Questo sito utilizza cookie personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito.
Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta l'Informativa sui cookie.
Chiudendo questa notifica o interagendo con questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie.


OK  INFORMATIVA  



Vai ai COMMENTI...

Ultimi commenti

Grazie a te, grazie a Sandro Veronesi e grazie...
.:Roberto Alajmo | @:.
.:21/11/2018 | 11:39:01:.

Contenta che Milano ti abbia accolto con...
.:Manuela | @:.
.:18/11/2018 | 23:16:42:.

Grazie, Fernando. Ne approfitto per segnalare...
.:Roberto Alajmo | @:.
.:28/10/2018 | 18:35:46:.

Ciao Roberto,
primo di tutto dirti che...

.:Fernando | @:.
.:27/10/2018 | 14:29:59:.

..ci conto. Manuela...
.:Manuela | @:.
.:14/09/2018 | 23:08:28:.

Vai ai COMMENTI...



Menu riservato:

il forum di Roberto Alajmo, scrittore





Here, there and everywhere

Sentirsi incompleta, esiliata. Capisco cosa voglia dire lasciare un pezzetto di s in ogni luogo in cui si vissuto.
Per tanti anni per me "home" stata la casa della nonna, con i canti intorno allo zio che suonava il pianoforte, la preparazione dei ravioli, il profumo che saliva dalla pasticceria al piano di sotto, il profumo delle petunie sul balcone, le foto dei bisnonni alle pareti. Era un sogno.
Adesso, "home" dov'? Here, there and everywhere

Antonia


Condividi su:Condividi su: 
 Facebook  Twitter  Myspace  Google  Delicious  Digg  Linkedin  Reddit
Ok Notizie  Blinklist  Zic Zac  Technorati  Live  Yahoo  Segnalo  Up News

Daniela Vaccaro | 14/08/2013

Letto [3460] volte | permaLINK | CHI LEGGE, CHI SCRIVE  



  << La chiave che non apre alcuna porta

La banalit del male >>