I-MERIDIONALI?

Il manifesto lo avevo già notato in aeroporto, dove si trovava fin dall'inverno scorso come mirabile esempio di programmazione. Diceva poco. Diceva: I Meridionali, dal 22 luglio. L'illustrazione era una foto d'epoca: emigranti in attesa di imbarcarsi su un bastimento. Oppure appena sbarcati, non si capiva. Bella, però. Adesso, da qualche settimana, il manifesto è straripato dall'aeroporto e ha invaso la città. Ovunque si legge: I Meridionali, dal 22 luglio. Si intuisce da alcuni segni collaterali che deve trattarsi di una rassegna forse teatrale, o musicale, o cinematografica, o tutte e tre cose assieme. Di sicuro qualcosa che abbia a che fare con la cultura dell'emigrazione. A risultare inquietante è però la data: dal 22 luglio. Siccome il 22 luglio ormai è passato, e di questi Meridionali non si sa nulla, forse c'è da preoccuparsi. I manifesti sono ovunque, e io mi sono sentito in colpa per il fatto di non essermi accorto di niente. Eppure deve trattarsi di una manifestazione importante, visto che è pubblicizzata ovunque e gode del patrocinio di tutti gli enti locali, con tanto di stemmino, dalla Regione in giù. Solo i mesi e mesi di esposizione in aeroporto, su un cartellone retroilluminato, saranno costati una fortuna. Allora ho domandato un po' in giro ed è risultato che anche le persone che per professione in città seguono cultura e spettacoli, di questi Meridionali non hanno mai sentito parlare. Cadono tutti dalle nuvole. Eppure risulta che da molti giorni la manifestazione è cominciata. Per forza: chi potrebbe essere così pazzo da finanziare una campagna pubblicitaria – e che campagna pubblicitaria! – per un evento che non esiste? Alla fine sono arrivato alla conclusione di essere io a trovarmi dalla parte del torto. Di sicuro i Meridionali, con il loro interessantissimo programma, si stanno svolgendo sul serio, ma in un universo parallelo. Magari io non me ne sono accorto perché sono finito in un buco spazio-temporale dove il tempo e le cose non riescono a coincidere. E dove dei Meridionali, mannaggia, non si riesce a sapere nulla.


Roberto Alajmo | 13/07/2006 | Letto [4727] volte

Clicca per stampare Clicca per stampare
< TORNA AL FORUM