UN-UOMO-CONTROCORRENTE


Bisogna dare atto a Carlo Vizzini: appena iscritto nel registro degli indagati si è dimesso dalla Commissione Antimafia. Una sensibilità che sarebbe dovuta e coi tempi che corrono appare invece quasi miracolosa. Da anni ormai Vizzini si era ritagliato una nicchia di visibilità politica come leader e unico esponente della corrente antimafia del partito di maggioranza. Singolare posizione, che equivale a quella di un vegetariano in una tribù di cannibali. Con l’occasione e il massimo rispetto per il momento delicato che sta vivendo, vorrei chiedergli, se potessi: ma nel suo villaggio in questi anni non ha mai sentito odore di carne arrostita?


Roberto Alajmo | 12/06/2009 | mattitaliani@hotmail.com

[Articolo letto 1227 volte]



^ TORNA SU | TORNA INDIETRO | TORNA ALL'HOME


Tutti i materiali presenti su queste pagine, ad eccezione dei commenti, sono proprieta' intellettuale dell'autore.
Ogni utilizzo potra' essere richiesto direttamente a Roberto Alajmo.



     FEED RSS