Questo sito utilizza cookie personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito.
Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta l'Informativa sui cookie.
Chiudendo questa notifica o interagendo con questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie.


OK  INFORMATIVA  



Vai ai COMMENTI...

Ultimi commenti

Grazie Barbara. Vengo poco su questo sito,...
.:Roberto Alajmo | @:.
.:25/08/2021 | 19:27:29:.

Č cosě:
“prima o poi ci si addormenta...

.:Barbara | @:.
.:22/08/2021 | 21:45:51:.

Immaginando fortemente
ho chiesto e...

.:Rosi | @:.
.:22/12/2020 | 11:27:18:.

La paura si inerpica tra di noi, sotto le...
.:Guglielmo | @:.
.:27/10/2020 | 12:20:26:.

Si', oggi il mondo č pieno di poeti che scrivono....
.:Rosi | @:.
.:27/09/2020 | 18:52:51:.

Vai ai COMMENTI...



Menu riservato:

il forum di Roberto Alajmo, scrittore





MI SI NOTA DI PIU' SE MI DIMETTO O...

Dopo Bertolaso, Cosentino.
Rischia di diventare un’abitudine: dimissioni, dimissioni rifiutate, caso archiviato, almeno da un punto di vista istituzionale.
La lettera di dimissioni č idealmente attaccata a un elastico, e torna indietro nel giro di poche ore, restituendo al dimissionario una verginitŕ politica che veramente sarebbe tutta da dimostrare.
Sarebbe piaciuto a Pirandello, questo gioco delle parti, magari concordato in anticipo. E anche all’Achille Campanile di “Tragedie in due battute”:
- Mi dimetto.
- No
- Va bene.
Certo, č un’evoluzione del sistema, rispetto all’epoca dei “non mi dimetto” a oltranza. Ma non č detto che sia un progresso passare dai culi di pietra ai culi di gomma.

Condividi su:Condividi su: 
 Facebook  Twitter  Myspace  Google  Delicious  Digg  Linkedin  Reddit
Ok Notizie  Blinklist  Zic Zac  Technorati  Live  Yahoo  Segnalo  Up News

Roberto Alajmo | 21/02/2010

Letto [2292] volte | permaLINK | PENULTIM'ORA  



  << PREMIO DI CONSOLAZIONE

NON TUTTI I MALI NON VENGONO PER NUOCERE >>