Vai ai COMMENTI...

Ultimi commenti

Penultim'ora: la differenza sta nel mugugno....
.:antonia:.
.:05/02/2016 | 12:23:54:.

Il disagio in un mondo in cui conta solo...
.:antonia:.
.:05/02/2016 | 12:16:11:.

Il "disagio", il "disagio"......
.:roberto alajmo:.
.:04/02/2016 | 16:09:34:.

Penultim'ora: io credo che ci sia stato uno...
.:Antonia:.
.:03/02/2016 | 17:52:16:.

Ammettere le proprie debolezze è una dote...
.:roberto alajmo:.
.:02/02/2016 | 08:00:52:.

Vai ai COMMENTI...



Menu riservato:

il forum di Roberto Alajmo, scrittore





REMIX: IL MODELLO ANDALUSO

L’ideale sarebbe organizzare dei soggiorni all’estero obbligatori per tutti i siciliani che aspirano a cariche pubbliche. Una specie di Erasmus della politica. Vuoi candidarti a consigliere comunale? Vai prima a vedere come funzionano le città nei paesi civili.
Qualcosa del genere venne organizzato a Barcellona alla fine degli anni settanta. L’Ordine degli Architetti selezionò una persona che sembrava particolarmente attrezzata, Pasqual Maragall; gli diede una borsa di studio e una missione: vai, osserva ciò che di meglio succede nel mondo, poi torna, e noi ti candidiamo a sindaco. Maragall partì per il suo viaggio di studio, tornò con una serie di proposte, venne eletto, e nel giro di pochi anni rivoltò interi quartieri malfamati, trasformando Barcellona nella città che è diventata a partire dal 1982.
Si dirà che Barcellona è una città ricca e moderna, con alle spalle una forte tradizione socialista; un modello forse inarrivabile. Allora accontentiamoci di meno: l’Andalusia rappresenta l’equivalente spagnolo di quel che per l’Italia è la Sicilia. Ecco: forse il viaggio di studio per tutti i siciliani di buona volontà andrebbe fatto lì. Siviglia, Cordoba, Granada. Città meridionali, tradizionalmente povere. Eppure i mezzi di trasporto pubblico sono efficientissimi, le strade sono pulite, anche nei quartieri più popolari non si rischia di essere scippati, il paesaggio delle zone interne risulta intatto. Che ha di diverso Siviglia, rispetto a Palermo? Cos’hanno di diverso gli andalusi, rispetto ai siciliani? Non vale nemmeno l’alibi dell’appartenenza politica: tutte le città andaluse sono state amministrate a lungo e ancora oggi da personalità di centro-destra, l’equivalente dei nostri democratici cristiani. Anche loro hanno subito la dominazione araba, spesso additata come origine dell'indolenza siciliana. E gli arabi sono rimasti in Andalusia molto più a lungo.
E allora?
Dobbiamo rassegnarci: l’organizzazione non è una prerogativa delle popolazioni settentrionali. Nell’estremo sud della Spagna le cose funzionano se non come in Svizzera, di sicuro meglio che in Sicilia.
L’altro alibi ricorrente è il caldo. Il tanto celebrato scirocco colpevole di stremare le anime e i corpi. Ebbene, in estate a Siviglia uscire da casa nel pomeriggio è una prova di coraggio. Eppure tutto funziona lo stesso, nessuno si azzarda a rallentare i propri ritmi sulla base delle temperature e delle stagioni. Ci si organizza, semplicemente.
Forse le persone di buona volontà avrebbero uno strumento a disposizione: anziché sfinirsi a mugugnare, potrebbero individuare un giovane Maragall siciliano, tassarsi e mandarlo a studiare all’estero.
Nel peggiore dei casi, se decidesse di non tornare, almeno lui si salverà.


Condividi su:Condividi su: 
 Facebook  Twitter  Myspace  Google  Delicious  Digg  Linkedin  Reddit
Ok Notizie  Blinklist  Zic Zac  Technorati  Live  Yahoo  Segnalo  Up News

Roberto Alajmo | 05/02/2016

Letto [321] volte | permaLINK | PENULTIM'ORA  




FACCIAMOCI DEL MALE

È una mia impressione, o gli italiani hanno cominciato a darsele di santa ragione?
C’era una volta la lite per futili motivi, quella che scoppiava tipicamente fra automobilisti, e qualche volta finiva a coltellate. La lite che scoppiava in difesa della roba e covava nel chiuso dell’abitacolo,...[leggi tutto]...


