I-PIACERI-DELLA-SCEMENZA

Esiste una vertigine che deriva dalla constatazione della propria scemenza. Col senno di poi, mettendo assieme il proprio vissuto e l’andazzo generale, succede di capire troppo tardi di essere stato un cretino per gran parte della tua vita. E rimpiangerlo, di primo acchito.
Avete presente quando fate la raccolta differenziata per benino e poi scoprite che finisce tutto in un’indiscriminata discarica? Ecco, così.
Dopo un attimo di frustrazione, però, a scrutare fino in fondo dentro di te, scopri che c’è un sottilissimo filo di piacere, che attraversa il rimpianto per la propria dabbenaggine.
Guardi il contesto rendendoti conto che il tuo specchio riflette una realtà diversa. E ti piace di più, questa diversa realtà.
Per cui le due cose, rimpianto e orgoglio della propria scemenza, finiscono per sovrapporsi.
E ti viene da rivendicarla, la tua modica dose di scemenza civile.
Dopodiché, cerchi di non pensarci e torni a fare la differenziata.



Roberto Alajmo | 07/03/2020 | Letto [635] volte

Clicca per stampare Clicca per stampare
< TORNA AL FORUM