo con una risata.

Condividi su:Condividi su: 
 Facebook  Twitter  Myspace  Google  Delicious  Digg  Linkedin  Reddit
Ok Notizie  Blinklist  Zic Zac  Technorati  Live  Yahoo  Segnalo  Up News

Roberto Alajmo | 15/01/2015

Letto [2458] volte | permaLINK | PENULTIM'ORA  



  << CARTA NEL CAMINO

MA VABBE' >>