Vai ai COMMENTI...

Ultimi commenti

La foto è bellissima, auguriusa come si dice...
.:Daniela:.
.:24/10/2014 | 18:40:19:.

caffè pagato
...

.:roberto alajmo:.
.:17/10/2014 | 12:51:26:.

Da abbonata confermo che lo scorso anno una...
.:Daniela:.
.:17/10/2014 | 12:13:21:.

Può darsi che tu abbia ragione, Lillo. Ma...
.:roberto alajmo:.
.:16/10/2014 | 19:07:33:.

forse l'idiozia è un'aggravante.
e, tuttavia,...

.:lillo | @:.
.:16/10/2014 | 17:29:27:.

Vai ai COMMENTI...



Menu riservato:

il forum di Roberto Alajmo, scrittore





LA STRANA COPPIA

Da quando dirigo il teatro Stabile di Palermo, una domanda che di frequente mi sento fare è:
- Con Emma come va?
Il tono sembra premuroso e leggermente apprensivo, come se la domanda fosse rivolta a un coniuge sposato alla donna che la famiglia disapprovava. O come se ci fosse stata in passato una separazione dolorosa, e la convalescenza affettiva lasciasse prevedere qualche ricaduta.
Il fatto è che Emma Dante, artista residente del teatro Biondo, ha fama di avere un brutto carattere. Sarebbe facile obiettare secondo luogo comune: chi ha carattere deve per forza avere brutto carattere. Ma in realtà non è detto, conosco un sacco di persone pessime che hanno un cattivo carattere del tutto infondato. Basti pensare ai danni sociali che il mito del "genio e sregolatezza" ha creato su base mondiale. Il teatro - e la letteratura, e il cinema, e la pittura, e la fotografia - sono pieni di sregolati senza genio. Autoproclamati artisti che, in attesa che genio sopraggiunga, decidono di portarsi avanti a forza di sola sregolatezza, fiduciosi che prima o poi il talento si costituirà alla porta del loro atelier.
Emma no. Emma rappresenta una rara conferma alla regola del genio e sregolatezza. Una sregolatezza poi tutta caratteriale, che discende dalle bastonate della vita. Emma è una leonessa ferita, che solo per questo può risultare pericolosa.
Bisogna saperla prendere, assecondare i suoi sfoghi, incanalare la sua energia a favore del risultato artistico. Qualche volta mi è capitato di sentirmi come il pastore della favola attribuita ad Esopo, che estrae la spina dalla zampa della leonessa. Ma mai ho dubitato di essere ripagato dalla leonessa con altrettanta gentilezza. Perché la fenomenologia di Emma prevede improvvisi slarghi d'affetto, gentilezze estreme che a prima conoscenza rimangono invisibili. Lavorarci assieme, dal mio punto di vista, significa poter contare su un'alleata valorosa a leale. In mezzo a tante difficoltà, malgrado le mille zavorre che appesantiscono la vita di un teatro Stabile, Emma è stata una sorella sempre solidale.
Tutto questo panegirico per rispondere una volta per tutte a chi mi pone la domanda di cui sopra:
- Come va con Emma?
- Bene, grazie.
Alla faccia degli invidiosi.


Condividi su:Condividi su: 
 Facebook  Twitter  Myspace  Google  Delicious  Digg  Linkedin  Reddit
Ok Notizie  Blinklist  Zic Zac  Technorati  Live  Yahoo  Segnalo  Up News

Roberto Alajmo | 24/10/2014

Letto [1114] volte | permaLINK | PENULTIM'ORA  




REMIX: IL RIFORMATORIO ITALIANO

Forse funziona come a scuola: tu manchi quando il professore spiega le espressioni di secondo grado, e non riesci più a recuperare. Anzi, scatta proprio un rifiuto. Le espressioni di secondo grado saranno per sempre un buco nero nel tuo bagaglio culturale.
Io per esempio devo essermi distratto...[leggi tutto]...


