GUARDA-CHI-SI-VEDE

Poi improvvisamente, verso le nove di sera, sul canale informativo di Sky compaiono facce mai viste prima.
Dopo il primo momento di panico – chi sono questi? Dove sono Sallusti, Travaglio, Cacciari, Orietta Berti? – arriva un lampo di scoperta: sono facce di trentenni.
Esistono i trentenni.
Filosofi, storici, scrittori, biologi, scienziati trentenni. E di cosa parlano? Parlano del futuro, comprensibilmente, essendo i principali interessati all’argomento. E lo fanno tenendo la testa alta, staccando lo sguardo dall’oggi e dal domani, guardando piuttosto al dopodomani. A quello che sarà il mondo fra qualche anno.
In fondo è quel che dovrebbero fare sempre gli intellettuali, soprattutto quando hanno trent’anni.
Che ancora ce ne siano, sopravvissuti alla glaciazione di questi anni, è una buona notizia. Che appaiano in tv per mezz’ora e scompaiano subito dopo, è l’ennesima prova dell’anchilosi mentale di questo Paese.



Roberto Alajmo | 18/05/2020 | Letto [735] volte

Clicca per stampare Clicca per stampare
< TORNA AL FORUM