Questo sito utilizza cookie personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito.
Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta l'Informativa sui cookie.
Chiudendo questa notifica o interagendo con questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie.


OK  INFORMATIVA  



Vai ai COMMENTI...

Ultimi commenti

Ciao Lillo. Approfitto della risposta che...
.:Roberto Alajmo | @:.
.:21/05/2019 | 08:22:25:.

magari qualche burocrate zelante sarà intervenuto...
.:lillo | @:.
.:20/05/2019 | 18:05:10:.

Vorrei entrare a pensiero
da un'ala
in...

.:Rosi Lesto | @:.
.:20/04/2019 | 12:01:19:.

E' il tempo dei chiodi
infissi
e...

.:Rosi Lesto | @:.
.:18/04/2019 | 23:42:33:.

"La tela di Penelope"
ovvero:
Una...

.:agostella | @:.
.:16/04/2019 | 14:13:16:.

Vai ai COMMENTI...



Menu riservato:

il forum di Roberto Alajmo, scrittore





JOVANOTTI NON C'ENTRA, MA SAREBBE MEGLIO SE C'ENTRASSE

Non è ora il caso di colpevolizzare Jovanotti per la morte di un operaio giovane e sottopagato rimasto sotto le macerie del suo palco, a Trieste.
Ma forse la fine di questo mischinazzo, che si chiamava Francesco Pinna e aveva vent’anni, può servire a scoperchiare una pentola e aprire un nuovo fronte di consumo critico.
Nel senso: se io, persona civile, vado al concerto di un musicista che amo, mi piacerebbe sapere che l’evento produce meno inquinamento possibile. E non parlo di emissioni di CO2. Parlo di inquinamento sociale.
Mi piacerebbe che il mio idolo musicale si facesse garante anche delle imprese che lavorano nell’indotto dei suoi concerti.
Per sessanta euro, quanto mediamente costa il biglietto di un concerto rock, posso pretendere che anche l’ultimo degli operai sia messo in regola.
E magari pagato un po’ più di cinque euro l’ora.

Condividi su:Condividi su: 
 Facebook  Twitter  Myspace  Google  Delicious  Digg  Linkedin  Reddit
Ok Notizie  Blinklist  Zic Zac  Technorati  Live  Yahoo  Segnalo  Up News

Roberto Alajmo | 13/12/2011

Letto [2252] volte | permaLINK | PENULTIM'ORA  



  << LA MASCHERA DI WOODY

PRIMA RIVOLTARSI, POI LAMENTARSI >>