Roberto Alajmo | 22/10/2014

Letto [1508] volte | permaLINK | PENULTIM'ORA  




NON SARA' UN FUNERALE

Se vi invitassero al funerale di uno sconosciuto, ci andreste? Escludendo masochismi: difficile.
Lo stesso succede per le presentazioni librarie: nessuno vuole andare al funerale di uno sconosciuto. E tantomeno si vorrebbe andare a quello di amici e parenti: ma si deve.
A risultare deterrente...[leggi tutto]...


Roberto Alajmo | 20/10/2014

Letto [871] volte | permaLINK | PENULTIM'ORA  




LA DOMANDA ASSERTIVA

Il mestiere di giornalista è mutante, da una ventina d’anni a questa parte.
Alcuni effetti secondari di questa mutazione meritano di essere segnalati.
Una cosa che prima non c’era e adesso c’è è la domanda assertiva.
Prima il giornalista poneva all’intervistato una serie di domande-domande,...[leggi tutto]...


Roberto Alajmo | 19/10/2014

Letto [1728] volte | permaLINK | PENULTIM'ORA  




ELOGIO DEL PUBBLICO

Quando finiscono gli spettacoli al Biondo, il pubblico tende a rimanere in sala. Chiacchierano, commentano. Le maschere a un certo punto sono costrette a indurre gentilmente gli spettatori ad accomodarsi fuori. E fuori i capannelli continuano.
Ecco: io guardo quei capannelli e sono felice. ...[leggi tutto]...


Roberto Alajmo | 17/10/2014

Letto [908] volte | permaLINK | PENULTIM'ORA  




MAI SOTTOVALUTARE UN IDIOTA

La parola inaccettabile, a quanto pare, è scherzo.
Una coscienza civile non riesce ad accettare che dietro le sevizie al ragazzino di Napoli ci possa essere stato uno scherzo. Ma la parola "scherzo" può essere connotata in maniere diverse a seconda dell'aggettivo che l'accompagna. Uno scherzo...[leggi tutto]...


Roberto Alajmo | 14/10/2014

Letto [917] volte | permaLINK | PENULTIM'ORA  




SECONDO ME, UN'AGGRAVANTE

Malgrado possa sembrare assurda la tesi declamata della madre dell'aggressore, bisogna ammetterlo: la violenza contro il ragazzino di Napoli era uno scherzo.
La dinamica, il contesto, la presenza di testimoni, tutto lascia pensare a intenzioni pesantemente goliardiche, totalmente ignare delle conseguenze...[leggi tutto]...


Roberto Alajmo | 13/10/2014

Letto [1055] volte | permaLINK | PENULTIM'ORA  




REMIX: E A GIUSEPPE CHI GLIELO DICE?

...[leggi tutto]...


Roberto Alajmo | 12/10/2014

Letto [1817] volte | permaLINK | PENULTIM'ORA  




IO SONO ESISTITO

Leggendo un resoconto del Grande Naufragio del 3 ottobre 2013 al largo di Lampedusa, improvvisamente arriva il soprassalto. La routine del dolore e dell'indignazione si impenna per un dettaglio.
Finiti in mare, i naufraghi sul punto di annegare chiedevano aiuto. Quasi tutti.
Alcuni no. Alcuni...[leggi tutto]...


Roberto Alajmo | 10/10/2014

Letto [1844] volte | permaLINK | PENULTIM'ORA  




MEGLIO LI' CHE IN RIUNIONE

Gli italiani si sono rapidamente e drasticamente divisi in renziani e antirenziani. Non un grande progresso rispetto ai tempi in cui erano tutti pregiudizialmente berlusconiani o antiberlusconiani.
Giudicare caso per caso, argomento per argomento diventa difficile, nello strepito circostante. ...[leggi tutto]...


Roberto Alajmo | 08/10/2014

Letto [1541] volte | permaLINK | PENULTIM'ORA  



tutti gli articoli della sezione...