Questo sito utilizza cookie personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito.
Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta l'Informativa sui cookie.
Chiudendo questa notifica o interagendo con questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie.


OK  INFORMATIVA  



Vai ai COMMENTI...

Ultimi commenti

Ciao Gippe. Mi farà piacere vederti....
.:Roberto Alajmo | @:.
.:09/06/2017 | 22:37:34:.

Ciao Roberto,

Ho visto che la prossima...

.:gippe | @:.
.:09/06/2017 | 10:14:19:.

Questo dico: in Italia a ribellarsi contro...
.:Roberto Alajmo | @:.
.:07/06/2017 | 11:55:19:.

Per evitare che Antigone possa essere considerata...
.:Maria D'Asaro | @:.
.:06/06/2017 | 19:43:26:.

Grazie Maria. Ogni tanto dubito che ci sia...
.:RA:.
.:17/05/2017 | 12:06:03:.

Vai ai COMMENTI...



Menu riservato:

il forum di Roberto Alajmo, scrittore



LE CENERI DI PIRANDELLO


CHE PER COMODITA' CHIAMIAMO CAOS

Di ritorno da un viaggio in continente con l’automobile, porto notizie della Salerno-Reggio Calabria, che per anni è stata considerata la Grande Vergogna Nazionale. Ebbene, l’autostrada calabrese è perfetta, liscia, quasi del tutto priva di restringimenti o cantieri. Piuttosto, la Grande Vergogna ha registrato uno smottamento in direzione Sicilia, dove la Palermo Messina è tutta un pianto: cambi di carreggiata continui, corsie uniche, cantieri deserti con la vegetazione che ha avuto il tempo di prendersi rivincita, e manto stradale sconnesso anche dove sembra essere stato ripristinato da poco. E la Palermo Catania è messa anche peggio.
Qui una nota interessante viene dalle gallerie, che sono quasi tutte precedute da un cartello giallo con su scritto “Galleria non illuminata”. Il fatto è che queste gallerie, invece, sono illuminate. Tranne una, totalmente al buio, dove però il cartello non c’è. Nella maggior parte dei casi al massimo manca qualche lampadina, ma nel disastro contestuale l’illuminazione delle gallerie è una delle poche cose che sembrano almeno accettabili.
Se ne ricava che a causare certe disfunzioni siciliane non sono sempre e solo il male o la stupidità. Ma spesso, invece: quell’ordine imperscrutabile che per comodità ci viene da chiamare caos.

Condividi su:Condividi su: 
 Facebook  Twitter  Myspace  Google  Delicious  Digg  Linkedin  Reddit
Ok Notizie  Blinklist  Zic Zac  Technorati  Live  Yahoo  Segnalo  Up News

Roberto Alajmo | 06/06/2017

Letto [948] volte | permaLINK | PENULTIM'ORA  



  << L'EVOLUZIONE DELLA MUMMIA

PAURA DELLA PAURA >>