Questo sito utilizza cookie personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito.
Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta l'Informativa sui cookie.
Chiudendo questa notifica o interagendo con questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie.


OK  INFORMATIVA  



Vai ai COMMENTI...

Ultimi commenti

Infatti Rosi: qui non si chiedono pene esemplari....
.:roberto | @:.
.:06/11/2019 | 10:00:54:.

Non conosco l'uomo meraviglioso in gravi...
.:rosi | @:.
.:06/11/2019 | 09:10:23:.

intanto le elezioni si avvicinano, i toni...
.:lillo | @:.
.:24/05/2019 | 09:04:35:.

Ciao Lillo. Approfitto della risposta che...
.:Roberto Alajmo | @:.
.:21/05/2019 | 08:22:25:.

magari qualche burocrate zelante sarà intervenuto...
.:lillo | @:.
.:20/05/2019 | 18:05:10:.

Vai ai COMMENTI...



Menu riservato:

il forum di Roberto Alajmo, scrittore



Cuore di madre


VIENI FUORI, GIOVANNI

Fino a poco tempo fa ero convinto che le visite di condoglianze a casa, a bara ancora aperta, avessero qualcosa di addirittura morboso. Si va lì e si guarda il morto. Si controlla. Si commenta, addirittura: sembra che dorma, è sempre bello, è irriconoscibile.
La morte di Giovanni, le circostanze in cui è avvenuta, senza la possibilità di un commiato né da vivo né da morto, mi hanno spiazzato e convinto che avevo torto. Inconsciamente noi sentiamo il bisogno di verificare coi nostri occhi. Quasi come se non ci fidassimo della parola dei parenti.
Mi manca il fatto di non averlo salutato e dichiaro qui di non essere ancora rassegnato a non cercare più di contrastare, sul campo da tennis, i suoi serve and volley così irritanti per chi li doveva subire.
Non sono rassegnato a non vedere più le partite di calcio in tv al suo fianco, commentando solo quando c'era veramente qualcosa da commentare, come è giusto che sia.
Non sono rassegnato a non mangiare più le pizze che preparava in casa, personalmente, unico pizzaiolo al mondo che anziché canzoni napoletane canticchiava Lohengrin.
Non mi sento pronto ad accettare il fatto che Giovanni non ci sia più.
Credo che nei prossimi mesi andrò spesso a trovare Maria Grazia e Ruggero. Il pretesto sarà di portare loro conforto. Ma in realtà ogni volta aspetterò che si distraggano per mettermi a cercare ovunque in casa loro, nella assurda convinzione che Giovanni si sia nascosto da qualche parte.
E bisognerà che ti nascondi bene, amico mio, perché prima o poi riuscirò a trovarti.

Condividi su:Condividi su: 
 Facebook  Twitter  Myspace  Google  Delicious  Digg  Linkedin  Reddit
Ok Notizie  Blinklist  Zic Zac  Technorati  Live  Yahoo  Segnalo  Up News

Roberto Alajmo | 29/03/2019

Letto [4503] volte | permaLINK | PENULTIM'ORA  



  << LABBRA CHE BACIANO, LABBRA CHE MORDONO

FENOMENOLOGIA DELLA VERGOGNA PER CONTO TERZI >>