Questo sito utilizza cookie personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito.
Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta l'Informativa sui cookie.
Chiudendo questa notifica o interagendo con questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie.


OK  INFORMATIVA  



Vai ai COMMENTI...

Ultimi commenti

Certo che sì, Paola. Il mio posto non vuole...
.:Roberto Alajmo | @:.
.:08/07/2018 | 07:18:48:.

Vabbè, ma una maglietta rossa, in silenzio,...
.:Paola:.
.:07/07/2018 | 13:06:09:.

Ti ringrazio molto. Ecco il link:
...

.:Roberto Alajmo | @:.
.:21/06/2018 | 13:01:31:.

Buongiorno, io sono di Trieste, dall'altra...
.:Massimiliano | @:.
.:21/06/2018 | 09:41:04:.

Ti ringrazio, Antonino.
...

.:Roberto Alajmo | @:.
.:02/06/2018 | 00:02:23:.

Vai ai COMMENTI...



Menu riservato:

il forum di Roberto Alajmo, scrittore





LE REMORE DEL CHISSENEFREGA

...La storia in questione è una riserva di carburante che non vorrei bruciare, ma so di dover adoperare, prima o poi. Anche perché mi rendo conto che scriverla sarebbe una liberazione. Se anche poi morissi, da un punto di vista letterario, conviene sempre barattare il tormento con un minimo di serenità. Mi aspetterebbe una vecchiaia sterile e pacificata. Non sarebbe magnifico?
Nel mio foro interno mi sono sempre detto che prima o poi l’avrei scritta, questa storia. Però aggiungendo sempre: ma non adesso. Ogni scusa è stata buona, non è mai stato il momento.
Le cose cambiano, però. Se non altro, il tempo si accorcia.
Non so se tutta la premessa precedente, questa specie di auto-prefazione, troverà posto nella versione definitiva del libro. Forse è stato solo un ombrello aperto senza che piova, un’agnostica invocazione alla musa che tanto vale saltare. Bisogna entrare subito nel vivo, insegnano i manuali di scrittura creativa. Catturare immediatamente l’attenzione del lettore e vincolarlo a proseguire. Convincerlo a lasciare le remore del chissenefrega per affrontare il mare aperto di un romanzo che non lo riguarda, che riguarda anzi qualcun altro...

Condividi su:Condividi su: 
 Facebook  Twitter  Myspace  Google  Delicious  Digg  Linkedin  Reddit
Ok Notizie  Blinklist  Zic Zac  Technorati  Live  Yahoo  Segnalo  Up News

Roberto Alajmo | 04/04/2018

Letto [1866] volte | permaLINK | PENULTIM'ORA  



  << ADESSO A ME LE UOVA CHI ME LE FA?

LE TRAGEDIE SUCCEDONO >>