Questo sito utilizza cookie personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito.
Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta l'Informativa sui cookie.
Chiudendo questa notifica o interagendo con questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie.


OK  INFORMATIVA  



Vai ai COMMENTI...

Ultimi commenti

Ciao Gippe. Mi farą piacere vederti....
.:Roberto Alajmo | @:.
.:09/06/2017 | 22:37:34:.

Ciao Roberto,

Ho visto che la prossima...

.:gippe | @:.
.:09/06/2017 | 10:14:19:.

Questo dico: in Italia a ribellarsi contro...
.:Roberto Alajmo | @:.
.:07/06/2017 | 11:55:19:.

Per evitare che Antigone possa essere considerata...
.:Maria D'Asaro | @:.
.:06/06/2017 | 19:43:26:.

Grazie Maria. Ogni tanto dubito che ci sia...
.:RA:.
.:17/05/2017 | 12:06:03:.

Vai ai COMMENTI...



Menu riservato:

il forum di Roberto Alajmo, scrittore



LE CENERI DI PIRANDELLO


L'EVOLUZIONE DELLA MUMMIA

Pochi mestieri possono risultare malinconici come la finta statua. La finta mummia, in particolare. Della quale sempre ci si chiede se lo sfortunato figurante sia uscito da casa gią vestito da mummia o se abbia trovato un bar misericordioso nei paraggi che gli ha messo a disposizione il bagno per cambiarsi.
Ebbene, la foto qua sotto, scattata nel quartiere del Capo, a Palermo, rappresenta una evoluzione della specie. Non una finta statua, ma una finta finta statua. Non un uomo che finga di essere una statua, ma una statua che finge di essere un uomo che finge di essere una statua. E chiede un obolo, come si capisce dal barattolo salvadanaio che tiene sul ventre.
A Napoli staranno morendo d'invidia per non averci pensato loro.

Condividi su:Condividi su: 
 Facebook  Twitter  Myspace  Google  Delicious  Digg  Linkedin  Reddit
Ok Notizie  Blinklist  Zic Zac  Technorati  Live  Yahoo  Segnalo  Up News

Roberto Alajmo | 03/06/2017

Letto [993] volte | permaLINK | PENULTIM'ORA  



  << SCHADENFREUDE

CHE PER COMODITA' CHIAMIAMO CAOS >>