Questo sito utilizza cookie personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito.
Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta l'Informativa sui cookie.
Chiudendo questa notifica o interagendo con questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie.


OK  INFORMATIVA  



Vai ai COMMENTI...

Ultimi commenti

...come l'errore che volutamente i grandi...
.:Roberto Alajmo | @:.
.:14/11/2017 | 08:38:47:.

I E io che pensavo che fosse per non suscitare...
.:Paola:.
.:13/11/2017 | 09:21:01:.

Be', anche cercare un indirizzo a Venezia...
.:Roberto Alajmo | @:.
.:06/11/2017 | 08:14:44:.

Il Costa Rica, paese in pieno sviluppo, non...
.:antonia:.
.:05/11/2017 | 15:52:37:.

Purché non valga come attenuante....
.:Roberto Alajmo | @:.
.:04/11/2017 | 09:58:47:.

Vai ai COMMENTI...



Menu riservato:

il forum di Roberto Alajmo, scrittore





WIKI CHI?

E' passata una decina di anni da quando lo scandalo Wikileaks ha riempito le cronache dl tutto il mondo. I giornali e i siti d'informazione hanno pubblicato nel giro di qualche settimana una raffica di notizie una più scandalosa dell'altra. Da allora Julian Assange è stato descritto di volta in volta come un supereroe, un traditore, un incosciente o un paranoico.
Ora se mi chiedessero esattamente in cosa consista, qual è il reale contenuto dello scandalo Wikileaks me la caverei citando in maniera vaga lo spionaggio di Stato e qualche grave passaggio di cinismo bellico da parte degli americani.
Niente di specifico, niente di approfondito.
Eppure non credo di essere tanto distratto e disinformato. Credo piuttosto che il più grande scandalo di tutti i tempi a livello globale sia rimasto schiacciato dalla sua stessa portata.
Talmente tante erano le notizie che nessuno si è mai veramente occupato di approfondirle.
Ecco forse il problema con l'informazione ai tempi di internet. Ci sono talmente tante notizie che alla fine si viene presi da una specie di Effetto Ipermercato, quando c'è talmente tanta roba sugli scaffali che si viene presi da una specie di malinconia del desiderio, e passa la voglia di comprare qualsiasi cosa, che ci serva o no.
Wikileaks, e in fondo lo stesso Assange, somigliano a quelle rockstar che muoiono in una stanza d'albergo, soffocate dal loro stesso vomito.

Condividi su:Condividi su: 
 Facebook  Twitter  Myspace  Google  Delicious  Digg  Linkedin  Reddit
Ok Notizie  Blinklist  Zic Zac  Technorati  Live  Yahoo  Segnalo  Up News

Roberto Alajmo | 28/10/2017

Letto [810] volte | permaLINK | PENULTIM'ORA  



  << E QUESTO E' IL PROBLEMA

COME LE REGIONALI 17 C'ENTRANO COI MONDIALI DEL 90 >>