Roberto Alajmo | 03/02/2016

Letto [505] volte | permaLINK | PENULTIM'ORA  




REMIX: EGOCENTRISMO SCARAMANTICO

Forse è sempre successo, ma succede con sempre maggiore frequenza, quando muore qualcuno. Un amico, una persona pubblica. Le commemorazioni non è che non siano sincere, ma appaiono fuori fuoco. Il fuoco dovrebbe essere sul morto, no?
E invece sono quasi sempre i superstiti a spostare la messa...[leggi tutto]...


Roberto Alajmo | 01/02/2016

Letto [2013] volte | permaLINK | PENULTIM'ORA  




IO LI ODIO, I RITARDATARI

Appuntamento.
Nessuno.
Un quarto d'ora dopo, un messaggio.
"Sto arrivando".
E lì m'incazzo. Perché sto arrivando è un presente continuativo che significa solo:
"Stai lì e aspetta a tempo indeterminato".
Sto arrivando, senza una quantificazione di tempo,...[leggi tutto]...


Roberto Alajmo | 29/01/2016

Letto [909] volte | permaLINK | PENULTIM'ORA  




VERO?

Questa di coprire le statue dei musei per non offendere la sensibilità di un musulmano è troppo buffa.
Troppo.
Da quando c'è internet la circolazione delle sciocchezze ha assunto proporzioni incontrollabili.
Ma come fanno le persone a credere a certe cose?
Vi immaginate? Dopo...[leggi tutto]...


Roberto Alajmo | 27/01/2016

Letto [1119] volte | permaLINK | PENULTIM'ORA  




REMIX: EFFETTO GATTO SPIACCICATO

Basta un click su “leggi commenti”.
Se sei arrivato a leggere quelle due paroline significa che ti sei addentrato abbastanza, e adesso non puoi fare finta di niente.
Sai benissimo che ciò che hai letto nei titoli e magari nell’articolo, per quanto sordido sia, non è niente al confronto...[leggi tutto]...


Roberto Alajmo | 24/01/2016

Letto [814] volte | permaLINK | PENULTIM'ORA  




REMIX: SEMMAI PROVIAMO A SPOSTARE AIDONE

Francesco Merlo stigmatizza l’idea di collocare la Dea di Morgantina nel Museo di Aidone, dove molta meno gente riesce a vederla. Le cifre sono impietose, difatti: quando la statua era esposta al Getty Museum di Malibù i visitatori erano molto più numerosi.
Lo stesso discorso vale per L’auriga...[leggi tutto]...


Roberto Alajmo | 22/01/2016

Letto [3015] volte | permaLINK | PENULTIM'ORA  




MASSIMA SOLIDARIETÀ: SE SOLO SAPESSI PER CHI

La notizia è che una pizzeria di San Lorenzo, a Palermo, ha deciso di non pagare il pizzo. C'è stata una piccola insurrezione del proprietario e addirittura di alcuni clienti che hanno contribuito all'arresto dei due estortori.
Sui giornali, sui siti d'informazione e sulle televisioni locali si...[leggi tutto]...


Roberto Alajmo | 19/01/2016

Letto [1007] volte | permaLINK | PENULTIM'ORA  




REMIX: MITRIDATIZZAZIONE FORZATA

Succede che le sparate abnormi di alcuni esponenti leghisti riescano sempre ad arrivare alle prime pagine dei giornali, ma è come se ormai non incidessero più di tanto sull’opinione pubblica.
Probabilmente è effetto dell’assuefazione, con la conseguenza che le sparate per fare audience devono essere...[leggi tutto]...


Roberto Alajmo | 17/01/2016

Letto [2400] volte | permaLINK | PENULTIM'ORA  




REMIX: COSÌ SIAMO BUONI TUTTI

Il sottoscritto ha imparato a diffidare dei rilevamenti statistici istituzionali da quando nell’intera via dove abitava nessuno venne mai a ritirare i moduli compilati del censimento: e i risultati finali riportavano la popolazione nazionale fino alla singola unità.
Ora è istruttivo scoprire come...[leggi tutto]...


Roberto Alajmo | 14/01/2016

Letto [2199] volte | permaLINK | PENULTIM'ORA  



tutti gli articoli della sezione...